Amazon on-line Art Gallery

Io ritengo che gli operatori del settore dovrebbero aggiornarsi sul mondo delle tecnologie informatiche e qualificare il loro servizio che un'organizzazione come Amazon non potrà mai dare.

Da quello che ho capito, correggetemi se sbaglio, Amazon intende appunto mettere le sue tecnologie informatiche al servizio delle gallerie, che da sole immagino dovrebbero affrontare costi ben maggiori per rimanere aggiornate.
 
Un paio di volte ho acquistato opere grafiche su e-Bay, e non mi sono pentito. Mai però le acquisterei su quel canale da privati, ma solo se vedo che c'è dietro un'organizzazione seria.
Un dipinto, però, lo vorrei prima vedere.

Sono d'accordo con te. Ma come si fa a distinguere chi lavora in malafede da chi lavora seriamente ?
 
Sono d'accordo con te. Ma come si fa a distinguere chi lavora in malafede da chi lavora seriamente ?

Io per esempio ho appena acquistato un'opera grafica su e-Bay (non faccio nomi volutamente) messa in vendita da un libraio che sapevo iscritto alla ALAI (Associazione Librai Antiquari d'Italia) e che su e-Bay ( ma anche su Abe-Books) ha in vendita altre centinaia di items, ed ha pure il suo sito web (ben fatto).
Se è un privato, in genere vende solo QUELL'opera o poche altre. Questo, almeno, per l'esperienza che ho io di e-Bay.
 
Io per esempio ho appena acquistato un'opera grafica su e-Bay (non faccio nomi volutamente) messa in vendita da un libraio che sapevo iscritto alla ALAI (Associazione Librai Antiquari d'Italia) e che su e-Bay ( ma anche su Abe-Books) ha in vendita altre centinaia di items, ed ha pure il suo sito web (ben fatto).
Se è un privato, in genere vende solo QUELL'opera o poche altre. Questo, almeno, per l'esperienza che ho io di e-Bay.

Pero' lo puoi fare se hai esperienza e conoscenza (come nel tuo esempio) forse sono all'antica ma in tutti miei acquisti devo vedere e toccare
 
GAS acronimo di "Guardo, Ascolto, Sento"

Hai ragione.
E ti faccio un esempio.
La Tamara Ferioli era trattata proprio dal Canna.
Poi è passata ad altra galleria (link qui sotto), che stimo ed apprezzo in quanto amici.:clap::clap::clap:
Queste opere viste dal vivo sono tutt'altra cosa che non dal web:
Tamara Ferioli

Guardate che alla fine stiamomdicendo la stessa identica cosa.
Mi parlate della Ferioli ( tra l'altro conosciuta da Cannaviello, la ragazza ha davvero carattere, si farà di certo ), sono "sensibile" al suo Lavoro, "guardo, ascolto, sento" x mostre, fiere e libri e se su Amazon vi è "il prezzo" acquisto. Non mi dite che se seguo un Artista anagraficamente giovane come la Ferioli nn ho un "polso reale" dell'Opera che mi trovo difronte anche se solo vedendone le immagini sul web.
 
sì ci credo,uomini della tua preparazione non si fanno ingannare,
ma..come si fa (in galleria) a resistere al piacere di allungare una mano guardando e cercando il consenso del gallerista per toccare l'opera per sfiorare una velatura,per saggiare un grumo di colore..mentre senti l'amore crescere dentro di te..la voce che si rompe quando dici < sì è mia>
tutto ciò vale qualche migliaio di € in più.

P.S. oh!! cerco solo di toccare le opere protette appunto perché non posso toccarle.

