Acquisto prima casa, consigli su trattativa ,burocrazia e disinvestimenti...

Sa10

investi con sapienza
Registrato
15/6/14
Messaggi
6.960
Punti reazioni
699
Ricordo i tuoi interventi nella sezione degli investimenti vari ( CD, BTP ecc.. ). Se hai Fineco valuta il credit Lombard nel caso, potresti mantenere in piedi parte dei tuoi investimenti. Inoltre un piccolo consiglio che a suo tempo mi diedero gli utenti del forum. Quando fai l'atto, fallo direttamente dentro la nuova casa, ti porti un fabbro dietro e cambi serratura appena notaio e gli altri se ne vanno. A me è costato il cambio serratura da.parte del fabbro ed un piccolo extra richiesto dal notaio per venire in loco, ma ne è valsa la pena, parliamo ( nel caso di immobili ) sempre di grandi somme in gioco.

Ciao @Nemor, piacere di risentirti. Mi ricordo anch'io molto bene di te, oltre ad essere uno degli "anziani" del fol sei anche utente preparato e competente.. Ti ho sempre letto con piacere ed è stato un piacere potermi confrontare con te il altre sezioni OK!
Grazie del tuo suggerimento, ho sentito parlare del credit Lombard di Fineco, ma non ho mai approfondito.. Sicuramente adesso lo farò ;).
Per quanto riguarda il fabbro, serratura, ecc ecc mi sembra davvero un caso limite e non in questo caso, ma sicuramente hai ragione al 100% ballano tanti soldi quindi mai dire mai.. Forse non porterò, se sarà quando sarà, il notaio ed il fabbro dentro la casa, ma sicuramente sarà la prima cosa che farò post firma.. Cambiare la serratura ;)
 

Maestr

Nuovo Utente
Registrato
22/7/20
Messaggi
3.693
Punti reazioni
421
Ho acquistato solo la casa in cui sto attualmente e posso dirti che, per me che sono una persona molto precisa, è stato un incubo in tutti i sensi.
Informarsi sulle fregature è difficile, in alcuni casi anche impossibile, sarà dura ma alla fine ne vale la pena quindi non arrenderti e vai con calma ci vorranno mesi se non un annetto quindi arrenditi fin da ora al fatto di non correre (è inutile e dannoso anche con l'affare del secolo perché se non l'hai valutato potrebbe non esserlo e se anche ti fregano quell'affare del secolo non significa che sia l'ultimo).

