45 mila euro da investire

  • Ecco la 68° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    La settimana è stata all’insegna degli acquisti per i principali listini internazionali. Gli indici americani S&P 500, Nasdaq e Dow Jones hanno aggiornato i massimi storici dopo i dati americani sui prezzi al consumo di mercoledì, che hanno evidenziato una discesa in linea con le aspettative, con l’inflazione headline al 3,4% e l’indice al 3,6% annuo, allentando i timori per un’inflazione persistente. Anche le vendite al dettaglio Usa sono rimaste invariate su base mensile, suggerendo un raffreddamento dei consumi che hanno fin qui sostenuto i prezzi. Questi dati, dunque, rafforzano complessivamente le possibilità di un taglio dei tassi a settembre da parte della Fed (le scommesse del mercato sono ora per due tagli nel 2024). Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

tizis

Nuovo Utente
Registrato
26/12/10
Messaggi
3
Punti reazioni
0
Ciao a tutti,
sono un giovane lavoratore che ha a disposizione 45/50 keuro da investire e sono indeciso tra acquistare un box o un monolocale da affittare. Fate conto che qui a Trieste un box in centro viene sui 40 mila euro e rende sui 150 euro mensili.
Il problema e` che nel caso scegliessi un monolocale perderei un eventuale beneficio "prima casa" quando tra un paio d'anni comprero` la mia casa per abitarci anche se potrei vendere il monolocale... Inoltre ci sono sicuramente piu` spese e piu` problemi affittare un monolocale che un box, giusto?
Voi esperti cosa fareste?
grazie mille!
 
una somma del genere la si investe sul mercato mobiliare:rolleyes:
con vantaggi in termini di liqidabilità immediata, meno oneri di transazione ecc
e rendimenti non troppo lontani da quelli degli immobili---- 150 euro al mese sono 1.8k all'anno lordi... niente di cheKO!

secondo me, almeno:yes:
 
Hai il solito problema che abbiamo tutti, il tuo box ti renderebbe circa il 3% netto che non è nè poco ne molto. Già compresa una imbiancata e una verniciata alla basculante ogni tanto e poco più. La domanda è : IL CAPITALE INVESTITO, nei prossimi 10 anni è garantito o rischi che l'inflazione se lo mangi?(per l'esattezza lo eroda):'(:'(:'( E esattamente la domanda che ci facciamo tutti:mmmm:
 
150 x 12= 1800 1800/ 40000= 0.045 x 100 = 4,5 % lordo

per esperienza so che il box non ha le spese che ha un monolocale e nemmeno i problemi che potrebbero sorgere con gli inquilini, inoltre se devi comprare in seguito prima casa meglio non rischiare sui tempi di rivendita.

la mia opinione ( opinabile :) ) è che è meglio un box in posizione se possibile centrale che non un monolocale.

i box centrali non hanno mai tradito, ma ovviamente i rendimenti passati non sono garanzia per il futuro.
 
Meglio il box ma mi sembra però un po troppo basso il fitto rispetto all'acquisto.
Personalmente l'ho pagato 20mila + notaio e l'ho fittato a 120 4-5 anni fa (c'era chi chiedeva gia 150).
Ci sono gli ingordi che, come scritto sopra, non si accontentano mai e mettono prezzi fuori mercato, i 150 euro appunto. Io ho preferito un prezzo più onesto e infatti l'ho piazzato subito. Tra l'altro non gli ho manco fatto aumenti ISTAT perchè 120 era gia un buon rendiimento. Magari dopo tot anni ne ridiscutiamo.

Aggiungici poi un bel 1/3 che come al solito si mangia lo stato. Dai tuoi 150 devi considerarne circa 100 netti. Ma questo vale per qualsiasi opzione (monolocale o box).

Il lato positivo però, come dici anche tu, è che hai pochissime grane, manutenzione e responsabilità.

Un monolocale a quanto si troverebbe dalle tue parti? E poi a quanto si fitterebbe?
Per valerne la pena rispetto al box dovrebbe costare intorno ai 120mila e fittarlo ad almeno 500 mensili. Credo un po improbabile. Se poi consideri il maggior rischio insolvenza (500 euro sono più difficile da pagare rispetto a 150), responsabilità e manutenzione...
 
Capitale investito e inflazione..

