Bio on - azionisti attuali 5

Implacabile

Pacifico
Registrato
24/10/07
Messaggi
7.917
Punti reazioni
211
Ho seguito la puntata del 20 novembre su Spotify; nulla di nuovo; la prossima puntata sarà quella del crollo a seguito del report di Grego.
Comunque ora che c'è MAIP, penso che tutto il passato conti relativamente.
 

charles67

Nuovo Utente
Registrato
2/7/10
Messaggi
2.106
Punti reazioni
74
Ho seguito la puntata del 20 novembre su Spotify; nulla di nuovo; la prossima puntata sarà quella del crollo a seguito del report di Grego.
Comunque ora che c'è MAIP, penso che tutto il passato conti relativamente.

Ed ecco le prime 4 puntate...tutte interessanti

Le puntate numero 1, 2, 3 e 4 delle 8 previste, che sono state pubblicate fino ad adesso con cadenza giornaliera, su Spotify ai link seguenti (o cercando "L'Unicorno")

https://open.spotify.com/episode/0E...joRL-W4qfMg7wcUg&utm_source=native-share-menu

https://open.spotify.com/episode/5J...i=WVMLJ6u_QsShmaE4tbaerw&utm_source=copy-link

https://open.spotify.com/episode/1d...i=H6csIEn6T_2Op479akoiPg&utm_source=copy-link

https://open.spotify.com/episode/1O...i=peuQ1ZmSRSWmopLacjKQWA&utm_source=copy-link
 

charles67

Nuovo Utente
Registrato
2/7/10
Messaggi
2.106
Punti reazioni
74

Veramente, l'impressione che traggo ascoltando i podcast, per adesso, è che la narrazione spacciata da Gabriele Grego sia incompatibile con quella narrata da Riccardo Haupt nei podcast su Spotify.
 

Implacabile

Pacifico
Registrato
24/10/07
Messaggi
7.917
Punti reazioni
211
Ho ascoltato anche la puntata del 21 novembre che verteva sulla vita di Grego.
Vedremo come andrà a finire con l'entrata in campo di MAIP.
 

diegoturbo

Domina il denaro oppure sarà lui a dominare te
Registrato
13/4/12
Messaggi
2.602
Punti reazioni
43
secondo me tecnologia e know-how c'erano, la possibilità di conquistare il mercato, il business, il bilancio ecc, purtroppo sono stati gestiti male...
da quello che ho capito il fallimento è stato causato dal voler gonfiare troppo e accelerare risultati e profitti, creando false società a cui si fingeva di vendere il prodotto.
Potrebbe ripartire il business, facendo i passi corretti e senza correre.
Spero possano rientrare in gioco i piccoli azionisti, come me, in modo da recuperare parzialmente le perdite
 

charles67

Nuovo Utente
Registrato
2/7/10
Messaggi
2.106
Punti reazioni
74
secondo me tecnologia e know-how c'erano, la possibilità di conquistare il mercato, il business, il bilancio ecc, purtroppo sono stati gestiti male...
da quello che ho capito il fallimento è stato causato dal voler gonfiare troppo e accelerare risultati e profitti, creando false società a cui si fingeva di vendere il prodotto.
Potrebbe ripartire il business, facendo i passi corretti e senza correre.
Spero possano rientrare in gioco i piccoli azionisti, come me, in modo da recuperare parzialmente le perdite

In vita mia non ho mai visto un'attivista di qualsiasi natura che, nel voler proteggere una determinata specie, specula sulla pelle proprio di quella specie arricchendo invece " i soliti squali" che se ne nutrono. Questo è un fatto alla luce del sole, nessun complotto nessuna dietrologia.
 
Ultima modifica:

charles67

Nuovo Utente
Registrato
2/7/10
Messaggi
2.106
Punti reazioni
74
secondo me tecnologia e know-how c'erano, la possibilità di conquistare il mercato, il business, il bilancio ecc, purtroppo sono stati gestiti male...
da quello che ho capito il fallimento è stato causato dal voler gonfiare troppo e accelerare risultati e profitti, creando false società a cui si fingeva di vendere il prodotto.
Potrebbe ripartire il business, facendo i passi corretti e senza correre.
Spero possano rientrare in gioco i piccoli azionisti, come me, in modo da recuperare parzialmente le perdite
Gestiti male il know how e la tecnologia di Bio-On? Gonfiare troppo? False società? Si fingeva di vendere il prodotto?
Il punto è secondo me uno solo.
I crediti 2018 nei confronti di Aldia, Liphe, Zeropack, Eloxel, definiti da Gabriele Grego e Maurizio Salom inesigibili, sono stati interamente incassati!
Si discute della competenza economica della cessione delle licenze alle c.d. joint venture, l'interpretazione di un principio contabile, su cui ha espresso un'opinione, consultato dalla curatela, Michele Casó, nientemeno che il Presidente Del Collegio Sindacale di Novamont ai tempi dell'attacco.

https://open.spotify.com/episode/5o...i=lvRC6Im1Sdy4wTG3yYxNPQ&utm_source=copy-link

Ascoltate anche il podcast. Dei crediti inesigibili se ne parla nell'episodio 6 di 8 de "L'Unicorno".
 

gianni.mello

Utente stagionato
Registrato
31/10/16
Messaggi
2.751
Punti reazioni
275
21FA97D3-252E-4936-B058-098061D0EBBD.jpeg
 

Implacabile

Pacifico
Registrato
24/10/07
Messaggi
7.917
Punti reazioni
211
MAIP la nuova SIP ?

Che MAIP si avvii a divenire la nuova SIP ?
I requisiti ci sono tutti:
piccola e sconosciuta azienda piemontese;
business che nessuno vuole;
prospettive di crescita immense.

Forse i più addentro alla borsa si ricordano della storia della SIP (Società Idroelettrica Piemontese);
quando lo stato Italiano mise in vendita la licenza per la telefonia, fu l'unica a fare un'offerta; grandi aziende, come ad esempio la FIAT, non se ne interessarono, dichiarando che il settore telefoni era di scarso valore e senza futuro. Sappiamo tutti cosa è poi successo; la SIP è diventata un colosso da decine di milioni di clienti e decine di migliaia di dipendenti. Insomma una sconosciuta azienda Piemontese era ora una delle Big di Piazza Affari.

Non è detto che con la MAIP la storia si ripeterà, ma io ci spero.
 

Implacabile

Pacifico
Registrato
24/10/07
Messaggi
7.917
Punti reazioni
211
Dai MAIP fari vedere al mondo intero che la Bio On non era tutto fuffa.
Io sono pronto a sottoscrivere le tue azioni.
 

pcosta

.
Registrato
13/8/14
Messaggi
546
Punti reazioni
67
A quando le prossime novità ?

a ieri...

Bologna, crac Bio On: vendita a un passo​

Chiuso il voto, si va verso il concordato. La scadenza per i creditori era fissata per la mezzanotte di mercoledì: a breve il risultato finale In caso di esito positivo, l’azienda fallita nel 2019 finirà nelle mani della Maip di Settimo Torinese​


Castel San Pietro (Bologna) - La svolta sembra davvero a un passo dopo anni bui, di inchieste e fallimenti. Già, perché le ultime – a voto scaduto – che arrivano dalla galassia Bio On, la ex startup della plastica ’saltata’ nel 2019, parlerebbero di un parere favorevole al concordato da parte dei creditori. Un sì che, secondo indiscrezioni trapelate ieri, sarebbe arrivato con percentuali ampiamente al di sopra del 50%+1 come previsto dalla normativa. Per ora però nessuna conferma ufficiale, a partire dai curatori fallimentari di Bio On (Antonio Gaiani e Luca Mandrioli) dai quali oltre un mese fa arrivò il benestare alla proposta di concordato presentata dalla Maip di Settimo Torinese, azienda leader nel settore dei polimeri, che in settembre, poco prima della nona asta per vendere l’azienda di bioplastiche, mise sul piatto 17 milioni per rilevarne l’intero pacchetto. Compresi gli attivi e l’impianto di Castel San Pietro, con due fidejussioni a garanzia. Nessun’altra proposta arrivò al tribunale di Bologna. Con l’ok di curatori e Comitato dei creditori, il giudice delegato al fallimento, Fabio Florini, aveva poi ordinato la trasmissione della documentazione utile ai creditori per votare a favore o contro la manovra. E l’ultimatum per il sì/no è scaduto mercoledì a mezzanotte. Tutto fatto, insomma, e ’urne’ sigillate. Secondo i rumors, qualche banca avrebbe optato per il voto negativo, ma la maggioranza – si vocifera un 70% – avrebbe detto sì al concordato. Dai commissari, come detto, bocche completamente cucite anche se ieri le voci che si rincorrevano – e tutte nella stessa direzione – erano tante.

Bio On: via al processo a Bologna, richieste da altre 100 parti civili - Bologna, Bio On news: via i sigilli dai beni di Astorri e Cicognani

Tecnicamente il concordato si intende approvato con il voto favorevole dei creditori che rappresentano la maggioranza dei crediti ammessi al voto, mentre le astensioni o le mancate comunicazioni di dissenso verranno considerate come pareri favorevoli, nel calcolo delle maggioranze. Poi, se tutto andrà nella direzione dell’approvazione, Maip subentrerà come proprietaria di Bio On a tutti gli effetti. In attesa di conferme, intanto il processo contro gli ex vertici dell’unicorno prosegue spedito. Due giorni fa l’ultimo passaggio nell’aula bunker della Dozza, sede scelta per il dibattimento che vede alla sbarra l’ex presidente di Bio On Marco Astorri, il suo vice Guido Cicognani, poi il presidente del collegio sindacale e ad altri sei tra revisori dei conti e membri del collegio. Accusati a vario titolo di bancarotta fraudolenta, manipolazione del mercato e tentato ricorso abusivo al credito. Il giudice Domenico Pasquariello ha rinviato i lavori al 21 dicembre quando scioglierà la riserva sulla richiesta delle oltre 1750 parti civili che vogliono fare parte del processo.
Bologna, crac Bio On: vendita a un passo - Cronaca - ilrestodelcarlino.it
 

WindEnergy

Nuovo Utente
Registrato
25/11/16
Messaggi
210
Punti reazioni
3
A me interessa sapere se una volta concluso l'acquisto da parte di maip le azioni saranno eliminate dal portafoglio titoli. Qualcuno ha la risposta?