Un po' di suggerimenti:
1. Non innamorarti mai di una casa. Ad un certo punto sarai stanco di cercare, ti verrà voglia di scegliere... datti tempo anche se è l'affare della vita, ricorda che non sarà mai l'ultimo.
2. Dai per scontato che agenzie, costruttori ecc... siano tutti e dico tutti, orribili persone che vogliono fregarti. Vorrei poterti dire che durante la mia esperienza sia stato diverso ma di fatto il costruttore che ho scelto alla fine pur essendo stato tra i più corretti (ha consegnato in tempo e ha corretto i vari difetti che aveva lasciato) non è stato per nulla facile averci a che fare perché arrogante oltre ogni previsione e spesso non rispondeva né a mail né al telefono. Tanto per capirci quando mi ha consegnato la casa non mi ha spiegato nulla di come funzionava la pompa di calore, citofono e termostato, mi ha solo detto "lì ci sono le istruzioni". Per riuscire a far tutto ho dovuto leggere istruzioni tecniche abbastanza complicate e solo dopo molta insistenza da parte mia ha ceduto a darmi alcune istruzioni su cose che davvero non riuscivo a capire. Ha inoltre consegnato la casa con alcuni difetti macroscopici che per quanto siano stati poi corretti si sarebbero evitati con una semplice ispezione preliminare... e a me è andata bene. Il condominio a fianco al mio è fallito in costruzione e ora è stato rilevato con tutti i ritardi che puoi immaginare.
Tra agenzie che danno per scontato che la loro parcella è percentuale senza IVA (come se tutti comprassero case tutti i giorni e sapessero che quando ti dicono 3-4% intendono a cui aggiungere l'IVA), agenzie e costruttori che vogliono fregarti chiedendoti soldi in nero, proprietari che cercano di rifilarti immobili con verande e simili abusive e similari c'è davvero da tenere la guardia altissima. Se c'è qualcosa che non ti quadra fai saltare tutto prima di pentirti, la casa non è un acquisto da fare alla leggera ci sono un sacco di soldi in ballo. Metti tutti i vincoli che ti vengono in mente (ad esempio comprando su carta c'è la fideiussione che copre in caso di fallimento ma non copre in caso di ritardo, ho fatto mettere una clausola esplicita su compromesso da notaio per compensare ritardi oltre una certa data).
3. Parti basso. Non ti costa nulla se non un no in caso non accettino. Rilancia solo 1 volta dopo aver sentito il prezzo. Mai accettare il prezzo del venditore se non sei certo che la casa li valga.
Informati in anticipo di quanto potrebbe valere dopo aver girato molte case nella zona con caratteristiche simili.
4. Chiedi sempre una planimetria (i metri quadri sono una finta, praticamente ognuno si inventa i suoi tra commerciali e calpestabili), misura in scala quanto è grande la casa per conto tuo per capire se risponde alle tue esigenze.
5. Chiedi sempre la classificazione energetica.
6. Il notaio sceglilo sempre tu, deve fare i tuoi interessi non quelli del venditore quindi lo pagherai tu (in generale l'onere è sempre di chi compra). Ricorda di chiedere la fattura al notaio perché la spesa si può scaricare al 730 dell'anno successivo. Il prezzo del notaio è composto da imposte ipotecaria, catastale, di registro, l'onorario, l'IVA e l'accatastamento (se ricordo bene)... in generale cambia solo l'onorario e non di molto... dipende anche da quanto costa l'immobile ma fai conto di spendere sui 3-5k (se fai mutuo anche di più).
7. Se riesci prendi qualcosa di già pronto. Evita di fare come me su carta (gli immobili nuovi a dispetto di tutto sono pieni di cose da far fare all'impresa anche dopo... esempio io sono ancora con l'elettricità di cantiere, ed è una scocciatura), evita anche gli immobili da ristrutturare (costa un casino e i soldi spesi non li recuperi in caso di vendita, oltre al fatto che in questo periodo costa tutto il doppio per il 110 e ci sono ritardi su ritardi per l'arrivo dei materiali).
8. Evita le zone più ricche e quelle più economiche se non conosci già la zona.
9. La muffa è un no, gli infissi da rifare sono un no, scala trascurata è un altro no, bagno cieco è un no, orientamento a nord è un no (a meno che non sia solo il bagno a nord in quel caso è accettabile), impianto elettrico troppo vecchio è un no, stesso discorso per l'impianto idraulico. Controlla bene anche lo stato dell'immobile, della scala ecc... non farti problemi a far domande scomode tipo perché vendono, c'è qualcosa di abusivo, c'è qualche lavoro da fare, ristrutturazioni già fatte ecc...
10. Controlla sempre di persona la casa almeno 2-3 volte in diverse giornate a diversi orari.
11. L'ascensore è fondamentale per rivendere quindi se riesci non farne a meno anche se non lo useresti.
12. Non sottovalutare i costi del trasloco/arredamento, segnati tutto quel che ti viene in mente.
13. Guarda sempre anche la cantina
14. Se è una casa vecchia fatti fare un sopraluogo ben fatto da un architetto o da un geometra scelto da te, costa un centinaio di euro e può salvarti da un pessimo acquisto.
Le tre cose più importanti sono:
- Regolarità Catastale
- Conformità impianti luce e gas
- atto di provenienza e visura ipotecaria (in pratica ti dicono che la casa è di chi te la sta vendendo... in generale questo te lo controlla il notaio).
15. Tempistiche di consegna (mai accettare una casa che non ti arriva entro una data prevista. In generale devono darti le chiavi al rogito).