Hai il solito problema che abbiamo tutti, il tuo box ti renderebbe circa il 3% netto che non è nè poco ne molto. Già compresa una imbiancata e una verniciata alla basculante ogni tanto e poco più. La domanda è : IL CAPITALE INVESTITO, nei prossimi 10 anni è garantito o rischi che l'inflazione se lo mangi?(per l'esattezza lo eroda):'(:'(:'( E esattamente la domanda che ci facciamo tutti:mmmm:

...scusa, ma non dovrebbe essere il contrario? :confused:
La previsione che fanno ormai in molti è che, finché siamo tutti insieme nell'euro (con i tedeschi),
i prezzi scenderanno (soprattutto immobiliari),
se poi dovessimo separarci da coloro che ci trainano (anche non per volontà nostra),
molto probabilmente ci sarebbe una inflazione pesante, necessaria per essere competitivi nell'export e forse abbassare il peso del debito pubblico..
..a quel punto, con l'inflazione forte (e magari una nuova divisa), che ci fai più con i liquidi?
Mi domando quindi: ma non è proprio il contrario di quello che hai detto?
Per me l'ideale infatti dovrebbe essere (e anch'io ho da investire):
stare liquidi e protetti finché si può, con i prezzi che scendono nella bufera,
appena c'è aria di separazione vera dalla Germania, comprare qualcosa di solido (piccoli immobili in centro, per esempio..) per sopportare meglio l'inflazione galoppante, che probabilmente eroderà inesorabilmente lo stipendio dei lavoratori dipendenti come me.
Che ne dite? :cool:
Qualche parere tecnico da chi se intende più di me...? :mmmm:
Grazie!
 
Ultima modifica:
Stai rispondendo come ho risposto io all'altra domanda....siamo d'accordo, io poi non amo nè le auto nè i garages....avevo anche già posto il dubbio inflazione si inflazione no ma mi hanno messo OT:angry: comunque c'è da riflettere, io poi mi diverto a ristrutturare e a farli carini ma non è un investimento, finisce che ci spendo troppo....:eek:
 
Per me l'ideale infatti dovrebbe essere (e anch'io ho da investire):
stare liquidi e protetti finché si può

Il problema è che le cose le faranno all'improvviso. Da un giorno all'altro letteralmente. Come è successo in Argentina. Hai tot euro liquidi. Il giorno dopo cominciano a bloccare i conti correnti e ti permettono di prelevare solo piccole somme (per campare). Il giorno dopo ancora i tuoi tot euro vengono trasformati con un cambio 1:1 a tot nuovamonetachevalemeno. E così ti trovi da un giorno all'altro col tuo capitale liquido dimezzato (se ti va bene).

E' troppo comodo comprare qualcosa ipersvalutata avendo i liquidi al valore di prima. Non sarà così semplice. L'unico modo credo sia quello di spostare ORA i soldi su conti esteri. Ma come al solito è prerogativa di chi ha grossi capitali.
Comunque anche che fosse ti rimangono 4 mura che possono valere quanto vuoi ma non ti serviranno a mangiare.
 
Il problema è che le cose le faranno all'improvviso. Da un giorno all'altro letteralmente. Come è successo in Argentina. Hai tot euro liquidi. Il giorno dopo cominciano a bloccare i conti correnti e ti permettono di prelevare solo piccole somme (per campare). Il giorno dopo ancora i tuoi tot euro vengono trasformati con un cambio 1:1 a tot nuovamonetachevalemeno. E così ti trovi da un giorno all'altro col tuo capitale liquido dimezzato (se ti va bene).

E' troppo comodo comprare qualcosa ipersvalutata avendo i liquidi al valore di prima. Non sarà così semplice. L'unico modo credo sia quello di spostare ORA i soldi su conti esteri. Ma come al solito è prerogativa di chi ha grossi capitali.
Comunque anche che fosse ti rimangono 4 mura che possono valere quanto vuoi ma non ti serviranno a mangiare.

Pienamente d'accordo,
non c'è nemmeno bisogno di avere grossi capitali per spostarsi all'estero, LEGALMENTE.
Ti fai un giro in Francia o in Svizzera e apri un conto (scegliti bene la banca), poi bonifichi legalmente, e a fine anno (o entro 30 gg da ogni accredito interessi) ti fai dichiaratamente inviare gli interessi sul tuo conto italiano, dove pagherai il 27% di tasse. :wall:
Se non l'ho capita male, questo è il succo di quanto esposto a pag. 16 della Circolare n. 49E di set 2010 dell'Agenzia delle Entrate.
Come vedi, si può fare, almeno credo, ed è quanto stiamo facendo in molti ormai. :cool:
 
Pienamente d'accordo,
non c'è nemmeno bisogno di avere grossi capitali per spostarsi all'estero, LEGALMENTE.
Ti fai un giro in Francia o in Svizzera e apri un conto (scegliti bene la banca), poi bonifichi legalmente, e a fine anno (o entro 30 gg da ogni accredito interessi) ti fai dichiaratamente inviare gli interessi sul tuo conto italiano, dove pagherai il 27% di tasse. :wall:
Se non l'ho capita male, questo è il succo di quanto esposto a pag. 16 della Circolare n. 49E di set 2010 dell'Agenzia delle Entrate.
Come vedi, si può fare, almeno credo, ed è quanto stiamo facendo in molti ormai. :cool:

