Acquisto casa con o senza mutuo

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5/7/19
Messaggi
2.494
Punti reazioni
107
Se vuole poi lavorare a vita è un buon ragionamento... se al contrario vuole potersi ritirare prima dei 70 anni conviene evitare di darsi alla pazza gioia questo a prescindere che acquisti casa o no (senza contare che potrebbe sempre farsi famiglia più avanti).
Sono d'accordo con il comprare una casa più economica (anche solo più piccolina anche se non so quanti mq sia questa da 300k), ma buttar via soldi non è mai un buon consiglio ed è un mind set che porta solo a problemi economici. Senza contare che ci sono persone, come me, che si divertono di più a risparmiare per un obbiettivo che a buttar via i soldi in viaggi (o meglio l'obbiettivo può anche essere un viaggio, ma se l'obbiettivo in questo caso è la casa non vedo perché buttar via 300k in viaggi).
Poi per carità se si muore prima addio grandi obbiettivi ma ragionando così si rischia di vivere 3 giorni da leone per poi ritrovarsi ancora vivi e vegeti per anni e anni sotto un ponte, il che è peggio che fare una vita normale tutta la vita.

Sull'estero bisogna solo evitare di dare per scontato che sia sempre meglio che l'Italia, i luoghi comuni si sprecano e bisogna pianificare con criterio guardando alle effettive proposte di lavoro (sono tanti quelli che, senza pianificare, se ne vanno all'estero mantenendosi con lavoretti a paga minima una volta la, con l'aggravante di ritrovarsi anche in un ambiente differente). Ci sono paesi in cui si viene pagati più o meno la stessa cifra (ad esempio ho avuto offerte come programmatore dalla spagna che erano anche più basse che quelle italiane) e ci sono paesi dove pagano di più ma solo accettando alcuni compromessi (ad esempio io non voglio aprire partita iva né trasferirmi, se volessi lavorare da casa dall'italia per alcuni paesi esteri potrei farlo ma solo aprendo partita iva, preferisco quindi farlo direttamente da casa per aziende italiane).

Insomma ci vuole molto realismo.

non ho detto di buttare i soldi, ma semplicemente di godersi un po' di più la vita. Tra lavoro che stressa molto e vita misurata volta al risparmio non la vedo una cosa tanto salutare per la mente...
 

*Bushido*

No tengo Dinero!
Registrato
23/6/12
Messaggi
17.825
Punti reazioni
940
Sull'estero bisogna solo evitare di dare per scontato che sia sempre meglio che l'Italia, i luoghi comuni si sprecano e bisogna pianificare con criterio guardando alle effettive proposte di lavoro (sono tanti quelli che, senza pianificare, se ne vanno all'estero mantenendosi con lavoretti a paga minima una volta la, con l'aggravante di ritrovarsi anche in un ambiente differente). Ci sono paesi in cui si viene pagati più o meno la stessa cifra (ad esempio ho avuto offerte come programmatore dalla spagna che erano anche più basse che quelle italiane) e ci sono paesi dove pagano di più ma solo accettando alcuni compromessi (ad esempio io non voglio aprire partita iva né trasferirmi, se volessi lavorare da casa dall'italia per alcuni paesi esteri potrei farlo ma solo aprendo partita iva, preferisco quindi farlo direttamente da casa per aziende italiane).

Insomma ci vuole molto realismo.

ingegnere elettronico non è lavapiatti a Londra, volendo le possibilità ci sono. è una delle professioni più ricercate.
 

Antonius Full Tilt

Nuovo Utente
Registrato
10/3/08
Messaggi
2.708
Punti reazioni
284
Oggettivamente, e mi permetto perché hai dato anche dettagli personali, io valuterei anche di non comprare casa, o comprarne una più economica e iniziare a godermi la vita.

Il tuo lavoro ti stressa e tu invece di metterti nella condizione di risolvere lo stress vuoi incrementarlo? E lavorare sempre più sodo per ripianare i risparmi?

Ma sinceramente, ma chi te lo fa fare?

