Analisi delle performance e Sharpe Ratio - critiche d'uso

Pastello

Nuovo Utente
Registrato
25/1/02
Messaggi
687
Punti reazioni
49
Nei giorni scorsi stavo leggendo un piccolo lavoro interno al nostro ufficio analisi, mi sembra interessante e lo condivido con chi può essere interessato.

In termini di valutazione delle performance e dei rischi di una attività speculativa o 'alternativa', quindi sia, ad esempio, un hedge fund o una posizione puramente speculativa, sembrano insufficienti gli strumenti utilizzati per valutare gli investimenti 'tradizionali'.

La metodologia più diffusa, per la valutazione delle performance/rischi delle realtà speculative, pare essere lo Sharpe Ratio (SR), letto come :

SR= (Rm(a)-R_free(a)) / Stdev(Rm(a))

dove

Rm(a) è il rendimento medio mensile annualizzato
e
R_free(a) è il rendimento risk-free annualizzato

Recentemente, però, pare prendere corpo una linea di pensiero che vede pesanti limiti (sia di natura concettuale che quantitativa) nell'utilizzo dello SR.

Intanto si fa strada il concetto di
reference dependence
dove si afferma che la StDev non riesce a catturare l'assimetria fisiologica nella reazione emotiva dell'investitore di fronte ai risultati (p.e. la reazione emotiva è diversa tra una minus di 10k euro e un gain di 10k euro).

Ma si ipotizza anche che la StDev non è considerabile un proxy del rischio in tutti quei casi dove gli investimenti NON possiedono una distribuzione simmetrica, e normale, dei rendimenti, come invece possono essere tutti queglii investimenti (p.e. asset diversificati) dove la distribuzione simmetrica è presente seppur con forza da verificare.

Addirittura si arriva ad isolare lo SR come frutto di un incompleta valutazione nel modello CAPM, il quale non è in grado di rappresentare il vero rischio rilevante di una realtà finanziaria al di fuori del rischio di mercato.

Il rischio, in sostanza, usando 'solo' la SR è quello di sottovalutare sistematicamente, e in misura imprecisabile, il rischio di un investimento generico con leva finanziaria superiore ad 1 o con compresenza di strategia di hedging / market neutral
e strategie direzionali.

Ma allora quale può essere lo strumento alternativo per valutare gli investimenti alternativi (scusare il giro di parole) ?

Negli ultimi 10 anni si è lavorato sulla Factor Analysis - Asset Based Style Analysis, già utilizzata dallo stesso Sharpe nel 1992. Una tecnica, questa, volta a scomporre al performance di una attività finanziaria nelle sue componenti primarie (dette sotto-rendimenti). A ogni sotto-rendimento appartiene uno specifico livello di correlazione con un definito benchmark (che in questo caso è il proxy di uno specifico stile di investimento).

Da questa considerazione di base, si è sviluppata la GMD-Generic Model Decomposition (vedi A.Weisman e J.Abernathy).

Il GMD, attraverso una ottimizzazione non-parametrica e non-lineare, abbina parametri quantitativi a qualitativi.

Prende in esame, per esempio, la correlazione con le tradizionali classi di investimento o alcuni moduli di rischio asimmetrico tipici delle options strategy. Ma anche, a livello qualitativo, il grado di utilizzo della leva finanziaria o i cambiamenti di tendenza nelle performance conseguita nel passato, i mesi di maggior profit o loss....

Riassumento, scopo della GMD è di derivare la funzione dei rendimenti periodi dello strumento analizzato, identificati attraverso un processo di segmentazione (scomposizione) del rischio/rendimento della performance nelle sue diverse tipologie di esposizione ai rendimenti stessi.

Il modello pare consentire di rendere nullo il problema di un track-record lungo e significativo sulla attività di trading, sufficientemente lungo da ricomprendere le diverse fasi di mercato verificabili.
Non solo, in presenza di serie lunghe, la GMD è in grado di simulare e analizzare il comportamento di un modello di trading anche in periodi non compresi nel proprio track record e con particolari volatility event.

Saluti.


Alcuni riferimenti:


The Danger of Historical hedge fund data - Weisman&Abernathy - Risks Book 2000


Links:

http://www.barclaygrp.com/info/library/research/20020502/Hill_measure_sharpe.pdf

http://www.barclaygrp.com/info/library/research/20020502/Hill_measure_sharpe.pdf

http://www.colepartners.com/downloads/DangerofHistoricalHedgeFundData.PDF

http://www.colepartners.com/downloads/DangerofHistoricalHedgeFundData.PDF
 
Indietro