A mio parere l'idea di metterci il 50% del prezzo per abbassare la rata del mutuo è ottima, gli investimenti potrai farli più avanti, la casa necessita di tutta la liquidità possibile. Il mutuo è assolutamente una pessima idea adesso ma sicuramente più la cifra è bassa rispetto al valore dell'alloggio meglio è, comunque tieni conto che i tassi non scenderanno così presto quindi dubito che sia il momento peggiore. Se riesci a fare un fisso (anche a costo di pagarlo di più) fallo, se i tassi calano potrai sempre fare una surroga o rinegoziarlo, se i tassi salgono però ti tuteli che non è poco perché sai quanto andrai a spendere davvero.

Buona fortuna e vedrai che alla fine sarà una grande soddisfazione.
 

AlfonsoVT600

Nuovo Utente
Registrato
9/9/14
Messaggi
252
Punti reazioni
9
Oltre a quanto ti hanno già consigliato, se proprio non puoi fare a meno del mutuo per mancanza di liquidità punta alla durata e all'LTV col valore soglia dello scaglione migliore che ti offre la banca.
Ricorda che il valore in base al quale lo calcolano non è quello pagato da te ma quello che esce fuori dalla perizia della banca (solitamente inferiore). Anche se i tassi adesso sono alti io punterei cmq ad un fisso per poi surrogare se le condizioni migliorano. Se peggiorano almeno sei coperto.
Per il discorso immobile fai tutti i controlli che ti hanno consigliato ma considera soprattutto anche le persone con le quali hai a che fare. Ti sembrerà strano ma avrai una serie di imprevisti che dovrai gestire sia in itinere che dopo l'acquisto, e avere a che fare con persone perbene ti potrebbe aiutare nella risoluzione, altrimenti non ne esci. Ho avuto a che fare con venditori dai quali non avrei comprato nemmeno un pacchetto di caramelle, figurarsi per un immobile da centinaia di k€...
Ultimo ma non per importanza: non avere fretta.
 
Ultima modifica:

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5/7/19
Messaggi
2.497
Punti reazioni
107
gli infissi da rifare sono un no, impianto elettrico troppo vecchio è un no, stesso discorso per l'impianto idraulico.

Quindi, in pratica io che ho rifatto infissi, impianti, massetto sono stato un folle?

Secondo me è esagerato.

Quello che consiglio io è: o prendi una casa abitabile e ristrutturata da poco o prendi una casa quanto è più sfondata possibile.

Le vie di mezzo di rifare qualcosina non sono mai convenienti e la convenienza diminuisce all'aumentare dei lavori da fare.
 

Nemor

Nuovo Utente
Registrato
7/4/07
Messaggi
30.705
Punti reazioni
1.125
Quindi, in pratica io che ho rifatto infissi, impianti, massetto sono stato un folle?

Secondo me è esagerato.

Quello che consiglio io è: o prendi una casa abitabile e ristrutturata da poco o prendi una casa quanto è più sfondata possibile.

Le vie di mezzo di rifare qualcosina non sono mai convenienti e la convenienza diminuisce all'aumentare dei lavori da fare.

Condivido, io mi sono trovato in entrambe le situazioni ( ristrutturare tutto o in parte ) e devo dire che la prima soluzione e' sempre la migliore. Poi come in tutte le cose dipende sempre da caso a caso ( o da casa a casa se volete :D ).
 