Grazie x la stima ! Il mio favore x un enorme vetrina come sarà Amazon x l'Arte deriva quasi eslusivamente x la possibilità di vedere e soprattutto trovare Opere. Ti faccio un esempio, se oggi io cerco Opere di Francesco Di Lernia sono sicuro che diverse Gallerie hanno sì nei loro magazzini sue Opere ma se oggi soldi alla mano le voglio comprare magari x l'appunto potendo scegliere tra + Lavori non ne ho la possibilità. Abbiamo qui + volte scritto delle + svariate motivazioni x le quali le Gallerie/i Galleristi non mettono on-line tutto il loro magazzino, spero che grazie ad Amazon ora riversino lì TUTTO ( magari in maniera anonima ) il loro magazzino e spero di poter trovare tante Opere di Artisti della "Generazione anni '60" ( anche extra "lista Fiz" ) che ad oggi "soldi alla mano" non riesco a trovare nemmeno setacciando scientificamente/scrupolosamente tantissimi siti web.
 
Grazie x la stima ! Il mio favore x un enorme vetrina come sarà Amazon x l'Arte deriva quasi eslusivamente x la possibilità di vedere e soprattutto trovare Opere. Ti faccio un esempio, se oggi io cerco Opere di Francesco Di Lernia sono sicuro che diverse Gallerie hanno sì nei loro magazzini sue Opere ma se oggi soldi alla mano le voglio comprare magari x l'appunto potendo scegliere tra + Lavori non ne ho la possibilità. Abbiamo qui + volte scritto delle + svariate motivazioni x le quali le Gallerie/i Galleristi non mettono on-line tutto il loro magazzino, spero che grazie ad Amazon ora riversino lì TUTTO ( magari in maniera anonima ) il loro magazzino e spero di poter trovare tante Opere di Artisti della "Generazione anni '60" ( anche extra "lista Fiz" ) che ad oggi "soldi alla mano" non riesco a trovare nemmeno setacciando scientificamente/scrupolosamente tantissimi siti web.

Ho scritto "magari in maniera anonima" xchè mi sembra e ripeto mi sembra che quando si acquista su Amazon nn si conosce il venditore ma mi sembra che sia la stessa Amazon che fà da garante x autenticità & Co.
 
ecco investart un altro motivo che mi tiene lontano da Amazon:
scontrarmi con un simile colosso in caso di problemi mi terrrrorizzzza.
ci saranno sicuramente vantaggi (vedi l'esempio da Te citato) con Amazon...
ma le controindicazioni,per me e forse solo per me,sono insuperabili.


Premesso che io nn ho verità ne devo convincere nessuno mi piace portarti degli esempi x cercare di capire insieme ( mi metto in gioco anch'io, magari sbaglio io ! ) dove il mondo stà irrimediabilmente andando.

Ricordo di aver letto che ormai tantissimi anni fà che un nipoto di Gianni Agnelli tentò di vendere sul web una particolare versione della FIAT BARCHETTA. L'Operazione fù un vero insuccesso, praticamente pochissime autovetture vendute. Ma quell'Elkan siede oggi al timone/Presidenza della FIAT. Per me ci aveva visto bene, solo che x l'epoca era troppo avanti.

Motociclette DUCATI negli anni di massimo fatturato in Giappone mercato all'epoca x loro molto importanti furono di più le motociclette vendute sul web che direttamente dai concessionari.

2011: due miei carissimi Amici hanno acquistato una Mercedes ed una Volvo ( da soldi, no modelli basic ). Ebbene dopo innumerevoli volte che hanno portato l'auto in officina autorizzata annessa alla concessionaria ufficiale, si sono arresi, la garanzia è scaduta e dei fastidiosissimi rumorini sono rimasti e mai più loro acquisteranno ancora tali marche.

Anche nei canali di vendita tradizionali il compratore può nn rimanere soddisfatto.....
 
e ne sa qualcosa papà che ha avuto la brillante idea di acquistare la grigia signora.

ma il ns.,come tu hai detto,vuole solo essere uno scambio di idee.
so perfettamente che l'idea Amazon è vincente e rappresenta una cospicua fetta del mercato futuro,ma non per me.
io devo vedere,toccare,annusare,usare tutti i sensi che la natura mi ha dato.
e..resto fregato lo stesso.

