Amici investitori ......un consiglio ...vendete e prendetevi una vacanza

Pek ha scritto:
Gradirei confronto algebrico,costi medi reali

Penso di aver chiarito , tu hai fatto molto bene a segnalare altri aspetti importanti che vanno messi in bilancio nei pro e contro di entrambi gli strumenti OK!

Di questo ti ringrazio molto , inizialmente non avevo capito (spero di si adesso :D )il tuo discorso e questo perche' :wall: anche io spesso non leggo con la dovuta attenzione quello che scrivono gli altri .. :bow:

Io non lavoro a favore degli etf che possono tranquillamente andare a ....se trovo uno strumento migliore e forse alcuni fondi lo sono realmente

Indipendenti da tutto e tutti ......... OK! cercando in modo imparziale e possibilmente oggettivo di trovare il meglio ... :)

Ciao :)
 
Pek ha scritto:
Già costi molto bassi
ETF con commissioni 0.19%
Entrata e uscita 0.19%
Spread 0.12% ?
Totale 0,5%

Differenza costi ETF Fondo/Sicav 2.5%
Con 5 operazioni si equivalgono (non è proprio così:ipotizzando di essere investiti il 50% del tempo
paghi una differenza 1,25%) mentre gli eseguiti costano a numero
Inoltre ad ogni operazione in gain con l'ETF paghi il 12,5%
di tasse subito,con uno switch no

Certo se operi a botte di 100000 euro entrano i massimi commissionali
ed i costi diminuiscono a quel punto però
usi i future
Interessanti queste nuove teorie di investimento e controllo del rischio:scalping/trading su azioni
con un milione di euro e pacchetti da 100000,a pensarci prima :wall:


Qui c'e' un bel confronto che forse fa capire con piu' chiarezza alcuni vantaggi dell'utilizzo dei fondi rispetto agli etf ,in alcuni casi sia per i costi che per il trattamento fiscale

Pro e contro ......niente di scontato ....SOLO ....... per capire ...............

Come vedete non cerco di aver ragione se sono stato impreciso o non ho colto alcuni aspetti importanti che sono marginali ( forse devo verificare )per il mio modo di operare ma di sicuro interesse generale ......grazie ancora Pek ..... :)

FONDI E ETF PRO E CONTRO -FISCALITA' A CONFRONTO
 
Ultima modifica:
Scorpius ha scritto:
1) Quasi tutti i migliori fondi hanno commissioni di entrata e uscita
2) Il 90% dei fondi attivi sottoperforma l'indice di riferimento
3) Quasi tutti se battono il benchmark si prendono un premio aggiuntivo “performance

4) I fondi costano il 5%
5) anche io spesso non leggo con la dovuta attenzione quello che scrivono gli altri


Giacchè scrivi con la determinazione di chi sa, e invece non sai nulla,
per evitare che qualcuno ci creda e ne abbia danni:

1) falso,
le commissioni di ingresso uscita non hanno nulla a che fare con i fondi, sono commissioni che si pappano i distributori,
basta scegliere quelli che non se le pappano, e ve ne sono parecchi, praticamente tutti quelli on line.

2) falso,
in realtà di fondi attivi ve ne sono davvero pochi, diciamo il 2% del totale dei fondi, è ovvio quindi che il 98%, quelli passivi, fa peggio del benchmark (quello che sarebbe il vero benchmark, perchè spesso i fondi si scelgono benchmark di comodo);
siccome tu parli di fondi attivi, allora posso dire che la metà dei fondi attivi batte il benchmark.
Come dire quindi che se vogliamo selezionare solo fondi attivi, che battono il benchmark, possiamo disporre solo dell'1% del totale dei fondi.

3) vero,
con la distinzione importante, che se sono fondi attivi e battono il benchmark, ne hanno diritto, se lo sono meritato ed è giusto;
se invece battono il benchmark solo perchè se lo sono scelto di comodo (come la maggioranza fa) è una truffa (Anima docet).

4) falso,
esiste un parametro che si chiama TER che somma i costi del fondo,
è obbligatorio pubblicarlo nella scheda ufficiale,
li c'è scritto il costo reale totale del fondo,
la stramaggiorparte dei fondi costa molto meno del 5%.

5) Verissimo.
 
Scorpius ha scritto:
5% di spese di gestione non e' poco.
Magari puo' anche essere giustificato, dipende dal prodotto.
Vedo che cominci a capire,bene
Non c'è bisogno di fare 20 post
E' semplicissimo
Costo di gestione 5% ancora non ci siamo arrivati

La differenza tra TER del fondo negoziabile (ETF) è quello
tradizionale l'ho fissata al 2.5% anno.Se si è investiti di meno diminuisce
Le commissioni al 0,19%
Lo spread al 0,12% (suppongo sotto media)
Quindi ogni roud trip su ETF costa 0.5% ed è facile riassorbire la differenza tra TER


Ti faccio anche notare che le società di gestione degli ETF
e dei fondi tradizionali sono spesso parenti ed il mondo finanziario non morirebbe certo di fame
se esistessero solo ETF
Infatti gli intermediari si rifanno ampiamente con le commissioni di negoziazione e gli istituzionali con l'attività di market maker

Il giorno che ci fossero le condizioni in termini di sottostanti
è costi si potrà implementare un ADM con ETF,al
momento non è possibile
 
alan1 ha scritto:
Giacchè scrivi con la determinazione di chi sa :rolleyes: :no: :no: , e invece non sai nulla :rolleyes:
per evitare che qualcuno ci creda e ne abbia danni:

1) falso,
le commissioni di ingresso uscita non hanno nulla a che fare con i fondi, sono commissioni che si pappano i distributori,
basta scegliere quelli che non se le pappano, e ve ne sono parecchi, praticamente tutti quelli on line.... :no: :no: :no: :no: .



