Antelcat's Friends 16/01/2012

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
  • SONDAGGIO: Potrebbe interessarti una sezione "Trading Sportivo"?

    Ciao, ci piacerebbe sapere se potrebbe interessarti l'apetura di una nuova sezione dedicata unicamente al trading sportivo o betting exchange. Il tuo voto è importante perchè ci consente di capire se vale la pena pianificarla o no. Per favore esprimi il tuo voto, o No, nel seguente sondaggio: LINK.
    Puoi chiudere questo avviso premendo la X in alto a destra.

    Staff | FinanzaOnline

antelcat

HEAR THE MESSAGE
Registrato
17/8/01
Messaggi
33.938
Punti reazioni
665
Buongiorno e Buon Trading a Tutti..!!!


Piazza Affari: le attese per la seduta di lunedì 16 gennaio
L’indice Ftse Mib si è fermato a ridosso dei 15.000 punti, da cui potrebbero ripartire gli acquisti nel breve. Titoli e temi da seguire.

Alberto Susic 13 gennaio 19:13
L’ultima seduta della settimana si è conclusa in ribasso per le Borse europee che dopo un avvio positivo hanno cambiato direzione di marcia nel pomeiggio, appesantite dai rumors di un possibile downgrade da parte di S&P dei rating di alcuni Paesi dell’area euro.
I listini del Vecchio Continente sono riusciti comunque a limitare i danni nel finale, con il Cac40 in frazionale calo dello 0,11%, mentre il Ftse100 e il Dax30 sono scesi rispettivamente dello 0,45% e dello 0,58%.
Ad avere la peggio è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 15.011 punti, con un ribasso dell‘1,2%, dopo aver toccato un massimo a 15.429 e un minimo a 14.825 punti. Malgrado la flessione odierna, la settimana si è conclusa con un bilancio positivo, visto che nelle ultime cinque sedute il Ftse Mib è salito del 2,5% rispetto al close di venerdì scorso.
In avvio di ottava l’indice è sceso a testare l’area dei 14.400, da cui però sono ripartiti gli acquisti che hanno spinto i corsi 1.000 punti più in alto fino all’area dei 15.400. Questo livello è stato testato anche oggi, respingendo però l’indice che è riuscito a mantenersi a ridosso dei 15.000 in chiusura di sessione.
Con la tenuta di questo livello si potrà assistere ad un nuovo tentativo di ripresa che troverà un primo ostacolo in area 15.400. Il superamento di questo livello aprirà le porte ad apprezzamenti in direzione dei massimi dell’anno in area 15.700. Positivo sarà il superamento di questa resistenza che permetterà ai corsi di approcciare la resistenza successiva dei 16.000 punti, da cui è partita l’ultima gamba ribassista del mercato dalla fine della prima decade di dicembre.

Fino a quando l’indice si manterrà al di sotto dei 15.500/15.400, ci sarà il rischio di nuove incursioni ribassiste. Conferme in questa direzione arriveranno da violazioni di area 15.000, con primo sostegno sui 14.800/14.700, sotto cui la discesa proseguirà in direzione dei 14.500/14.400.
La perdita di questa soglia di prezzo porterà ad un peggioramento del quadro tecnico, con il rischio di una flessione verso i 14.000 punti. Cruciale sarà la tenuta di questo sostegno, per evitare approfondimenti ribassisti verso i 13.600 prima e in seguito, nella peggiore delle ipotesi, in direzione dei minimi del 2011 in area 13.100/13.000.

Nella prima seduta della prossima settimana la piazza azionaria americana rimarrà chiusa per la festività del Martin Luther King’s Day, motivo per cui non saranno diffusi dati macro di rilievo.

Anche in Europa non sono previsti dati macro di rilievo e si segnala solo un intervento del presidente della BCE, Mario Draghi, che terrà un discorso al Parlamento europeo.

A Piazza Affari saranno da seguire i titoli del settore petrolifero dopo che i prezzi dell’oro nero stanno scivolando in area 98 dollari al barile.
Sempre sotto i riflettori i bancari e in particoalre Unicredit, mentre procede l’aumento di capitale del gruppo che terminerà il prossimo 27 gennaio.



Focus sui Mercati Finanziari

Websim - 16/01/2012 08:45:41



Le Borse asiatiche aprono la settimana in calo, condizionate dal declassamento di vari Paesi della zona euro da parte di S&P. MSCI Asia Pacific -1,2%, Tokio -1,4%. Hong Kong, Seul, Shanghai e Bombay perdono poco meno di un punto percentuale.

