Appello bond Argentina (aprile 2004)

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

Spike V

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
11/10/01
Messaggi
1.745
Punti reazioni
36
Appelli: crack dei bond Argentina

APPELLO "LUNGO"

-Ill.mo Presidente del Consiglio
On. SILVIO BERLUSCONI
-Ill.mo Presidente del Senato
On. MARCELLO PERA
-Ill.mo Presidente della Camera dei Deputati
On. PIER FERDINANDO CASINI
-Ill.mo Ministro degli Esteri
On. GIANFRANCO FINI
-Ill.mo Ministro dell’Economia
On. DOMENICO SINISCALCO
-ONOREVOLI DEPUTATI E SENATORI
E p.c.
-S.E. Ambasciatore d’Italia in Argentina
ROBERTO NIGIDO
-S.E. Ambasciatore d’Argentina in Italia
VICTOR TACCETTI
-Egregio Rappresentante italiano presso il FMI
Dott. VINCENZO DESARIO
-Egregio Presidente del GCBA e della TFA
Dott. NICOLA STOCK
-ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI
-ORGANI DI STAMPA E D'INFORMAZIONE



PREMESSO

- Che ormai più di due anni e mezzo la Repubblica argentina e' insolvente nei confronti dei creditori privati internazionali e che nell'ottobre 2003 ha presentato una INAMMISSIBILE PROPOSTA di rimborso ai risparmiatori, in misura del 25% del valore nominale dei titoli, senza nemmeno specificare tempi e modi dell’offerta.
- Che tale proposta è stata accompagnata da VERGOGNOSE AFFERMAZIONI di esponenti governativi argentini, che hanno chiamato i risparmiatori AD UNA SURREALE CORRESPONSABILITA' nel dissesto del Paese e attribuito loro perfino la qualifica di SPECULATORI sostenendo, IN MODO DEL TUTTO FALSO, che la maggior parte dei bond sia stata acquistata a prezzi di default
- Che oggi l’Argentina, superate le fasi più difficili della crisi economica, gode di un tasso di crescita dell’8% del PIL; ed è notorio che lo stato argentino e le provincie dispongano di capitali occultati all'estero per circa 200 miliardi di dollari. La vita nelle grandi città è del tutto paragonabile a quella delle città italiane. La dotazione e manutenzione è molto spesso superiore a quella italiana.
- Che tutto ciò NON GIUSTIFICA il suddetto taglio del 75% del debito obbligazionario e dimostra IL CONTENUTO FALSO E DEMAGOGICO delle affermazioni del Presidente argentino Kirchner, secondo cui la destinazione al pagamento dei bond di una percentuale superiore al 3% dell'avanzo primario, andrebbe ad esclusivo discapito della crescita interna. Ed in ogni caso è INAMMISSIBILE che una tale somma loro prestata non venga restituita. Hanno IMMENSE ricchezze naturali, a cominciare dal PETROLIO (la più grande piattaforma petrolifera del mondo) e dal GAS NATURALE per passare a metalli e minerali di pregio e un’agricoltura più vasta e facilitata di quella italiana.

SOTTOLINEATO

- Che di fronte alla condotta NON COLLABORATIVA, IN MALA FEDE E PERFINO OLTRAGGIOSA assunta fino ad oggi nelle trattative dal Governo argentino, occorre UN'AZIONE DECISA da parte del Governo italiano affinché siano difesi i diritti dei risparmiatori italiani.
- Che il credito in questione e' nei confronti di uno STATO SOVRANO e non può essere tutelato con i mezzi giuridici di un normale credito tra privati, ma necessita il COINVOLGIMENTO DI ISTITUZIONI POLITICHE NAZIONALI E MULTILATERALI di pari livello.
- Che il debito interno e verso gli organismi multilaterali (FMI, BM, BID) viene regolarmente onorato, e solamente quello esterno in mano ai PICCOLI RISPARMIATORI vuole essere oggetto di INAMMISSIBILI TAGLI

***I RISPARMIATORI ITALIANI CHIEDONO AL GOVERNO ITALIANO***

Di assumere tutte le iniziative necessarie nei confronti del Governo argentino e degli organismi multilaterali, affinché sia rispettata e protetta la posizione dei risparmiatori

CHIEDONO IN PARTICOLARE

- Che per il tramite del proprio Ministro degli Esteri, si proceda all’IMMEDIATO RICHIAMO dell’Ambasciatore d’Italia in Argentina.
- Che in occasione delle prossime riunioni del FMI e Banca Mondiale il rappresentante italiano ESPRIMA VOTO CONTRARIO a qualunque decisione di finanziamento allo Stato argentino.
- Che si ricorra a restrizioni economiche ad iniziare dalla restrizione o azzeramento delle importazioni di merci dal paese sud americano, fino a giungere a limitazioni nei movimenti degli argentini in Italia.
- Che tali provvedimenti siano mantenuti fino a quando il Governo argentino non dimostri IN MODO CREDIBILE di voler onorare interamente i suoi debiti verso i risparmiatori.
 
