Adeguamento Istat a canone di locazione

ricoman

Nuovo Utente
Registrato
10/9/01
Messaggi
713
Punti reazioni
49
Contratto (4+4) che decorre dal 1 maggio, L'indice Istat da prendere è quello di marzo o di aprile? Si applica al 100%?

Grazie.
 
ricoman ha scritto:
Contratto (4+4) che decorre dal 1 maggio, L'indice Istat da prendere è quello di marzo o di aprile? Si applica al 100%?

Grazie.


Mancano delle informazioni. Tuttavia, parli di 4+4 quindi dovrebbe essere un canone di tipo abitativo, e quindi adeguamento al 100% con indice da calcolarsi sulle rilevazioni di maggio.
 
Abitativo, si. Se devo pagare il 1 maggio come posso prendere l'indice di maggio?

75% o 100%, poi?

Grazie a tutti.
 
ricoman ha scritto:
Abitativo, si. Se devo pagare il 1 maggio come posso prendere l'indice di maggio?

75% o 100%, poi?

Grazie a tutti.

non era questo il quesito, era quando stipulato.

Se nel contratto c'è scritto genericamente aggiornamento istat, si intende il 100%. Non vale più la norma della L. del 78 che imponeva la soglia del 75% dell'aggiornamento. Addirittura puoi prevedere anche il doppio o il triplo dell'indice istat ovvero nulla. Puoi anche recuperare, entro 5 anni, gli aumenti arretrati nel caso in cui non l'abbia chiesti, non applicandosi più la disciplina pregressa
 
Fatto giusto un anno fa, quindi 100% perché non c'è scritto niente.

E che mese devo prendere?
 
ricoman ha scritto:
Contratto (4+4) che decorre dal 1 maggio, L'indice Istat da prendere è quello di marzo o di aprile? Si applica al 100%?

Grazie.

aprile.
si applica la percentuale scritta sul contratto.
 
Indice provvisorio aprile 2.2%, ma il definitivo esce il 16 maggio.

Devo aumentare del dato provvisorio di aprile? E se poi il definitivo è diverso?
 
ricoman ha scritto:
Indice provvisorio aprile 2.2%, ma il definitivo esce il 16 maggio.

Devo aumentare del dato provvisorio di aprile? E se poi il definitivo è diverso?
:'(
 
Una volta si prendeva il secondo mese precedente, appunto per avere il dato definitivo.

Quindi se la decorrenza era maggio si adeguava in base al dato del mese di marzo e non aprile

Ora non so.
 
Io faccio così da un decennio:

Adeguamento Istat 100%

Mese di stipula del contratto = maggio per cui:
=> attendo il dato di maggio e lo calcolo, dopodiche nel trimestre successivo faccio il canone già adeguato, e quindi recupero l'adeguamento del trimestre precedente addebitando i 3 mesi.
 
Lavoravo in ISTAT e fornivo tali aggiornamenti. Anche se la normativa non l'ho mai presa in mano, le cose dovrebbero stare così:
Se sul contratto compare esplicitamente il mese a cui fare riferimento per l'adeguamento, bisogna usare quello. Se invece non compare (come accade quasi sempre) bisogna usare il dato dell'ultimo mese disponibile alla data di scadenza del contratto (cioè 365 giorni dopo la stipula), con l'accortezza di usare lo stesso mese di riferimento per tutti gli anni successivi.
Solitamente il dato istat esce tra il 14 e il 22 di ogni mese.
A questo link il calendario del 2006 (ultima colonna a destra).
Calendario
 
SirLux ha scritto:
Io faccio così da un decennio:

Adeguamento Istat 100%

Mese di stipula del contratto = maggio per cui:
=> attendo il dato di maggio e lo calcolo, dopodiche nel trimestre successivo faccio il canone già adeguato, e quindi recupero l'adeguamento del trimestre precedente addebitando i 3 mesi.

E' anche corretto questo, non c'è disciplina vincolante, importante è che si faccia riferimento al contratto e l'eventuale recupero sia comprensibile per il conduttore
 
Sency ha scritto:
Se invece non compare (come accade quasi sempre) bisogna usare il dato dell'ultimo mese disponibile alla data di scadenza del contratto (cioè 365 giorni dopo la stipula), con l'accortezza di usare lo stesso mese di riferimento per tutti gli anni successivi.


Solo che l'ultimo dato è provvisorio. Quindi si prende un dato provvisorio (ma se il definitivo è diverso si deve rettificare?) oppure il definitivo precedente?
 
FaGal ha scritto:
E' anche corretto questo, non c'è disciplina vincolante, importante è che si faccia riferimento al contratto e l'eventuale recupero sia comprensibile per il conduttore

Naturalmente nella ricevuta viene menzionato con apposita voce
"Rivalutazione Istat trimestre precedente"
Io fra l'altro avviso sempre gli inquilini per ogni cosa, quindi viene anticipato loro mediante corrispondenza di quanto sarà l'adeguamento per l'anno in corso e la pagina della gazzetta ufficiale ove trovare riscontro.
 
ricoman ha scritto:
Abitativo, si. Se devo pagare il 1 maggio come posso prendere l'indice di maggio?

75% o 100%, poi?

Grazie a tutti.
Prenderai quello del mese precedente, ed ogni anno prenderai nel medesimo mese quello di riferimento, pagherai dunque 12 mesi rate identiche, e alla tredicesima entrerà l'aumento, per altre 12 rate, etc..
 
ricoman ha scritto:
Fatto giusto un anno fa, quindi 100% perché non c'è scritto niente.

E che mese devo prendere?

Ma che significa, se non c'è scritto niente, allora non pagare neanche l'aumento! :p

75% dell'indice ISTAT, fidati. ;) almeno per un 4+4 che solitamente è un contratto "patti in deroga"
 
ricoman ha scritto:
Indice provvisorio aprile 2.2%, ma il definitivo esce il 16 maggio.

Devo aumentare del dato provvisorio di aprile? E se poi il definitivo è diverso?


Per carità fai come credi...ma:
Con il mio metodo vai sicuro e non sbagli
Patti 4+4 anche 100% (lascia perdere il 75% se non è espressamente menzionato) concordo con FaGal
Lascia perdere anche il dato provvisorio, prendi il dato ufficiale del mese di tuo interesse e poi applichi il conteggio anche sui mesi precedenti facendo presente all'inquilino il computo.
Qui trovi i dati: http://www.sicet.it/ => ISTAT
 
Indietro