Venerdì scorso Wall Street ha chiuso debole, l'S&P500 ha perso lo 0,49% recuperando tuttavia quasi un punto dai minimi intraday.

I future sulle Borse europee anticipano un avvio in calo dello 0,3% circa, nulla di traumatico ma già venerdì i listini avevano invertito bruscamente la rotta proprio sulle voci di interventi di S&P. Sul modus operandi delle agenzie di rating si sono spese così tante parole che preferiamo non aggiungere nulla.

Per quanto riguarda il mercato obbligazionario, oggi la Francia (che venerdì ha perso la tripla A) piazzerà nel corso della mattinata (11:00) circa 9 miliardi di euro di bond con scadenza tra i 3 e i 12 mesi. Per misurare gli effetti sull'Italia bisognerà attendere le aste del 26 gennaio.

Analisi tecnica. Sarà casuale, ma ogni volta che i listini del vecchio continente provano ad affrancarsi dall'area più critica arriva qualche sorpresa dalle agenzie. Forse che seguano l'analisi tecnica prima di decidere se tagliare un rating? Prosegue comunque la buona intonazione di Francoforte, Wall Street e Brasile. Confermati i (timidi) segnali di recupero per l'India. Italia e Spagna restano fortemente condizionati dal problema del debito sovrano.

Borse
a) S&P500 (1.289) sente le resistenze in area 1.300. Da qui fino a 1.350 punti preferiamo alleggerire le posizioni aperte a 1.150 punti. Quadro neutro-positivo confermato.
b) Ftse/Mib (15.011): scenario di elevata volatilità di breve. La settimana si è comunque chiusa con un guadagno del 2,5%. L'indice lavora da tempo area 15mila punti senza riuscire ad allontanarsi. Primi segnali positivi sopra 15.700. Quadro neutro-negativo.
c) Dax (6.143): si mantiene sopra i supporti in area 6mila che ci convincono a mantenere le posizioni per target a 6.400. Quadro neutro-positivo.
d) Brasile (Indice Bovespa 59.146): resta tra gli indici migliori del mondo da inizio 2012 (+4,22%). Consolida sui massimi da fine luglio e prova ad attaccare le resistenze a 60mila. Verso 62/64mila chiuderemo le posizioni aperte in area 55mila. Stop loss a 54mila. Quadro positivo.

Variabili macro.
a) Petrolio debole su timori di rallentamento della domanda globale. Wti (99 usd): non abbiamo posizione. Brent (110,9 usd): verso 115 usd chiudiamo le posizioni attivate da 104/100 usd (stop a 104 usd). Il quadro rimane comunque positivo.
b) Oro (1.640 usd): resta ben comprato grazie alla crisi dei debiti sovrani. Il trend di fondo rimane rialzista. Manteniamo il Long tra 1.600/1.560 usd per target 1.700 usd. Stop loss sotto 1.500 usd. Quadro neutro-negativo fino a 1.700 usd.
c) Forex. L'Euro prosegue nel trend ribassista e segna nuovi minimi di periodo contro le principali valute. Il cross euro/dollaro è fissato a 1,265, sui minimi da inizio 2011, il cross euro/yen è fissato a 97,17, minimo degli ultimi 11 anni, il Dollar Index (contro sei principali valute mondiali) balza a quota 81,5 sui massimi dal settembre 2010. Nessun segnale di inversione dell'euro che potrebbe scivolare ancora di 4-5 punti prima di trovare un'area di consolidamento. Quadro negativo.

Bond.
a) il bund future decennale tedesco (oggi 140,1) ha messo a segno venerdì un balzo poderoso spinto dai tagli a raffica dei rating sovrani. Il rendimento scende all'1,75%. Aumenta il rischio di assistere a qualche fiammata speculativa fino a quota 142. Sempre meno convenienti gli acquisti su questi livelli per chi investe in ottica di medio termine. Primi segnali di debolezza sotto 136.
b) Bond periferici di nuovo sotto pressione nonostante l'ottimo esito delle ultime aste. Lo spread Btp/Bund decennale apre a 494 pb, rend. del BTP 10 anni al 6,7%. Da sottolineare che la nostra curva dei rendimenti presenta ancora un'ottima impostazione sulla parte breve con i tassi fino a 1 anno tra il 2% e il 4%.

Websim S.p.A.





 
Ultima modifica:
mi aspetto..

un intervento congiunto delle banche centrali ad iniettare liquidita'..
 
mmm

Indice Paese Valore Var % Min Max Ora
NIKKEI 225 Giappone 8.378,36 -1.43% 8.352,23 8.409,79 07:00
HK Hang Seng Hong Kong 19.008,99 -1.02% 18.985,75 19.070,74 07:11
Taiex Taiwan 7.103,62 -1.09% 7.091,35 7.258,84 06:31
Sensex India 16.087,89 -0.41% 16.037,60 16.127,11 07:11
Seoul Composite Corea del Sud 1.859,27 -0.87% 1.843,86 1.863,32 07:02
JSX Indonesia 3.902,90 -0.82% 3.897,36 3.935,24 06:00
Thailand Set Tailandia 1.037,28 -0.72% 1.035,00 1.039,77 06:31
Micex Russia 1.449,39 -0.96% 1.445,98 1.463,44 07:11
Bovespa Brasile 59.146,58 -1.29% 58.874,06 59.917,89 21:20
Sydney S&P/ASX All ordinaries Australia 4.208,90 -1.09% 4.201,50 4.245,40 06:17
Sydney S&P/ASX200 Australia 4.147,20 -1.16% 4.138,50 4.184,90 06:17
Strumenti Valuta Valore Var % Min Max Ora

Terms and Conditions of use of Dow Jones Indexes




I migliori
Indice Valore Volume Var %
I peggiori
Indice Valore Volume Var %




NOTA: i dati dell'indice HK Hang Seng sono ritardati di 15 min.




Attenzione:


Torna alla overview
 
buongiorno a tutti!!!

Ieri sera è arrivata la nebbia, poco fa c'erano -8° ed un paesaggio spettacolare tutto ghiacciato.

Troppo bello l'inverno
 
buongiorno a tutti!!!

Ieri sera è arrivata la nebbia, poco fa c'erano -8° ed un paesaggio spettacolare tutto ghiacciato.

Troppo bello l'inverno

:rolleyes::wall:


ma nn è meglio stare adesso, in real time, in veranda col sole già alto e 22 gradi temperatura, il mare davanti....;) e tra un' ora in spiaggia??
W le canariassss!!

buongiorno...
 
:rolleyes::wall:


ma nn è meglio stare adesso, in real time, in veranda col sole già alto e 22 gradi temperatura, il mare davanti....;) e tra un' ora in spiaggia??
W le canariassss!!

buongiorno...
e cosparso di autan appiccicando tutto :rolleyes:

antò! fa caldo! :D

naaaaaah, adesso vorrei essere con gli sci ai piedi, neve naturale abbondante, sul percorso della grande guerra (Lagazuoi e dolomiti) aspettando mezzogiorno per un tagliere di speck e birra al rifugio per poi tornare a tardo pomeriggio allo chalet per una megatazza di cioccolata calda e panna artigianale.
Poi alla sera, dopo gli spatzli, tutti davanti al camino con una bella grigliata di carne e verdure alla griglia.

E poi tutti abbracciati alla ricerca del caldino :D:D:D

torno a lavorare vah :mad:
 

Allegati

  • freigestellt13.jpg
    freigestellt13.jpg
    18,4 KB · Visite: 268
BORSE ASIA-PACIFICO-Indici in calo dopo downgrade 9 paesi europei

BORSE ASIA-PACIFICO-Indici in calo dopo downgrade 9 paesi europei

Reuters - 16/01/2012 08:49:36



INDICE ORE 8,40 VAR % CHIUS. 2011
MSCI ASIA-PAC. <.MIAPJ0000PUS> 403,35 -1,20 392,78
HONG KONG 19.030,81 -0,90 18.434,39
SINGAPORE 2.751,38 -1,44 2.646,35
TAIWAN 7.103,62 -1,09 7.072,08
SEUL 1.859,27 -0,87 1.825,74
SHANGHAI COMP 2.206,193 -1,71 2.199,417
SYDNEY 4.147,237 -1,16 4.056,560
MUMBAI 16.115,55 -0,25 15.454,92

MILANO, 16 gennaio (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono in calo sulla scia del taglio del rating di nove paesi europei da parte di S&P, che potrebbe aggravare ulteriormente ledifficoltà di finanziamento della zona euro, minacciando la risoluzione della crisi.

I timori che i problemi finanziari dell'Europa possano avere un impatto negativo sulla crescita globale e quindi dimuinuire l'appetito degli investitori per lematerie prime hanno colpito soprattutto i metalli industriali come il rame, mentre la richiesta di beni considerati più sicuri ha sostenuto i titoli di stato giapponesi.

Intorno alle 8,40 l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico <.MIAPJ0000PUS>cede l'1,2% circa. Il Nikkei, non compreso nell'indice, ha chiuso in calo dell'1,4%.

SHANGHAI e HONG KONG sono in calo, in attesa di alcuni dati macroeconomici. I più penalizzati sono i titoli che la scorsa settimana avevano registrato i maggiori guadagni. Prada perde il 3,6% a 33,8 dollari di Hong Kong.

Debole anche SINGAPORE.

TAIWAN ha terminato la seduta in calo, zavorrata dalle preoccupazioni per l'Europa, mentre la rielezione del presidente Ma Ying-jeou, che potrebbe accelerare i legami commerciali con la Cina, sembra essere già stata scontata dal mercato.

SEOUL ha chiuso in ribasso, con i costruttori tra i titoli più colpiti dalle vendite.

Negativa SYDNEY, trascinata al ribasso da banche eminerari.
 
Borse verso un avvio poco mosso, Goldman promuove Fiat




Borse verso un avvio poco mosso, Goldman promuove Fiat

Websim - 16/01/2012 08:51:05



Le Borse europee si apprestano a un'apertura poco mossa: i future sugli indici di Londra, Parigi e Francoforte segnano un calo limitato a -0,2%, nonostante venerdì sera, a Borsa chiusa, sui mercati sia piovuto il drastico downgrade di Standard & Poor's su diversi Paesi europei, fra cui Francia e Austria che hanno perso la tripla A. Anche l'Itala è stata declassata di ben due livelli a B+.

Per ora ne risente l'euro, sceso ai minimi contro il dollaro da luglio 2010 a 1,265, da 1,268 della chiusura di venerdì. Nei confronti dello yen la valuta unica è al minimo da 11 anni.

L'appuntamento principale della giornata è l'asta di titoli di Stato francese: Parigi andrà oggi sul mercato per piazzare 8,7 miliardi di bond a 2, 3 e 4 anni.

Il petrolio si muove in recupero a 99,2 dollari al barile (+0,5%), dopo tre giorni consecutivi di calo.

L'oro è salito a 1.642 dollari l'oncia (+0,2%).

Fra i titoli che potrebbero muoversi in Piazza Affari, segnaliamo:

Fiat (F.MI), Pirelli (PC.MI) e FiatIndustrial sono stati inseriti da Goldman Sachs nella Selected buy list, l'elenco dei titoli da comprare senza esitazioni. Il target price di Fiat è fissato a 8,4 euro.

Per contro Exane ha confermato il giudizio negativo underperform su Fiat e ha abbassato il target price a 3,8 euro.

Websim S.p.A.





 
MARKET TALK BOND: downgrade Italia riduce base investitori (Ing)

MARKET TALK BOND: downgrade Italia riduce base investitori (Ing)

MF-Dow Jones - 16/01/2012 08:49:20



MILANO (MF-DJ)--Il taglio del rating italiano a BBB+ "ridurra' definitivamente la base di investitori" sui bond del Paese. Lo osserva in una nota Alessandro Giansanti, fixed-income strategist di Ing, aggiungendo che l'Italia "avra' bisogno di un forte spostamento verso gli investitori interni o sara' molto difficile per il Paese continuare ad emettere lo stesso ammontare di bond". "Il supporto della Bce e' altamente necessario", afferma ancora Giansanti. red/gfn
 
mah, pare che l'intenzione sia proprio il contrario di quello che immaginavo. Probabilmente sfrutteranno le parole di Infineon per andare poco sopra i 5,05 per poi andare fino a 4,85.

C'è parecchia roba interessante a 4,67, non credo che sia per oggi, almeno lo spero.

A unidebit gli si è attorcigliata la bandiera come nella pubblicità :D
 
STM - Buone indicazioni da Infineon

STM - Buone indicazioni da Infineon

Websim - 13/01/2012 09:37:11



FATTO
In un'intervista al FinancialTimes, il Ceo della tedesca Infineon, Peter Bauer, ha affermato che oggi l'industria dei chip è in una situazione totalmente differente rispetto al difficile biennio 2008/2009, in quanto le scorte non sono alte e non c'è una situazione di sovracapacità produttiva. Infineon è il secondo produttore europeo di chip, dietro al leader StM.