Compra una casa più piccola o meno costosa da 150/200k o resta in affitto e inizia a goderti la vita, viaggia, bevi mangia...
Che come si dice dalle mie parti "u taut non ten sacche" (la bara non ha tasche) e hai già sofferto e risparmiato e lavorato abbastanza.

Soprattutto perché pare che la tua situazione lavorativa mette a dura prova la tua salute mentale e fisica.

Non hai figli, non hai eredità da lasciare... Ma a che serve continuare a risparmiare ed accumulare?
Lo hai detto stesso tu: non ho mai buttato soldi in cibo, viaggi...

Inizia a farlo e vedrai che i soldi in cibo e viaggi non sono mai buttati. È più facile che lo siano 300 k in una casa (nella tua situazione, che azzera il tuo risparmio).

Ottimo consiglio.
 

inversionista

Nuovo Utente
Registrato
29/3/13
Messaggi
15.164
Punti reazioni
136
Ormai il capitale batte 10 a 0 il lavoro. Dobbiamo "ringraziare" le banche centrali e le loro politiche sudamericane.

Un bel giubileo come avveniva secoli passati sarebbe d'uopo. Sgonfiare asset per sparigliare le carte e per permettere alle nuove generazioni di potersi arricchire col proprio lavoro è fondamentale per la prosperità a medio/lungo termine, altrimenti si finisce diretti di nuovo nel feudalesimo.

E non mi si dica che oggi ce la si fa ad elevarsi socialmente unicamente lavorando :no:
 
Ultima modifica:

rentier64

Lean Fire
Registrato
14/3/21
Messaggi
2.181
Punti reazioni
373
Oggettivamente, e mi permetto perché hai dato anche dettagli personali, io valuterei anche di non comprare casa, o comprarne una più economica e iniziare a godermi la vita.

Il tuo lavoro ti stressa e tu invece di metterti nella condizione di risolvere lo stress vuoi incrementarlo? E lavorare sempre più sodo per ripianare i risparmi?

Ma sinceramente, ma chi te lo fa fare?

Compra una casa più piccola o meno costosa da 150/200k o resta in affitto e inizia a goderti la vita, viaggia, bevi mangia...
Che come si dice dalle mie parti "u taut non ten sacche" (la bara non ha tasche) e hai già sofferto e risparmiato e lavorato abbastanza.

Soprattutto perché pare che la tua situazione lavorativa mette a dura prova la tua salute mentale e fisica.

Non hai figli, non hai eredità da lasciare... Ma a che serve continuare a risparmiare ed accumulare?
Lo hai detto stesso tu: non ho mai buttato soldi in cibo, viaggi...

Inizia a farlo e vedrai che i soldi in cibo e viaggi non sono mai buttati. È più facile che lo siano 300 k in una casa (nella tua situazione, che azzera il tuo risparmio).

condivido al 100% tanto e' inutile dirlo ancora , non c'e' peggior sordo di chi non vuole sentire ,di consigli gliene abbiamo dati anche fin troppi...
 

il Barbin

Nuovo Utente
Registrato
25/1/18
Messaggi
512
Punti reazioni
55
Comunque siamo tutti diversi... C'è a chi di viaggiare non gliene frega nulla. Chi magari è "solitario" e non ha modo/interesse di fare/condividere la bella vita, i viaggi, cene fuori, di spendere i soldi così non gli interessa. C'è chi magari se ne sta bene a casa sua, e vuole vivere comodo e agiato a casa sua, chi passa la maggior parte del tempo a casa.....insomma non so se sia il suo caso, ma posso anche capire che ci sia chi veda nella casa bella/nuova dove passa la maggior parte del tempo quel valore aggiunto/benessere che per altri viene dato da viaggi ecc
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5/7/19
Messaggi
2.494
Punti reazioni
107
Comunque siamo tutti diversi... C'è a chi di viaggiare non gliene frega nulla. Chi magari è "solitario" e non ha modo/interesse di fare/condividere la bella vita, i viaggi, cene fuori, di spendere i soldi così non gli interessa. C'è chi magari se ne sta bene a casa sua, e vuole vivere comodo e agiato a casa sua, chi passa la maggior parte del tempo a casa.....insomma non so se sia il suo caso, ma posso anche capire che ci sia chi veda nella casa bella/nuova dove passa la maggior parte del tempo quel valore aggiunto/benessere che per altri viene dato da viaggi ecc

chiaro, ma se dici che lavorativamente parlando sei stressato e che non "sprechi" soldi in viaggi se 2 + 2 fa 4...
 

