Auguri a tutti di un felice 2004 !

P.A.T.

Nuovo Utente
Registrato
8/5/01
Messaggi
31.001
Punti reazioni
1.380
Porgo un caro saluto a tutti gli amici di Analisi tecnica del FOL ed un augurio di buon 2004.

Buon 2004 a tutti Voi!
 
Ultima modifica:
Auguri anche a te Piedi a Terra.

Apprezzo sempre i tuoi interventi
 
Ricambio volentieri. Auguri a te e a tutti.
quirus
 
E' un piacere rileggerti.

Tanti auguri anche a te.
 
GIOCATI DAL CASO - Nassim Nicholas TALEB - Ed. Il saggiatore

"...Sono convinto che, forse, gran parte dell'econometria potrebbe essere inutile: molto di quello che sanno gli statistici che si occupano di finanza è privo di valore. La somma di una serie di zero, anche se ripetiti un miliardo di volte, è sempre zero. ..."
Nassim Taleb (pag. 125- 15a riga)

"La vera epifania della mia carriera nella casualità è avvenuta quando ho capito di non essere abbastanza intelligente, nè abbastanza forte per cercare di combattere le mie emozioni."
Nassim Taleb (pag. 204 primo capoverso)


" Un certo Harry Markowitz ha ricevuto qualcosa chiamato premio Nobel per l'economia( che poi non è neanche un premio Nobel, visto che è assegnato dalla banca centrale svedese in onore di Alfred Nobel, e non è stato istituito da lui). Per quali meriti? Per aver creato un elaborato metodo per calcolare il rischio futuro se si conosce l'incertezza futura, ovvero nel caso che i mercati abbiano regole chiaramente definite. il che evidentemente, non è vero. Ho spiegato la cosa a un tassista che si è messo a ridere all'idea che qualcuno possa aver pensato che esista qualche metodo scientifico per comprendere i mercati e prevederne le caratteristiche...Un risultato immediato della teoria del dottor Markowitz è stato il mezzo collasso del sistema finanziario nell'estate del 1998 ...LONG TERM CAPITAL MANAGEMENT...guidato da due colleghi di Markowitz anch'essi Nobel...i quali pensavano di poter misurare scientificamente i loro rischi..."
(PAG. 220 - secondo capoverso)


GRANDEEEEEE ....NASSIM TALEB!!!!!!!!!!!



GIOCATI DAL CASO
Ed. Il saggiatore
Aut. Nassim Nicholas TALEB


SPLENDIDO TESTO!
(sia soto il profilo psicosociologico che statistico/matematico)

Quanto da lui affermato a pag. 83, riportato da Piedi a Terra, (che saluto con simpatia, sperando che sia un anno diverso dal passato;)) corrisponde a verità.
Anche se non è niente di ecclatante. Tutti i trader più preparati sanno che su basi temporali più contenute si finisce col tradare più rumore e meno "rendimento assoluto".
Parafrasando Gann mi sento, comunque, di concludere con :)"...NIENTE DI NUOVO SOTTO IL SOLE...":)

Saluti

stefano calamita


P.S. - il testo è interessante sopratutto da un punto di vista di PSICOLOGIA DEL TRADING (consiglio a tutti di leggerlo, anzi studiarlo!!!!) se non altro per "l'autorevolezza" e credibilità professionale, in termini di risultati, dell'autore.
(...a sua detta sia pur in maniera indiretta, dovrebbe essere di....un milione di dollari l'anno di reddito lordo! pag. 38 - modus operandi)




X Luonto
Buon anno!
P.S. - i miei TS vanno alla grande e tuoi?
(W.L.)....dava già anni fà ottimi spunti sui quali lavorare... ;)
 
Ultima modifica:
Re: GIOCATI DAL CASO - Nassim Nicholas TALEB - Ed. Il saggiatore

Scritto da atima
[BX Luonto
Buon anno!
P.S. - i miei TS vanno alla grande e tuoi?
(W.L.)....dava già anni fà ottimi spunti sui quali lavorare... ;) [/B]

Ciao Atima grazie degli auguri che ricambio sinceramente.
Il 2003 e' stato buono ad eccezione degli ultimi giorni in cui ho avuto un impatto frontale con un treno di cui ancora mi debbo riavere ( ma nel complesso rimango in buona parte positivo).
Sai io con i TS non ci lavoro molto, preferisco basarmi piu' che altro su indagini statistiche e su configurazioni ricorrenti.
Spero in questo anno di ricominciare a studiare e di potere continuare a migliorarmi.

Auguri :)
 
x PAT

Spero di non essere fraineso da te questa volta: il mio intervento non ha e non vuole MINIMAMENTE avere un contenuto critico ne peggio ancora polemico, era solo per far chiarezza su un aspetto di TALEB messo in risalto e condiviso da tutto il mio gruppo di studio sugli aspetti psicologici del testo che hanno pari dignità se non addirittura "superiore enfasi" rispetto alla componente statistica/matematica trattata con competenza indiscussa dall'autore.