EFFETTO
Questa è sicuramente una indicazione positiva per il settore e per StM (STM.MI). Noi riteniamo che l'attuale rallentamento sia vicino o abbia già toccato il punto minimo, e questo rappresenta un'opportunità d'acquisto per il titolo.

Confermiamo il giudizio INTERESSANTE con prezzo obiettivo a 6,20 euro.

www.websim.it
 
mah, pare che l'intenzione sia proprio il contrario di quello che immaginavo. Probabilmente sfrutteranno le parole di Infineon per andare poco sopra i 5,05 per poi andare fino a 4,85.

C'è parecchia roba interessante a 4,67, non credo che sia per oggi, almeno lo spero.

A unidebit gli si è attorcigliata la bandiera come nella pubblicità :D

buongiorno ..effettivamente il 4,85 c'è e pure il 4,67 anche se orario e in mezzo sempre il 4,74 ..però se non vanno sotto il 4,90 la possibilità di risalire prima sui 5,13/15 c'è
 
buon giorno a tutti, vi vedo belli carichi questa mattina :)
stm la vedo "tranquilla" non credo che le parole di infineon possano turbare il suo torpore:(
faccio notare che i problemi di stm sono manageriali e questo e' chiaro a tutti, infineon 2008/2009 era fallita ma il managment e' riuscito a risanarla e rilanciarla in stm va bene solo il settore Automotive

per quanto riguarda unicredit oltre ad aspettare il 20 io sotto i 2,80 ci faccio un pensierino di acquisto voi che ne dite?
 
e cosparso di autan appiccicando tutto :rolleyes:

antò! fa caldo! :D

naaaaaah, adesso vorrei essere con gli sci ai piedi, neve naturale abbondante, sul percorso della grande guerra (Lagazuoi e dolomiti) aspettando mezzogiorno per un tagliere di speck e birra al rifugio per poi tornare a tardo pomeriggio allo chalet per una megatazza di cioccolata calda e panna artigianale.
Poi alla sera, dopo gli spatzli, tutti davanti al camino con una bella grigliata di carne e verdure alla griglia.

E poi tutti abbracciati alla ricerca del caldino :D:D:D

torno a lavorare vah :mad:

alle canariassa nn ci sei mai stato....evidentemente..;):D
 
buon giorno a tutti, vi vedo belli carichi questa mattina :)
stm la vedo "tranquilla" non credo che le parole di infineon possano turbare il suo torpore:(
faccio notare che i problemi di stm sono manageriali e questo e' chiaro a tutti, infineon 2008/2009 era fallita ma il managment e' riuscito a risanarla e rilanciarla in stm va bene solo il settore Automotive

per quanto riguarda unicredit oltre ad aspettare il 20 io sotto i 2,80 ci faccio un pensierino di acquisto voi che ne dite?

se lo fai per lo scalp ve bene ma se lo fai per tenerle io fossi in te aspetterei dopo il 20 ...graficamente non è una rosa..tanto poi se decidono di mandarla farai sempre in tempo....
 
alle canariassa nn ci sei mai stato....evidentemente..;):D
da quando ci sono i bimbi ho girato qualcosina meno, però ho vissuto abbastanza per peregrinare nello spazio compreso tra la latitudine sud delle fiji - nuova zelanda passando per le hawaii - caraibi e risalire fino all'islanda e norvegia.

purtroppo sono da sempre un freddofilo, le eccezioni ci sono state solo per tenere la pace in famiglia :D

( anche se dal 1988 sono barcarolo pure io... forse l'unico modo che ho di vedere il mare ed il caldo ;) )
 
da quando ci sono i bimbi ho girato qualcosina meno, però ho vissuto abbastanza per peregrinare nello spazio compreso tra la latitudine sud delle fiji - nuova zelanda passando per le hawaii - caraibi e risalire fino all'islanda e norvegia.

purtroppo sono da sempre un freddofilo, le eccezioni ci sono state solo per tenere la pace in famiglia :D

( anche se dal 1988 sono barcarolo pure io... forse l'unico modo che ho di vedere il mare ed il caldo ;) )

OK!

alle canariass zanzare nn ci sono...in generale se vai al sud con gli alisei secchi e leggeri...il clima è splendido...meglio tenenife (per il sottoscritto) più riparata ...poi gran canaria...più calda ma leggermente più ventosa..;)

vado in spiaggia....con l'iphone....sono dentro a tiscali short...:bye:
 
Indietro