Aprire da non residenti conti online e/o offline presso banche e poste estere

Giustizia

Nuovo Utente
Registrato
11/4/06
Messaggi
1.953
Punti reazioni
104
Ho da poco letto questo articolo:
http://investire.aduc.it/php/mostra.php?id=145242
In particolare mi ha stuzzicato la frase "E' possibile aprire conti on line presso banche e poste di vari paesi che consentono l'apertura di conto on line a non residenti."
Qualcuno (magari l'utente "Voltaire" ;) ) potrebbe fare degli esempi di banche e poste straniere che consentono l'apertura di conto on line a non residenti ?
 
anche a me interessa questa storia, anche perchè ho visto che molto banche estere hanno vantaggi migliori, e poi nn si pagherebbero bolli e il 27 % di trattenute.
 
Se cercate nel forum se ne è già parlato tante volte. Giusto per fare degli esempi tra tantissimi, citerei Interactive Broker, le poste svizzere e molti broker americani ad esempio questi
 
Sency ha scritto:
... citerei Interactive Broker, le poste svizzere e molti broker americani ad esempio questi
Non ho ancora visto le poste svizzere ma gli altri offrono l'apertura di account per il TOL.
L'articolo dell'ADUC parlava di depositi in valuta estera, per far fronte ad un eventuale default totale del sistema italia... :cool:
 
Sency ha scritto:
... le poste svizzere ...

Ho visto anche questo.
L'offerta *apparentemente* più allettante sembra quella del "Conto Giallo E-deposito".
Ma se si leggono le condizioni, si trova una bella clausoletta che informa che le Poste CH possono bloccare il conto in qualsiasi momento, senza preavviso e senza fornire spiegazioni!! :censored:
Quindi io mi apro questo deposito per scampare ad un eventuale default italiano e magari poi mi trovo lo stesso a non poter disporre della mia liquidità!! :censored:
Forse il conto all'estero lo devo aprire sotto il buon vecchio materasso... :mad:
 
Ho un conto alla Bangkokbank in baht.
L'interesse è del 5,2% però con le fluttuazioni del cambio potrebbe diminuire il reale utile.
Il conto costa 2 euro l'anno!

Leggevo sul sito www.postfinance.ch che è possibile avere in svizzera un conto web particolarmente vantaggioso per trasferimenti all'estero. (molto conveniente per trasferimenti in Thai)
Nessuno di voi ha aperto questo conto?

Saluti
 
Giustizia ha scritto:
Ho visto anche questo.
L'offerta *apparentemente* più allettante sembra quella del "Conto Giallo E-deposito".
Ma se si leggono le condizioni, si trova una bella clausoletta che informa che le Poste CH possono bloccare il conto in qualsiasi momento, senza preavviso e senza fornire spiegazioni!! :censored:
Quindi io mi apro questo deposito per scampare ad un eventuale default italiano e magari poi mi trovo lo stesso a non poter disporre della mia liquidità!! :censored:
Forse il conto all'estero lo devo aprire sotto il buon vecchio materasso... :mad:

il conto giallo normale, quello con la gestione online non ha quella clausola...o meglio possono bloccare il conto in caso di scoperto, che è vietato per i conti esteri ...... bisognerebbe chiedere a chi ce l'ha ma nessuno confesserà di averlo :D http://www.postfinance.ch/medialib/..._und_tnb/tnb.Par.0010.File.tmp/tnb_kto_it.pdf
 
Accidenti ragazzi, ma quanti misteri :eek:

Come già ho scritto più volte anche qui sul fol, un giorno sono andato a Lugano, sono entrato in una filiale UBS ed ho aperto un c/c. Tutto facile, veloce, lecito. E posso operare senza problemi anche online.

Ciao. Massimo
 
Massimo S. ha scritto:
Accidenti ragazzi, ma quanti misteri :eek:

Come già ho scritto più volte anche qui sul fol, un giorno sono andato a Lugano, sono entrato in una filiale UBS ed ho aperto un c/c. Tutto facile, veloce, lecito. E posso operare senza problemi anche online.

Ciao. Massimo



Mi pare che su UBS i costi siano molto elevati, in particolare x il trading
 
dellavedova ha scritto:
Ho un conto alla Bangkokbank in baht.
L'interesse è del 5,2% però con le fluttuazioni del cambio potrebbe diminuire il reale utile.
Il conto costa 2 euro l'anno!