2) falso,
in realtà :yes: di fondi attivi ve ne sono davvero pochi, diciamo il 2% del totale dei fondi, è ovvio.. :no: :no: :no: quindi che il 98%, quelli passivi, fa peggio del benchmark.... :eek: (quello che sarebbe il vero benchmark, perchè spesso i fondi si scelgono benchmark di comodo... :eek: );
siccome tu parli di fondi attivi, allora posso dire che la metà :rolleyes: dei fondi attivi batte il benchmark.Come dire quindi che se vogliamo selezionare solo fondi attivi, che battono il benchmark, possiamo disporre solo dell'1% del totale dei fondi.... :yes: ;) .

3) vero,
con la distinzione importante, che se sono fondi attivi e battono il benchmark, ne hanno diritto, se lo sono meritato ed è giusto;
se invece battono il benchmark solo perchè se lo sono scelto di comodo (come la maggioranza fa) è una truffa :( :eek: :angry: (Anima docet).

4) falso,
esiste un parametro che si chiama TER che somma i costi del fondo,
è obbligatorio pubblicarlo nella scheda ufficiale :mmmm: :mmmm: :mmmm: ,
li c'è scritto il costo reale totale del fondo,
la stramaggiorparte dei fondi costa molto meno del 5%.... :confused: .

5) Verissimo.


E' chiaro che tu per quanto preparato ti dimostri nei fatti parte interessata al contrario di me e di tanti altri di preparazione inferiore ma senza alcun dubbio fuori dalle parti

Chi consiglia ai nuovi arrivati come me di inscriversi a un altro forum e poi a un club che e' soggetto a restrizioni e condizioni e pubblicizza una convenzione con una sola banca ............ :rolleyes:

Quale sia il vostro interesse non mi interessa ma di fatto e' innegabile e reale
Fosse anche a scopo gratuito e benefico e' pur sempre un interesse


A prescindere che riconosco il vostro valore e l'aiuto che date sul Fol

Come ti permetti di parlare di truffa ??

Fate tanto i raffinati e i permalosi e poi ...vi permettete di dare dei truffatori alle sgr ..sicav .....gestori ... :no: :no: :no:


La maggior parte dei fondi on line ha commissioni d'ingresso(chi si prende i soldi e' marginale ) e vengono definiti attivi il 98% dei fondi e non il contrario altrimenti non esisterebbero gli etf ..... lo scrivono tutti i giornali ....le associazioni dei consumatori ....in modo chiaro e netto arrivano persino a scrivere che il risparmio gestito distrugge ogni anno miliardi di euro .... :rolleyes:

Io non sono un esperto ne' ho qualifiche e vivo al 100% fuori dal mondo finanziario nel suo senso piu' completo ,posso commettere errori e scrivo in buona fede riconoscendo (come nel caso con Pek ) errori e ringraziando chi mi fa notare di essere in errore o di non aver conteggiato importanti aspetti

Perche' allora solo tu e Giuppy mi avete preso di mira ??
Il tempo per fare questo lo trovate .......o sbaglio ??

Ho ribadito quanto da voi pubblicamente riconosciuto qual'e' il problema ??

Non devo fondare club e non devo fare convenzioni con siti o banche ,voglio soltanto scrivere cio' che vedo e penso dicendo la mia con liberta' ,rispettando tutto e tutti


Andiamo avanti ......vi ricordo che qui si dovrebbe parlare di un'importante questione :

E' o non e' l'inizio di un trend al ribasso di medio periodo ??

Capisco che nel rispondere non ci si guadagni nulla ma questo importa a tanti di noi non esperti e pur non avendo certezze ho scritto chiaramente cosa penso al riguardo
 
Ultima modifica:
Scorpius ha scritto:
E' chiaro che tu per quanto preparato ti dimostri nei fatti parte interessata al contrario di me e di tanti altri di preparazione inferiore ma senza alcun dubbio fuori dalle parti

Falso,
io non ho nessun degli interessi cui alludi,
sei tu che lo dici, perchè sei superficiale e non indaghi prima di parlare preferendo raggiungere verdetti basati sul tuo fiuto personale anziche fare un'indagine approfondita.
Io sono quì da 6 anni, e mi conoscono tutti i vecchi frequentatori,
prova a chiedere il loro parere prima di pronunciarti.

Scorpius ha scritto:
Quale sia il vostro interesse non mi interessa ma di fatto e' innegabile e reale
Fosse anche a scopo gratuito e benefico e' pur sempre un interesse

E allora ?
Anche un missionario ha un interesse (diverso dal mio sia chiaro).