Non so come si sono mossi in Argentina. Probabilmente tutti aspettarono senza muoversi fino a che fu troppo tardi. Perchè "giustamente" viene sempre tenuto tutto nascosto.
Certo che comunque se non hai una certa somma non è che risolvi tanto. Sbattersi per muovere 20,30mila euro non so se ne vale la pena.
Non mi meraviglierei poi se applicassero regole tipo "sei italiano? I tuoi soldi dall'estero non entrano in Italia" o cose simili
 
...scusa, ma non dovrebbe essere il contrario? :confused:
La previsione che fanno ormai in molti è che, finché siamo tutti insieme nell'euro (con i tedeschi),
i prezzi scenderanno (soprattutto immobiliari),
se poi dovessimo separarci da coloro che ci trainano (anche non per volontà nostra),
molto probabilmente ci sarebbe una inflazione pesante, necessaria per essere competitivi nell'export e forse abbassare il peso del debito pubblico..
..a quel punto, con l'inflazione forte (e magari una nuova divisa), che ci fai più con i liquidi?
Mi domando quindi: ma non è proprio il contrario di quello che hai detto?
Per me l'ideale infatti dovrebbe essere (e anch'io ho da investire):
stare liquidi e protetti finché si può, con i prezzi che scendono nella bufera,
appena c'è aria di separazione vera dalla Germania, comprare qualcosa di solido (piccoli immobili in centro, per esempio..) per sopportare meglio l'inflazione galoppante, che probabilmente eroderà inesorabilmente lo stipendio dei lavoratori dipendenti come me.
Che ne dite? :cool:
Qualche parere tecnico da chi se intende più di me...? :mmmm:
Grazie!


Guarda anche io la pensavo come te ,
ma poi approfondendo l'argomento sui rischi io credo che il problema non
sia la tenuta dell'euro , anzi e' esattamente il contrario nel senso che e' una
valuta troppo forte e che sta compromettendo l'export , le aziende , e di
conseguenza l'occupazione , in questa situazione la nostra economia rischia
di rimanere strozzata .

Ecco perche' esistono i pigs e perche' la Merkel non e' daccordo sugli
eurobond , la tempesta in Europa deve esistere , per mantenere il valore
dell'euro il piu' basso possibile , a questo proposito puo' darsi che assisterem
ad alcune ristrutturazioni di debito .

Francamente in Europa non vedo un problema inflazione , ma piuttosto
un problema di occupazione e di rischio decrescita , se sara' cosi' nei
prossimi anni ci ritornera' in mente quella famosa canzone di Adriano Celentano
che faceva < SVALUTESCION ...... >
 
Ciao a tutti,
sono un giovane lavoratore che ha a disposizione 45/50 keuro da investire e sono indeciso tra acquistare un box o un monolocale da affittare. Fate conto che qui a Trieste un box in centro viene sui 40 mila euro e rende sui 150 euro mensili.
Il problema e` che nel caso scegliessi un monolocale perderei un eventuale beneficio "prima casa" quando tra un paio d'anni comprero` la mia casa per abitarci anche se potrei vendere il monolocale... Inoltre ci sono sicuramente piu` spese e piu` problemi affittare un monolocale che un box, giusto?
Voi esperti cosa fareste?
grazie mille!

non conosco il mercato della tua zona... ma a parita' di prezzo di acquisto 1 mono lo vedrei meglio ... lo affitti + caro ... e si libera (ed affitta) + facilmente essendo -per natura- inadatto a nuclei familiare grandi.
 
non conosco il mercato della tua zona... ma a parita' di prezzo di acquisto 1 mono lo vedrei meglio ... lo affitti + caro ... e si libera (ed affitta) + facilmente essendo -per natura- inadatto a nuclei familiare grandi.

A parità di prezzo di acquisto? Credi che troverà mai un monolocale allo stesso prezzo del box auto?
Si libera più facilmente rispetto a cosa? Ad un trilocale? Non al box...
Il raffronto qua è monolocale vs. box auto
 
Ciao a tutti,
sono un giovane lavoratore che ha a disposizione 45/50 keuro da investire e sono indeciso tra acquistare un box o un monolocale da affittare. Fate conto che qui a Trieste un box in centro viene sui 40 mila euro e rende sui 150 euro mensili.
Il problema e` che nel caso scegliessi un monolocale perderei un eventuale beneficio "prima casa" quando tra un paio d'anni comprero` la mia casa per abitarci anche se potrei vendere il monolocale... Inoltre ci sono sicuramente piu` spese e piu` problemi affittare un monolocale che un box, giusto?
Voi esperti cosa fareste?
grazie mille!

