BEST STOCKS VOL 3... il periodo inizia ad essere lungo... 6 anni insieme

johnny1982

Il tempo batte il tempismo
Registrato
19/2/09
Messaggi
38.149
Punti reazioni
1.594
veniamo da qui:

BEST STOCKS , Cerchiamo di battere gli indici...

BEST STOCKS Vol 2, Per gli investitori di lungo periodo

RIEPILOGO

Petrolio/Energetici

Shell (RDS.B)
+Exxon Mobile (xom)
*Chevron (cvx)
Eni (BIT:ENI)


Infrastrutture
Atlantia
Astm (Include SIAS)
*Canadian National Railways
*Terna
National Grid
SNAM
Red Electica

Pagamenti Elettronici
*Mastercard
*Visa
*Paypal

Assicurativi USA HealthCare
+*AFLAC
United health Group

Chimica
BASF
Bayer (Include Monsanto)
Linde
Solvay
Air Liquide

HealthCare
*+JNJ
*Abbot
Novartis
*+Medtronic
Baxter
*Roche
Sanofi
Recordati

Agribusiness e Fertilizzanti
DEERE
+ARCHER-DANIELS-MIDLAND ADM
Agrium
CF Industries Holding

Alimentari , Ristorazione, Consumi
+McDonald
YUM!
+Coca Cola
+*Pepsi Cola
+Procter&Gable
+Colgate - Palmolive
Unilever
*Henkel
Church and dwight
Clorox
*Nestlè
Reckitt Bankiser


Tecnologici
*Google
Apple
Facebook
Microsoft
Samsung
Qualcomm
Oracle
SAP
+Automatic Data Processing
Cisco
SONY

Industriali
+3M
Siemens

Lusso
*Ferrari

Holding
*Berkshire Hataway

*sono i titoli per me più appetibili
+ Sono nel Dividend Aristocrat Index

[Luglio 2020] Come suddividere:

I settori non avranno ovvero tutti la stessa rilevanza provo a dare un'idea di massimo su come allocherei le risorse

Staples (25% minimo)
Staples+ Pharma + Infrastrutture circa un 50% totale
Tecnologia + Pagamenti (20 - 40%)

Il restante fra gli altri settori , personale piccola preferenza per lusso + discreptional

Petrolio <= 5%




[Non best stocks ma potenziali aspiranti]
Amazon
Alibaba
Starbucks
LVMH
Abbvie

[Non best stocks ma aziende con brand molto affermati, generalmente nel segmento consumer discreptional o comuque settori più di nicchia]
Adidas
Nike
ExilorLuxottica
Zeiss
MARR
WAL MART
Dr Pepper
Anheuser Busch InBev
Heineken
Campari
LMT
Stryker
Intuitive Sirurgical
-Tabacco , spostato qui perchè comunque c'è a livello globale una campagna governava contro il fumo che quindi ne penalizza sostanzialmente le vendite
Altria
*British American Tobacco
Imperial Brands


Gestori Di mercati telematici [settore di nicchia interessante e diciamo infrastrutturale]
ICE (borsa di ny)
NASDAQ
Duetsche Boerse
Euronext
CME
LSE (attenzione che ha un PE molto più alto selle altre)

Numero di titoli , dipende molto dalle dimensioni del portafoglio ma in generale sconsiglio di superare i 30 titoli ... l'ideale sarebbe stare fra 10 e 20 , polverizzare troppo il portafoglio non è il massimo inoltre scegliere comporta un processo di valutazione dei titoli che è importante.





ETF (Per chi magari ha portafoglio troppo piccoli) [Luglio 2020]
un ETF sul Nasdaq
un Etf sull'MSCI Worlsd consumer staples

Semplificato il comparto etf , deve essere davvero per chi ha cifre molto piccole , o davvero poca voglia di stare dietro ai titoli . strategia semplicissima.
33% ETF Nasdaq e 66% su un etf consumer staples.



un portafoglio da 5 titoli: (del 12 Marzo 2013)
Pepsi
Canadian National Railways
Mastercard
Google
Jnj

10 titoli:
Reckitt Benkiser
Atlantia
Terna
Chevron
ETF Dax


un portafoglio (del 17 Giugno 2020)

5 titoli
ETF Nasdaq (lo peserei da x1.5)
Pepsi
Canadian National Railways
Mastercard
Jnj

10 Titoli
Alphabet (GOOGL)
Facebook
Microsoft
Mastercard
Pepsi
Nestlè
JNJ
Canadian National railways
Terna
1 gestore di borsa fra ICE , Nasdaq, Deutsche Boerse o Euronext


Witholding tax - Ritenuta alla fonte

Visto che spesso viene fuori il discorso lo scrivo qui:

Le azioni estere subiscono una ritenuta alla fonte sui dividendi in molti casi. Le tasse italiane si applicano poi al dividendo al NETTO della ritenuta alla fonte.