Il mio interesse oltre che didattico è creare una associazione di molti investitori con la quale poter contrattare con le banche da un punto di forza.

Scorpius ha scritto:
Come ti permetti di parlare di truffa ??

Fate tanto i raffinati e i permalosi e poi ...vi permettete di dare dei truffatori alle sgr ..sicav .....gestori ... :no: :no: :no:

Io mi permetto perchè l'ho dimostrato coi fatti in thread vecchi.

Ribadisco che il sistema del risparmio gestito è una cosa truffaldina (in senso morale non legale)

Scorpius ha scritto:
La maggior parte dei fondi on line ha commissioni d'ingresso(chi si prende i soldi e' marginale ) e vengono definiti attivi il 98% dei fondi e non il contrario altrimenti non esisterebbero gli etf ....ci arriva anche un bambino e chiunque non accecato da interessi personali ..... lo scrivono tutti i giornali ....le associazioni dei consumatori ....in modo chiaro e netto

Io non sono un esperto ne' ho qualifiche e vivo al 100% fuori dal mondo finanziario nel suo senso piu' completo ,posso commettere errori e scrivo in buona fede riconoscendo (come nel caso con Pek ) errori e ringraziando chi mi fa notare di essere in errore o di non aver conteggiato importanti aspetti

E' vero non sei un esperto, infatti scrivi stro.n.zate,
figuriamoci cosa me ne frega di cosa dicono i giornali,
a me interessa la verità.

Io invece mi ritengo un esperto,
e credo di averlo dimostrato e poterlo dimostrare,
per questo parlo con fermezza.

Scorpius ha scritto:
Perche' allora solo tu e Giuppy mi avete preso di mira ??
Il tempo per fare questo lo trovate .......o sbaglio ??

Al contrario,
sei tu che scrivi cose su argomenti che non conosci,

io sto solo dicendo che sei impreparato a scrivere queste cose e che faresti meglio a studiare prima di pronunciarti pubblicamente.

Scorpius ha scritto:
Non devo fondare club e non devo fare convenzioni con siti o banche ,voglio soltanto scrivere cio' che vedo e penso dicendo la mia con liberta' ,rispettando tutto e tutti

Tu non rispetti la verità,
scrivi cose sballate in modo sballato.


Scorpius ha scritto:
Andiamo avanti ......vi ricordo che qui si dovrebbe parlare di un'importante questione :

E' o non e' l'inizio di un trend al ribasso di medio periodo ??

Capisco che nel rispondere non ci si guadagni nulla ma questo importa a tanti di noi non esperti e pur non avendo certezze ho scritto chiaramente cosa penso al riguardo


Ti sbagli ancora una volta,
ci sono altre sezioni del Fol per parlare di tattica,
quà si parla di approcci strategici di lungo periodo,
quà non ci si diverte a fare i guru che indovinano il futuro,

quà studiamo il mercato nella sua interezza e cerchiamo di sfruttarlo statisticamente, usufruendo di tutti gli strumenti che possiamo reperire.

siamo investitori e non trader.


Ciò non toglie che alcuni di noi possano frequentare altri forum e usare una parte del loro portafoglio per fare trading.
 
perchè non ci diamo un taglio a questa 'discussione' e ognuno per la sua strada..?
 
$o$ ha scritto:
perchè non ci diamo un taglio a questa 'discussione' e ognuno per la sua strada..?

La strada e' comune .......per tutti e' la ricerca del miglior prodotto o strategia in termini di rischio e rendimento atteso ...timing ...ecc. Alan1 sicuramente sa spiegare meglio (se vuole ..quando ha tempo )

Poi ci sono le persone indipendenti poco preparate e le persone molto preparate ma con interessi come dire "particolari "

Io non ho nulla da dire e sorvolo su tutto se non vengo attirato con metodi che ritengo non appropriati verso nuovi servizi
In effetti hai ragione e' tempo di darci un taglio ......c'e' poco da aggiungere ....da una parte ci sono io che non capisco un capzo e dall'altra ci sono loro che capiscono tutto mi sembra chiaro

Mi sembra tutto chiarissimo ............
 
alan1 ha scritto:
Falso,

Anche un missionario ha un interesse (diverso dal mio sia chiaro).

Il mio interesse oltre che didattico è creare una associazione di molti investitori con la quale poter contrattare con le banche da un punto di forza.

Ribadisco che il sistema del risparmio gestito è una cosa truffaldina (in senso morale non legale)

E' vero non sei un esperto, infatti scrivi stro.n.zate,
figuriamoci cosa me ne frega di cosa dicono i giornali,
a me interessa la verità.



Tu non rispetti la verità,
scrivi cose sballate in modo sballato
.


