bolletta telefonica

gattaccio

Nuovo Utente
Registrato
30/10/00
Messaggi
772
Punti reazioni
25
Ciao a tutti,vi vorrei chiedere un parere da parte di un mio amico.Quest'ultimo sostiene(con ragione provata)che il provider inwind e' di scarsa efficienza,in quanto non riesce a collegarsi e il suo tool funziona male.Ultimamente ha deciso di non pagare piu' la bolletta a wind,la quale le ha scritto che se non paghera' al piu' presto il servizio sara' interrotto_Ora vi chiedo:dal punto di vista legale possono farle qualcosa oppure no?possono "tagliare i fili"?vorrebbe sapere a cosa potrebbe andare incontro con questo non pagamento.Grazie se vorrete rispondere.Ciao.
 
In mancanza di precisa diversa pattuizione, trova applicazione la disciplina in tema di somministrazione, secondo cui in caso di inadempimento di una delle parti relativamente a singole prestazioni, l'altra può chiedere la risoluzione del contratto, SE L'INADEMPIMENTO HA UNA NOTEVOLE IMPORTANZA TALE DA MENOMARE LA FIDUCIA NELL'ESATTEZZA DEI SUCCESSIVI ADEMPIMENTI (art. 1564). In maiuscolo, abbiamo inserito quanto il codice deroga alla disciplina comune in tema di contratti (art.1455).

Al Tuo amico potrebbe essere utile eccepire l'inadempimento del gestore.

Per quanto riguarda ciò che dice il gestore, per la sospensione del servizio, trova applicazione l'art. 1565, secondo cui se la parte che ha diritto alla somministrazione è inadempiente e L'INADEMPIMENTO è DI LIEVE ENTITA', il somministrante NON PUO' sospendere l'esecuzione del contratto senza congruo preavviso.
 
Il governo del risarcimento dei danni consegue naturalmente all'accertamento di chi è stato inadempiente colposamente ed ha perciò dato luogo all'eccezione di inadempimento da parte dell'altro contraente (principio ovvio in tema di risoluzione del contratto).
 
Grazie per la risposta,domani gli riferiro'.Volevo dirti che il mio amico non ha pagato una fattura risalente a un anno fa',ma tuttora naviga sempre con wind che,anche se come gia' detto ha comunicato di cessare il servizio non lo ha ancora fatto.Potrebbero chiederle gli interessi di mora?
 
Stai parlando della cacciata di massa di tutte le flat web per ISDN del 10 gennaio e del mancato arrivo delle raccomandate di cessazione?

Loro hanno risposto, con una faccia di bronzo incredibile, che "a Lei è stata fatta una deroga", quando tutta Italia sapeva che dal 10 gennaio tutte le flat web ISDN dovevano sloggiare.
 
Dateci ora un consiglio Voi a Noi.

Abbiamo due sedi dello Studio, un buon 20% delle telefonate extraurbane è fra i due studi: potremmo risolvere il problema con teleconferenza permanente (ADSL).

Abbiamo contratto con tin.it, premium, mai disdetto per dimenticanza (pensavamo fosse divenuto automaticamente gratis e stranamente non ci hanno mai chiesto i soldi ma quelli dell'anno in corso sì, dopo averci staccato il collegamento): alla fine abbiamo pagato solo l'anno in corso.

Quale il sistema migliore? Due contratti ADSL nei rispettivi studi? (abbiamo in totale quattro numeri telefoni).

Disdire Tin.it (tanto abbiamo altro indirizzo di posta elettronica dello studio).

Grazie di risposte che tendano a farci pagare di meno il traffico.
 
Indietro