Sa10

investi con sapienza
Registrato
15/6/14
Messaggi
6.960
Punti reazioni
699
.....
Un po' di suggerimenti:
1. Non innamorarti mai di una casa. Ad un certo punto sarai stanco di cercare, ti verrà voglia di scegliere... datti tempo anche se è l'affare della vita, ricorda che non sarà mai l'ultimo.
2. Dai per scontato che agenzie, costruttori ecc... siano tutti e dico tutti, orribili persone che vogliono fregarti. Vorrei poterti dire che durante la mia esperienza sia stato diverso ma di fatto il costruttore che ho scelto alla fine pur essendo stato tra i più corretti (ha consegnato in tempo e ha corretto i vari difetti che aveva lasciato) non è stato per nulla facile averci a che fare perché arrogante oltre ogni previsione e spesso non rispondeva né a mail né al telefono. Tanto per capirci quando mi ha consegnato la casa non mi ha spiegato nulla di come funzionava la pompa di calore, citofono e termostato, mi ha solo detto "lì ci sono le istruzioni". Per riuscire a far tutto ho dovuto leggere istruzioni tecniche abbastanza complicate e solo dopo molta insistenza da parte mia ha ceduto a darmi alcune istruzioni su cose che davvero non riuscivo a capire. Ha inoltre consegnato la casa con alcuni difetti macroscopici che per quanto siano stati poi corretti si sarebbero evitati con una semplice ispezione preliminare... e a me è andata bene. Il condominio a fianco al mio è fallito in costruzione e ora è stato rilevato con tutti i ritardi che puoi immaginare.
Tra agenzie che danno per scontato che la loro parcella è percentuale senza IVA (come se tutti comprassero case tutti i giorni e sapessero che quando ti dicono 3-4% intendono a cui aggiungere l'IVA), agenzie e costruttori che vogliono fregarti chiedendoti soldi in nero, proprietari che cercano di rifilarti immobili con verande e simili abusive e similari c'è davvero da tenere la guardia altissima. Se c'è qualcosa che non ti quadra fai saltare tutto prima di pentirti, la casa non è un acquisto da fare alla leggera ci sono un sacco di soldi in ballo. Metti tutti i vincoli che ti vengono in mente (ad esempio comprando su carta c'è la fideiussione che copre in caso di fallimento ma non copre in caso di ritardo, ho fatto mettere una clausola esplicita su compromesso da notaio per compensare ritardi oltre una certa data).
3. Parti basso. Non ti costa nulla se non un no in caso non accettino. Rilancia solo 1 volta dopo aver sentito il prezzo. Mai accettare il prezzo del venditore se non sei certo che la casa li valga.
Informati in anticipo di quanto potrebbe valere dopo aver girato molte case nella zona con caratteristiche simili.
4. Chiedi sempre una planimetria (i metri quadri sono una finta, praticamente ognuno si inventa i suoi tra commerciali e calpestabili), misura in scala quanto è grande la casa per conto tuo per capire se risponde alle tue esigenze.
5. Chiedi sempre la classificazione energetica.
6. Il notaio sceglilo sempre tu, deve fare i tuoi interessi non quelli del venditore quindi lo pagherai tu (in generale l'onere è sempre di chi compra). Ricorda di chiedere la fattura al notaio perché la spesa si può scaricare al 730 dell'anno successivo. Il prezzo del notaio è composto da imposte ipotecaria, catastale, di registro, l'onorario, l'IVA e l'accatastamento (se ricordo bene)... in generale cambia solo l'onorario e non di molto... dipende anche da quanto costa l'immobile ma fai conto di spendere sui 3-5k (se fai mutuo anche di più).
7. Se riesci prendi qualcosa di già pronto. Evita di fare come me su carta (gli immobili nuovi a dispetto di tutto sono pieni di cose da far fare all'impresa anche dopo... esempio io sono ancora con l'elettricità di cantiere, ed è una scocciatura), evita anche gli immobili da ristrutturare (costa un casino e i soldi spesi non li recuperi in caso di vendita, oltre al fatto che in questo periodo costa tutto il doppio per il 110 e ci sono ritardi su ritardi per l'arrivo dei materiali).
8. Evita le zone più ricche e quelle più economiche se non conosci già la zona.
9. La muffa è un no, gli infissi da rifare sono un no, scala trascurata è un altro no, bagno cieco è un no, orientamento a nord è un no (a meno che non sia solo il bagno a nord in quel caso è accettabile), impianto elettrico troppo vecchio è un no, stesso discorso per l'impianto idraulico. Controlla bene anche lo stato dell'immobile, della scala ecc... non farti problemi a far domande scomode tipo perché vendono, c'è qualcosa di abusivo, c'è qualche lavoro da fare, ristrutturazioni già fatte ecc...
10. Controlla sempre di persona la casa almeno 2-3 volte in diverse giornate a diversi orari.
11. L'ascensore è fondamentale per rivendere quindi se riesci non farne a meno anche se non lo useresti.
12. Non sottovalutare i costi del trasloco/arredamento, segnati tutto quel che ti viene in mente.
13. Guarda sempre anche la cantina
14. Se è una casa vecchia fatti fare un sopraluogo ben fatto da un architetto o da un geometra scelto da te, costa un centinaio di euro e può salvarti da un pessimo acquisto.
Le tre cose più importanti sono:
- Regolarità Catastale
- Conformità impianti luce e gas
- atto di provenienza e visura ipotecaria (in pratica ti dicono che la casa è di chi te la sta vendendo... in generale questo te lo controlla il notaio).
15. Tempistiche di consegna (mai accettare una casa che non ti arriva entro una data prevista. In generale devono darti le chiavi al rogito).