Sei andato all'aceto ,rispetto l'uomo e per primo lascio perdere ...non credo ci sia altro d'aggiungere

Hai affondato il coltello in preda a una crisi d'isteria alzando i toni e insultandomi lasciando poco spazio a un contradditorio civile ..ne prendo atto

Rispetto, al contrario di te la buona educazione e non rispondo a questi atteggiamenti che poco si addicono a una persona intelligente e preparata come te

Avrai i tuoi buoni motivi per difendere il tuo vero obbiettivo che io credo sia quello di far crescere al piu' presto la tua associazione e i clienti di IW a cui sei collegato per spuntare un contratto vantaggioso per tutti

Cio' non ti permette di fregartene di me ,dei giornali ,degli economisti delle associazioni dei consumatori e dell'esperienza negativa di tanti risparmiatori

Il lato grottesco e' che abbiamo detto per il 90% le stesse cose ma a voi non andata giu' che io abbia rimarcato il vostro particolare interesse

Un consiglio qui (qualificato ) e un consiglio la' ..nella speranza di convincere qualcuno di noi verso il tuo vero obbiettivo .....l'associazione come la chiami te............. .il club

Non ho motivi per non credere alle tue buone intenzioni ma continuo a ritenerlo poco professionale per un esperto del tuo livello

Lo dico sopratutto agli altri e non a te e' innegabile che io abbia molto da imparare e da capire ma non serve una laurea in legge per capire se l'avvocato (che la conosce molto bene ) stia facendo i nostri o i suoi interessi

Io a certi aspetti dell'etica ci tengo molto ....preferisco rinunciare a preziosi consigli .....potevo star zitto ....farmi gli affari miei ma non l'ho fatto perche' se tutti si ponessero le giuste domande in ogni sede e momento della loro vita vivremmo sicuramente in un mondo migliore e non solo nel mondo finanziario

Non riguarda te ...Alan1 ma e' evidente che nuovi lupi attraverso lo sgretolamento del vecchio regime (banche ,ecc ecc ) hanno l'unico scopo di prendersi anche loro una fetta della torta e non lo fanno per il bene dell'investitore che non capisce un capzo come me

Auguro comunque a te e alla tua iniziativa ogni successo ......

ciao :)
 
Scorpius ha scritto:
Auguro comunque a te e alla tua iniziativa ogni successo ......

ciao :)


Grazie,

qualche successo comunque l'abbiamo già avuto,
abbiamo scelto IW perchè è stata quella che ci offriva più ascolto (oltre a essere la più completa),

abbiamo fatto eliminare le commissioni su alcuni fondi che ancora le avevano,
abbiamo fatto allargare le gamme esistenti,
abbiamo fatto acquisire nuove gamme che ci interessavano,
stiamo chiedendo e credo che otterreme nuove acquisizioni di quei fomosi fondi che appartengono allì1%,
abbiamo qualche vantaggio economico,
abbiamo fatto un incontro presso la sede a spese di IW.

Abbiamo implementato 7 strategie che in 2 anni di storico reale e gratuito (compresi i segnali puntualmente immessi ogni santo giorno senza mai una dimenticanza) hanno fatto tutte bene, alcune ottimamente.

Abbiamo una sezione interna didattica dove spieghiamo un sacco di cose che non si leggono da nessuna parte-

Aiutiamo gratuitamente i soci per la scelta delle strategie e dei portafogli, in IW e fuori IW, e nessuno si è mai lamentato dei risultati.

E' in programma molto altro e lo porteremo a termine se l'ultimo arrivato non rompe le scatole senza sapere tutto ciò che che dietro.

I soci non hanno mai sborsato un €, trovami un solo socio (sono più di 100 e abbiamo più di 2 anni di storia più uno di preparazione ben conosciuto e vissuto da tutti) che si sia mai lamentato, che abbia mai messo in dubbio la nostra buona fede, che abbia mai presunto qualche malaffare o interesse strano, che una volta socio abbia mai sofferto di mancanza di trasparenza.
 
E' una storia vecchia.
Trita e ritrita.

Non basta dire che nessuno sborsa per avere un servizio.

Posso aprire gratuitamente una mailbox su yahoo.
Posso accedere ai servizi di yahoo o di morningstar o di altri gratuitamente
Posso accedere gratuitamente a buona parte dei servizi su internet.
Ma nessuno venga a dire che dietro tutto questo non ci sono attività commerciali solo per il fatto che nessun utente sborsa.

Chi fornisce tali servizi lo fa per uno scopo ben preciso:
1) Possibilità di ottenere royalties dai gestori.
2) Possibilità di far pagare pubblicità ai gestori.
3) Possibilità di ottenere condizioni a proprio favore da istituti di credito.
4) Possibilità di sostenere di gestire un sito finanziario con centinaia di soci e legittimarsi presso terze parti
.......

Tutto è gratis e nulla è gratis.
Il problema non è di chi si fa pubblicità nel FOL.
Il problema è di chi lo consente in forma ingannevole.
Finchè chi gestisce il FOL lo consente è logico che chiunque ne possa approfittare.

Nell'altro forum in cui scrive su InvestireOggi.it ad ogni post di Alan1 (non so se in automatico o meno) viene sistematicamente aggiunto in coda l'espressione "Attenzione, chi scrive potrebbe essere DIRETTAMENTE INTERESSATO agli strumenti finanziari oggetto di analisi."
Mi sembra il minimo.
Per etica e soprattutto buon gusto.

