Ai Folisti...dobbiamo trovare una soluzione all'eventuale aumento tax

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

Smil

Nuovo Utente
Registrato
20/9/02
Messaggi
1.329
Punti reazioni
61
Chi riesce a trovare una soluzione nell'eventualità di un aumento della tassazione, attualmente del 12,5 %, è pregato di darci una dritta.
Ricordatevi che ci sono anche gli altri...non siate egoisti.
 
Per chi deve aprire un conto online, direi che potrebbe aumentare la convenienza dei conti remunerati tipo IWBank in caso di unificazione al 20% delle aliquote sul risparmio (titoli + C/C).
Allo stesso tempo, aumenterebbe la convenienza dei conti di deposito tipo Conto Arancio e Conto Santander: anche per questi la tassazione scenderebbe dal 27% al 20%.
Questo perché secondo me il mercato determinerà - al solito sulla base del premio per il rischio assegnato a ciscuna attività finanziaria (azioni, obbligazioni e titoli di stato, liquidità, etc.) - i rendimenti lordi , rilevanti per le scelte di investimento dei grandi manovratori di mercato che sono tutti "lordisti". Per lo stesso motivo, ritengo che non ci saranno crolli di prezzo per i titoli di stato.
Il risparmiatore quindi, che è solitamente nettista, assisterà con tutta probabilità a questo fenomeno:

azioni: rendimenti netti più bassi per la tassazione maggiore appplicata su dividendi e plusvalenze
obbligazioni e titoli di stato: rendimenti netti più bassi per la tassazione maggiore applicata su cedole e plusvalenze
liquidità su c/c: rendimenti netti più alti per la tassazione minor applicata

Se si considera poi che i soldi sul c/c - a differenza di quelli destinati ad altre forme di risparmio - sono tutelati dalla garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei depositi (fino a 100 mila euro circa se non ricordo male) .....

.... ditemi se sbaglio ..... ci potrebbe essere anche una sorta di "selezione avversa" (come si studia nei corsi di economia) perché i minori rendimenti netti offerti spingerà gli investitori più esigenti a rischiare di più per vedere adeguatamente remunerato il proprio capitale (e non lascarlo erodere dall'inflazione) e questo potrebbe portare a scelte un po' spregiudicate.
 
Indietro