azione TUI isin de000tuag000

Ha fatto un bel rimbalzo a 6. MI dispiace per te...
 
I ricercatori della FUR prevedono che nel 2024 la popolazione di lingua tedesca effettuerà circa 70 milioni di viaggi di vacanza della durata di almeno cinque giorni. Prima della pandemia, la cifra era di circa 71 milioni di viaggi. Questa cifra è crollata di quasi il 30% nel primo anno di coronavirus, nel 2020, e, secondo i dati preliminari, è risalita a poco più di 69 milioni di vacanze nel 2023
 
Domani 13/02/24 trimestrale TUI ... previsti buoni dati e titolo in rialzo oggi.....
 
Performance record nel primo trimestre del 2024, con ricavi più alti di sempre pari a 4,3 miliardi di euro e un EBIT sottostante positivo nel primo trimestre
di 6,0 milioni di euro per la prima volta1
. Di conseguenza, e sulla base delle attuali tendenze delle prenotazioni, riconfermiamo la nostra previsione per l'anno fiscale 2024 di aumentare il nostro EBIT sottostante di almeno il 25%.
• Nel primo trimestre del 2024 abbiamo registrato un fatturato record del Gruppo pari a 4,3 miliardi di euro1
, che ha registrato un forte aumento in tutti i nostri segmenti, aumentando complessivamente del 15% rispetto all'anno precedente (primo trimestre 2023: 3,8 miliardi di euro). Ciò è stato determinato da una maggiore domanda a prezzi e tariffe migliorati.
• Abbiamo raggiunto per la prima volta un EBIT di Gruppo positivo nel primo trimestre pari a 6,0 milioni di euro1
. Questo è stato un miglioramento di
€ 159,0 milioni (primo trimestre 2023: € -153,0 milioni), evidenziando i progressi significativi che abbiamo compiuto in tutto il business e
sottolineando lo sviluppo strategico del Gruppo.
o Hotels & Resorts ha migliorato la già forte performance operativa dell'anno precedente, supportata da un aumento dell'occupazione e da tariffe più elevate.
o Nel settore delle crociere, il forte contesto commerciale unito alla qualità del prodotto che offriamo, hanno favorito un'espansione del mercato
aumento dell'occupazione a tassi più elevati, con tutti e tre i nostri marchi di crociere che contribuiscono al rialzo.
o Con l'ulteriore espansione della nostra offerta di prodotti differenziati e il continuo sviluppo della piattaforma digitale in TUI Musement, il segmento ha registrato risultati superiori rispetto all'anno precedente
per il periodo.
o I nostri mercati e le nostre compagnie aeree hanno registrato un EBIT sottostante significativamente migliorato con la regione centrale
registrando per la prima volta un risultato positivo nel primo trimestre1
. Il segmento ha beneficiato di un rafforzamento
domanda a prezzi aumentati. Inoltre, la capacità di ritornare alle nostre normali linee di copertura ha fornito, come previsto, un significativo rialzo dei risultati in tutti i mercati.

Icona di Verificata con community
 
Durante il trimestre abbiamo accolto 3,5 milioni di clienti, il 6% in più rispetto all'anno precedente. Fattore di carico medio dell'86%
per il primo trimestre del 2024 è stato superiore dell’1% rispetto all’anno precedente.
• Abbiamo registrato una riduzione del nostro indebitamento netto anno su anno da 1,3 miliardi di euro a 4,0 miliardi di euro al 31 dicembre 2023 da 5,3 miliardi di euro in
l'anno precedente. Questo miglioramento è stato determinato dai proventi netti (a seguito del rimborso degli obblighi finali del WSF) derivanti dal nostro aumento di capitale nell’aprile 2023 e da un flusso di cassa positivo derivante dalle operazioni e da minori investimenti netti.
• Abbiamo assistito a un ulteriore miglioramento del nostro rating creditizio a B+ con outlook positivo da parte di S&P e abbiamo un percorso chiaro
ad un target di rating del territorio BB/Ba.
• In Markets & Airlines lo slancio positivo delle prenotazioni2 continua sia per l'inverno 2023/24 che per l'estate
Stagione 2024 con un programma ampliato. Il prezzo medio di vendita (ASP) continua a reggere bene, in evidenza
la forte domanda per i nostri prodotti e la continua volontà dei consumatori di dare priorità alla spesa per i viaggi e
vacanze. I nostri livelli di copertura per le prossime stagioni estive e invernali sono in linea con la nostra normale copertura
politica.
• Le prenotazioni per l'inverno 2023/24 continuano ad essere ben avanti con un +8% rispetto alla stagione precedente, con un ASP più alto in tutta la nostra
mercati chiave e in crescita complessiva del +4%. Ad oggi è stato venduto l'87% della stagione invernale, in linea con la precedente
Stagione invernale. Le prenotazioni per l'estate 2024 continuano ad essere promettenti con il consueto 32% del programma
venduto in quel momento. Le prenotazioni sono in vantaggio in tutti i nostri mercati e, nel complesso, con un +8% sostenute da un trend più forte
ASP al +4% rispetto all’Estate 2023.
• Scambio di esperienze di vacanza3
rimane sulla buona strada per raggiungere risultati in linea con le aspettative, con prenotazioni in tutti i segmenti in anticipo rispetto all’anno precedente
 

credo che fino a quando non si conclude il trasferimento da londra​

poco mosso, nonostante i risultati

Gli azionisti di TUI approvano il delisting dalla Borsa di Londra​

13 febbraio 2024 alle 18:07
Condividi
Gli azionisti di TUI hanno approvato martedì il delisting della più grande compagnia di viaggi d'Europa dalla Borsa di Londra.