fdg86

eugenio forever
Registrato
8/5/10
Messaggi
23.503
Punti reazioni
570
Trovati una compagna e fai scegliere a lei :o
 

brentford

Libberta'
Registrato
4/1/07
Messaggi
29.530
Punti reazioni
994
300 k per una casa dove vivere da solo sono tantini a meno di avere un patrimonio alle spalle
Io farei un mutuo almeno per la metà
 

rentier64

Lean Fire
Registrato
14/3/21
Messaggi
2.181
Punti reazioni
373
Grazie del consiglio. Per il prossimo acquisto comprerò ad Jesolo. Stavolta credo proprio di no.


La mappa dei comuni in provincia di Verona dove le case costano meno di 1k al mq:
Comune,Provincia,Prezzo (euro/mq)
Sanguinetto,Verona,"652,131"
Villa Bartolomea,Verona,"819,805"
Nogara,Verona,"821,687"
Legnago,Verona,"871,815"
Cerea,Verona,"897,328"
Veronella,Verona,"905,059"
Ronco all'Adige,Verona,"907,875"
Albaredo d'Adige,Verona,"940,215"
Bovolone,Verona,"997,558"

per esempio con 63k
https://www.idealista.it/immobile/25296843/
Quadrilocale in vendita in filzi, 6

Sanguinetto

63.000 €
96 m2 4 locali 2º piano con ascensore Garage/posto auto compreso
Attualmente locato a € 430 al mese fino novembre 2024.

oppure questa se proprio vuoi allargarti
Casa indipendente in vendita in via Trieste, 51
Sanguinetto

220.000 €
247 m2 9 locali Garage/posto auto compreso
https://www.idealista.it/immobile/25986234/
 
Ultima modifica:

Maestr

Nuovo Utente
Registrato
22/7/20
Messaggi
3.691
Punti reazioni
421
ingegnere elettronico non è lavapiatti a Londra, volendo le possibilità ci sono. è una delle professioni più ricercate.

si anche lo sviluppatore software ma ti assicuro che ad oggi prediligo stare in italia. Ho casa mia, sono lavoratore dipendente (con tutti i benefit del caso) e lavoro da casa.
Molto meglio di quel che posso fare all'estero (in spagna guadagnerei meno o uguale, in paesi come olanda e simili guadagnerei di più ma solo aprendo partita iva o trasferendomi, cosa che non ho alcuna intenzione di fare).
 

Dany_R

Nuovo Utente
Registrato
17/1/17
Messaggi
650
Punti reazioni
17
Ciao Dott. Jones.
Se questa domanda l'avresti fatta 6 mesi fa, tutta la vita mutuo.
Oggi invece la risposta è molto complessa.
Ho letto le tue risposte e vedo che hai un giusto senso di preoccupazione.
Per questo motivo ti sconsiglio il mutuo ed in particolare il variabile.
E' tutto uno stress aggiuntivo che non credo ti sia necessario nella tua situazione economica.
L'importante è scegliere bene l'immobile:
Posizione - qualità costruttiva - esposione - confort - spese condomiali
Per esempio guarda cosa c'è costruito attorno.
C'è possibilità che in futuro venga costruito qualcosa che ti crei problemi?
Ti sei informato bene sullo stato idrogeogico della zona?
Per esempio un mio amico ha comprato casa in un luogo famoso di di un paese che si allaga facilmente (forse solo lui non lo sapeva..).
Li sforzi li devi concentrare tutti su questo.
Una bella casa è sempre facilmente rivendibile.
Ricorda che anche gli investimenti (consigliati o meno dal promotore finanziario) possono andare in perdita.
Sopra i 100k non c'è nemmeno la protezione del FITD sul conto corrente.
Anche se dovessi perdere il lavoro, da qualche parte devi vivere, no?
L'eventuale disoccupazione (2 anni) ti da tutto il tempo di trovare un altro lavoro, rivendere casa e andare dove vuoi.
Fare un mutuo invece significa aggiungere inutile stress in questo momento. Ed inoltre crea stress anche in fase di rivendita.
Nel caso dovessi comunque optare per il mutuo, fai il minimo possibile (60/100K?) tasso fisso.
E sarebbe una soluzione monca, perché cmq la liquidità che ti rimane non puoi vincolarla a lungo termine (per recuperare quello che spenderesti di mutuo).
Altrimenti in caso di perdita di lavoro non puoi attingere alla liquidità e davvero avresti ansie per il mutuo.
Poi non capisco consigliare il variabile ad una persona che non vuole ansie...proprio oggi Lagarde ha detto che non sa quanto potranno salire i tassi...
 
