Articolo 3 della Costituzione

stefm

Sturm und Drang
Registrato
22/4/00
Messaggi
28.651
Punti reazioni
1.882
"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.“


Avete notato che non indica il divieto di discriminazione in base all’età?
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.765
Punti reazioni
3.319
"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.“


Avete notato che non indica il divieto di discriminazione in base all’età?

Condizioni personali forse.
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.765
Punti reazioni
3.319
Ma no dai, anche tutto il resto sarebbe catalogabile allo stesso modo allora. Dovrebbe essere indicato esplicitamente.

La Costituzione va piegata alla interpretazione del momento. Tu che vuoi dire? E Amato inbece che dice? :D
 

bandit

Let's go Brandon
Registrato
23/8/00
Messaggi
7.260
Punti reazioni
330
"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.“


Avete notato che non indica il divieto di discriminazione in base all’età?
Io noto che non significa nulla se non si specifica chi sarebbero i "cittadini".
 

stai sereno

Nuovo Utente
Registrato
6/5/17
Messaggi
1.861
Punti reazioni
60
"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.“


Avete notato che non indica il divieto di discriminazione in base all’età?

L'eta' e' una condizione personale e sociale :cool:

Ma tanto quello che conta delle leggi non e' quello che e' scritto ma come viene interpretato.
E chi ha la chiave autentica di interpretazione? La corte costituzionale.
Per esempio la parola cittadini non dovrebbe lasciare alcun dubbio: e' cittadino chi ha la cittadinanza.
Eppure l'interpretazione autentica comprende gli stranieri residenti e pure quelli non residenti.

Altro esempio: l'assegno divorzile. Fino a non tanto tempo fa si teneva conto del tenore di vita. Poi contrordine della corte: si deve pagare solo il necessario a una vita dignitosa se il coniuge debole non ha i mezzi per mantenersi.
Il tutto senza che sia stata cambiata alcuna legge.
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.765
Punti reazioni
3.319
L'eta' e' una condizione personale e sociale :cool:

Ma tanto quello che conta delle leggi non e' quello che e' scritto ma come viene interpretato.
E chi ha la chiave autentica di interpretazione? La corte costituzionale.
Per esempio la parola cittadini non dovrebbe lasciare alcun dubbio: e' cittadino chi ha la cittadinanza.
Eppure l'interpretazione autentica comprende gli stranieri residenti e pure quelli non residenti.

Altro esempio: l'assegno divorzile. Fino a non tanto tempo fa si teneva conto del tenore di vita. Poi contrordine della corte: si deve pagare solo il necessario a una vita dignitosa se il coniuge debole non ha i mezzi per mantenersi.
Il tutto senza che sia stata cambiata alcuna legge.

Ma infatti é tutto aleatorio. Mah.
 

Opinionista

Esterno mie opinioni
Registrato
21/7/02
Messaggi
15.283
Punti reazioni
505
Articolo 3 della Costituzione

"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.“

Avete notato che non indica il divieto di discriminazione in base all’età?

E' mia opinione che, per una ristretta interpretazione semantica, l'articolo potrebbe essere ritenuto discriminatorio nei confronti dei campagnoli e dei montanari e genericamente nei confronti di chi non abita in città.

Vabbè, via, conosco il significato più esteso di cittadino Cittadino - Wikipedia
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.765
Punti reazioni
3.319
Ma secondo voi il termine cittadino può essere oggetto di interpretazione? Sarà assurda questa cosa o no?
 

bandit

Let's go Brandon
Registrato
23/8/00
Messaggi
7.260
Punti reazioni
330
L'eta' e' una condizione personale e sociale :cool:

Ma tanto quello che conta delle leggi non e' quello che e' scritto ma come viene interpretato.
E chi ha la chiave autentica di interpretazione? La corte costituzionale.
Per esempio la parola cittadini non dovrebbe lasciare alcun dubbio: e' cittadino chi ha la cittadinanza.
Eppure l'interpretazione autentica comprende gli stranieri residenti e pure quelli non residenti.

Altro esempio: l'assegno divorzile. Fino a non tanto tempo fa si teneva conto del tenore di vita. Poi contrordine della corte: si deve pagare solo il necessario a una vita dignitosa se il coniuge debole non ha i mezzi per mantenersi.
Il tutto senza che sia stata cambiata alcuna legge.
Residenti o non residenti, di passaggio o turisti, regolari o irregolari, che siano su suolo italiano o in acque internazionali ma anche no...
Insomma tutti.:D
 

Opinionista

Esterno mie opinioni
Registrato
21/7/02
Messaggi
15.283
Punti reazioni
505
"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.“


Avete notato che non indica il divieto di discriminazione in base all’età?

E' mia opinione che non indichi nemmeno il divieto di discriminazione in base alla Nazione di nascita.
 

stai sereno

Nuovo Utente
Registrato
6/5/17
Messaggi
1.861
Punti reazioni
60
Residenti o non residenti, di passaggio o turisti, regolari o irregolari, che siano su suolo italiano o in acque internazionali ma anche no...
Insomma tutti.:D

E' vero purtroppo, se becchi un clandestino che violenta una ragazza non gli puoi dare piu' anni di carcere, o meno.
Tutti uguali, anche se non esplicitamente scritto.
 

carpen

Nuovo Utente
Registrato
29/3/12
Messaggi
21.883
Punti reazioni
1.509
"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.“


Avete notato che non indica il divieto di discriminazione in base all’età?





Non potevano specificare anche l'età, perché in base a quella vi è discrimine, si vota da maggiorenni, se includevano anche l'età avrebbero avuto il diritto di voto anche i bambini.
 

carpen

Nuovo Utente
Registrato
29/3/12
Messaggi
21.883
Punti reazioni
1.509
Io noto che non significa nulla se non si specifica chi sarebbero i "cittadini".



Ragionevolmente si potrebbero considerare cittadini le sole persone con nazionalità italiana, se uno ha la cittadinanza congolese mi pare una colossale forzatura considerarlo italiano solo perché al momento si trova qui, congolese era e congolese resta, nulla conta il suolo che in quel momento sta calpestando, se io italiano vado in USA non divento americano, resto un italiano che al momento si trova in USA.

Questo secondo la mia logica.
 

stefm

Sturm und Drang
Registrato
22/4/00
Messaggi
28.651
Punti reazioni
1.882
Non potevano specificare anche l'età, perché in base a quella vi è discrimine, si vota da maggiorenni, se includevano anche l'età avrebbero avuto il diritto di voto anche i bambini.

Ooh, e qui ti volevo.
Se io dicessi che i cittadini oltre i 70 anni, in modo speculare ai minorenni, non hanno diritto di voto perché non hanno sufficiente lungimiranza per un futuro a lungo termine, sarei anticostituzionale oppure no?
 

stefm

Sturm und Drang
Registrato
22/4/00
Messaggi
28.651
Punti reazioni
1.882
Comunque per quanto riguarda l’interpretazione della parola “cittadino”: chi non è cittadino italiano non ha diritto di voto, quindi tanto basta per dire che l’uguaglianza di diritti costituzionali vale solo per i cittadini italiani. Per gli stranieri dovrebbero valere i trattati internazionali (es. cittadini UE), le leggi in materia di immigrazione e i principi di reciprocità.
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.765
Punti reazioni
3.319
Ooh, e qui ti volevo.
Se io dicessi che i cittadini oltre i 70 anni, in modo speculare ai minorenni, non hanno diritto di voto perché non hanno sufficiente lungimiranza per un futuro a lungo termine, sarei anticostituzionale oppure no?

No, ma per essere coerente devi anche vietare loro di trombare :D