2 box non in centro.
3 posti auto in centro (diversificazione ed alta liquidabilità).
 
Pienamente d'accordo,
non c'è nemmeno bisogno di avere grossi capitali per spostarsi all'estero, LEGALMENTE.
Ti fai un giro in Francia o in Svizzera e apri un conto (scegliti bene la banca), poi bonifichi legalmente, e a fine anno (o entro 30 gg da ogni accredito interessi) ti fai dichiaratamente inviare gli interessi sul tuo conto italiano, dove pagherai il 27% di tasse. :wall:
Se non l'ho capita male, questo è il succo di quanto esposto a pag. 16 della Circolare n. 49E di set 2010 dell'Agenzia delle Entrate.
Come vedi, si può fare, almeno credo, ed è quanto stiamo facendo in molti ormai. :cool:

ciao , la cosa mi interessa, mettiamo di aprire un c/c in una banca Svizzera,
il conto sarebbe in euro giusto? oppure in franchi svizzeri.. perchè la Svizzera è fuori dall'euro. potresti se lo sai fare il nome di qualche banca? hai idea che tassi ci siano sui c/c in Svizzera?
grazie per le risposte
 
ripeto... 45k è poca roba... oltretutto moltiplicando gli acquisti moltiplichi gli oneri fissi, le rotture di scatole ecc.
diseconomico rispetto ad un investimento mobiliare, ed anche meno redditizio se i rendimenti sono quelli citati.
 
ciao , la cosa mi interessa, mettiamo di aprire un c/c in una banca Svizzera,
il conto sarebbe in euro giusto? oppure in franchi svizzeri.. perchè la Svizzera è fuori dall'euro. potresti se lo sai fare il nome di qualche banca? hai idea che tassi ci siano sui c/c in Svizzera?
grazie per le risposte

Una delle migliori e più sicure banche al mondo è PostFinance.ch
https://www.postfinance.ch/it/priv/prod/acc.html
qui trovi i vari tipi di conto.
Purtroppo non potrai fare a meno di recarti in Svizzera a farti identificare con un documento e non più di 10.000 € al seguito in contanti (non so nemmeno se li puoi versare subito), il resto via bonifici.
Qualche problemino fiscale, sui già magri interessi c'è una ritenuta alla fonte + una ritenuta in Italia, forse in Francia è più semplice.
Comunque,
se cerchi tassi elevati, dovrai assumertene i rischi...
Ciao
 
Una delle migliori e più sicure banche al mondo è PostFinance.ch
https://www.postfinance.ch/it/priv/prod/acc.html
qui trovi i vari tipi di conto.
Purtroppo non potrai fare a meno di recarti in Svizzera a farti identificare con un documento e non più di 10.000 € al seguito in contanti (non so nemmeno se li puoi versare subito), il resto via bonifici.
Qualche problemino fiscale, sui già magri interessi c'è una ritenuta alla fonte + una ritenuta in Italia, forse in Francia è più semplice.
Comunque,
se cerchi tassi elevati, dovrai assumertene i rischi...
Ciao

A quale pro?
Basta uno dei tanti conti deposito presenti in Italia... sono tutti aderenti al fondo tutela... ossia se salta la banca, si è rimborsati nei limiti ben superiori a 45k.
Se salta l'Italia? E se salta la Francia, o la Germania, o gli Usa?
Siamo seri.
 
ripeto... 45k è poca roba... oltretutto moltiplicando gli acquisti moltiplichi gli oneri fissi, le rotture di scatole ecc.
diseconomico rispetto ad un investimento mobiliare, ed anche meno redditizio se i rendimenti sono quelli citati.

Io ho una idea personale:
- non ho mai sentito dire "cavolo, ma come fai ad avere quei BTP?"
- mentre ho sentito dire "cavolo, ma come fai ad avere tre box?", risposta: "li ho comprati 20 anni fa, non costavano nulla... pensa che ai tempi feci un sacrificio, oggi sono in pratica una pensione anticipata...".

PS: non tutti conoscono a dovere gli strumenti mobiliari.
PPPS: anticipo dicendo che i bond i-linked hanno VA pari ai non i-linked, dal momento che sul mercato delle opzioni (e non solo) inflazione e tassi sono fortemente e strettamente positivamente correlati, oltre ad avere beta quasi pari ad uno.
 
Indietro