A mio parere l'idea di metterci il 50% del prezzo per abbassare la rata del mutuo è ottima, gli investimenti potrai farli più avanti, la casa necessita di tutta la liquidità possibile. Il mutuo è assolutamente una pessima idea adesso ma sicuramente più la cifra è bassa rispetto al valore dell'alloggio meglio è, comunque tieni conto che i tassi non scenderanno così presto quindi dubito che sia il momento peggiore. Se riesci a fare un fisso (anche a costo di pagarlo di più) fallo, se i tassi calano potrai sempre fare una surroga o rinegoziarlo, se i tassi salgono però ti tuteli che non è poco perché sai quanto andrai a spendere davvero.

Buona fortuna e vedrai che alla fine sarà una grande soddisfazione.

Oltre a quanto ti hanno già consigliato, se proprio non puoi fare a meno del mutuo per mancanza di liquidità punta alla durata e all'LTV col valore soglia dello scaglione migliore che ti offre la banca.
Ricorda che il valore in base al quale lo calcolano non è quello pagato da te ma quello che esce fuori dalla perizia della banca (solitamente inferiore). Anche se i tassi adesso sono alti io punterei cmq ad un fisso per poi surrogare se le condizioni migliorano. Se peggiorano almeno sei coperto.
Per il discorso immobile fai tutti i controlli che ti hanno consigliato ma considera soprattutto anche le persone con le quali hai a che fare. Ti sembrerà strano ma avrai una serie di imprevisti che dovrai gestire sia in itinere che dopo l'acquisto, e avere a che fare con persone perbene ti potrebbe aiutare nella risoluzione, altrimenti non ne esci. Ho avuto a che fare con venditori dai quali non avrei comprato nemmeno un pacchetto di caramelle, figurarsi per un immobile da centinaia di k€...
Ultimo ma non per importanza: non avere fretta.

Quindi, in pratica io che ho rifatto infissi, impianti, massetto sono stato un folle?

Secondo me è esagerato.

Quello che consiglio io è: o prendi una casa abitabile e ristrutturata da poco o prendi una casa quanto è più sfondata possibile.

Le vie di mezzo di rifare qualcosina non sono mai convenienti e la convenienza diminuisce all'aumentare dei lavori da fare.

Condivido, io mi sono trovato in entrambe le situazioni ( ristrutturare tutto o in parte ) e devo dire che la prima soluzione e' sempre la migliore. Poi come in tutte le cose dipende sempre da caso a caso ( o da casa a casa se volete :D ).
Rgazzi grazie ancora per le info, stò appuntando tutto su un'agendina in modo da non dimenticarmi nulla.Dalla prossima settimana inizio a muovermi...
1)Intanto mi faccio dare la conferma dalla banca che non abbiamo problemi a richiedere il mutuo (ripeto 2 indeterminati senza 1 e dico 1€ di rate sulle spalle).
2)Mi faccio dare la planimetria dall'agenzia e richiedo al contempo un'altro sopralluogo con un'architetto che è amico di famiglia della mia ragazza (in questa occasione farò tutte le domande del caso, su class.energetica anche se già è scritta nell'annuncio ed è G , costi agenzia compresi iva, conformità urbanistica,rendita catastale,conformità impianti gas e luce, ma nell'ultimo caso mancando i lampadari bisognerà rifarlo ne sono certo).
3)Conoscendo la rendita catastale mi farò fare un preventivo da un notaio (anche qui, c'è quello di "famiglia" della mia compagna, quindi si, il notaio lo prendiamo noi) anche se a spanne siamo imposte comprese sui 10k.
4)Conoscendo la fattibilità del mutuo, le spese "grosse" obbligate di notaio ed agenzia , non mi resta che fare un'altro sopralluogo con genitori e muratore di fiducia per capire l'entità dei lavori che vorremmo fare...Solo dopo questo sopralluogo e facendo tutti calcoli in eccesso , presenteremo la nostra proposta OK!.