I vari paesi hanno queste aliquote: riporto le più comuni

USA 15% (richiede la firma del modulo W-8ben)
Canada 15% (richiede la firma di un modulo specifico)
UK 0%
Francia 35% (si può ridurre al 15% su binck presentando annualmente una certificazione della agenzia delle entrate)
Svizzera 35%
Germania 26.2%

in generale potreste sempre farli ridurre al 15% ma occorrono procedure dispendiose che spesso costerebbero più del guadagno.

Nei fondi etf ecc ecc le ritenute alla fonte vengono pagate comunque applicate ai dividendi che i fondi ricevono in ragione del 15%.

Le ritenute alla fonte NON si applicano ai capital gain.

Le ritenute alla fonte sono INDIPENDENTI dal mercato dove si compra il titolo, un ADR UK preso al NYSE non avrà dunque ritenuta alla fonte

una azione Siemens presa a Milano pagherà comunque la ritenuta alla fonte tedesca.

Esempio di ritenuta alla fonte


avete 100 azioni della Johnny1982 corp USA che vi pagano 1$ di dividendo

voi riceverete 0.85$ perché 0.15$ se li trattiene il fisco USA

su questi 0.85$ pagherete il 26% al fisco italiano dunque riceverete 0.629$ netti. La tassazione effettiva sui dividendi sarà del 37.1%
 
Ultima modifica:

johnny1982

Il tempo batte il tempismo
Registrato
19/2/09
Messaggi
38.149
Punti reazioni
1.594
terzo capitolo del nostro viaggio che finora penso a chi lo abbia seguito abbia dato molte soddisfazioni ... sono oltre 6 anni che è cominciata ... ricordo uno dei primissimi post che diceva come sarebbe morta presto questa discussione ...

ma ricordate le cose veramente valide durano nel tempo ...
 

paolino1972

Nuovo Utente
Registrato
20/10/15
Messaggi
281
Punti reazioni
3
Ottima discussione
Seguo con piacere
Secondo voi i portafogli / titoli indicati vanno bene anche per il prossimo anno?
 

1966

Nuovo Utente
Registrato
18/2/08
Messaggi
3.445
Punti reazioni
229
Grande Johnny, seguo sempre
 

pmc

Nuovo Utente
Registrato
13/12/09
Messaggi
1.707
Punti reazioni
69
A primo colpo d'occhio (a mio parere) credo che ci siano almeno 3 grosse carenze nella lista.
Tralasciando le quotazioni che a quanto ho capito si vanno a valutare in caso di cali di prezzo, io aggiungerei prima fra tutti S&P Global (SPGI) che è l'indice in persona. In seguito amplierei il settore lusso per avere un minimo di scelta in più, che a quanto vedo è composto solo da Ferrari, aggiungendo almeno Kering e Lvmh.

Volendo poi si potrebbe aggiungere in watch list due utility dell'acqua American States Water (AWR) e American Water Works (AWK), al quale non si può fare a meno.

Discorso simile per lo smaltimento rifiuti che tutti produciamo nonostante le raccolte differenziate. In quest'ultimo caso metterei almeno Waste Management (WM) e Republic Services (RSG).
 

johnny1982

Il tempo batte il tempismo
Registrato
19/2/09
Messaggi
38.149
Punti reazioni
1.594
Ottima discussione
Seguo con piacere
Secondo voi i portafogli / titoli indicati vanno bene anche per il prossimo anno?

quegli esempi di portafoglio erano del 2013

quello a 5 titoli lo terrei

sarebbe da rivedere quello a 10
 

johnny1982

Il tempo batte il tempismo
Registrato
19/2/09
Messaggi
38.149
Punti reazioni
1.594
A primo colpo d'occhio (a mio parere) credo che ci siano almeno 3 grosse carenze nella lista.
Tralasciando le quotazioni che a quanto ho capito si vanno a valutare in caso di cali di prezzo, io aggiungerei prima fra tutti S&P Global (SPGI) che è l'indice in persona. In seguito amplierei il settore lusso per avere un minimo di scelta in più, che a quanto vedo è composto solo da Ferrari, aggiungendo almeno Kering e Lvmh.

