A spasso col CANE (11)

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

HITMAN
Vedo un 12.62 in questo momento...
Comunque, in riferimento agli insulti, direi che è sparita parecchia gente che ha fatto dell'insulto il principale sostegno ad una narrazione campata in aria. E' difficile metterci la faccia quando la realtà ti si rivolta contro.

SINCERAMENTE GLI UTENTI CHE VENGONO A DISTURBARE NEL FORUM NON LI PRENDO INCONSIDERAZIONE. :no:
TUTTAVIA POCHI SONO QUELLI COERENTI O CHE AMMETTONO DI AVER SBAGLIATO PREVISIONI,SIA AL RIALZO CHE AL RIBASSO.
HO PRESO UN SECONDO LOTTO A 12,614
VENDITA 12,85-12,9 :bow:

UNDICITIK
bella li Rokka..sperem sul 12.742 11tick + comm
ci sarebbe in realta' un 12.904 (la mezzeria ) ma e' per i forti di cuore..cuore di leone

BRAVO DOMENICO :clap: SAPEVO CHE TI SARESTI MESSO IN ACQUISTO TRA 12,6-12,63 OK!
PETROLIO CONTINUA LA DISCESA,NON ESCLUDO IL 12,5 PER STASERA.
SONO IN ACQUISTO ANCHE A 12,508 OK!
ATTENDIAMO :rolleyes:
 
HITMAN
Vedo un 12.62 in questo momento...
Comunque, in riferimento agli insulti, direi che è sparita parecchia gente che ha fatto dell'insulto il principale sostegno ad una narrazione campata in aria. E' difficile metterci la faccia quando la realtà ti si rivolta contro.

SINCERAMENTE GLI UTENTI CHE VENGONO A DISTURBARE NEL FORUM NON LI PRENDO INCONSIDERAZIONE. :no:
TUTTAVIA POCHI SONO QUELLI COERENTI O CHE AMMETTONO DI AVER SBAGLIATO PREVISIONI,SIA AL RIALZO CHE AL RIBASSO.
HO PRESO UN SECONDO LOTTO A 12,614
VENDITA 12,85-12,9 :bow:

UNDICITIK
bella li Rokka..sperem sul 12.742 11tick + comm
ci sarebbe in realta' un 12.904 (la mezzeria ) ma e' per i forti di cuore..cuore di leone

BRAVO DOMENICO :clap: SAPEVO CHE TI SARESTI MESSO IN ACQUISTO TRA 12,6-12,63 OK!
PETROLIO CONTINUA LA DISCESA,NON ESCLUDO IL 12,5 PER STASERA.
SONO IN ACQUISTO ANCHE A 12,508 OK!
ATTENDIAMO :rolleyes:

il petrolio è destinato a calare...potrà avere ancora qualche rimbalzo legato alla situazione internazionale ma fra 2/3 mesi lo vedo sotto gli 0,80...:yes:
 
il petrolio è destinato a calare...potrà avere ancora qualche rimbalzo legato alla situazione internazionale ma fra 2/3 mesi lo vedo sotto gli 0,80...:yes:

Condivido la previsione per gli 80$ ma la tempistica è legata a diversi fattori imprevedibili.
Tuttavia sopra i 65$ Eni garantisce un dividendo pari allo 0,86 che a 12,6 rende il 5,05% netto all'anno,quindi ognuno deve valutare i propri acquisit sia per il trading giornaliero che per il cassetto.
Ovviamente bisogna attendere il 18 marzo per il nuovo piano industriale 2022-2025 e aggiornamento tabella (dividendi e buy-back) poi il 25 SAIPEM-ADC.
 
il petrolio è destinato a calare...potrà avere ancora qualche rimbalzo legato alla situazione internazionale ma fra 2/3 mesi lo vedo sotto gli 0,80...:yes:

Un tempo (2-3 settimane fa), per un'affermazione come questa, il FOL ti avrebbe incenerito con una pioggia mista tra insulti, autocitazioni, gif animate, video youtube, target price, etc...
Oggi tutto tace. Come cambia in fretta il mondo...
:)
 
Io x il momento ho solo pochi pezzi rimasti a 13,5 che non ho liquidato xchè volevo i 15. X me si tratta di una pausa su Eni e rientro più in basso compatibilmente all'esposizione generale ed al tempo che posso dedicare al trading. Ipotesi interruzioni approvigionamento dalla Russia potrebbe fornire ad Eni ulteriori margini di vendita.

Circa gli insulti suggerirei di finirla. Gli assenti non posso replicare e dunque tirarli in ballo è sicuramente poco corretto.
 