Ultima modifica:

Agent0

You're a slave to money then you die.
Registrato
8/7/22
Messaggi
80
Punti reazioni
13
Ciao Dott. Jones.
Se questa domanda l'avresti fatta 6 mesi fa, tutta la vita mutuo.
Oggi invece la risposta è molto complessa.
Ho letto le tue risposte e vedo che hai un giusto senso di preoccupazione.
Per questo motivo ti sconsiglio il mutuo ed in particolare il variabile.
E' tutto uno stress aggiuntivo che non credo ti sia necessario nella tua situazione economica.
L'importante è scegliere bene l'immobile:
Posizione - qualità costruttiva - esposione - confort - spese condomiali
Per esempio guarda cosa c'è costruito attorno.
C'è possibilità che in futuro venga costruito qualcosa che ti crei problemi?
Ti sei informato bene sullo stato idrogeogico della zona?
Per esempio un mio amico ha comprato casa in un luogo famoso di di un paese che si allaga facilmente (forse solo lui non lo sapeva..).
Li sforzi li devi concentrare tutti su questo.
Una bella casa è sempre facilmente rivendibile.
Ricorda che anche gli investimenti (consigliati o meno dal promotore finanziario) possono andare in perdita.
Sopra i 100k non c'è nemmeno la protezione del FITD sul conto corrente.
Anche se dovessi perdere il lavoro, da qualche parte devi vivere, no?
L'eventuale disoccupazione (2 anni) ti da tutto il tempo di trovare un altro lavoro, rivendere casa e andare dove vuoi.
Fare un mutuo invece significa aggiungere inutile stress in questo momento. Ed inoltre crea stress anche in fase di rivendita.
Nel caso dovessi comunque optare per il mutuo, fai il minimo possibile (60/100K?) tasso fisso.
Poi non capisco consigliare il variabile ad una persona che non vuole ansie...proprio oggi Lagarde ha detto che non sa quanto potranno salire i tassi...

Sul variabile forse l'ho tirato in ballo io, ma sottolineando che ad oggi al massimo farei 40/50k su 12/15anni di mutuo.
Un mutuo di 40k variabile a 12 o 15 anni ad oggi ti costa max 300€ al mese.

Di quanto possono salire? Superano il 5%? Si arriva al 10%?
Una simulazione 'volante' su 40k residui al 10% mi ritorna una rata da 470€ al mese (ma 10% mi sembra utopistico; nel caso ci arrivasse ci vorrebbe più di qualche anno con un trend crescente...se non crolla prima tutto il sistema finanziario però...).

~500€ magari tra 2/3 anni (scenario al 10%, imho, poco probabile), con mutuo che in caso può essere estinto parzialmente nel mentre (visto la liquidità), per un ing.elettronico con un buon/ottimo netto non credo sia insostenibile.
 

Dany_R

Nuovo Utente
Registrato
17/1/17
Messaggi
650
Punti reazioni
17
Sul variabile forse l'ho tirato in ballo io, ma sottolineando che ad oggi al massimo farei 40/50k su 12/15anni di mutuo.
Un mutuo di 40k variabile a 12 o 15 anni ad oggi ti costa max 300€ al mese.