Volendo poi si potrebbe aggiungere in watch list due utility dell'acqua American States Water (AWR) e American Water Works (AWK), al quale non si può fare a meno.

Discorso simile per lo smaltimento rifiuti che tutti produciamo nonostante le raccolte differenziate. In quest'ultimo caso metterei almeno Waste Management (WM) e Republic Services (RSG).

Le utility le ho sempre lasciate un pò fuori dalla lista ... non ne sono mai stati un grosso amante ...

ho sempre preferito l'investimento sulle ret di distribuzione .. che siano elettriche tipo terna , metano snam ... o la inglese national grid

i servizi idrici che indichi non so se siano gestori degli acquedotti oppure facciano depurazione o cos'altro ... andrebbero analizzati ...

la gestione rifiuti troppo in balia di norme ambientali ecc ecc ... e campano multo in genere su incentivazioni statali ...

sul lusso i titioli che citi sono senza dubbio interessanti però avevano un PE veramente tiratissimo ... e si sono conglomerati di molti marchi ... però che marchi anche famosi della moda vadano in crisi finanziarie pesanti non è proprio una cosa rara ... anzi ...

Ferrari ha di sui che era stato riconosciuto come il brand più famoso al mondo ... ed il business è più facilmente identificabile come targhet ...

nella moda la concorrenza è facile ... con soldi pubblicità idee innovative ... ti ritagli in poco tempo spazio togliendolo a griffe affermate...

nelle super car è diverso ... i concorrenti sono ferrari e lamborghini entrambe che sottoproducono rispetto alla richiesta potenziale ... e non è che ci sia molto spazio di manovra per avere successo nelle supercar è un settore molto più protetto ... che devo dire io sono un azionista della prima ora di ferrari è andata oltre la più rosea aspettativa .. anzi all'inizio marchionne svuotado la cassa del cavallino e scaricandoci 2 miliardi di debiti fiat non è che avesse fatto una mossa molto bella ... sembrava preparare il pacco per i futuri azionisti
 

leonzio22

Nuovo Utente
Registrato
12/7/10
Messaggi
1.577
Punti reazioni
78
Ciao johnny,

segnalo, secondo me, una/due "bomba/e healthcare" - best stock che potrebbe benissimo essere aggiunta al tuo elenco (sebbene la tipologia di beni prodotti e commercializzati possa per certi aspetti avere dei "rischi" - rischio di difetti costruttivi ecc. con importanti conseguenze sul bene primario salute, ecc.):
EDWARDS LIFESCNS (quotata al Nyse, liquida, crescita aziendale e del titolo lineari, con pratiche aziendali in senso lato e management riconosciuti tra i migliori al mondo) - "al fianco di" AMPLIFON
 

pmc

Nuovo Utente
Registrato
13/12/09
Messaggi
1.707
Punti reazioni
69
...

sul lusso i titioli che citi sono senza dubbio interessanti però avevano un PE veramente tiratissimo ... e si sono conglomerati di molti marchi ... però che marchi anche famosi della moda vadano in crisi finanziarie pesanti non è proprio una cosa rara ... anzi ...

Premetto che non possiedo le citate aziende ma solo Ferrari fin dal primo giorno di quotazione sia in Usa che in Italia, ma mi sorge una domanda spontanea:
Mi sai trovare un settore o titolo con assoluta certezza che non abbia avuto nella sua storia una crisi oppure che sia totalmente immune a crisi finanziaria futura?
Non credo. Al di la delle scelte personali che ovviamente sono soggettive, conglomerati al top come Kering e Lvmh andrebbero messi in watch list. Forse anche PVH, ma diciamo che almeno Lvmh sia più che doveroso.
In un certo senso è un pò come mettere solo Coca Cola e non Pepsi, che fra l'altro KO ha avuto netti cali di fatturato e utile per diversi anni consecutivi. In questo caso ci sarebbe anche il trend salutista che li metterebbe in discussione dato che hanno poco di salutare.
Se poi ci metti anche Altria, li il salutista va letteralmente in fumo :p

Per quel che riguarda lo smistamento rifiuti effettivamente si, sono un pò "parastatali", un pò come Terna e Snam in un certo senso, ma escluderle perchè sono "in balia di norme ambientali" è come escludere l'healthcare perchè i brevetti scadono e la concorrenza è ampia.