Ultima modifica:
APPELLO "BREVE"

<oggetto del fax/email/lettera>
CONTI CORRENTI "DORMIENTI"

<testo>

-Ill.mo Sig. Presidente del Consiglio
On. Silvio Berlusconi
-Ill.mo Sig. Ministro dell’Economia
On. Domenico Siniscalco
-Onorevoli Deputati e Senatori
-Associazioni dei consumatori
-Organi di stampa e d'informazione


PREMESSO

- che i conti correnti "dormienti" presso le banche italiane, cioè i conti inutilizzati da almeno cinque anni perchè i titolari sono defunti o irreperibili e non ci sono eredi che ne rivendicano i diritti, contengono fondi stimati in almeno 10 miliardi di euro
- che tali somme confluiranno nel fondo di garanzia previsto dal D.D.L. sul risparmio per gli investitori che sono rimasti vittime di truffe finanziarie
- che i risparmi di 450.000 famiglie italiane, per un ammontare di circa 14 miliardi di euro, sono sequestrati da tre anni a causa del default dell'Argentina

I RISPARMIATORI ITALIANI VITTIME DEL CRACK ARGENTINA CHIEDONO AL GOVERNO ITALIANO

che le somme presenti nei conti correnti "dormienti" siano destinate, in coerenza con quanto previsto dal D.D.L., alla soluzione di questo annoso problema che interessa direttamente 450.000 famiglie e indirettamente tutta l'economia italiana.
 
Ultima modifica:
gli indirizzi email sono questi:

ORGANI ISTITUZIONALI:
BERLUSCONI_S@camera.it;FRATTINI_F@camera.it;
valentino@sbweb.it; g.castellaneta@governo.it; a.catricala@governo.it;
uff-stampa3@senato.it;
segretariopolitico@ccd.it;
barbara.valli@esteri.it;
segreteria.capogabinetto@tesoro.it;
cdr@esteri.it ; controllo.interno@esteri.it;
relazioni.pubblico@esteri.it;
ambitalia@ambitalia-bsas.org.ar; stampa@ambitalia-bsas.org.ar; consitba@sminter.com.ar;
ambasciata.argentina@diginet.it;
desario.vincenzo@insedia.interbusinness.it;
press.codacons@tiscalinet.it; info@adusbef.it; info@adoc.org; info@mdc.it;
presidenza@tfargentina.it; segreteria.ministro@esteri.it;
ennio.castiglioni@giustizia.it; stefano.simonetti@giustizia.it; MARONI_R@camera.it;
capo.gabinetto@welfare.gov.it;
llega@welfare.gov.it; consigliere.dipl@welfare.gov.it;
caposegr.ministro@welfare.gov.it; uffstampa@welfare.gov.it;
riformeistituzionali@palazzochigi.it;
riforme.istituzionali.seg@palazzochigi.it;
segr.gabinetto@welfare.gov.it;
leganordufficiostampa@yahoo.it ;