Bella discussione soprattutto x i toni pacati.
Io concordo al 100% con te infatti prima ho io x primo scritto del GAS ( guardo, ascolto, sento ) ma mettiamo che oggi io sono alla ricerca di un Opera di Aleesandro Bazan ( cito un Artista che stimo ed ho già in collezione ). Come procedo alla ricerca ?

1) invio una richiesta di Opere a tutte le Gallerie che lo trattano oggi
2) invio una richiesta di Opere a tutte le Gallerie che lo trattavano o nelle quali ha esposto anche in Mostre collettive.
3) guardo nei siti che vendono ( anche ) Opere d'Arte se attualmente vi sono in vendita suoi Lavori.
4) mi informo se nelle prossime aste o nelle passate vi sono/sono state sue Opere.

A questo punto individuato il paniere di Opere che mi possono interessare mi faccio inviare immagini dettagliate in alta definizione di quei Lavori.

Poi come procedo ? Io abito a Forlì e nn posso certo mettermi a girare l'Italia x visionare direttamente le Opere che preferisco. Se possibile concordo che il Proprietario se partecipa a Fiere ( se è un Gallerista ) vicine a me porti l'Opera con se nello stand oppure magari ci organizziamo x un randez-vou a metà strada quando questo è possibile ( se il Gallerista è siciliano la vedo dura incontrarci a metà stada ).

Oppure...oppure avendo io da sempre seguito con attenzione il Lavoro di Bazan e la sua evoluzione, scelgo on-line ( anche nn da Amazon naturalmente ) l'Opera che muove "il mio GAS" e ma la faccio spedire a casa dopo averla pagata con regolare bonifico bancario.

Sbaglio qualche cosa in questo mio ragionamento ? Hai/avete altre alternative al mio ragionamento ?
 
investart,

io credo di aver acquistato on line il 99% delle opere che oggi ho !!
mail a gallerie, selezione dell'opera migliore, tiraggio prezzo (anche con gallerie straniere...), pagamento bonifico e poi loro spediscono opera.
posso dire di non essere MAI stato sorpreso in negativo ma....addirittura quasi sempre in POSITIVO.

io sono per l'online....OK!
ma ovviamente vado anche alle fiere...con le mani in tasca....:yes::D
 
investart,

io credo di aver acquistato on line il 99% delle opere che oggi ho !!
mail a gallerie, selezione dell'opera migliore, tiraggio prezzo (anche con gallerie straniere...), pagamento bonifico e poi loro spediscono opera.
posso dire di non essere MAI stato sorpreso in negativo ma....addirittura quasi sempre in POSITIVO.

io sono per l'online....OK!
ma ovviamente vado anche alle fiere...con le mani in tasca....:yes::D

Apprezzo la tua approvazione.
E'il discorso che facevamo l'altro giorno sulla BRAVA Tamara Ferioli, l'Artista è giovane se un collezionista si avvicina oggi al suo Lavoro nn avendo lei ancora prodotto tantissime Opere e tantissimi cicli pittorici, egli è in grado di approfondire e conoscere bene il suo Lavoro. Non sarà quindi difficile dopo avere visto on-line un Opera di avere quindi una chiara idea di che cosa ci si trova davanti.

Se invece iniziamo a dire "bello o brutto" solo dopo aver visto un Opera on-line, senza avere approfondito l'Artista, senza avere la passione x girare x mostre e fiere, forse "o meglio cambiare passione".
 
inappuntabile
per un collezionista preparato come te.
ma io,pasticcione e impreparato come ritengo essere,ho una unica alternativa:
girare,guardare,toccare con gli occhi e soprattutto ASCOLTARE.

GAS (fantastico)

Carissimo aharon,

Basta con i complimenti altrimenti finisco x credere davvero di capire qualche cosa anch'io.

Scherzi a parte, i complimenti quando sinceri, fanno davvero sempre molto piacere, il vero nocciolo del problema non è on-line sì oppure on-line no o meglio ancora on-line sì ma con moderazione, ma il vero nocciolo della questione è che il Collezionista, quanto meglio se edotto sull'Artista, riesca prima di un acquisto consapevole a vedere quante + Opere possibili dell'Artista.