Di quanto possono salire? Superano il 5%? Si arriva al 10%?
Una simulazione 'volante' su 40k residui al 10% mi ritorna una rata da 470€ al mese (ma 10% mi sembra utopistico; nel caso ci arrivasse ci vorrebbe più di qualche anno con un trend crescente...se non crolla prima tutto il sistema finanziario però...).

~500€ magari tra 2/3 anni (scenario al 10%, imho, poco probabile), con mutuo che in caso può essere estinto parzialmente nel mentre (visto la liquidità), per un ing.elettronico con un buon/ottimo netto non credo sia insostenibile.

Si ma tu non stai calcolando l'aspetto psicologico.
Lui non farebbe un mutuo perché non puo' permettersi la casa, lo fa per essere più tranquillo.
E onestamente variabile con tranquillità non ha nulla a che fare :)
Anche perchè se fai una simulazione veloce cambia poco:
90000 euro di mutuo su 300000 x 20 anni sono 452,44 variabile 496,89 fisso (credem). Quando LTV <= 50% la "convenienza del variabile" è tutta da verificare.
Su 50000 la differenza è di 20 euro tra fisso variabile.
Direi che non vale proprio la pena rischiare.
 

dj_lagra

Nuovo Utente
Registrato
26/10/20
Messaggi
278
Punti reazioni
35
non voglio discutere se la casa è troppo costosa o se è meglio fare un mutuo rispetto all'arrivare al pelo.
Fai finta di avere già la casa e chiediti: come investitore, farei un mutuo per (operare a leva e) dare i soldi al promotore finanziario sperando che mi rendano di più del costo del mutuo? io l'anno scorso ci ho fatto un pensierino (ma con il fai da te, senza promotore), adesso non oso sapere a quanto stanno i tassi

Poi se mi dici che i tuoi 300k non sono cash ma hai già investito, hai delle obbligazioni a tasso fisso e la scelta è tra fare un mutuo e disinvestire allora forse ha ragione il promotore, bisogna mettersi lì con la calcolatrice e vedere quanto rendono le cedole, quanto costa il mutuo, quanto puoi portare in detrazione fiscale, ecc...
 

Agent0

You're a slave to money then you die.
Registrato
8/7/22
Messaggi
80
Punti reazioni
13
Si ma tu non stai calcolando l'aspetto psicologico.
Lui non farebbe un mutuo perché non puo' permettersi la casa, lo fa per essere più tranquillo.
E onestamente variabile con tranquillità non ha nulla a che fare :)
Anche perchè se fai una simulazione veloce cambia poco:
90000 euro di mutuo su 300000 x 20 anni sono 452,44 variabile 496,89 fisso (credem). Quando LTV <= 50% la "convenienza del variabile" è tutta da verificare.
Su 50000 la differenza è di 20 euro tra fisso variabile.
Direi che non vale proprio la pena rischiare.

Ripeto, io critico fare un fisso da 100k per 25anni, regalando interessi a buffo alla banca.
Per questo suggerivo un mutuo più light per somma e durata.

Sì, ipotizzavo il variabile perché 'in media' conviene ancora ad oggi con questi tassi. E' anche vero che per importi esigui la differenza è sostanzialmente minima (parliamo di 50/60€) e perché nella mia ipotesi e per sua definizione, farebbe sempre in tempo ad estinguerlo in breve.

Dati del dr Jones: ha 300k che se usati tutti arriva a zero (per semplicità ovviamente) con i suoi risparmi.

Mette 260k e 40k li chiede alla banca per il mutuo in 12 anni che gli viene deliberato oggi stesso:
-con variabile siamo sui 315€, con il fisso sui 350€ (è vero, delta quasi irrisorio, ma son cmq 35€ al mese che risparmia).

Nella mia proposta il variabile per i prossimi 6-10mesi sarà sempre <= 350€ del fisso; ma potrebbe anche protrarsi per più anni se non per sempre (sotto il 4% con spread bancario annesso)
Il che lo porterebbe a risparmiare dai 210€ ai 350€ (una rata, nel caso 1) fino ad un risparmio molto più generoso (migliari di euro).