VI COMMISSIONE:
LAMALFA_G@camera.it; GRANDI_A@CAMERA.IT; LEO_M@CAMERA.IT; LETTIERI_M@CAMERA.IT;
VIALE_E@camera.it; BENVENUTO_A@camera.it;
CANELLI_V@CAMERA.IT; CENNAMO_A@camera.it; COLUCCINI_M@CAMERA.IT;
CONTE_G@camera.it; CUCCU_P@camera.it; CUSUMANO_S@CAMERA.IT;
DEBRASI_R@CAMERA.IT; DEGENNARO_C@CAMERA.IT; DIDONE_G@CAMERA.IT;
FALANGA_C@CAMERA.IT; FALSITTA_V@CAMERA.IT; FIORI_P@camera.it;
FLUVI_A@CAMERA.IT; GALEAZZI_R@CAMERA.IT; GIACHETTI_R@CAMERA.IT;
GIORDANO_F@camera.it; JANNONE_G@CAMERA.IT; LAMORTE_D@CAMERA.IT;
MAGGI_E@CAMERA.IT; MARTINELLI_P@camera.it; MAURO_G@CAMERA.IT;
MILANATO_L@CAMERA.IT; NANNICINI_R@CAMERA.IT; PATRIA_R@CAMERA.IT;
PEPE_A@camera.it; PINZA_R@camera.it; PISTONE_G@camera.it;
ROMOLI_E@CAMERA.IT; ROSSI_N@CAMERA.IT; ROSSI_S@CAMERA.IT;
SANTAGATA_G@CAMERA.IT; SARO_G@CAMERA.IT; SCHERINI_G@CAMERA.IT;
STRADIOTTO_M@CAMERA.IT; TOLOTTI_F@CAMERA.IT; VOLONTE_L@camera.it;

ORGANI STAMPA:
larepubblica@repubblica.it,
economia@unita.it,
esteri@unita.it,
redazione.mo@gazzettadimodena.it, luca.viani@quotidiano.net,
paolo.giacomin@quotidiano.net, redazione@quotidiano.net,franca.ferri@quotidiano.net,
redazione.milano@ilgiorno.it, redazione.lecco@ilgiorno.it,redazione.monza@ilgiorno.it,
redazione.lodi@ilgiorno.it, redazione.sondrio@ilgiorno.it, cronacafi@lanazione.it,
cronaca.arezzo@lanazione.it, cronaca.carrara@lanazione.it,cronaca.montecatini@lanazione.it,
cronaca.grosseto@lanazione.it, cronaca.livorno@lanazione.it, cronaca.lucca@lanazione.it,
cronaca.pisa@lanazione.it, cronaca.pistoia@lanazione.it, cronaca.prato@lanazione.it,
cronaca.sarzana@lanazione.it, cronaca.siena@lanazione.it, cronaca.spezia@lanazione.it,
cronaca.viareggio@lanazione.it, redazione.cronaca@ilrestodelcarlino.it, cronaca.ancona@ilrestodelcarlino.it,
cronaca.ascolipiceno@ilrestodelcarlino.it, cronaca.cesena@ilrestodelcarlino.it,
cronaca.ferrara@ilrestodelcarlino.it, cronacafo@ilrestodelcarlino.it, cronaca.imola@ilrestodelcarlino.it,
cronaca.macerata@ilrestodelcarlino.it,cronaca.modena@ilrestodelcarlino.it,cronaca.pesaro@ilrestodelcarlino.it,
cronaca.ravenna@ilrestodelcarlino.it,cronaca.rimini@ilrestodelcarlino.it,
cronaca.reggioemilia@ilrestodelcarlino.it, cronaca.rovigo@ilrestodelcarlino.it,
tgfin@mediaset.it, tgcom@mediaset.it, tg5@mediaset.it,redazionetg4@mediaset.it ,
italia1@mediaset.it, canale5@mediaset.it, rete4@mediaset.it,mediasetonline@mediaset.it,
tg1_economia@rai.it,tg1_cronaca@rai.it,tg1_interni@rai.it,tg1_speciale@rai.it,tg1_tv7@rai.it,
tg1_esteri@rai.it,redazione.tg2@rai.it, webnews24@rai.it, tg3@rai.it,la7@la7.tv, omnibus@la7.tv,
redazione@ventiquattrore.tv, esperto@ventiquattrore.tv, risparmio@ventiquattrore.tv, focuseconomia@radio24.it,
alvostroposto@radio24.it,redazione@ilsecoloxix.it;
economia@unita.it; redmi@ilmanifesto.it; redazione@ilmanifesto.it;
posta@ilmattino.it; italiaoggi@class.it; economia@avvenire.it; info.it@adlink.net;
redazione@letterafinanziaria.it; info@teleticino.ch;
mimandaraitre@rai.it; redazione.esperto@ilsole24ore.it; agenzia@unioneditoriale.it; postmaster@unionesarda.it;
agenzia@unioneditoriale.it; agenzia@unioneditoriale.it; redazione@akropolisonline.com;
redazione@agr.it; redazione.internet@ansa.it; info@apbiscom.it; agenziaarea@agenziaarea.it;
redazione@blumedia.info; redazione@agenziacalendario.info; info@finpress-web.com;
riccardo.alfonso@fastwebnet.it; redazione@emmegipress.it; info@med-media.it;
televideo@rai.it; repubblicawww@repubblica.it;direttore@lapadania.net;


press.codacons@tiscalinet.it,info@adusbef.it,federconsumatori@federconsumatori.it,nfo@adoc.org,
redazione.internet@ansa.it,redazione@affaritaliani.it,info@mdc.it,