Qui no.
La differenza sta tutta qui.
 
Ultima modifica:
Scorpius ha scritto:
Un consiglio qui (qualificato ) e un consiglio la' ..nella speranza di convincere qualcuno di noi verso il tuo vero obbiettivo .....l'associazione come la chiami te............. .il club

Questo non lo puoi dire
Alan scrive dal 2000,il club è nato nel 2004
Vai a rileggere tutti gli interventi dal 2004 poi vediamo

Scorpius ha scritto:
Lo dico sopratutto agli altri e non a te e' innegabile che io abbia molto da imparare e da capire ma non serve una laurea in legge per capire se l'avvocato (che la conosce molto bene ) stia facendo i nostri o i suoi interessi

Ritengo il club un'interessante opportunità per qualsiasi investitore,sia pratica sia di crescita culturale
Portando a conoscienza questa iniziativa si fanno principalmente gli interessi di tutti
I soci hanno interesse a far crescere il club e a migliorarne
il potere contrattuale,i nuovi ne acquistano di colpo i tutti vantaggi
Lo scambio è inevitabilmente a favore dei nuovi
Se tu sei da solo e ti interessa un fondo puoi provare a chiederlo,ma con la prospettiva di investire 10000 euro nessuno ti dà retta
Se invece la richiesta viene da un gruppo di 100+1
le cose cambiano.Per me che sono nei cento mi fa piacere
arrivare a 101 ma finchè non arriviamo,per esempio a 200,le cose cambiano poco
Tutto questo tralasciando il valore finanziario delle strategie e la didattica
Quindi sei io, o altri,ciatiamo il club lo facciamo principalmente per loro interesse
Interesse coincidente con il mio certo,ma con utilità marginale non confrontabile
Alcuni aderiranno,altri no,ma io ho fatto il massimo con il minomo sforzo
Anche se cito un esempio di strategia, se permetti,mi riesce più semplice il link ad un forum
che è a tutti gli effetti pubblico

Il club è gratuito e non impone alcun vincolo di partecipazione o investimento minimo
Questo permette di capire con calma le strategie e le proprie esigenze
Si parte da un patrimonio comune,anche a questo serve il forum didattico
E' molto più semplice capirsi
Questo è impossibile su un forum pubblico
Tu stesso lo dimostri visto che appena arrivato pretendi qualcosa senza studiare
la storia del forum.
In affetti è difficile ricostrire qualcosa dai frammenti di post
sparsi su più anni


L'obiettivo è migliorare l'offerta e l'operatività su strumenti indispensabili per le strategie proposte,le convenzioni economiche sono marginali
I miglioramenti ottenuti sono sfruttabili da tutti i clienti IW,per via indiretta anche clienti di altre banche che inseguissero la concorrenza
Quindi sei io, o altri,ciatiamo il club lo facciamo principalmente per loro interesse

Non tento nemmeno di quantificare lo sforzo di progettazione,monitoraggio,sviluppo delle strategie:
primi passi per l'applicazione pratica dei modelli che sono alla base di alcune di esse risalgomo
almeno al 2002.
Parliamo di cose pratiche:l'aggiornamento quotidiano delle strategie richiede fino ad un'ora
di tempo la sera dal lunedì al venerdì
In questi 2 anni il "poco etico" alan ha perso questo tempo e si è preso la responsabilità
di aggiornare i segnali
Hai idea di quante volte i fornitori dati hanno saltato l'aggiornamento o peggio hanno fornito
dati sballati?
Hai idea di quante volte si sono evitati errori?

Chi fa gli interessi di chi?
Cosa c'è di non etico?

Non voler condividere pubblicamente anni di studi teorici(ben prima del 2002) e cercare un
filtro per poter comunque condividerne i risultati è non etico?
Creare un forum didattico di sola lettura per cercare di spiegare quei risultati e non ripetere
le stesse cosetutti i giorni ad ogni nuovo arrivato?
Rifiutarsi di vedere nuovamente il proprio lavoro distorto e sfruttato commercialmente quando lo
si pubblica liberamente e deprecabile?
E' successo già,non è etico tutelare il proprio studio?


E hai il coraggio di rinfacciare a qualcuno di non voler perdere giornate ad analizzare ogni richiesta?
Giuppy ha perso del tempo è ha avuto l'onestà di avvertirti dei limiti del proggetto
Tu lo accusi di farsi pubblicità e sprechi un ottimo asset
Scorpius ha scritto:
Io a certi aspetti dell'etica ci tengo molto ....preferisco rinunciare
a preziosi consigli .....potevo star zitto ....farmi gli affari miei ma non l'ho fatto

perche' se tutti si ponessero le giuste domande
in ogni sede e momento della loro vita vivremmo sicuramente in un mondo migliore e non solo nel mondo finanziario

E' etico insinuare con decine di mezze frasi lasciate in sospeso tutto e niente?
Le insinuazioni possono sottointendere mancanza di etica come illeciti penali
Non avevo mai sentito di etiche illazioni :confused:
Poi ti lamenti se ti rispondono in modo secco :rolleyes:

E' corretto iscriversi ad un forum e pretendere che ti sia spiegato tutto,anni di post?
Con una semplice funzione cerca mi avresti evitato questa
risposta e tanto veleno ingiustificato
Ma tanto è inutile fra un paio di mesi si presentera un nuovo Scorpius,pronto a
salvare il mondo dai nick nebulosi e la storia ricomincia :wall:
 
Performer ha scritto:
Nell'altro forum in cui scrive su InvestireOggi.it ad ogni post di Alan1 (non so se in automatico o meno) viene sistematicamente aggiunto in coda l'espressione "Attenzione, chi scrive potrebbe essere DIRETTAMENTE INTERESSATO agli strumenti finanziari oggetto di analisi."
Mi sembra il minimo.
Per etica e soprattutto buon gusto.

