730/22

The Flying Dutchman

Vecchio nickname: glafra774
Registrato
16/3/20
Messaggi
507
Punti reazioni
53
Apro il thread del 2022 condividendo con tutti voi questa novità:
"con la riforma fiscale non sarà più necessario conservare tutti gli scontrini e le ricevute se si presenta la dichiarazione precompilata fai da te dal proprio pc o attraverso il datore di lavoro."
 

Alfredo51

Nuovo Utente
Registrato
28/2/15
Messaggi
727
Punti reazioni
23
Il problema e' che nella precompilata manca sempre qualcosa, in certi casi anche di "pesante". Finora, se aggiungi anche soltanto 10 cent., sei soggetto a possibile verifica di tutta la documentazione. Non so se quello che hai letto dica che da quest'anno e' sufficiente conservare soltanto gli scontrini di quello che si aggiunge.
Oppure accetti la precompilata cosi' com'e', rimettendoci qualcosa di piu' o meno sostanzioso.
 

8888

Nuovo Utente
Registrato
8/11/07
Messaggi
1.181
Punti reazioni
102
Apro il thread del 2022 condividendo con tutti voi questa novità:
"con la riforma fiscale non sarà più necessario conservare tutti gli scontrini e le ricevute se si presenta la dichiarazione precompilata fai da te dal proprio pc o attraverso il datore di lavoro."

per qualsiasi modifica apportata dal contribuente bisogna sempre conservare la fattura-scontrino...
la novità sta nel fatto che si può non conservare scontrini-fatture relative ai soli dati inseriti in automatico da terzi...spese mediche-assicurazioni-interessi passivi mutuo...ecc...
 

claudio78ba

Nuovo Utente
Registrato
6/6/19
Messaggi
51
Punti reazioni
5
Il problema e' che nella precompilata manca sempre qualcosa, in certi casi anche di "pesante". Finora, se aggiungi anche soltanto 10 cent., sei soggetto a possibile verifica di tutta la documentazione. Non so se quello che hai letto dica che da quest'anno e' sufficiente conservare soltanto gli scontrini di quello che si aggiunge.
Oppure accetti la precompilata cosi' com'e', rimettendoci qualcosa di piu' o meno sostanzioso.
La novità, di non poco momento, riguarda due aspetti: l’eventuale controllo da parte dell’AdE sarà limitato alle modifiche operate dall’utente e a quest’ultimo potrà essere chiesto di giustificare documentalmente solo quanto aggiunto o diminuito rispetto al dato precompilato. In sostanza, finalmente, il dato precompilato non potrà più essere messo in discussione e, quindi, non dovrà essere giustificato documentalmente anche se modificato dall’utente: le “pezze d’appoggio” potranno essere chieste limitatamente a quelle che giustificano le modifiche apportate.
 

Alfredo51

Nuovo Utente
Registrato
28/2/15
Messaggi
727
Punti reazioni
23
La novità, di non poco momento, riguarda due aspetti: l’eventuale controllo da parte dell’AdE sarà limitato alle modifiche operate dall’utente e a quest’ultimo potrà essere chiesto di giustificare documentalmente solo quanto aggiunto o diminuito rispetto al dato precompilato. In sostanza, finalmente, il dato precompilato non potrà più essere messo in discussione e, quindi, non dovrà essere giustificato documentalmente anche se modificato dall’utente: le “pezze d’appoggio” potranno essere chieste limitatamente a quelle che giustificano le modifiche apportate.
Si', ho letto questa novita', ma mi pare di ricordare che ci siano delle eccezioni relative a quanto non sempre attestabile da ADE ed INPS.
 

mauriga

Nuovo Utente
Registrato
2/7/06
Messaggi
1.633
Punti reazioni
108
Anche se manca ancora tanto tempo prima della compilazione, volevo chiedere un consiglio sulla seguente situazione verificatasi nel 2021.
Seconda casa: quota di possesso 16,66% dal 1/1 al 30/4 poi 50% dal 1/5 al 30/9 infine 0% dall’1/10.
Come compilare il quadro B?
Io ho pensato di compilare 2 righi mantenendo inalterati i dati della rendita catastale, l’utilizzo e il codice comune, variando ovviamente le colonne relative alla quota di possesso e al numero di giorni di possesso.