Se tu volessi domani acquistare un Opera di Pessoli e diciamo tu disponessi di una illimitata capacità economica faresti, fidati di me davvero fatica a trovare un suo Lavoro importante. Non tanto xchè non ve ne siano in commercio/vendita, ma xchè il compratore non riesce ad accedere a tutte le Opere in vendita disponibili nei + svariati canali/reti di vendita.

Cerco di spiegarmi meglio, l'"Amico dell'Arte" ppf ha dimostrato che pur rivolgendosi al suo storico Mercante Emilio Mazzoli l'unico Pessoli "storico" disponibile erano quei ( bellissimi ) disegni da lui acquistati. Se però tutte le Gallerie avessero on-line le loro Opere disponibili all'acquisto e vi fosse realmente un sistema ( come auspico diverrà Amazon ) che le rende "scovabili" a tutti forse quel Pessoli non dico oggi ma ieri quando costava un pò meno sarebbe di certo già stato venduto.

Bisogna rendere visibile/"trovabile" le Opere x poterle vendere....

Quante Opere di un Artista si possono "GASare" dal vivo prima di sceglierne una ? massimo 10 ? Con il web/l'on-line io auspico si arrivi ad almeno il triplo. Quello sì dopo che si può definire "acquisto consapevole".
 
Postalmarket e Vestro negli anni 80

inappuntabile
per un collezionista preparato come te.
ma io,pasticcione e impreparato come ritengo essere,ho una unica alternativa:
girare,guardare,toccare con gli occhi e soprattutto ASCOLTARE.

GAS (fantastico)

Carissimo Aharon,

Io sono della generazione cresciuta acquistando per corrispondenza dai cataloghi POSTALMARKET & VESTRO

Le televendite prima ed oggi Amazon non sono altro che la naturale evoluzione della vendita per corrispondenza ( nel frattempo qualche organizzazione ha anche tentato di vendere Opere d'Arte rispolverando senza particolare successo "i piazzisti" ovvero quelli che ti venivano a casa a vendere le enciclopedie ).

Un tempo soprattutto nei piccoli centri o nelle località più remote dell'Italia tantissimi consumatori acquistavano anche capi di abbigliamento sui cataloghi POSTALMARKET & VESTRO ecco forse perché i nostri padri e madri ci hanno insegnato ad essere "poco pasticcioni", rimandare indietro un jeans o un paio di mutande perché avevi sbagliato la taglia ti costava più del risparmio avuto acquistando lì.

Oggi che tutto si trova ormai dappertutto ( anche grazie al web ed ad ebay per esempio ) i cataloghi come Postalmarket - Wikipedia & Vestro - Wikipedia non hanno più ragione di esistere così come sono ed Amazon con l'Arte si va ad inserire in un segmento dove c'è certamente, vedi i nostri scritti qui, molte probabilità di crescita.
 
postalmarket è stato acquistato dalla Redoute (francese) e adesso vende on line....
 
Io ritengo che l'iniziativa di Amazon avrà successo solo se Amazon si farà da garante (come se fosse una casa d'Aste ) per evitare qualsiasi tipo di danno sia per l'acquirente che per il venditore.
Sicuramente, conoscendo l'organizzazione, individuerà tutte le modalità opportune per accreditare l'iniziativa.
Per questo motivo gli operatori di settore dovranno necessariamente organizzarsi e specializzarsi. Le gallerie che operano correttamente credo che, paradossalmente, ne trarranno beneficio. Gli utenti avranno a disposizione un nuovo player con il quale confrontare i prezzi e, forse, spariranno definitivamente i furbetti (o vedranno ridotti i loro margini).

PS:
Io ho incominciato ad acquistare libri da Amazon già nel '97. In tre giorni mi arrivavano a casa dagli States, cose impensabili per quei tempi.
 
... Le gallerie che operano correttamente credo che, paradossalmente, ne trarranno beneficio. Gli utenti avranno a disposizione un nuovo player con il quale confrontare i prezzi e, forse, spariranno definitivamente i furbetti (o vedranno ridotti i loro margini).