Qui no.
La differenza sta tutta qui.

In effetti ho provato a mettere la firma automatica anche quì,
ma non ci sono riuscito,

se mi dite come si fa la metto subito.



Non c'è infatti alcun dubbio che io abbia interessi nell'ambito della finanza,
anche se non sono quelli coincidenti con le insinuazioni che ricevo.
 
alan1 ha scritto:
In effetti ho provato a mettere la firma automatica anche quì,
ma non ci sono riuscito,

se mi dite come si fa la metto subito.

Non c'è infatti alcun dubbio che io abbia interessi nell'ambito della finanza,
anche se non sono quelli coincidenti con le insinuazioni che ricevo.

Io cosa ho scritto ?? Quali basse insinuazioni ?? Non diciamolo neanche per scherzo io caro ragazzo vengo dalla strada dalla gavetta non sono un chimico ma riconosco l'oro dall'ottone .. ;)

Io se fossi un esperto che guadagna costantemente sul mercato e sa il fatto suo non cercherei di fare entrare cani e porci in un club pur di raggiungere determinati scopi ....parere personale niente di male ...contenti voi e che mi stanno sul capzo le mezze frasi il dire e il non dire finalizzato poi a uno scopo ben preciso ......ci vuole tanto a capirlo ...ue' stratega ci sei o ci fai ??

Con me ...avete fatto esattamente questo ...mi avete detto vai sul forum ..senza dirmi tutto il resto .........avresti il coraggio di negarlo ??
Andiamo a riprendere i primi post ??


Nel mio lavoro ,da dipendente essendo bravino sono diventato imprenditore indipendente collaboro ovviamente con altre persone ma non cerco per strada e per i svariati forum dei soci ...per avere potere contrattuale

Mai visto fare il contrario ........il bravo che cerca un socio strampalato e digiuno della professione .........o sbaglio ??

Per questo esistono forme molto piu' chiare e limpide .....associandosi ad esempio con concorrenti di pari livello professionale e non reclutando la nonna provvista di una email

Se voglio aiutare gli altri lo faccio a mia discrezione senza condizioni e senza interessi ...questa e' la mia view ........ OK!

Adesso arrangiatevi ripeto andate avanti armata brancaleone (simpaticamente :) ) e in bocca al lupo .

Usciamone adesso pero' da questo discorso a da sto club del ............ :bow:
non sono qui per parlare di Voi


Ho fatto una scelta sono uscito dal mercato e voglio capire se devo rimanere fuori o rientrare e come e dove ..... :wall: .......long o short



Ripeto molti bravi a cui faccio riferimento(tutto gratis e senza condizioni ) per le mie scelte finanziarie hanno concordato che sia stata una scelta felice uscire dal mercato giovedi ' mattina ..... OK!
 
Scusa Scorpius ma anzichè menarla con questo dentro e fuori non è più semplice costruire un buon portafoglio equilibrato e mantenere una piccola (diciamo 5-10%) quota di liquidità per utilizzarla come fonte per l'acquisto di opzioni o certificati a copertura del portafoglio nelle fasi che tu ritieni critiche?

La logica o long o short è tipica del trader e non dell'investitore.

Chi investe lo fa in un'ottica di lungo periodo e al massimo si copre nelle fasi in cui il mercato presenta un'elevata rischiosità.
Come dire che ti metti sul letto la trapuntina quando cominci a sentire un pò freddino.
Poi lunghezza e spessore della trapuntina sono un fatto assolutamente personale e dipendente dalla "delicatezza dell'epidermide".

Il problema come lo poni tu in questa sezione del FOL non interessa.
Se invece lo poni in quelle sui Futures o sui Mercati Italiano/europeo troverai molti profeti sicuri di darti la risposta del secolo.

Se poi devo proprio dirla tutta, ti dirò che non ha mai senso anticipare il mercato ( a meno di non voler fare trading estremo) per cui ti consiglio di non andare mai short prima che sia stata perforata al ribasso la media a 200 giorni del sottostante. (In questo momento solo sul Nasdaq ci siamo vicini).
 