Lo chiedo in quanto per l’IMU non si potevano fare “2 righi”.

Grazie per un Vs. parere.

mau——
 

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15/11/16
Messaggi
2.998
Punti reazioni
110
Anche se manca ancora tanto tempo prima della compilazione, volevo chiedere un consiglio sulla seguente situazione verificatasi nel 2021.
Seconda casa: quota di possesso 16,66% dal 1/1 al 30/4 poi 50% dal 1/5 al 30/9 infine 0% dall’1/10.
Come compilare il quadro B?
Io ho pensato di compilare 2 righi mantenendo inalterati i dati della rendita catastale, l’utilizzo e il codice comune, variando ovviamente le colonne relative alla quota di possesso e al numero di giorni di possesso.

Lo chiedo in quanto per l’IMU non si potevano fare “2 righi”.

Grazie per un Vs. parere.

mau——

E' corretto!

Attento però che sul 730 vanno indicati i giorni di possesso e non i mesi, come avviene per l'IMU

Credo comunque che sul precompilato troverai già tutto inserito nel modo corretto
 

mauriga

Nuovo Utente
Registrato
2/7/06
Messaggi
1.633
Punti reazioni
108
Grazie! :bow:

Ho notato che c’è anche un quadratino da spuntare:
Continuazione stesso immobile rigo precedente
Immagino vada spuntato

mau——
 

Due.Zero

Sonpreso dallo Staff
Registrato
18/8/12
Messaggi
39.948
Punti reazioni
1.396
Scusate ad un parente è arrivata questa comunicazione: l'importo è di circa 10€.

Volevo sapere in quale sezione del 730 andrebbe inserito questo importo?

Si aggiungerebbe (sommandosi) a quello delle spese mediche (per il quale c'è la franchigia)?

Grazie :bow:

fol052.png
 

claudia_b

Nuovo Utente
Registrato
15/10/11
Messaggi
4.240
Punti reazioni
411
Se si tratta, come sembra, di una polizza vita o simili, quell'importo va riportato nel quadro E, in uno dei righi da E8 a E10, il codice è 36 o 39, più probabile il secondo. Aggiungo che non vale la pena preoccuparsi tanto, visto che sul premio di 10 euro se ne recuperano come detrazione 1,90.
 

Tony92

Nuovo Utente
Registrato
18/2/12
Messaggi
214
Punti reazioni
2
La novità, di non poco momento, riguarda due aspetti: l’eventuale controllo da parte dell’AdE sarà limitato alle modifiche operate dall’utente e a quest’ultimo potrà essere chiesto di giustificare documentalmente solo quanto aggiunto o diminuito rispetto al dato precompilato. In sostanza, finalmente, il dato precompilato non potrà più essere messo in discussione e, quindi, non dovrà essere giustificato documentalmente anche se modificato dall’utente: le “pezze d’appoggio” potranno essere chieste limitatamente a quelle che giustificano le modifiche apportate.

Questo vale anche in caso di dichiarazione a mezzo CAF?

Mi spiego: dovrei inserire delle spese relative a ristrutturazione non toccando però quelle relative alle spese mediche, possono richiedermi tutto o no?
 

claudio78ba

Nuovo Utente
Registrato
6/6/19
Messaggi
51
Punti reazioni
5
Questo vale anche in caso di dichiarazione a mezzo CAF?

Mi spiego: dovrei inserire delle spese relative a ristrutturazione non toccando però quelle relative alle spese mediche, possono richiedermi tutto o no?
Vale in ogni caso, quindi anche se è il CAF a modificare il modello precompilato.
Nel caso specifico l'AdE potrà chiederti i documenti giustificativi delle spese per la ristrutturazione, ma non quelli relativi alle spese sanitarie in quanto i dati precompilati di queste ultime non sono stati modificati.
 

twentysense

Questione di pmc e %
Registrato
15/12/09
Messaggi
6.370
Punti reazioni
221
La novità, di non poco momento, riguarda due aspetti: l’eventuale controllo da parte dell’AdE sarà limitato alle modifiche operate dall’utente e a quest’ultimo potrà essere chiesto di giustificare documentalmente solo quanto aggiunto o diminuito rispetto al dato precompilato. In sostanza, finalmente, il dato precompilato non potrà più essere messo in discussione e, quindi, non dovrà essere giustificato documentalmente anche se modificato dall’utente: le “pezze d’appoggio” potranno essere chieste limitatamente a quelle che giustificano le modifiche apportate.