Buon 2004


atima



P.S. - sappi che per evitare ogni vena polemica fin d'ora mi impegno a non ribattere un tuo eventuale commento non in linea con il mio spirito "natalizio"
 
Re: Per Quirus

Scritto da Piedi a Terra
Ciao Quirus,
volevo renderti partecipe di una riflessione che ho fatto in questi ultimissimi tempi su un convincimento di NASSIM TALEB
http://pw1.netcom.com/~ntaleb/
autore del libro "Fooled by randomness" , tradotto recentemente anche in italiano. (Monte Carlo Experiment With Path Dependence of Trader Survival Rates.)

Secondo Taleb uno degli aspetti meno investigati nella valutazione dei trading system, e' la percezione inesatta della decadenza del rendimento/rischio rispetto alla diminuzione del frame temporale.

So che tu studi attentamente i trading system, e percio' mi permetto di farti osservare che forse anche tu sei portato, come anch'io ovviamente lo sono, a commettere un palese errore di percezione nella valutazione dei risultati di un trading system quando le basi temporali di valutazione delle performance sono ridotte.

Per cercare di capirne i motivi e rimuovere in futuro l'errore, a tale scopo ho effettuato - come prescritto da Taleb - una simulazione Montecarlo su un trading system investito su un vero portafoglio reale MTA italiano, dal momento che credo ben poco ai risultati sulla carta che sottostimano commissioni, slippage e spread.
Dal 1.1.2003 al 31.12.2003 questo trading system che ho analizzato con la metodica di Taleb si e' comportato bene (33,8%).

Queste le altre proxy
- volatilita’ MIBTEL nel 2003 = 17,01 %
- volatilita portafoglio in esame = 19,54 %

Sono stati condotti in Excel 50.000 colpi Montecarlo nella simulazione ad un giorno fino a 3.000 colpi negli altre scenari con frame piu' lunghi. Come output dal foglio allegato, ecco le probabilita’ di non perdere nel trading system su scale temporali diverse.

Scala Prob di non perdere

1 anno 93,00%
1 trim. 57,00%
1 mese 51,00%
1 giorno 50,33%


Stupefacente per me e' stato la conclusione che devo trarre dal testing del trading system in accordo a Taleb:
piu’ si accorcia la scala temporale, piu’ appare impressionante la decadenza della performance del trading system, a causa del rumore costituito dalla deviazione standard.

Non riuscendo a capacitarmi di alcune sensazionali scoperte avute dal test - in primis il clamoroso ridimensionamenteo della probabilita' di vincita giornaliera al modestissimo 50,33% - ho anche provato a chiedere conferme all'amico esperto.

Costui mi ha fatto osservare di concordare nel modo piu' assoluto con gli avvertimenti di Taleb sulle diverse percezioni del SEGNALE/RUMORE oppure del rapporto rendimento/rischio al diminuire del frame temporale.

Non è istintivo capire che questo rapporto peggiora e che tende a zero al tendere a zero del frame temporale, ma con velocità ben più alta della dimuzione del "segnale".

Supponiamo un investimento buy&hold sul DOW, con rendimento atteso pari a 10% e volatilità attesa pari a 20%: il rapporto rendimento rischio pari a 0.5 su un anno. Sulla singola settimana, avremo r=0.18% con rischio v=2.77% e rapporto=0.064, quasi un decimo rispetto al buy&hold annuale: tutte le volte che riduci il frame temporale a un cinquantesimo, ti ritrovi con il rapporto rischio/rendimento peggiorato di 10 volte.

Insomma, dopo la lettura di Taleb e il parere dell'amico esperto in materia che ha convalidato queste conclusioni, saro' decisamente piu' cauto in futuro nella progettazione ed analisi dei trading system.

La conclusione inevitabile che ho personalmente tratto dall'insegnamento di Nassim Taleb e':
rispetto ai trading system "di carta" che a causa di ottimizzazioni a volte persino nascoste agli stessi creatori risultano quasi sempre profittevoli, nei trading system reali, che analizzano al massimo qualche mese di dati di borsa, si trada quasi sempre rumore, piuttosto che cogliere la capacita' del trading system di incontrare il segnale.

Ero certamente a conoscenza di questo clamoroso paradosso (che paradosso non e’) in linea puramente teorica, ma non mi ero mai premurato di verificarlo prima d'ora.

Ora che l'’ho puntualmente verificato, mi sono accorto di quanto anch'io sia stato finora un povero “fooled” (per dirla con il poco garbato aggettivo che usa Taleb a proposito dei dilettanti della finanza fai da te) dal momento che e' poco sensato controllare l'efficacia giornaliera dei propri personali trading system che si usano sul mercato, alla stessa stregua di coloro che .....
controllano ogni giorno la quota del loro fondo comune azionario sul giornale :D

Caro Quirus,
a questo punto volevo chiederti: sei giunto pure tu, magari attraverso altre strade, alle stesse conclusioni che su frame molto corti (giornaliero, mensile, semestrale) quello che si vede dal backtesting di un Trading system e' poco altro che rumore ?

Ciao PAT

Ciò che scrivi riportando Taleb, che non ho letto, molto vero e interessante, è stato da me rilevato in modo empirico, fin dai primi momenti in cui indagavo e testavo ts ad 1 min. Nel contesto di frame così bassi effettivamente si ponevano due problemi che ancora oggi mi appaiono quasi insormontabili: rumore e difficoltà relative alla valutazione ed ottimizzazione date dall'enorme mole di dati ed eventualmente, dalla loro direzionalità. Mi spiego con un esempio; nella letteratura si trovano ts del tipo: compra ad inizio giornata e chiudi nel caso si superi un opportuno stop.
Questo ts che per quanto concerne il fib sarebbe difficilmente utilizzabile, data l'enorme volatilità che caratterizza tale strumento nei primi secondi di trading, avrebbe comunque funzionato piuttosto bene almeno fino al 2000...ma dopo? Nei ts che sviluppo cerco sempre, per questo ed altri motivi, di non privilegiare in alcun modo una direzione nei prezzi.
Ritornando alla questione da te posta la risposta è quindi si; ciononostante tali frame continuano ad apparirmi interessanti per diversi motivi:
1. dradown più bassi (una dimostrazione di tale affermazione potrebbe derivare da argomentazioni analoghe a quelle riportate da Taleb e da te);
2. possibilità almeno teorica di sfruttare anche minimi scostamenti di prezzi
Si tenga poi presente che anche un solo pattern-system robusto applicato su più strumenti può dare buoni introiti.
Un' ultima considerazione e concludo, almeno per ora. Tenendo presente che i tempi di elaborazione per frame bassi diventano più elevati (per ora non ho ancora trovato metodi statistici che permettano con un buon grado di confidenza di superare il problema) risulterà necessario prima di qualsiasi calcolo o algoritmo sviluppare un convincimento adeguato della bontà della nostra idea. Slippage e commissioni dovranno essere valutati opportunamente (e mai come in questo caso vale il detto "melius abundare quam deficere" - spero non ci siano errori)
un caro saluto, quirus
 
Up.


Lo.
 
"...Sono convinto che, forse, gran parte dell'econometria potrebbe essere inutile: molto di quello che sanno gli statistici che si occupano di finanza è privo di valore. La somma di una serie di zero, anche se ripetiti un miliardo di volte, è sempre zero. ..."
Nassim Taleb (pag. 125- 15a riga)

"La vera epifania della mia carriera nella casualità è avvenuta quando ho capito di non essere abbastanza intelligente, nè abbastanza forte per cercare di combattere le mie emozioni."
Nassim Taleb (pag. 204 primo capoverso)


" Un certo Harry Markowitz ha ricevuto qualcosa chiamato premio Nobel per l'economia( che poi non è neanche un premio Nobel, visto che è assegnato dalla banca centrale svedese in onore di Alfred Nobel, e non è stato istituito da lui). Per quali meriti? Per aver creato un elaborato metodo per calcolare il rischio futuro se si conosce l'incertezza futura, ovvero nel caso che i mercati abbiano regole chiaramente definite. il che evidentemente, non è vero. Ho spiegato la cosa a un tassista che si è messo a ridere all'idea che qualcuno possa aver pensato che esista qualche metodo scientifico per comprendere i mercati e prevederne le caratteristiche...Un risultato immediato della teoria del dottor Markowitz è stato il mezzo collasso del sistema finanziario nell'estate del 1998 ...LONG TERM CAPITAL MANAGEMENT...guidato da due colleghi di Markowitz anch'essi Nobel...i quali pensavano di poter misurare scientificamente i loro rischi..."
(PAG. 220 - secondo capoverso)


GRANDEEEEEE ....NASSIM TALEB!!!!!!!!!!!



GIOCATI DAL CASO
Ed. Il saggiatore
Aut. Nassim Nicholas TALEB


SPLENDIDO TESTO!
(sia soto il profilo psicosociologico che statistico/matematico)

Quanto da lui affermato a pag. 83, riportato da Piedi a Terra, (che saluto con simpatia, sperando che sia un anno diverso dal passato;)) corrisponde a verità.
Anche se non è niente di ecclatante. Tutti i trader più preparati sanno che su basi temporali più contenute si finisce col tradare più rumore e meno "rendimento assoluto".
Parafrasando Gann mi sento, comunque, di concludere con :)"...NIENTE DI NUOVO SOTTO IL SOLE...":)

Saluti

stefano calamita


P.S. - il testo è interessante sopratutto da un punto di vista di PSICOLOGIA DEL TRADING (consiglio a tutti di leggerlo, anzi studiarlo!!!!) se non altro per "l'autorevolezza" e credibilità professionale, in termini di risultati, dell'autore.
(...a sua detta sia pur in maniera indiretta, dovrebbe essere di....un milione di dollari l'anno di reddito lordo! pag. 38 - modus operandi)




X Luonto
Buon anno!
P.S. - i miei TS vanno alla grande e tuoi?
(W.L.)....dava già anni fà ottimi spunti sui quali lavorare... ;)

up
 
Indietro