600.000.000 di € di controvalore su SARAS

dammiretta

Nuovo Utente
Registrato
9/5/03
Messaggi
1.337
Punti reazioni
76
scambiati fino ad ora...

mi pare una cifra di tutto rispetto...

che sia solo Moratti che vende??


:rolleyes:
 
moratti non può vendere.
è vincolato per 180 gg.
 
allora secondo me sono in molti a cercare affari a prezzo scontato...


spero di non sbagliarmi...
 
ricpast ha scritto:
moratti non può vendere.
è vincolato per 180 gg.
Vero.
Questo mi incuriosisce ancora di piu' sui movimenti in corso.
 
muro a 5,5 ...


se lo rompe chiude sui massimi di giornata...
 
e rompi sti ca.zzo de 5,5....secondo me la tirano su in chiusura!
 
Maxino73 ha scritto:
e rompi sti ca.zzo de 5,5....secondo me la tirano su in chiusura!

manco con i sali...
 
io l'avevo detto che chiudeva a 5,2!!
che titolo del cavolo :angry:
 
ce l'hanno messo sotto al codino....


a questo punto per domani cosa ci attende?
 
Da leggere...



PUNTO1 - Saras in forte calo con volumi, pesa correzione mercato

Reuters - 18/05/2006 17:11:39



(aggiunge background, dichiarazione da fonte vicina all'operazione)

MILANO, 18 maggio (Reuters) - Lo scivolone di Saras , oggi all'avvio delle contrattazioni sull'MTA, è imputabile alla situazione di mercato, dicono gestori e analisti contattati da Reuters.

"Il prezzo è stato deciso una settimana fa, il mercato aveva appena iniziato la correzione e nei giorni successivi ha continuato a scendere", commentava stamane Carlo Gentili di Nextam Partners. "Il titolo ora perde, ma rimbalzerà (...) io a 5,4 euro l'ho subito comprata".

Saras ha aperto a quota 5,4, in calo del 10% rispetto al prezzo di collocamento di 6 euro. Dopo aver oscillato in un range 5,20-5,67, nell'ultima mezzora di scambi nella parte finale della seduta mantiene la discesa e vale 5,28 euro cedendo il 12%. I volumi sono poco meno di 120 milioni di pezzi, oltre un terzo dei 345 milioni di azioni collocate.

"Il titolo sconta tutto quello che il mercato ha perso negli ultimi dieci giorni", dice un analista. "La mia valutazione era di 5,8-6,1 e il mio target rimane quello, intorno ai 6 euro, perchè i fondamentali non sono cambiati".

Non manca qualche voce più scettica: Emanuele Oggioni, reponsabile azionario Italia di Banca Albertini Syz, afferma che "i 6 euro di partenza erano eccessivi". Per il gestore, "oggi ci sono matricole molto più convenienti cui guardare".

Ma un altro operatore sostiene che "era impossibile aprire al rialzo in queste condizioni, sarebbe stato un punto di discontinuità all'interno del settore" e si dice convinto che tutto sommato il prezzo sia stato "azzeccato".

Da giovedì ad oggi Neste Oil ha perso il 16%, Erg (ERG.MI) il 20% e la media dei comparable presi in
considerazione dai global coordinator dell'Ipo il 13% circa. Il più ampio settore dell'Oil&gas ha lasciato sul campo l'8% circa, in una settimana.

Secondo una fonte vicina all'operazione di collocamento, "stamattina molti long term investor fino a 5,6 euro hanno comprato".



Un consiglio disinteressato per chi ce l'ha....

Non vendete,torna su presto!
 
Indietro