Ultima modifica:
Pek ha scritto:
Questo non lo puoi dire
Alan scrive dal 2000,il club è nato nel 2004
Vai a rileggere tutti gli interventi dal 2004 poi vediamo

Ritengo il club un'interessante opportunità per qualsiasi investitore,sia pratica sia di crescita culturale
Portando a conoscienza questa iniziativa si fanno principalmente gli interessi di tutti
I soci hanno interesse a far crescere il club e a migliorarne
il potere contrattuale,i nuovi ne acquistano di colpo i tutti vantaggi
Lo scambio è inevitabilmente a favore dei nuovi
Se tu sei da solo e ti interessa un fondo puoi provare a chiederlo,ma con la prospettiva di investire 10000 euro nessuno ti dà retta
Se invece la richiesta viene da un gruppo di 100+1
le cose cambiano.Per me che sono nei cento mi fa piacere
arrivare a 101 ma finchè non arriviamo,per esempio a 200,le cose cambiano poco
Tutto questo tralasciando il valore finanziario delle strategie e la didattica
Quindi sei io, o altri,ciatiamo il club lo facciamo principalmente per loro interesse
Interesse coincidente con il mio certo,ma con utilità marginale non confrontabile
Alcuni aderiranno,altri no,ma io ho fatto il massimo con il minomo sforzo
Anche se cito un esempio di strategia, se permetti,mi riesce più semplice il link ad un forum
che è a tutti gli effetti pubblico

Il club è gratuito e non impone alcun vincolo di partecipazione o investimento minimo
Questo permette di capire con calma le strategie e le proprie esigenze
Si parte da un patrimonio comune,anche a questo serve il forum didattico
E' molto più semplice capirsi
Questo è impossibile su un forum pubblico
Tu stesso lo dimostri visto che appena arrivato pretendi qualcosa senza studiare
la storia del forum.
In affetti è difficile ricostrire qualcosa dai frammenti di post
sparsi su più anni


L'obiettivo è migliorare l'offerta e l'operatività su strumenti indispensabili per le strategie proposte,le convenzioni economiche sono marginali
I miglioramenti ottenuti sono sfruttabili da tutti i clienti IW,per via indiretta anche clienti di altre banche che inseguissero la concorrenza
Quindi sei io, o altri,ciatiamo il club lo facciamo principalmente per loro interesse

Non tento nemmeno di quantificare lo sforzo di progettazione,monitoraggio,sviluppo delle strategie:
primi passi per l'applicazione pratica dei modelli che sono alla base di alcune di esse risalgomo
almeno al 2002.
Parliamo di cose pratiche:l'aggiornamento quotidiano delle strategie richiede fino ad un'ora
di tempo la sera dal lunedì al venerdì
In questi 2 anni il "poco etico" alan ha perso questo tempo e si è preso la responsabilità
di aggiornare i segnali
Hai idea di quante volte i fornitori dati hanno saltato l'aggiornamento o peggio hanno fornito
dati sballati?
Hai idea di quante volte si sono evitati errori?

Chi fa gli interessi di chi?
Cosa c'è di non etico?

Non voler condividere pubblicamente anni di studi teorici(ben prima del 2002) e cercare un
filtro per poter comunque condividerne i risultati è non etico?
Creare un forum didattico di sola lettura per cercare di spiegare quei risultati e non ripetere
le stesse cosetutti i giorni ad ogni nuovo arrivato?
Rifiutarsi di vedere nuovamente il proprio lavoro distorto e sfruttato commercialmente quando lo
si pubblica liberamente e deprecabile?
E' successo già,non è etico tutelare il proprio studio?


E hai il coraggio di rinfacciare a qualcuno di non voler perdere giornate ad analizzare ogni richiesta?
Giuppy ha perso del tempo è ha avuto l'onestà di avvertirti dei limiti del proggetto
Tu lo accusi di farsi pubblicità e sprechi un ottimo asset


E' etico insinuare con decine di mezze frasi lasciate in sospeso tutto e niente?
Le insinuazioni possono sottointendere mancanza di etica come illeciti penali
Non avevo mai sentito di etiche illazioni :confused:
Poi ti lamenti se ti rispondono in modo secco :rolleyes:

E' corretto iscriversi ad un forum e pretendere che ti sia spiegato tutto,anni di post?
Con una semplice funzione cerca mi avresti evitato questa
risposta e tanto veleno ingiustificato
Ma tanto è inutile fra un paio di mesi si presentera un nuovo Scorpius,pronto a
salvare il mondo dai nick nebulosi e la storia ricomincia :wall:


Come suo solito :) ,

Pek è riuscito ad esprimere con parole semplici ed efficaci ciò che anche io penso (e credo ci siano
parecchi altri silenziosi di questo avviso...)
Sono un "clubbista" delle origini, e non smetterò mai di ringraziare Giuppy, Alan, Pek e tutto il Team per il
fantastico lavoro fatto, che stanno facendo e che hanno promesso di fare... :bow:
Da loro ho imparato e ricevuto moltissimo, senza che mi venisse chiesto nulla in cambio: ciò mi ha
evitato errori costosi e notti insonni, eventi tutt'altro che rari a chi come me ha approcciato il mondo del
fai da finanziario in piena euforia da mille bolle blu.
Certo, prima di dar loro fiducia mi sono letto qualche centinaio di post, ho cercato, valutato, fatto piccoli
passi, chiesto... il minimo indispensabile quando è in gioco una cosa così importante come i propri risparmi.
Un problema c'è, e non da poco:
mi sento in debito, tremendamente in debito nei confronti di questi "ragazzi", e purtroppo so che non riuscirò
mai ha sanarlo :( .
Resto quindi piuttosto basito quando leggo periodicamente interventi carichi di diffidenza, insinuazioni,
che non portano a nulla... lo trovo uno spreco di energie mentali simile a chi passa la serata a guardarsi i
reality.
Un piccolo appunto per il Team :angry: : non perdete il vostro prezioso tempo a rispondere a certi post, dovreste ormai
avere sviluppato la sensibilità per capire se chi interviene vuole costruire qualcosa o soltanto "begare" ;) .

