Deutscher Bulle

Messaggi del profilo Ultime Attività Messaggi e Discussioni Info

  • Ciao, non lo so: in questi giorni sono parecchio assente a causa di impegni lavorativi.
    Grazie x il verde.Vedo che anche tu usi il mio stesso "indicatore" :D
    DB, il tedesco proprio no, posso arrangiarmi con un po' di spagnolo o al limite francese :D
    Grazie del verde DB. Continuo a non essere daccordo con te, almeno non sempre, ma almeno cerco di intervenire in modo civile e con un 'minimo' di argomentazioni.

    Alle prossime
    Figurati, per me l'utente medio del Fol è lo stesso che si indigna per gli scandali del calcio e poi alla domenica è regolarmente in curva o con Premium. Tutti sanno che è truccato, ma meglio chiudere un occhio per non scontrarsi con la triste realtà.
    Si, anche io me ne pento perche' so che poi non si finisce piu'...e so che orgoglisamente non accetto che si dicano falsita' su di me :)
    Purtroppo spesso sono situazioni che non creo io. Pero' ho la colpa di alimentarle, mannaggia! Questo vizio me lo debbo togliere :wall:
    Ciao Deutscher Bulle: hai ragione :) Purtroppo mi faccio prendere dai momenti e dalle situazioni. MA so che sbaglio io a dar retta a quei menagrami li :)
    Complimenti !! Vorrei la tua previsione personalissima su come andremo a parare!! Poche parole..
    Grazie
    In effetti la Germania è stata spesso accusata di adottare politiche "mercantiliste". Nel valutare la politica commerciale della Germania bisognerebbe però tenere conto di due fattori spesso trascurati:
    1. Le politiche deflattive applicate dalla Germania nel decennio scorso sono servite a prevenire le deindustrializzazione del Paese in un momento in cui i Paesi Emergenti si affacciavano sui mercati con i loro miliardi di braccia a basso costo.
    2. La Germania potrebbe andare incontro presto ad una grave crisi demografica, dovuta alla bassa natalità: per affrontare questa transizione il settore privato tedesco tende inevitabilmente ad accumulare crediti verso l'Estero.

    La Germania, come sai, sta ora trasferendo le sue eccedenze dall'UE all'Extra UE, dove abbiamo mercati dal potenziale di crescita gigantesco. Se gli Emergenti manterranno quello che promettono, lo squilibrio "creato" dall'eccedenza della Germania verrà facilmente metabolizzato e potrà rientrare quando la transizione demografica sarà compiuta.
    La tendenza della stessa Cina è già attualmente di espandere la domanda domestica e fare meno affidamento sull'export. Anche la Russia sembra muoversi (più timidamente) in questa direzione mentre Brasile e India hanno già vistosi deficit commerciali.
    Ma figurati. Io l'unica cosa che non tollero dei tedeschi e' la pretesa di essere sempre e comunque esportatori netti.

    Per il semplice motivo che questo alla lunga crea squilibri insanabili e crisi di debito.

    Io vedo un unico filo conduttore delle due ultime crisi:

    Cina esportatrice che finanzia a pie' di lista consumi usa senza limiti, accumulando riserve valutarie in dollari, fino allo scoppio dei subprime.

    Germania esportatrice che finanzia a pie' di lista i consumi dei PIGS fino allo scoppio della crisi del debito, che bada bene, non e' solo crisi del debito sovrano, e' anche e soprattutto, specie in alcuni paesi, crisi del debito privato.
    Mi ha fatto piacere leggere parole sensate da parte di una persona preparata..
    Il 99% di quello che leggo qui, secondo me, è da forum di pescivendoli...
    Ciao!
    come dici tu, non ci furono sospensioni di rimborsi o di cedole, ma, nella temporanea difficoltà di collocare titoli, si fece ricorso a un prestito tedesco, consistente, che la Germania ci concesse ponendo un'ipoteca sulle nostre riserve auree

    troppo poco per dire default tecnico, ma ci andammo vicini
  • Sto caricando...
  • Sto caricando...
  • Sto caricando...