Davvero? :eek::eek::eek:

Incredibbbile!! :bow:
 

mauriga

Nuovo Utente
Registrato
2/7/06
Messaggi
1.633
Punti reazioni
108
Sempre nella logica del “portarsi avanti”…
quest’anno ho 3 CU :wall:
Relativamente al rigo C1 mi sembra tutto chiaro (il rigo riporterà i 3 relativi importi dei CU, neanche a farlo apposta ci sono 3 possibilità), quello che non mi è chiaro sono i righi C9, C10 e C11 (ritenute Irpef e relative addizionali) dovrò mettere la somma o dovrò compilare più modelli 730 (tipo detrazioni per ristrutturazioni se i righi non bastano)?

Grazie per il Vs. aiuto.

mau——
 

pippero67

Nuovo Utente
Registrato
27/7/17
Messaggi
269
Punti reazioni
13
Sempre nella logica del “portarsi avanti”…
quest’anno ho 3 CU :wall:
Relativamente al rigo C1 mi sembra tutto chiaro (il rigo riporterà i 3 relativi importi dei CU, neanche a farlo apposta ci sono 3 possibilità), quello che non mi è chiaro sono i righi C9, C10 e C11 (ritenute Irpef e relative addizionali) dovrò mettere la somma o dovrò compilare più modelli 730 (tipo detrazioni per ristrutturazioni se i righi non bastano)?

Grazie per il Vs. aiuto.

mau——

Basta cercare nel web.

Nel rigo C9 andrà invece indicata la somma delle ritenute reperibili nel punto 5 di tutti i Cud
 

mauriga

Nuovo Utente
Registrato
2/7/06
Messaggi
1.633
Punti reazioni
108
Basta cercare nel web.

Nel rigo C9 andrà invece indicata la somma delle ritenute reperibili nel punto 5 di tutti i Cud
Grazie!
Avevo cercato nelle istruzioni di compilazione del 730 dell’AdE e non era specificato per niente KO!

mau——
 

slu

Nuovo Utente
Registrato
2/11/18
Messaggi
33
Punti reazioni
0
Frazionamento rimborso tra 730 e Redditi aggiuntivo

Buongiorno a tutti,
per il 730/22 dovrei arrivare ad un credito IRPEF di 4,5-5k€. Dovrò consegnare anche il Redditi aggiuntivo.
Se chiedo un rimborso tramite il sostituto d'imposta di 3999 € (per restare sotto la soglia di 4k€), uso il residuo di 0,5-1k€ per la compensazione di eventuali debiti dal Redditi aggiuntivo, e chiedo rimborso tramite il Redditi aggiuntivo del credito residuo, i tempi di valutazione e di erogazione dei due rimborsi quali potrebbero essere?
 

Tony92

Nuovo Utente
Registrato
18/2/12
Messaggi
214
Punti reazioni
2
Buongiorno a tutti,
per il 730/22 dovrei arrivare ad un credito IRPEF di 4,5-5k€. Dovrò consegnare anche il Redditi aggiuntivo.
Se chiedo un rimborso tramite il sostituto d'imposta di 3999 € (per restare sotto la soglia di 4k€), uso il residuo di 0,5-1k€ per la compensazione di eventuali debiti dal Redditi aggiuntivo, e chiedo rimborso tramite il Redditi aggiuntivo del credito residuo, i tempi di valutazione e di erogazione dei due rimborsi quali potrebbero essere?

Secondo me te lo bloccano per controlli preventivi, non lo vedrai prima dell'anno prox (Marzo/Aprile)
 

slu

Nuovo Utente
Registrato
2/11/18
Messaggi
33
Punti reazioni
0
Secondo me te lo bloccano per controlli preventivi, non lo vedrai prima dell'anno prox (Marzo/Aprile)

A quale dei due rimborsi ti riferisci? Io farò il 730 (precompilato) quanto prima (fine maggio) e il Redditi aggiuntivo comunque non prima di giugno; presumo che la valutazione del 730 venga conclusa prima che venga valutato il Redditi aggiuntivo, e che quindi il sostituto d'imposta mi rimborsi la prima quota in estate.