Il voto degli azionisti all'assemblea generale annuale della società ha dato il 98,35% a favore del delisting, con l'1,65% contrario. (Relazioni di Joanna Plucinska e Ilona Wissenbach, a cura di David Goodman)
 
Orientamento per l’anno fiscale 20244
Il nostro focus è sull’eccellenza operativa e sull’esecuzione. La nostra tabella di marcia strategica, la forte ripresa operativa e
le misure adottate per rafforzare il nostro bilancio, pongono le basi per una futura crescita redditizia. La nostra guida
per l'anno fiscale 2024 è fornito nel quadro delle attuali incertezze macroeconomiche e geopolitiche, soprattutto in Medio Oriente. Si basa sulla forte performance del primo trimestre e sull’attuale momentum positivo delle prenotazioni in entrambe le stagioni, nonché sul ritorno a una normale politica di copertura. In questo contesto, riconfermiamo la ns
guida per l’anno fiscale 2024 pubblicata nella nostra relazione annuale 2023:
o Prevediamo un aumento dei ricavi di almeno il 10% su base annua
o Prevediamo che l'EBIT sottostante aumenterà di almeno il 25% su base annua
Ambizioni a medio termine
Abbiamo una strategia chiara per accelerare la crescita redditizia aumentando il valore della vita del cliente, creando un business più agile, più efficiente in termini di costi e raggiungendo una maggiore velocità di commercializzazione con l'obiettivo di creare ulteriore valore per gli azionisti. Le nostre ambizioni a medio termine sono le seguenti:
o Generare una crescita dell'EBIT sottostante di c. 7-10% CAGR
o Obiettivo di leva finanziaria netta5
fortemente al di sotto di 1,0x
o Ritorno a un territorio con rating creditizio in linea con il nostro rating BB/Ba pre-pandemia (S&P/Moody's
 

iario e il P/E 5 per il 2024/25

Gli analisti sono rimasti stupiti quando TUI ha riportato un utile di 6 milioni di euro per il primo trimestre. Di norma TUI subisce una perdita durante questo periodo. I ricavi sono aumentati del 15% nel primo trimestre raggiungendo il livello record di 4,3 miliardi di euro, mentre il numero di ospiti è aumentato del 6% a 3,5 milioni. Le prenotazioni per l'estate sono superiori dell'8% rispetto allo scorso anno e i prezzi medi sono superiori del 4%. Gli obiettivi annuali (fatturato + 10% e utile operativo + 25%) sono quindi pienamente rispettati. Si prevede che il 2024 sarà anche l'anno in cui TUI stabilirà per la prima volta il record del 2019 con 20 milioni di prenotazioni. Dt. Bank la vede bene e conferma la tendenza operativa, che è ancora più forte di quanto si pensasse inizialmente. Puoi vedere un obiettivo di € 10,50. La volatilità intraday di 1€ di ieri dimostra l'incertezza fondamentale in seconda fila. Tuttavia, anche le vendite nel periodo precedente al delisting di Londra in aprile potrebbero aver avuto un ruolo per ragioni legate all'indice.
 
COMUNQUE OGGI E' SCESA X QUESTO MOTIVO....
La performance operativa non è tutto. Alla fine è il risultato complessivo che conta e non solo l'EBIT o la linea dell'EBIT rettificato. E ci sono più di 500 milioni di euro affondati - ahi. Il patrimonio netto è quindi brutale da 1.947,2 a 1.393,9 euro crollato. Ahi! In realtà è solo a pagina 23 di 49, speriamo che nessuno se ne accorga fino a venerdì e il prezzo rimanga sopra i 6,60 euro."
Bene, quello che mi piace davvero è il risultato consolidato di -83,5 rispetto a -230 dello stesso trimestre dell'anno scorso. Una volta ho scritto che speravo in -130. Davvero forte. Quello che trovo molto strano è che TUI dica questo Le prenotazioni per l'estate sono all'incirca allo stesso livello dell'anno precedente e con un fatturato in più del 4%, ma gli acconti ricevuti sono solo 3.165 rispetto ai 3.530 dell'anno precedente. Bisogna pagare meno in anticipo o c'è un altro spiegazione? Non solo le prenotazioni sarebbero state così forti da gennaio." – Kleinvisioner

 
Indietro