Cmq, si la casa è orientata ad EST perchè le zone giorno, cucina,camerette , stanza da letto sono tutte fronte mare e da li tramonta..I bagni comq non sono ciechi in tutti c'è una finestra che da su un pozzo luce..
La casa è stata ristrutturata non da molto..è di un'ingegnere , sembra abbia fatto le cose per bene sia dal punto di vista tecnico che burocratico..Ma nessuno si spiega perchè non ci siano i lampadari :D
 

Nemor

Nuovo Utente
Registrato
7/4/07
Messaggi
30.705
Punti reazioni
1.125
Rgazzi grazie ancora per le info, stò appuntando tutto su un'agendina in modo da non dimenticarmi nulla.Dalla prossima settimana inizio a muovermi...
1)Intanto mi faccio dare la conferma dalla banca che non abbiamo problemi a richiedere il mutuo (ripeto 2 indeterminati senza 1 e dico 1€ di rate sulle spalle).
2)Mi faccio dare la planimetria dall'agenzia e richiedo al contempo un'altro sopralluogo con un'architetto che è amico di famiglia della mia ragazza (in questa occasione farò tutte le domande del caso, su class.energetica anche se già è scritta nell'annuncio ed è G , costi agenzia compresi iva, conformità urbanistica,rendita catastale,conformità impianti gas e luce, ma nell'ultimo caso mancando i lampadari bisognerà rifarlo ne sono certo).
3)Conoscendo la rendita catastale mi farò fare un preventivo da un notaio (anche qui, c'è quello di "famiglia" della mia compagna, quindi si, il notaio lo prendiamo noi) anche se a spanne siamo imposte comprese sui 10k.
4)Conoscendo la fattibilità del mutuo, le spese "grosse" obbligate di notaio ed agenzia , non mi resta che fare un'altro sopralluogo con genitori e muratore di fiducia per capire l'entità dei lavori che vorremmo fare...Solo dopo questo sopralluogo e facendo tutti calcoli in eccesso , presenteremo la nostra proposta OK!.

Cmq, si la casa è orientata ad EST perchè le zone giorno, cucina,camerette , stanza da letto sono tutte fronte mare e da li tramonta..I bagni comq non sono ciechi in tutti c'è una finestra che da su un pozzo luce..
La casa è stata ristrutturata non da molto..è di un'ingegnere , sembra abbia fatto le cose per bene sia dal punto di vista tecnico che burocratico..Ma nessuno si spiega perchè non ci siano i lampadari :D

Altro consiglio che mi diede una collega a suo tempo. Portati dietro una pallina, tipo quelle che si danno ai gatti/cani e quando sei dentro casa, stanza per stanza appoggiala a terra, se si muove ci sono delle pendenze e quindi sarebbe un bruttissimo segnale.

P.S.
Attenzione a volte il fatto di non aver mai chiesto finanziamenti non e' ben visto della banche, ma onestamente per te non vedo problemi.
Inoltre per il notaio fatti fare un preventivo anche per il mutuo ( a suo tempo ricordo spedii centinaia di mail all'indirizzario di zona e scelsi quello che mi faceva pagare di meno )
 
Ultima modifica:

Sa10

investi con sapienza
Registrato
15/6/14
Messaggi
6.960
Punti reazioni
699
Altro consiglio che mi diede una collega a suo tempo. Portati dietro una pallina, tipo quelle che si danno ai gatti/cani e quando sei dentro casa, stanza per stanza appoggiala a terra, se si muove ci sono delle pendenze e quindi sarebbe un bruttissimo segnale.
STRATEGA..Lo farò OK!
P.S.
Attenzione a volte il fatto di non aver mai chiesto finanziamenti non e' ben visto della banche, ma onestamente per te non vedo problemi.
No, no, io personalmente ho avuto 2 prestiti con la stessa banca,che sarà anche una delle prime dove andrò per il mutuo (unicredit) entrambi da 30k entrambi restituiti secondo i termini fino all'ultimo centesimo e rispettando sempre il calendario. La mia compagna il classico prestito compass per l'auto a suo tempo, anche lei restituito tutto secondo i tempi.
Inoltre per il notaio fatti fare un preventivo anche per il mutuo ( a suo tempo ricordo spedii centinaia di mail all'indirizzario di zona e scelti quello che mi faceva pagare di meno ).
Sii..certo, preventivo onere notarile con mutuo e spese fisse..
:bow: ancora
 

