analisi ciclica

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
  • SONDAGGIO: Potrebbe interessarti una sezione "Trading Sportivo"?

    Ciao, ci piacerebbe sapere se potrebbe interessarti l'apetura di una nuova sezione dedicata unicamente al trading sportivo o betting exchange. Il tuo voto è importante perchè ci consente di capire se vale la pena pianificarla o no. Per favore esprimi il tuo voto, o No, nel seguente sondaggio: LINK.
    Puoi chiudere questo avviso premendo la X in alto a destra.

    Staff | FinanzaOnline

xrobot

Nuovo Utente
Registrato
3/1/12
Messaggi
27
Punti reazioni
1
Vedo tanti libri in giro sull' analisi ciclica ( io ne ho letti solo un paio ma non mi hanno convinto affatto).
Cioè voglio dire: prevedere l' andamento di un ciclo, vuol dire prevedere anche l' andamento del titolo... quindi che senso ha ?

Nessuno può sapere quanto saranno "larghi" i cicli, quando ci sarà il massimo del ciclo e quando ci sarà il minimo del ciclo. Inoltre, se vogliamo essere coerenti con gli "analisti ciclici", un grafico è formato da infiniti cicli che si sovrappongono e si influenzano tra di loro... quindi anche se riuscissimo a trovare il famoso ciclo regolare a 3 mesi ( ad esempio ), non sarebbe comunque molto utile perchè ci sono infiniti cicli che influenzano quello a 3 mesi e che non conosciamo.

Voi che ne pensate ?
 
che qualche alchimia bisogna inventarcela per avere l'illusione di avere successo nel trading.
 
Vedo tanti libri in giro sull' analisi ciclica ( io ne ho letti solo un paio ma non mi hanno convinto affatto).
Cioè voglio dire: prevedere l' andamento di un ciclo, vuol dire prevedere anche l' andamento del titolo... quindi che senso ha ?

Nessuno può sapere quanto saranno "larghi" i cicli, quando ci sarà il massimo del ciclo e quando ci sarà il minimo del ciclo. Inoltre, se vogliamo essere coerenti con gli "analisti ciclici", un grafico è formato da infiniti cicli che si sovrappongono e si influenzano tra di loro... quindi anche se riuscissimo a trovare il famoso ciclo regolare a 3 mesi ( ad esempio ), non sarebbe comunque molto utile perchè ci sono infiniti cicli che influenzano quello a 3 mesi e che non conosciamo.

Voi che ne pensate ?

mia moglie ha un ritardo.
 
Dunque, sign. XRobot,

tu innanzitutto ti leggi gli scritti dell'ing. Migliorino, massima autorità mondiale in materia,

poi magari il libro di JM Hurst Profit magic of Stock Transaction Timing, avendo cura di capire per bene l'ultimo capitolo, dove si parla dei filtri e della Fourier transform.

a questo punto sei pronto per passare a qualcosa di più solido sui moti casuali.

Ti consiglierei il classico di Mortess e Peres Brownian Motion, una vera bibbia in materia. Per avere un insight più profondo, mi soffermerei soprattutto sul cap. VI dove si sviscera il concetto di local time e il Ray–Knight theorem.

Per finire, una scorsa ai testi di D. Sornette riguardanti i sistemi a dimensione non intera e le log-oscillazioni che accompagnano i fenomeni descritti da power-law.

Fatto tutto questo, ritorni e ne parliamo.

:)
 
Per il momento invece cosa hai letto?
 
Dunque, sign. XRobot,

tu innanzitutto ti leggi gli scritti dell'ing. Migliorino, massima autorità mondiale in materia,

poi magari il libro di JM Hurst Profit magic of Stock Transaction Timing, avendo cura di capire per bene l'ultimo capitolo, dove si parla dei filtri e della Fourier transform.

a questo punto sei pronto per passare a qualcosa di più solido sui moti casuali.

Ti consiglierei il classico di Mortess e Peres Brownian Motion, una vera bibbia in materia. Per avere un insight più profondo, mi soffermerei soprattutto sul cap. VI dove si sviscera il concetto di local time e il Ray–Knight theorem.

Per finire, una scorsa ai testi di D. Sornette riguardanti i sistemi a dimensione non intera e le log-oscillazioni che accompagnano i fenomeni descritti da power-law.

Fatto tutto questo, ritorni e ne parliamo.

:)

Mi unisco a Paolo! ;)
 
L'analisi ciclica serve per vedere se ci sono cicli regolari, e per alcuni, pochissimi sottostanti e per alcuni periodi ci sono.
Verificato che ci sono, si può sfruttarli, sperando che la regolarità continui.
Secondo me questo è l'unico uso che se ne può fare.
Quanto produttivo è tutto da verificare.
 
Dunque, sign. XRobot,

tu innanzitutto ti leggi gli scritti dell'ing. Migliorino, massima autorità mondiale in materia,

poi magari il libro di JM Hurst Profit magic of Stock Transaction Timing, avendo cura di capire per bene l'ultimo capitolo, dove si parla dei filtri e della Fourier transform.

a questo punto sei pronto per passare a qualcosa di più solido sui moti casuali.

Ti consiglierei il classico di Mortess e Peres Brownian Motion, una vera bibbia in materia. Per avere un insight più profondo, mi soffermerei soprattutto sul cap. VI dove si sviscera il concetto di local time e il Ray–Knight theorem.

Per finire, una scorsa ai testi di D. Sornette riguardanti i sistemi a dimensione non intera e le log-oscillazioni che accompagnano i fenomeni descritti da power-law.

Fatto tutto questo, ritorni e ne parliamo.

:)

Finora ho letto solo 2 libri sull' analisi ciclica tra cui quello di Migliorino. Darò un' occhiata anche a quelli da te citati però mi farebbe piacere sapere anche una tua opinione sull' analisi ciclica e se da buon risultati ( visto che li hai gia letti tutti ). :)

Per il momento invece cosa hai letto?

Sull' analisi ciclica finora ho letto: i cicli di borsa ( di Migliorino ) e Investire in Borsa ( di Giacomo Bruno ).

Prima di leggere tutti quei libri potresti fare un esperimento provando a usare due medie mobili semplici a 16 e 32 periodi su un grafico giornaliero a 10 e più anni.

Quando la media veloce taglia dal basso verso l'alto la media lenta, disegna una linea verticale sull'ultimo minimo relativo dei 16 giorni precedenti al crossover. L'importante è che, una volta avvenuto il crossover, la media veloce non deve tagliare dall'alto verso il basso la media lenta almeno nei 16 giorni successivi, altrimenti avremmo un whipsaw evitando quindi di disegnare quella linea verticale.

Lo puoi fare a mano e poi conti le barre giornaliere tra le linee verticali.

Dovrebbero emergere delle ciclicità passate e la loro durata media. Puoi condividere con noi le riflessioni in seguito.

Buon lavoro OK!

Ho provato a fare come dici con un paio di titoli ( fiat e enel ) ma non è emerso niente di ciclico, forse ho capito io male.
 
Mmmm io avrei provato con indice di borsa o commodity.

Cosa intendi per "niente di ciclico" ??

In generale, cosa intendi per "ciclico" ??

Che si ripete in modo più o meno regolare nel tempo e più o meno nello stesso modo.
 
Indietro