Leggevo sul sito www.postfinance.ch che è possibile avere in svizzera un conto web particolarmente vantaggioso per trasferimenti all'estero. (molto conveniente per trasferimenti in Thai)
Nessuno di voi ha aperto questo conto?

Saluti

Interessante, ma c' e' da fidarsi...?
Non conosco questa banca,
pero' in generale, in certi casi, e possibile ipotizzare la 'scomparsa' del conto...
 
Nell'allegato un po' di banche svizzere online coi relativi costi. Nello stesso allegato in basso ci sono le transazioni e gli importi utilizzati per il confronto.
 

Allegati

  • tages-anzeiger.pdf
    100,1 KB · Visite: 967
Ultima modifica:
Per la verità non so quale convenienza pratica possa avere aprire un conto svizzero in qualità di non residente. Il tasso di interesse è basso, in alcuni casi vi sono spese fisse, e l'imposta è del 35% : ok, si può chiedere il rimborzo parziale, ma sempre spesa maggiore è e la procedura è farruginosa rispetto all'entità della cifra.......A meno che non servano vantaggi occulti :cool:
 
zetabi ha scritto:
Interessante, ma c' e' da fidarsi...?
Non conosco questa banca,
pero' in generale, in certi casi, e possibile ipotizzare la 'scomparsa' del conto...

La bangkokbank è la pricipale banca thailandese.
La scomparsa del conto credo che sia da escludere ci sono molti americani che hanno il conto in questa banca.
Gli unici problemi vengono per portare i soldi all'estero perchè c'è un limite di 5.000 euro per ogni transazione (legge locale), ma esistono diversi sistemi finaziari arrivare oltre.

Come banche sono molto precisi e affidabili, lo è meno lo stato thai.
 
zetabi ha scritto:
Interessante, ma c' e' da fidarsi...?
Non conosco questa banca,
pero' in generale, in certi casi, e possibile ipotizzare la 'scomparsa' del conto...
postbank è la divisione bancaria della posta svizzera...guindi con garanzia dello stato (che è azionista).
per il resto i conti svizzeri sono ottimi e poco costosi come banking...ma come trading hanno costi folli e sono da evitare...
 
Sency ha scritto:
Nell'allegato un po' di banche svizzere online coi relativi costi. Nello stesso allegato in basso ci sono le transazioni e gli importi utilizzati per il confronto.

il collegamento nn funziona :cool:
 
under00 ha scritto:
postbank è la divisione bancaria della posta svizzera...guindi con garanzia dello stato (che è azionista)....

con che quota ?
ci sono altri azionisti ?
 
x me il conto estero serve a 2 tipologie di persone:
1) chi ha qualcosa da nascondere xchè provengono da traffici illeciti.......
2) chi pensa ci possa essere un default stile argentina con blocco e/o prelievo forzoso da parte dei vari Predators installatisi a via nazionale e a palazzo koch.

aprire un C/C nella filiale online di imiweb parigi, mi sembra un controsenso.....
a meno che uno nn abbia talmente tanti soldi da poter aprire 8-10 conti correnti tra italia, svizzera e europa...
 
cleopatra758 ha scritto:
Per la verità non so quale convenienza pratica possa avere aprire un conto svizzero in qualità di non residente. Il tasso di interesse è basso, in alcuni casi vi sono spese fisse, e l'imposta è del 35% : ok, si può chiedere il rimborzo parziale, ma sempre spesa maggiore è e la procedura è farruginosa rispetto all'entità della cifra.......A meno che non servano vantaggi occulti :cool:
quindi un conto posta svizzero tipo quelli postati a pag 1 viene tassato al 35%
accidenti.
ecco perchè hanno le casse piene.
bei ladrones
 
jimmy5pance ha scritto:
quindi un conto posta svizzero tipo quelli postati a pag 1 viene tassato al 35%
accidenti.
ecco perchè hanno le casse piene.
bei ladrones

Non è vero. La tassazione al 35% sarà tale solo dal 2011 e solo sulle rendite obbligazionarie o similari. Sull'azionario non c'è alcuna tassazione da parte svizzera, salvo lo 0,15% su ogni compravendita.
La materia è stata sviscerata in discussioni precedenti e soprattutto nella sezione giuridica del forum dove Fabio Galetti e Massimo S. hanno spiegato tutto nei minimi dettagli.
 
Ultima modifica:
Indietro