Galerkin

Nuovo Utente
Registrato
23/1/13
Messaggi
27.754
Punti reazioni
1.469
Ciao @oneone,mai sentito parlare, mi informerò per curiosità e culturale personale intanto. Se già vuoi accennarmi qualcosa tu sarò lieto di leggerti OK!

Ciao @il Barbin e grazie per la tua risposta.
Si per il notaio, AI, e spese varie avevo già messo in conto 15k.
Stiamo pensando di chiedere un mutuo di 130k (25-30anni), e di arrivare a massimo un'offerta di 180k.
100k li abbiamo cash (50 io 50 la mia compagna).
Se la cosa, o meglio dire la casa :D va in porto sarebbero sicuri 180+15=195k ed un restante di 35k.
Alcune pretese della mia ragazza stanno rientrando, per fortuna :D, anche lei ha capito che eventualmente certi lavori possono farsi in caso anche dopo. La casa è abitabile, ma sicuramente 1 bagno sarà da rifare, idem l'impianto elettrico, un'altro bagno ha la vasca idromassaggio che non vogliamo ed al suo posto mettere una doccia. Poi sicuramente installare almeno 3 climatizzatori ed abbattere qualche parete per rendere qualche ambiente più grande. Non credo che tutto questi lavori superino i 20-25k.Sperando che si convinca a non smattonare la cucina e ripavimentarla :sperem: (a me i mattoni piacciono a lei no :wall:). I restanti 10k li terrei da parte in caso di spiacevoli sorprese post acquisto, faccio un esempio infiltrazioni d'acqua (non credo ce ne siano era per dare un esempio), oppure problemi alla caldaia ecc ecc...
In tutto questo ci sarebbe sempre l'interrogativo dei mobili, ma intanto possiamo partire con quelli che abbiamo nella casa attuale in affitto che son nostri e vanno più che bene al momento....
Vedremo.. Cmq sarei intenzionato a partire più basso ed in caso alzare.. Farei come prima offerta 160.000...

Ah volevo chiedevi un altea cosa, io e la mia compagna non siamo sposati ufficialmente, è un problema per il mutuo cointestato e la casa cointestata? Non credo, ma chiedo ;).
Per quanto riguarda il mutuo, si, siamo nel peggior periodo, ho dato delle simulazioni online e già mi son cadute le braccia, ma spero in futuro in una discesa dei tassi e quindi in caso trattare o surrogare. Ho visto comunque intesa s.p. da la possibilità ogni 3 o 5 anni di switchare tra tf e variabile. Potrebbe essere interessante, partire al momento con il variabile per 3 o 5 anni e poi vedere se fare switvh. Sicuramente un giro in intesa san Paolo lo farò..

Ciao, stai sottostimando enormemente i costi di ristrutturazione.
Non so in che zona vivi e che prezzi fanno le imprese ma a Roma, per quel che vuoi fare, non ti bastano 80000 euro...
 

Benjamin_Malaussène

Nuovo Utente
Registrato
12/8/19
Messaggi
5.437
Punti reazioni
603
Ciao, stai sottostimando enormemente i costi di ristrutturazione.
Non so in che zona vivi e che prezzi fanno le imprese ma a Roma, per quel che vuoi fare, non ti bastano 80000 euro...