Sarà un parere mio, ma un'occhiata più attenta la darei, soprattutto all'S&P Global :yes:
 

bppr1994

Nuovo Utente
Registrato
7/8/17
Messaggi
738
Punti reazioni
99
Peraltro oggi LVMH sembra essere a sconto (e non lo è... ) se raffrontata a Ferrari
 

oscar.pettinari

Buy & Hold
Registrato
23/10/14
Messaggi
1.906
Punti reazioni
209
Ma di Autogrill che ne pensate? Il settore mi sembra in crescita visto che opera principalmente in aeroporti e stazioni e i turisti nei prossimi anni aumenteranno. Il fatturato e' globale, il marchio e' abbastanza noto, un eventuale aumento dell'inflazione e' scaricabale sui prezzi dei prodotti venduti...e' inseribile nei PIR nella parte Midcap e non e' salito eccessivamente. Una vostra opinione.....grazie.
 

GreedyTrader

Stay lazy, get rich
Registrato
22/10/12
Messaggi
10.598
Punti reazioni
716
mi permetto di dissentire su LVMH, Kering e anche Daimler: certi marchi non hanno nessuna possibilità di essere sostituiti velocemente, tipo Don perignon Gucci o Luis vuititton... per me un must averli in portafoglio
 

johnny1982

Il tempo batte il tempismo
Registrato
19/2/09
Messaggi
38.149
Punti reazioni
1.594
il lusso ha sempre avuto una quota un pò marginale nei miei discorsi ... sono sempre stato più orientato agli staples ...

nel lusso ho sempre visto una gestione un pò più aggressiva del marketing nel lungo periodo non so ... comunque nessuno dice che siano titoli da non considerare solo che non mi sento di metterli sullo stesso piano ad esempio di KO e pepsi

comunque KO se non erro sono quasi 50 anni che aumenta il dividendo ...

il salutismo fa un pò ridere discorso affrontato già varie volte perchè il calo di vendite è dovuto alla nuova concorrenza degli energy drink che sono ancora peggiori a livello di salute ... non a caso il miglior investimento di questo millennio probabilmente era Monster Beverage ... una botta di salute... + 50000% se non erro amazon , i vari tech ecc ecc obliterati dalla performance della Monster

sulla EDWARDS LIFESCNS interessante ma il P/E ora è astronomico per un ingresso ... un pò come quasi tutto del resto purtroppo
 

pmc

Nuovo Utente
Registrato
13/12/09
Messaggi
1.707
Punti reazioni
69
il lusso ha sempre avuto una quota un pò marginale nei miei discorsi ... sono sempre stato più orientato agli staples ...

nel lusso ho sempre visto una gestione un pò più aggressiva del marketing nel lungo periodo non so ... comunque nessuno dice che siano titoli da non considerare solo che non mi sento di metterli sullo stesso piano ad esempio di KO e pepsi

comunque KO se non erro sono quasi 50 anni che aumenta il dividendo ...

il salutismo fa un pò ridere discorso affrontato già varie volte perchè il calo di vendite è dovuto alla nuova concorrenza degli energy drink che sono ancora peggiori a livello di salute ... non a caso il miglior investimento di questo millennio probabilmente era Monster Beverage ... una botta di salute... + 50000% se non erro amazon , i vari tech ecc ecc obliterati dalla performance della Monster

sulla EDWARDS LIFESCNS interessante ma il P/E ora è astronomico per un ingresso ... un pò come quasi tutto del resto purtroppo

Se il discorso riguarda preferenze personali... nulla da obiettare. Ognuno è libero di fare le proprie scelte. Il mio era un discorso di "equilibrio", cosa che non si può ottenere con un solo titolo (nel caso specifico del settore lusso con dentro solo Ferrari).
Poi non so che genere di operatività fai. Dubito sia cosi profittevole la compravendita di 60 o 70 titoli come nel tuo elenco. Credo piuttosto sia una specie di lista da tenere sotto controllo. Per questo motivo io, come molti altri, mettono in evidenza alcune aziende non presenti.

Se poi il tuo elenco è un qualcosa che si orienta solo per le tue preferenze personali allora (a parer mio) sarebbe più interessante vedere non un mucchio di titoli messi li, ma un ptf con tanto di grafico e andamento rispetto agli indici.
Con tutti quei titoli in un ptf sarei pronto a scommettere che puoi solo sottoperformare a forza di commissioni e capital gain, rispetto a 3 o 4 semplici etf :yes: