(2) E' utile includere gli indici di mercato?

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

SONDAGGIO 2 : E’ UTILE INCLUDERE GLI INDICI DI MERCATO ?

  • Si, Mib30, Midex, Mibtel e Numtel

    Voti: 4 14,8%
  • Solo Mib30, Midex e Mibtel

    Voti: 4 14,8%
  • Solo Mib30, Midex e Numtel

    Voti: 0 0,0%
  • Solo Mib30 e Midex

    Voti: 5 18,5%
  • Solo Mib30

    Voti: 6 22,2%
  • No, non è utile includere alcun indice

    Voti: 8 29,6%

  • Votanti
    27

economist

Nuovo Utente
Registrato
24/6/02
Messaggi
1.042
Punti reazioni
31
Solo il Mib30 dispone di un future attivamente scambiato, ma qualsiasi indice può essere replicato (con un tracking error accettabile ai fini della simulazione) acquistando anche solo 10-15 azioni. In questo caso , l’inclusione degli indici ha la finalità di “rendere la vita più semplice” al partecipante al Finanzagame che, evitando di impiegare tempo in operazioni di replica, potrà concentrarsi nelle capacità di previsione del mercato.


Ref : http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?threadid=276142
 
IO AGGIUNGEREI ANCHE QUALCHE INDICE USA CHE HA I RISPETTIVI FUTURES QUOTATI ALLA BORSA DI CHICAGO...
 
Continuo a notare il disinteresse di tutti i lavoratori del settore verso l'indice STAR: viene calcolato solo a fine seduta e non minuto per minuto, ma il finanzagame permette solo acquisti-vendite ad inizio/fine seduta (anche questo è un handicap rispetto al maneggiare soldi veri), quindi credo sarebbe giusto indicare, nel caso in cui si decida di ammettere indici, lo STAR e non l'indice dell'immondizia denominato Numtel.

Inoltre, dato che si desidera evitare la presenza di titoli poco scambiati, l'indice STAR risponde all'esigenza molto meglio del citato indice Monnezza-Tel.
 
io metterei: mib30, nasdaq, nikkei, dj e S&p
 
Risposte

PER ROBICK, RAPISARDA

Sono d'accordo che gli indici USA e giapponesi (e perché no, europei) sarebbero un utile strumento di diversificazione. Quello che vi posso dire è che dai contatti avuti con lo staff di Finanzaonline, mi sembrano disponibili a implementare i cambiamenti che chiedermo noi (e come vedete mi sto impegnando abbastanza per coordinarli e presentare una richiesta organica), purché questi cambiamenti non richiedano troppo lavoro da parte dei tecnici che sono già impegnati su molte altre cose.

In particolare, sono disponibili a togliere tutti i titoli "spazzatura" che vogliamo noi, mentre per inserirne di nuovi è più complicato, principalmente se appartengono a database di altri mercati. Inoltre ci potrebbero essere dei problemi di operatività legati ai diversi orari di contrattazione. Comunque ne parlerò con lo staff, se ho novità vi farò sapere.


PER VOLTAIRE

Lo STAR mi sembra una buona idea. Sinceramente non ci avevo pensato perché mi sono limitato a prendere la lista dei titioli attuali per sfoltirla della "spazzatura". Trattandosi di un indice del database del mercato italiano, l'inserimento dovrebbe essere relativamente facile. Se ho novità ti farò sapere.


AVVISO

La prossima settimana sarò fuori Italia, risponderò ai commenti al mio ritorno (impegni permettendo). Per i commenti più urgenti potrebbe rispondere anche una delle persone che lavora qui con me, nick "engineer", "trader_max" e "physic".
 
scritto da robick: cambiare il modo di calcolare gain o loss sugli indici

attualmente il gain o loss sugli indici e' calcolato in questo modo:
(quantita'x prezzo di acquisto)- (quantitax prezzo di vendita)
ma questo e' il gain/loss che si ottiente se replico un indice...se acquisto un mib 30 e l'indice fa +1% il mio portafoglio fa +1%
visto che lo strumento principale per operare su indici sono i futures non sarebbe forse meglio calcolare gain/loss nel modo seguente?
(prezzo di acquisto - prezzo di vendita)x quantita'
in questo modo ci avvicineremmo di piu' alla realta' operativa...


robick, ti rispondo qui dentro per semplificare la vita agli altri partecipanti che devono districarsi in questi thread.
Ho capito lo spirito del commento. Forse la soluzione più semplice sarebbe la classifica separata con il suffisso nel nickname. In questo caso, però, trattandosi di trader su futures, sarebbe importante limitare l'operatività al solo Mib30 (con un suffisso più chiaro, tipo "_M30" o simili). Potrebbe essere un'idea interessante.
 
EVIDENTEMENTE...

Spiace un po vedere che sono in testa quelli che non vogliono gli indici...evidentemente non sanno che la CME (chicago mercantile exchange) dove tra gli altri sono scambiati i future dei principali indici americani totalizza piu' scambi che il NASDAQ e NYSE...siete cosi' convinti che gli indici non sono importanti?
 
Scritto da economist
Lo STAR mi sembra una buona idea


Se si desidera inserire solo titoli medio-grandi, lo STAR ne contiene certamente più del Numtel.
 
Re: EVIDENTEMENTE...

Scritto da robick
Spiace un po vedere che sono in testa quelli che non vogliono gli indici...evidentemente non sanno che la CME (chicago mercantile exchange) dove tra gli altri sono scambiati i future dei principali indici americani totalizza piu' scambi che il NASDAQ e NYSE...siete cosi' convinti che gli indici non sono importanti?

evidentemente.... sono d´accordo con te ma dobbiamo prendere atto delle preferenze degli altri follisti, altrimenti partecipiamo in pochi al nuovo finanzagame....
 
SE LA MATEMATICA NON E' UNA OPINIONE

Scritto da economist


evidentemente.... sono d´accordo con te ma dobbiamo prendere atto delle preferenze degli altri follisti, altrimenti partecipiamo in pochi al nuovo finanzagame....


In tutti i casi quelli che pensano non sia utile includere alcun indice stanno uscendo sconfitti dal sondaggio...attualmente sono al 38,46%
mentre quelli che vogliono da 1 a 4 indici sono al 61,51%
Quindi se la matematica non e' una opinione...per il momento la maggioranza vuole almeno 1 indice e al piu' 4 indici...
che bella cosa la statistica :D
 
Indietro