Condivido la previsione per gli 80$ ma la tempistica è legata a diversi fattori imprevedibili.
Tuttavia sopra i 65$ Eni garantisce un dividendo pari allo 0,86 che a 12,6 rende il 5,05% netto all'anno,quindi ognuno deve valutare i propri acquisit sia per il trading giornaliero che per il cassetto.
Ovviamente bisogna attendere il 18 marzo per il nuovo piano industriale 2022-2025 e aggiornamento tabella (dividendi e buy-back) poi il 25 SAIPEM-ADC.

voglio dare un consiglio del tutto personale...per il breve termine ENI può essere sempre un buon investimento ma attenzione non ci sono prospettive buone x il futuro, la transizione energetica è solo rimandata...SAIPEM la vedo messa ancora peggio, opera in un settore in forte declino in quanto non c'è più futuro x infrastruttre legate al petrolio...non x nulla è il titolo + shortato del MIB (5,88 %) con in testa Blackrock e quindi se dovessi investire io su Saipem lo farei al ribasso...;)
 
voglio dare un consiglio del tutto personale...per il breve termine ENI può essere sempre un buon investimento ma attenzione non ci sono prospettive buone x il futuro, la transizione energetica è solo rimandata...SAIPEM la vedo messa ancora peggio, opera in un settore in forte declino in quanto non c'è più futuro x infrastruttre legate al petrolio...non x nulla è il titolo + shortato del MIB (5,88 %) con in testa Blackrock e quindi se dovessi investire io su Saipem lo farei al ribasso...;)

Su questo non concordo per nulla. La transizione energetica è fumo negli occhi. La storia farà il suo corso e la transizione occuperà il tempo che deve, per essere prima di tutto economicamente sostenibile. Nel frattempo, ENI farà i suoi profitti, convertirà il suo business e sarà parte di questa transizione.
 
Su questo non concordo per nulla. La transizione energetica è fumo negli occhi. La storia farà il suo corso e la transizione occuperà il tempo che deve, per essere prima di tutto economicamente sostenibile. Nel frattempo, ENI farà i suoi profitti, convertirà il suo business e sarà parte di questa transizione.

facile a dirsi ma non sarà così scontato...ENI farà sicuramente delle conversioni verso l'energia pulita ma x i prossimi anni dipenderà ancora troppo dal petrolio e questo inciderà sul prezzo dell'azione...poi come ho detto è una mia visione del tutto personale...:)
 
facile a dirsi ma non sarà così scontato...ENI farà sicuramente delle conversioni verso l'energia pulita ma x i prossimi anni dipenderà ancora troppo dal petrolio e questo inciderà sul prezzo dell'azione...poi come ho detto è una mia visione del tutto personale...:)

Concordo sul ragionamento ma non sui risultati dello stesso: la mia vision è che l'incidenza derivante dalla dipendenza dal petrolio sarà positiva e non negativa, e fornirà lo stimolo alla transizione.


Niente, sono uscito con un piccolo gain a 2,682 (260 euro). Non mi fido ancora..
 
Ultima modifica:
Concordo sul ragionamento ma non sui risultati dello stesso: la mia vision è che l'incidenza derivante dalla dipendenza dal petrolio sarà positiva e non negativa, e fornirà lo stimolo alla transizione.

ultimo post x concludere e poi vi lascio...ENI ha anche 2 grossi problemi che incideranno negativamente...uno è Saipem che essendo maggior azionista dovrà affrontare degli ADC che non daranno i frutti sperati e l'altro problema è la politica e lo stato che essendo presenti in ENI non faranno gli interessi degli azionisti ma quelli propri (vedi alitalia, mps, telecom, ecc.)
 
ultimo post x concludere e poi vi lascio...ENI ha anche 2 grossi problemi che incideranno negativamente...uno è Saipem che essendo maggior azionista dovrà affrontare degli ADC che non daranno i frutti sperati e l'altro problema è la politica e lo stato che essendo presenti in ENI non faranno gli interessi degli azionisti ma quelli propri (vedi alitalia, mps, telecom, ecc.)