ALCUNE MAIL TORNANO INDIETRO X CASELLA DI POSTA TROPPO
PIENA E ERRORE NELL'INDIRIZZO pero' la maggior parte vanno a segno.

poi se volete aggiungo anche i fax ( ma anche li alcuni sono sbagliati)
 
bravo kociss :)
 
veramente Kociss, lavoro eccelso , prezioso non solo per la vicenda l'Argentina.:clap:
 
Ultima modifica:
Ovviamente, IO continuo ad appogiare tale iniziativa ed invito gli altri membri del forum (che non abbiano ancora partecipato) a farlo.
Mi rivolgo anche a chi non ha obbligazioni argentine.

Ciao.
 
Io ci sto.
Intanto continuo a mandare fax e mail dell'altro appello.
Ciao.
 
Messaggi alle autorità

O.K. per la vostra iniziativa, ma state chiedendo troppo poco.
Se tutto andasse secondo le vostre richieste ottereste il 50/60% di nuovi bond argentini del valore della carta da macero.
Chiedete esplicitamente il 100%, con i Brady bond è possibile.
In questi giorni proprio l'onorevole Tabacci ha auspicato l'intervento dei governi in una trattativa diretta con l'Argentina e con le istituzioni finanziarie FMI e W.Bank.
Saluti.
FA
 
Re: Messaggi alle autorità

Scritto da fa.
O.K. per la vostra iniziativa, ma state chiedendo troppo poco.
Se tutto andasse secondo le vostre richieste ottereste il 50/60% di nuovi bond argentini del valore della carta da macero.
Chiedete esplicitamente il 100%, con i Brady bond è possibile.
In questi giorni proprio l'onorevole Tabacci ha auspicato l'intervento dei governi in una trattativa diretta con l'Argentina e con le istituzioni finanziarie FMI e W.Bank.
Saluti.
FA

Le Pdl prevedono che le nostre banche risarciscano il 60/70% del valore nominale dei bond. Quindi cash. E solo per chi ha comprato ante-default.
Ogni altra idea, specialmente se migliore di questa, è ben accetta.
 
Risarcimenti dalle banche

Nessuna legge nel nostro Paese può costringere le banche a tirare fuori un soldo.
Purtroppo per noi, in questo frangente, siamo in regime democratico.
Tieni conto che per avere una sentenza esecutiva con le nostre prassi ci vogliono più di otto anni, e le banche non starebbero certo a guardare!
Se per Sofri sono stati necessari 11 procedimenti, per le banche ne occoreranno 22 nei prossimi 30 anni.

Gli altri progetti di legge, di sapori elettorale, e lo dice uno che di bond ne ha troppi, le ritengo ingiuste e scandalose.
Mi farebbe schifo ricevere dei soldi dei cittadini italiani che non hanno comprato i bond.
Saluti FA.
 
Re: Risarcimenti dalle banche

Scritto da fa.
Gli altri progetti di legge, di sapori elettorale, e lo dice uno che di bond ne ha troppi, le ritengo ingiuste e scandalose.
Mi farebbe schifo ricevere dei soldi dei cittadini italiani che non hanno comprato i bond.

Di quali altri progetti di legge parli?
 
PDL

Io ho letto quello dei Verdi ancora prima che lo presentassero, anche la Lega nord ha presentato il suo:
Tuttavia dato che non li ho mia considerati utili non mi sono preoccupato di esaminarli.
Ti saluto.
Chiudo fino alle 22,00 FA
 
Re: PDL

Scritto da fa.
Io ho letto quello dei Verdi ancora prima che lo presentassero, anche la Lega nord ha presentato il suo:
Tuttavia dato che non li ho mia considerati utili non mi sono preoccupato di esaminarli.

Faresti bene a leggere le Pdl che sono state presentate, prima di criticarle...
e qui una faccina ci vuole ;)
 
Re: PDL

Scritto da fa.
Io ho letto quello dei Verdi ancora prima che lo presentassero, anche la Lega nord ha presentato il suo:
Tuttavia dato che non li ho mia considerati utili non mi sono preoccupato di esaminarli.
Ti saluto.
Chiudo fino alle 22,00 FA

E' successo come con Spike l'altra volta, la solita persona, ha fatto chiudere lo spazio che Fa si era fatto su Brady Bond.