Rifare un, impianto elettrico, buttar giù muri, etc signifia che devi rifare tutto, anche demolire (e ricostruire) cucina e fare le tracce in tutti i muri.
Il budget riportato da Sa10 non sarebbe stato sufficiente nemmeno pre-110percento.
Prima del covid, molto spannometricamente (ma i costi crescono con facilità), avrei detto almeno a 500E/mq

Come dicevano sopra: le ristrutturazioni sono che o fai tutto (al netto di cose "esterne" a cui puoi accedere in secondo momento, come infissi, porte, garage, cantina, etc) o non fai nulla.
Rifare impianto elettrico, ma tenere in peidi la cucina è quasi impossibile (banalmente perché devi fare le tracce nei muri).
 

Maestr

Nuovo Utente
Registrato
22/7/20
Messaggi
3.693
Punti reazioni
421
Salve scusate se replico con un altro quesito sto per vendere una casa ristrutturata nel 1971 entro fine dicembre dovremmo andare dal notaio abbiamo gia firmato il documento con cui accettiamo la somma proposta. Ci siamo accorti poche settimane fa di un problema riguardante il torrino scale. Poichè vogliamo vendere in maniera limpida possiamo rinviare l'appuntamento dal notaio aspettando notizio dal nostro architetto su come sanare naturalmente tutto a nostre spese? Non ci dormo la notte da quando ho saputo questa cosa, grazie a chi mi potrà aiutare e scusate per la pappardella ma sono un nuovo iscritto
Se l'idea è di sanare a tue spese (a proposito complimenti per l'onestà, davvero poche persone sono così integre al giorno d'oggi) penso che il modo migliore di risolvere la questione sia avvisare l'acquirente e proporre di far scrivere questa clausola (il fatto che questa cosa verrà sistemata a tue spese) nel rogito piuttosto che rimandare lo stesso, impegnarsi a far sistemare il tutto a proprie spese in un documento ufficiale magari entro una certa data (esempio 1 anno... non dev'essere un termine necessariamente brevissimo, l'importante è dare la certezza all'acquirente che si farà il prima possibile e che sarà a tue spese) e sollevare il fatto in maniera trasparente senza farlo scoprire all'acquirente ti farà apparire molto affidabile e probabilmente l'acquirente sarà più ben disposto nei tuoi confronti.
Rimandare il rogito è una soluzione ma ha spesso dei costi extra non indifferenti (ad esempio l'acquirente potrebbe aver già richiesto un mutuo e con i tassi in rialzo se si rimanda troppo potrebbe perdere il tasso attuale) quindi a mio parere dev'essere l'ultima spiaggia sicuramente solo se l'acquirente è d'accordo.
 

Er Fauno

Nuovo Utente
Registrato
14/7/17
Messaggi
103
Punti reazioni
3
Ti racconto la mia esperienza, io 28 anni ragazza 26, cerco immobile in bella cittadina di lago, affitti folli robe da 800/900 euro 50mq senza garage.
Opto per comprare un bi/trilocale in attesa di che la situazione si sgonfi per crisi materiali etc. in quanto ho possibilità di edificare su terreno di proprietà di 5000mq di cui 1000 edificabili.
La ricerca dura più di un anno e nonostante io conosca da anni la situazione trovare un immobile non è semplice, le buone offerte vengono vendute in 1 o 2 mesi massimo.
La prima casa è un appartamento in condominio anni 70, due stanze da letto bagno sala e cucina separata non abitabile, bel balcone con ottima esposizione e garage, fondamentale per me.
Dentro la casa è tenuta male, pavimenti rifatti nel 2000 e bagno nel 2015, nessuna certificazione, impianto elettrico problematico con placchette nuove sopra e anni 70 sotto, infissi da cambiare tapparelle pure, tutti i lavori sono fatti dal fratello di e dal cugino di.
Morale della favola richiesta 145k per 80mq con garage, senza arredamenti e tra poco manco i sanitari. Con l'AI spiego le mie perplessità un sacco di lavori da fare e quelli fatti fanno pena, offro 110k, bene l'AI nemmeno presenta la mia offerta e mi liquida dicendo che siamo completamente fuori mercato, a distanza di 2 settimane han venduto al loro prezzo.
Ora sono in trattativa per un bilocale di 55mq con balcone e garage di 27mq in condominio del 2006 con bassissime spese condominiali e soprattutto mi viene lasciato arredato, richiesta 110k e mia di offerta 100k.