Aspettando Moody's: arrivera' la mazzata o saranno gentili con noi?

wizardgsz

Nuovo Utente
Registrato
9/2/01
Messaggi
24.114
Punti reazioni
672
Rating, così le agenzie «cucinano» il giudizio sull’Italia

Valuteranno:

1) I criteri «oggettivi»

2) L’aggiustamento valutario

3) L’analisi discrezionale



Il nostro Paese non viene in genere certo visto come un esempio virtuoso: il rischio governance vale in sé «bb» su basi oggettive e ancora un terzo di notch in meno dopo l’analisi di Scope. Finora le principali agenzie non hanno particolarmente calcato la mano su questa tematica, che in teoria vale il 10% nella determinazione del rating ma che forse adesso merita qualche attenzione in più. Subito dopo il voto Scope ha ribadito di attendersi dalla coalizione vincitrice «un’ampia continuità di politica economica e fiscale con il precedente governo di Mario Draghi». Vedremo se Moody’s, la più severa confronti dell’Italia, sarà la prima a rompere la tregua.
 

benjamin_linus

I soldi è meglio averli
Registrato
27/2/09
Messaggi
39.867
Punti reazioni
1.744
Beh, è un giudizio sull'Italia governata dal banchiere.
Vediamo che ne pensano le agenzie.
 

Galerkin

Nuovo Utente
Registrato
23/1/13
Messaggi
27.755
Punti reazioni
1.470
Ma c'è ancora qualcuno che crede alle agenzie di rating?!
 

Balabiott78

Liberland
Registrato
24/3/12
Messaggi
49.617
Punti reazioni
1.164
Beh, è un giudizio sull'Italia governata dal banchiere.
Vediamo che ne pensano le agenzie.

Potrebbero benissimo fare downgrade, motivazione hanno tolto il migliore.
Così lodano il migliore e buttano giù l'Italia.
Meglio di così:o
 

Triplet

I love Greyhound
Registrato
23/5/10
Messaggi
38.083
Punti reazioni
1.099
Ma c'è ancora qualcuno che crede alle agenzie di rating?!



sono ancora le agenzie di rating AMERICANE che decidono il bello e il cattivo tempo...

quando il presidente Putin dice che gli americani sono dei sporchi colonizzatori che fanno solo i loro sporchi interessi...

secondo te dice il vero o il falso??
 

vinkor

Nuovo Utente
Registrato
6/3/09
Messaggi
18.427
Punti reazioni
969
Rating, così le agenzie «cucinano» il giudizio sull’Italia

Valuteranno:

1) I criteri «oggettivi»

2) L’aggiustamento valutario

3) L’analisi discrezionale



Il nostro Paese non viene in genere certo visto come un esempio virtuoso: il rischio governance vale in sé «bb» su basi oggettive e ancora un terzo di notch in meno dopo l’analisi di Scope. Finora le principali agenzie non hanno particolarmente calcato la mano su questa tematica, che in teoria vale il 10% nella determinazione del rating ma che forse adesso merita qualche attenzione in più. Subito dopo il voto Scope ha ribadito di attendersi dalla coalizione vincitrice «un’ampia continuità di politica economica e fiscale con il precedente governo di Mario Draghi». Vedremo se Moody’s, la più severa confronti dell’Italia, sarà la prima a rompere la tregua.

Moody's valutera' solo l' allineamento del governo Meloni alle direttive di Biden e Bruxelles che son le stesse: dobbiamo essere loro schiavi ubbidienti e sempre piu' poveri sacrificando le nostre risorse per tenere in piedi l'Ucraina e continuare a fare la guerra ai russi e finita questa ai cinesi
 

Manzo

Nuovo Utente
Registrato
16/3/00
Messaggi
38.751
Punti reazioni
1.410
sono ancora le agenzie di rating AMERICANE che decidono il bello e il cattivo tempo...

quando il presidente Putin dice che gli americani sono dei sporchi colonizzatori che fanno solo i loro sporchi interessi...

secondo te dice il vero o il falso??

puoi chiedere a putin di comprare il nostro debito oppure farci dare un rating AAA dalla zacharova, indifferentemente :o
 

DeuxOsansF

Honi soit qui mal y pense
Registrato
27/1/16
Messaggi
5.510
Punti reazioni
57
Non credo sia l'ora delle mazzate, anche perché quella di Moody's potrebbe fare male vero e al momento non ci sono i presupposti.
Anche la gentilezza non avrebbe senso, gli outlook e i rating seguono criteri oggettivi, gli scenari economici sono sempre in evoluzione e quello attuale tende al negativo per tutti, non vedo perché per l'Italia si dovrebbe indossare occhiali con lenti rosa.
Certo con tassi in salita la sostenibilità futura del debito italiano è un tema presente, come sono presenti i dubbi su un esecutivo che ha al suo interno una forza come la lega. I denari del Pnrr potrebbero risultare più complicati da raggiungere.
 

lagaina

Benvenuto Nicolino
Registrato
18/1/11
Messaggi
27.647
Punti reazioni
702
sono ancora le agenzie di rating AMERICANE che decidono il bello e il cattivo tempo...

quando il presidente Putin dice che gli americani sono dei sporchi colonizzatori che fanno solo i loro sporchi interessi...

secondo te dice il vero o il falso??

Ragionamento troppo complicato per i piddini, non comprendono....per loro il conflitto di interessi riguarda solo il nano di arcore
 

wizardgsz

Nuovo Utente
Registrato
9/2/01
Messaggi
24.114
Punti reazioni
672
Non credo sia l'ora delle mazzate, anche perché quella di Moody's potrebbe fare male vero e al momento non ci sono i presupposti.
Anche la gentilezza non avrebbe senso, gli outlook e i rating seguono criteri oggettivi, gli scenari economici sono sempre in evoluzione e quello attuale tende al negativo per tutti, non vedo perché per l'Italia si dovrebbe indossare occhiali con lenti rosa.
Certo con tassi in salita la sostenibilità futura del debito italiano è un tema presente, come sono presenti i dubbi su un esecutivo che ha al suo interno una forza come la lega. I denari del Pnrr potrebbero risultare più complicati da raggiungere.

Prossimi appuntamenti: 21 ottobre per S&P Global (ora BBB Stabile), 28 ottobre 2022 per DBRS (BBB high Stabile) e 18 novembre 2022 per Fitch (BBB Stabile).

Vedremo se si esprimerà sui punti già segnalati come critici in questi giorni: Moody's avverte l'Italia su 5 punti dopo le elezioni

Sarah Carlson, vicepresidente senior del gruppo americano ha ricordato che "il prossimo governo italiano deve affrontare una serie di sfide significative sul fronte del debito, in particolare l'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza del Paese".

A questo, ha aggiunto, Carlson, si aggiungono "la gestione delle problematiche relative all'approvvigionamento energetico, i prezzi e la gestione di un onere del debito vulnerabile abbinato alla crescita negativa, al costo del finanziamento e agli sviluppi dell'inflazione".

Moody's, aggiunge Caldato, "ha preso spunto da quest’ultimo trend, avvisando l’Italia sul pericolo di un merito creditizio ribassato, qualora il governo figlio delle recenti elezioni non avvii una politica rigidamente rispettosa dell'enorme debito pubblico. Purtroppo siamo convinti che la squadra della Meloni si troverà in grande difficoltà nel gestire una situazione economica difficile unitamente all'impossibilità di manovra libera", conclude il gestore.
 

Cholo Simeone

Veni Vidi Vici
Registrato
11/9/09
Messaggi
27.482
Punti reazioni
945
Il rating rimarrà lo stesso per non fare lo sgarro a il Migliore, quello che mi fa paura è l'outlook ma la caciottara furbescamente si sta posizionando
 

Galerkin

Nuovo Utente
Registrato
23/1/13
Messaggi
27.755
Punti reazioni
1.470
sono ancora le agenzie di rating AMERICANE che decidono il bello e il cattivo tempo...

quando il presidente Putin dice che gli americani sono dei sporchi colonizzatori che fanno solo i loro sporchi interessi...

secondo te dice il vero o il falso??

È ovvio che gli americani fanno i loro interessi. Il problema sono gli italiani che, invece di fare gli interessi dell'Italia, fanno gli interessi di qualcun altro per ricevere in cambio una carezza e un biscottino
 

Cholo Simeone

Veni Vidi Vici
Registrato
11/9/09
Messaggi
27.482
Punti reazioni
945
È ovvio che gli americani fanno i loro interessi. Il problema sono gli italiani che, invece di fare gli interessi dell'Italia, fanno gli interessi di qualcun altro per ricevere in cambio una carezza e un biscottino

Oramai è un circolo vizioso, non ne usciamo più.
È un circolo vizioso iniziato nel 2011 e forse anche prima, ma nel 2011 abbiamo segnato il punto di non ritorno.
 

mcord

reMember
Registrato
15/8/16
Messaggi
3.679
Punti reazioni
205
Qualcuno sa a che ora lo pubblicano ?
 

Galerkin

Nuovo Utente
Registrato
23/1/13
Messaggi
27.755
Punti reazioni
1.470
Oramai è un circolo vizioso, non ne usciamo più.
È un circolo vizioso iniziato nel 2011 e forse anche prima, ma nel 2011 abbiamo segnato il punto di non ritorno.

Ma che credibilità possono avere delle agenzie che l'altroieri, col governo sgradito, ti minacciavano di declassarti per mezzo punto di deficit in più per abbassare le tasse e col covid abbiamo fatto (giustamente) 160 miliardi di deficit e nessuno ha fatto un plissè?
Se bisogna fare quel che dicono da moodys, aboliamo le elezioni e il parlamento e facciamo decidere direttamente loro così almeno risparmiamo qualcosa...
Un po' di dignità, un po' di coraggio, un po' patriottismo, cribbio!