Banca si dimentica di un mutuo non pagato, come comportarsi?

  • ANNUNCIO: Segui le NewsLetter di Borse.it.

    Al via la Newsletter di Borse, con tutte le notizie quotidiane sui mercati finanziari. Iscriviti per rimanere aggiornato con le ultime News di settore, quotazioni e titoli del momento.
    Per iscriverti visita questo link.

wgiants

Nuovo Utente
Registrato
10/11/15
Messaggi
136
Punti reazioni
6
Buongiorno,

vorrei porre alla Vostra attenzione un caso piuttosto singolare.

Mutuo ipotecario di Euro 120.000 per ristrutturazione immobile con ipoteca sull'immobile stesso.

Rimborsate rate per 90.000 Euro e successivamente - per ragioni di forza maggiore - il cliente smette di pagare. Passa un anno e più e la banca "annulla" il contratto di mutuo mantenendo l'ipoteca e chiedendo più volte di concordare una soluzione per il rientro. Il cliente non risponde in quanto non ha possibilità di trattare visto il reddito nullo. Zero ingiunzioni, zero precetti.

Qualche mese fa il cliente propone una soluzione a stralcio alla banca senza ricevere alcuna risposta.

Come comportarsi in questi casi? Esiste un limite temporale entro cui la banca non ha più diritto di richiedere il pagamento di un debito?

Qui non si parla di non voler pagare, ma il contrario. E' la banca che fa orecchie da mercante.

Grazie in anticipo.
 
l'ipoteca di sicuro è ancora presente sull'immobile (e dovresti controllare la situazione ipotecaria)

la proposta come è stata fatta? tramite raccomandata, di persona in filiale?

il problema è che essendoci una ipoteca quell'immobile non riusciresti a rivenderlo
 
l'ipoteca di sicuro è ancora presente sull'immobile (e dovresti controllare la situazione ipotecaria)

la proposta come è stata fatta? tramite raccomandata, di persona in filiale?

il problema è che essendoci una ipoteca quell'immobile non riusciresti a rivenderlo

L'ipoteca è presente, come ovviamente tutti ci aspettavamo. Nulla di strano. Ovviamente la visura è stata eseguita.

La proposta è stata anticipata via FAX e successivamente spedita via raccomandata alla filiale. E' stata inviata anche una mail al direttore per rettificare un numero telefono e con l'occasione sono stati confermati recapiti ed indirizzo. Zero possibilità di errore quindi.

Ovvio che l'immobile non è vendibile, tuttavia pare assurdo che la banca voglia tenere "in ostaggio" il bene.
 
L'immobile ipotecato è vendibile, nessuna legge vieta di farlo.

Ovviamente un eventuale compratore si farà scontare dal prezzo pagato il costo, compreso il pagamento del debito residuo, della cancellazione dell'ipoteca.
 
L'immobile ipotecato è vendibile, nessuna legge vieta di farlo.

Ovviamente un eventuale compratore si farà scontare dal prezzo pagato il costo, compreso il pagamento del debito residuo, della cancellazione dell'ipoteca.

Sicuramente, tuttavia nessuno vuole vendere. Semplicemente non è bello che la cliente viva con il terrore di trovarsi il bene (per il quale vorrebbe pagare) pignorato il giorno dopo.
 
Sicuramente, tuttavia nessuno vuole vendere. Semplicemente non è bello che la cliente viva con il terrore di trovarsi il bene (per il quale vorrebbe pagare) pignorato il giorno dopo.

Manda una raccomandata in cui chiedi i conteggi e la procedura per estinguere il mutuo.

Se non rispondono entro un certo tempo mandi una raccomandata di messa in mora con comunicazione all'ufficio legale della banca e all'arbitro bancario.

Vedrai che poi muovono i ciapett.

Del resto la situazione che descrivi, in un periodo in cui le banche fanno fatica a rientrare dei crediti, mi pare un tantino surreale.
 
Manda una raccomandata in cui chiedi i conteggi e la procedura per estinguere il mutuo.

Se non rispondono entro un certo tempo mandi una raccomandata di messa in mora con comunicazione all'ufficio legale della banca e all'arbitro bancario.

Vedrai che poi muovono i ciapett.

Del resto la situazione che descrivi, in un periodo in cui le banche fanno fatica a rientrare dei crediti, mi pare un tantino surreale.

Esatto! Infatti la cliente pensava di essere ricontattare immediatamente non appena spedita la richiesta di stralcio. Anche solo per un "vaffa" da parte della banca.
 
Manda una raccomandata in cui chiedi i conteggi e la procedura per estinguere il mutuo.

Se non rispondono entro un certo tempo mandi una raccomandata di messa in mora con comunicazione all'ufficio legale della banca e all'arbitro bancario.

Vedrai che poi muovono i ciapett.

I conteggi la banca te li fa anche subito, per estinguere TUTTO in mutuo, e non solo l'importo che decidi tu ...
Poi devi muovere tu le ciapett per trovare TUTTI i soldi ....
Secondo questa logica, il cliente e' evidentemente, inesorabilmente in mora, ma pretende di mettere in mora la banca.... Succede solo in Italia .... :angry:
 
Indietro