PS:
Io ho incominciato ad acquistare libri da Amazon già nel '97. In tre giorni mi arrivavano a casa dagli States, cose impensabili per quei tempi.

La concorrenza, quella vera, può solo fare bene al settore. Io ho fiducia nel web, nonostante ci siano ancora moltissime cose da migliorare.

P.S.) Io acquisto tele, rotoli di tela, cd, libri, giochi per i figli, abbigliamento, chitarre elettriche e amplificatori, ecc. dal lontano 1998, quando lasciai la mia vecchia banca fisica per una online (Fineco), e non mi sono mai pentito, anzi, guadagnandoci a partire dall'eliminazione di commissioni e balzelli vari. La qualità dei prodotti, poi, il più delle volte, mi ha sempre lasciato soddisfatto oltre misura. :yes:
 
Io ritengo che l'iniziativa di Amazon avrà successo solo se Amazon si farà da garante (come se fosse una casa d'Aste ) per evitare qualsiasi tipo di danno sia per l'acquirente che per il venditore.
Sicuramente, conoscendo l'organizzazione, individuerà tutte le modalità opportune per accreditare l'iniziativa.
Per questo motivo gli operatori di settore dovranno necessariamente organizzarsi e specializzarsi. Le gallerie che operano correttamente credo che, paradossalmente, ne trarranno beneficio. Gli utenti avranno a disposizione un nuovo player con il quale confrontare i prezzi e, forse, spariranno definitivamente i furbetti (o vedranno ridotti i loro margini).

PS:
Io ho incominciato ad acquistare libri da Amazon già nel '97. In tre giorni mi arrivavano a casa dagli States, cose impensabili per quei tempi
.

Mi hai anticipato di qualche anno. Io ho cominciato nel 2000 e, una volta che il pacco non era ancora arrivato un paio di giorni oltre il termine previsto, gli ho scritto per avere informazioni. Mi ha risposto Jeff Bezos :) (l'e-mail perlomeno portava in calce il suo nome) dicendomi che mi avrebbero spedito un altro pacco. Un paio di giorni dopo ho ricevuto il pacco originale. Allora gli ho riscritto subito per informarli ma mi ha risposto (sempre JB) che il secondo pacco era già partito e di regalare pure i doppioni a qualche biblioteca. Il che ho puntualmente fatto.
Questo per dirvi come fanno gli affari e come considerano il cliente gli americani. Perciò sono sicuro che anche questa iniziativa avrà successo.
 
Il problema dei falsi che potrebbe penalizzare Amazon è un falso problema mosso ad hoc da chi non ha strumenti o pensa di poterlo arginare. provate voi nel 2013 a vendere una qualsiasi Opera di un Artista italiano della "Generazione anni'60" falso, in un nano secondo verreste subito sgamati.
 
io invece investart sono di una generazione che,grazie ai soldini di papà,se:
volevo un disco,entravo in un negozio e l'acquistavo
volevo una macchina,entravo in una concessionaria e la compravo
ecc.
ecc.


volevo un'opera d'arte...Galleria.

ah!!nessun vanto in tutto questo.
chi si dovrebbe vantare è papà,grande Uomo.

Io credo che tutti abbiamo fatto nella vita quello che hai fatto, grazie "ai soldi di papa" abbiamo tutti comprato quello che volevamo, però scegliendo tra e per quello che potevamo.

Oggi siamo qui come "primi attori" della nostra vita ed ancor oggi scegliamo quello che vogliamo tra e per quello che possiamo.

Un tempo ( giustamente ) ringraziavamo i genitori, oggi dobbiamo essere riconoscenti ai nostri famigliari ( mogli in primis ) che ci acconsentono/sostengono nell'acquistare Arte.
 
Acquisti e aste on line. L'agenzia specializzata ArtTactic ha sintetizzato in una cifra spiazzante: il 64% dei collezionisti che ha comprato, nell'ultimo anno, almeno un Opera via web.
 
Indietro