Il bello e' che questa persona , che si crede il padrone del thread, puo' calunniare gli altri accusandoli di riciclaggio di nick, senza darne prova e giustificazione.

Grazie.
 
Vi ricordo anche l'altro appello:

--------------------------------------------------------------------------
I 450.000 risparmiatori italiani possessori dei bond
argentini ringraziano le forze politiche che hanno
risposto al loro appello, presentando Progetti di
Legge in loro aiuto.
Chiedono a tutti i Parlamentari di dare appoggio e
immediato corso ai provvedimenti che seguono:

PROPOSTA DI LEGGE N.4669 depositata il 4 febbraio 2004

d’iniziativa dei deputati
Guido Rossi, Cé, Sergio Rossi, Dario Galli, Bricolo,
Ballaman, Caparini, Didoné, Guido Dussin, Luciano
Dussin, Ercole, Fontanini, Gibelli, Lussana, Francesca
Martini, Parolo, Polledri, Rodeghiero, Stucchi,
Vascon:

MISURE STRAORDINARIE A FAVORE DEI RISPARMIATORI
TITOLARI DI OBBLIGAZIONI DI EMITTENTI PUBBLICI DELLA
REPUBBLICA ARGENTINA

e

PROPOSTA DI LEGGE N. 4703 depositata il 13 febbraio
2004
d’iniziativa dei deputati
Benvenuto, Violante, Olivieri, Ventura Michele,
Bressa, Lettieri, Pistone, Ruzzante, Gambini,
Quartiani, Brugger, Vianello, Abbondanzieri, Bettini,
Carboni, Detomas, Fluvi, Galeazzi, Lolli, Magnolfi,
Mariani Raffaella, Mariotti, Maurandi, Nannicini,
Nigra, Ottone, Piglionica, Preda, Ranieri, Sandri,
Sereni, Tolotti, Widmann, Zeller:

MISURE IN FAVORE DEI SOTTOSCRITTORI DI BOND ARGENTINI

I risparmiatori e le loro famiglie valuteranno
attentamente i prossimi comportamenti di tutte le
forze politiche e non dimenticheranno alle future
elezioni chi si sarà impegnato seriamente nella
doverosa tutela dei loro diritti.
----------------------------------------------------------------------------
 
Re: Vi ricordo anche l'altro appello:

up.
 
Ecco sto due dico DUE giorni senza collegarmi ed e' scomparso
un altro tread (quello sui Brady Bond) POSSIBILE VADA SEMPRE
A FINIRE COSI ???

che hanno fatto di male stavolta? sempre le solite offese
non se ne puo' piu' , possible che non si riesca a segure un discorso logico, anche se su alcuni argomenti (Brady Bond ,PDL,
rimborsi delle banche si hanno opinioni diverse??)

Volevo chiedere a FA (se esite ancora) e se ha voglia di confrontarsi ,se posta quella che era la sua proposta su Brady.

Mi piacerebbe leggerla e se e' condivisibile (come credo)
inviarla anch'essa ai soliti indirizzi maile e fax ai quali mando
i soliti appelli.

Ci siete ancora ? o siete impiegati a litigare?
 
A gentile richiesta........

Caro Kociss le proposte dei Brady bond le puoi leggere sul nostro sito www.debitoargentina.it.
Non sono tecnicamente capace di trasferirle su questo forum.
Su quel sito potrai leggere le "proposte" e anche l'avviso della nostra riunione presso la sala conferenze dei gruppi consiliari del Comune di Milano in viaMarino 7 terzo piano alle ore 12 venerdi 7 maggio.
Cordiali saluti. FA
 
Riprendo questo thread:

Sono tornato dopo 1 settimana di ferie alle Canarie e continuo la protesta.

p.s. Qualche mese fà, ho deciso di NON investire più i miei soldi in obbligazioni paesi emergenti ed in azioni ed obbligazioni di società italiane (ultimi casi, anche all'estero si parla di Fiat ed Alitalia); investo i miei soldi in benessere (viaggi,etc).
Se rimane qualcosa, lo investo in obbligazioni statali (BTP e CCT), obbligazioni bancarie o azioni ed obbligazioni paesi esteri (non ladrones).


Ciao.
 
Indietro