Oltre al fatto che per definizione, e POSSIBILITA', può:
- estinguere parzialmente il mutuo (mese per mese), utilizzando il delta fittizio tra variabile e i 350€ del fisso + parte dello stipendio che gli avanza
- estinguere totalmente (per definizione dei suoi risparmi, che dal giorno 1 saranno comunque 40k, ai quali si aggiunge il delta stipendio - [rata mutuo + costo della vita]) e 'battere' comunque il banco (mutuo fisso).

Poi sì, aumenterebbe lo stress psicologico? Probabilmente sì.
Risparmierebbe nei prossimi mesi? Sì, fin quando rata variabile del mese futuro 'x' <= rata tasso fisso oggi --> poi estingue
 

castion

Nuovo Utente
Registrato
8/12/10
Messaggi
869
Punti reazioni
57
Buongiorno,
finalmente ho trovato la casa da acquistare. Mi costa una botta: 300k.
Ora io sono tiratissimo con i soldi, ma a questa cifra ci arrivo.
Si tratta di capire se acquistare tutto cash o se imbarcarsi a fare un mutuo di 100k o giù di lì.
Voi cosa ne pensate?
Il mio promotore finanziario naturalmente mi consiglia il mutuo, perchè è convinto di farmi rendere i soldi investiti più del tasso di interesse che pagherò sul mutuo. Tanto il rischio lo corro io.... Ma vale la pena correrlo?
Mi ha fatto vedere delle proiezioni sul mutuo da 25 anni con rate da quasi 600 euro, 650 euro e 700 e passa euro per mutui rispettivamente da 100k, 125k e 150k.
Il mio promotore finanziario mi dice che è importante avere della liquidità.
Una immobiliarista mi ha detto invece che se ho cash meglio che paghi tutto con cash.
Voi cosa consigliate?[


Io, non mi fido per niente di chi vorrebbe gestire i miei soldi.Nel 2000 mi ritrovai nella tua stessa identica situazione. Chiesi in cosa mi avrebbe consigliato di investire i soldi per farli rendere piu’ del mutuo…..mi disse obbligazioni Argentina e Parmalat……per qualche mese pensai di avere fatto un grande errore…poi ho capito bene quali sono gli interessi delle banche…..
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.457
A 35 anni comprare casa con le tue forze è impossibile.
Io solo ora con 10+ anni dei tuoi amici ce la faccio, ma mangiandomi quasi tutti i risparmi (spero non tutti).
Considera che io ho sempre guadagnato bene, sempre in proporzione agli stipendi italiani, essendo disposto a spostarmi ed andando a lavorare in zone del paese industrialmente forti.
Se fossi rimasto a Verona dove gli ingegneri non servono, ora avrei messo via sì e no 50k. Anni fa causa crisi aziendale ero finito in mobilità. Un'azienda in provincia di Verona, a 40km da casa, dopo 15 anni di esperienza, mi aveva offerto ben 1,5k al mese, con straordinari naturalmente non pagati, e c'era da lavorare anche al sabato.
Allora ho deciso di andarmene. È stata la scelta più giusta che abbia fatto in vita mia.
Purtroppo mi sono accorto troppo tardi che bisognava andare a lavorare a Milano. In Lombardia è un'altra cosa.

È normale che non si riesca a comprare una villetta senza mutuo, diverso è se avessi puntato a un appartamento medio come ho fatto io che ho comprato con mutuo leggero senza contributi dei genitori o di altri
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.457
Avere la liquidità sul conto invece di ritrovarsi a zero euro su conto corrente ha un valore che determina uno stato di benessere che ha senso comprare pagando con l'accensione del mutuo e con il pagamento degli interessi.
 

castion

Nuovo Utente
Registrato
8/12/10
Messaggi
869
Punti reazioni
57
Avere la liquidità sul conto invece di ritrovarsi a zero euro su conto corrente ha un valore che determina uno stato di benessere che ha senso comprare pagando con l'accensione del mutuo e con il pagamento degli interessi.
Verissimo….ma il pensiero che tale liquidita’ venga mal gestita col rischio di perderla, crea un certo malessere….