Altra domanda sui testamenti

Rey®

Fai ciò che devi!
Registrato
18/3/00
Messaggi
5.737
Punti reazioni
313
Ipotizziamo vi sia una persona che ha un conto corrente presso una banca.
Diciamo che vi siano 100 euro.
Vi sono inoltre certificati di deposito per un controvalore di 500 euro, intitolati al portatore.

Se questi certificati sono in mano ad un'altra persona in una situazione di fatto di cui il proprietario del conto è a conoscenza, cosa succede al momento del decesso di quest'ultimo ?

In questo caso, il possesso vale titolo ?
 
Scritto da Rey®
Ipotizziamo vi sia una persona che ha un conto corrente presso una banca.
Diciamo che vi siano 100 euro.
Vi sono inoltre certificati di deposito per un controvalore di 500 euro, intitolati al portatore.

Se questi certificati sono in mano ad un'altra persona in una situazione di fatto di cui il proprietario del conto è a conoscenza, cosa succede al momento del decesso di quest'ultimo ?

In questo caso, il possesso vale titolo ?

Cartacei???? strano.... ma se è un titolo al portatore... allora il possesso vale...
 
Scritto da Rey®
Ipotizziamo vi sia una persona che ha un conto corrente presso una banca.
Diciamo che vi siano 100 euro.
Vi sono inoltre certificati di deposito per un controvalore di 500 euro, intitolati al portatore.

Se questi certificati sono in mano ad un'altra persona in una situazione di fatto di cui il proprietario del conto è a conoscenza, cosa succede al momento del decesso di quest'ultimo ?

In questo caso, il possesso vale titolo ?

se sono al portatore si, comunque qualcuno potrebbe sempre cercare di provare che appartenevano al deceduto
 
Re: Re: Altra domanda sui testamenti

Scritto da Angelo_lll
se sono al portatore si, comunque qualcuno potrebbe sempre cercare di provare che appartenevano al deceduto

Ciao e grazie x la risposta, innanzitutto (anche ad Apache).

Cosa potrebbero fare eventuali eredi? Non è possibile addurre che sono stati consegnati volontariamente dal de cuius ?

Al momento, nel caso che mi interessa, i certificati di deposito sono in mano ad una persona di fiducia che ha una delega sia su un conto corrente, sia su questi c.d. al portatore.

Mi sono informato un pò e secondo la corte di cassazione, con sentenza 7869 del 9/6/2000, essa ribadisce che il certificato di dep. al portatore vada qualificato alla stregua di un libretto di risparmio al portatore, il quale non rientra nella massa ereditaria.
 
Re: Re: Re: Altra domanda sui testamenti

Scritto da Rey®
Ciao e grazie x la risposta, innanzitutto (anche ad Apache).

Cosa potrebbero fare eventuali eredi? Non è possibile addurre che sono stati consegnati volontariamente dal de cuius ?

Al momento, nel caso che mi interessa, i certificati di deposito sono in mano ad una persona di fiducia che ha una delega sia su un conto corrente, sia su questi c.d. al portatore.

Mi sono informato un pò e secondo la corte di cassazione, con sentenza 7869 del 9/6/2000, essa ribadisce che il certificato di dep. al portatore vada qualificato alla stregua di un libretto di risparmio al portatore, il quale non rientra nella massa ereditaria.

Le sentenze sono fatte per essere ribaltate... soprattutto quelle della Cassazione.

Cmq... dipende da dove proviene quel denaro. Se il de cuius era un locatario... e percepiva 2000 Euro al mese di affitto... era parsimonioso... e si sapeva che depositava quei soldi su un libretto al portatore... la somma entra eccome nella sparta.
 
......

i libretti al portatore entrano a far parte della massa ereditaria solo nel caso in cui al momento della sua morte essi siano stati in possesso del defunto o siano depositati a suo nome presso terzi (ad es. nel deposito titoli o in una cassetta di sicurezza presso una banca).
Idem certificati di deposito:cool:
 
Indietro