ciao :)
 
Opinioni diverse aiutano a vivere in un mondo migliore ....... :)

L'importante e' non avere la cosa di paglia ed accettare un sereno confronto

ciao :)
 
ecco confermato quanto ho affermato alcuni giorni fa....modestamente.... :D

I mercati azionari si stanno riavvicinando ai valori massimi raggiunti nel 2000. Chi ha investito allora in Borsa, solo oggi si trova con un capitale paragonabile a quello di partenza (ammesso che avesse avuto la pazienza di tenere duro). Si tratta quindi di un risultato negativo per i fan delle azioni. Un investimento alternativo che avesse reso il 5% annuo con certezza, possibilità facile da trovare a inizio del 2000, avrebbe ora garantito al detentore un capitale del 30% superiore a quello iniziale. L'inizio del nuovo millennio ha quindi messo a dura prova la fede di chi ritiene la Borsa il miglior investimento possibile nel lungo periodo. In realtà la situazione è migliore di quanto venga percepita. Se teniamo conto dei dividendi distribuiti nell'ultimo quinquennio, ed ipotizziamo di averli reimpiegati nei mercati azionari stessi, il valore complessivo dell'investimento è da qualche tempo superiore ai massimi del 2000. Il Dow Jones, ad esempio, aveva aperto il 2000 a 11.700 punti e si trova ora vicino a quel livello, ma tenendo conto dei dividendi reinvestiti era stato possibile riottenere il valore di inizio 2000 già nel dicembre del 2004. Leggermente più lento il recupero europeo, dove un investitore avrebbe dovuto aspettare sino alla fine del 2005.
Ma cosa è cambiato tra il 2000 e il 2006? All'inizio del 2000 il tasso d’interesse decennale negli Stati Uniti era superiore al 6,5%, circa 1,5% più di ora. Il decennale tedesco era quasi al 5,5%, anche in questo casa circa un punto e mezzo più di adesso. Dal punto di vista dell'opportunità offerta da impieghi alternativi, la situazione pare quindi più favorevole ora di un tempo al mercato azionario. L'inflazione era stata negli Stati Uniti del 3,4% nel 1999, proprio come nel 2005.
Il premio al rischio? E' una variabile molto difficile da misurare. All'inizio del 2000 l'immaginario collettivo aveva deciso che le azioni erano un'attività senza rischio. Qualcuno ricorderà il famoso Dow 30.000, il valore di equilibrio che era stato allora stimato per l'indice Dow Jones sulla base di un premio al rischio nullo. Una variabile che approssima la percezione del rischio economico è il differenziale tra rendimenti dei titoli BAA e rendimenti dei titoli AAA. Tale spread era 0,8% a inizio 2000, più o meno come ora.
Non tutto però è simile. La situazione ha alcune profonde differenze. La prima: gli utili prodotti dalle imprese negli Stati Uniti sono stati a inizio del 2006 superiori del 40% a quelli prodotti a inizio 2000. Il sistema produttivo negli Stati Uniti ha attuato un fortissimo incremento di efficienza. La seconda: i prezzi delle abitazioni negli Stati Uniti sono aumentati del 70% tra il 2000 ed oggi. La terza: la ricchezza delle famiglie, cresciuta del 25% negli ultimi 6 anni.
Ricapitolando: tassi di interesse più bassi, rischio simile, utili più elevati, ricchezza maggiore. Ci sono quindi tutti gli ingredienti per più elevati, molto più elevati, prezzi azionari. Prezzi che invece non si sono materializzati, e che ancora oggi tendono a crescere in modo molto timido. Gli investitori quindi temono qualche cosa, temono forse che un periodo così bello non possa durare per sempre. Temono forse un nuovo 11 settembre. Forse più realisticamente temono che molte cartucce siano state già sparate nell'incredibile recupero. Sanno che il tasso di risparmio non potrà durare a lungo ad un valore negativo. Sanno che gli Stati Uniti dovranno prima o poi riassorbire il loro enorme disavanzo commerciale.
Si può quindi essere ottimisti pensando al presente e pessimisti guardando al futuro. Si può pensare che il mercato azionario sia sottovalutato sulla base delle differenze tra 2000 e 2006, oppure si può pensare che gravi elementi di rischio gravino sul futuro. Nella scelta concreta, si può essere realistici, come molti investitori fanno: cavalcare l'onda, sino a quando questa non incontrerà la terra ferma. Sperando di non aver cavalcato uno tsunami.
(Prorettore Università Bocconi)

ANDREA BELTRATTI
 
Indietro