Questi sono dati di fatto e bisogna tenerne conto.
E' anche per questo che mi interessa capire l'entità del dividendo che verrà comunicato dopodomani..
 
cià inauguriamo il nuovo thread con un bel grafico: guardando dove è il macd mensile e come è andata nel passato in situazioni analoghe, a occhio e croce il best case potrebbe atterrare tra gli 11,9 (circa) del gapup e gli 11 (circa) della pivot... invece inutile parlare di worst case: dubito ci sarebbe qualcuno a controllare il rpezzo :D :bye:

PS: nell'immediato nulla cambia: questo è soltanto una vista a lunghissimo respiro per i prossimi mesi
 

Allegati

  • ENI_2022-03-15_13-28-26.jpg
    ENI_2022-03-15_13-28-26.jpg
    144,4 KB · Visite: 26
Circa gli insulti suggerirei di finirla. Gli assenti non posso replicare e dunque tirarli in ballo è sicuramente poco corretto.

concordo. E devo dire che chi continua a menarla con la sua "rivincita" (quale?) sta facendo proprio una figura da poveretto ed è sicuramente intellettualmente disonesto.

ovviamente xme ;)
 
concordo. E devo dire che chi continua a menarla con la sua "rivincita" (quale?) sta facendo proprio una figura da poveretto ed è sicuramente intellettualmente disonesto.

ovviamente xme ;)

:yes::bow:
 
In giornate come queste c'è il rischio di farsi male...

Su ansa ho letto questo: Zelensky: "Non possiamo entrare nella Nato, va ammesso"

Mi sembrano le prime parole sensate di questo signore (in ottica di porre fine ai conflitti).
 
In giornate come queste c'è il rischio di farsi male...

Su ansa ho letto questo: Zelensky: "Non possiamo entrare nella Nato, va ammesso"

Mi sembrano le prime parole sensate di questo signore (in ottica di porre fine ai conflitti).

Se avessero pensato prima e si sarebbero messi intorno ad un tavolo a discutere quello che si poteva avere e quello che si poteva dare, si sarebbero risparmiate tante vite umane, tanto danno alle città ed in primis tanto odio da una parte e dall'altra tra due popoli fratelli. Ora la posta è più alta ma con tanta volontà e rispetto si potrebbe arrivare ad una conclusione onorevole del conflitto.
 
Se avessero pensato prima e si sarebbero messi intorno ad un tavolo a discutere quello che si poteva avere e quello che si poteva dare, si sarebbero risparmiate tante vite umane, tanto danno alle città ed in primis tanto odio da una parte e dall'altra tra due popoli fratelli. Ora la posta è più alta ma con tanta volontà e rispetto si potrebbe arrivare ad una conclusione onorevole del conflitto.

Speriamo che padre Dante non legga.

Se avrebbero avuto voglia di parlare non avrebbero neanche iniziato. Se hanno iniziato devono finire (con finte contro-finte etc). Vedrete che non ci sarà nessun accordo, migliaia di soldati non sono lì per nulla, ne han reclutati altri non per nulla, la situazione va bene agli americani e così deve restare. Almeno altre 2 settimane di guerra così l'opinione pubblica sarà ancora di più contro Putin etc etc.
 
Speriamo che padre Dante non legga.

Se avrebbero avuto voglia di parlare non avrebbero neanche iniziato. Se hanno iniziato devono finire (con finte contro-finte etc). Vedrete che non ci sarà nessun accordo, migliaia di soldati non sono lì per nulla, ne han reclutati altri non per nulla, la situazione va bene agli americani e così deve restare. Almeno altre 2 settimane di guerra così l'opinione pubblica sarà ancora di più contro Putin etc etc.

Allora probabilmente io non faccio parte dell'opinione pubblica :rolleyes:
 
Petrolio: Arabia Saudita tratta con Cina per prezzare greggio in yuan (Wsj)
MILANO (MF-DJ)--L'Arabia Saudita sarebbe in trattative con il governo cinese per prezzare in yuan alcune delle sue vendite di petrolio alla Cina.
Lo riporta il Wall Street Journal, citando persone che hanno familiarità con la questione.
La mossa che intaccherebbe il dominio del dollaro come valuta di riferimento nel mercato petrolifero globale segnerebbe un altro spostamento diplomatico del principale esportatore mondiale di greggio.
I colloqui con la Cina su contratti petroliferi a prezzo di yuan sarebbero in corso da sei anni, ma quest'anno hanno subito un'accelerazione poiché i sauditi sono diventati sempre più scontenti della decennale alleanza con gli Stati Uniti.
I sauditi sono arrabbiati per la mancanza di sostegno da parte degli Stati Uniti al loro intervento nella guerra civile nello Yemen e per il tentativo dell'amministrazione Biden di concludere un accordo con l'Iran sul programma nucleare. I funzionari sauditi hanno anche affermato di essere rimasti scioccati dal precipitoso ritiro degli Stati Uniti dall'Afghanistan lo scorso anno.
La Cina acquista più del 25% del petrolio esportato dall'Arabia Saudita.

 
Indietro