Bond Norvegia & Svezia

magico72

Nuovo Utente
Registrato
3/11/06
Messaggi
77
Punti reazioni
1
:confused: Qualcuno puo' aiutarmi indicandomi bond Norvegesi e Svedesi presenti sul mercato ?!


OK! Grazie a tutti ...
 
Qualcuno puo' aiutarmi indicandomi bond Norvegesi ...

titoli di stato norvegese quotati in valuta NOK a questi due link

OnVista: Anleihenanalyse - NORWEGEN, KOENIGREICH NK-ANL. 2010(21) - Snapshot

OnVista: Anleihenanalyse - NORWEGEN, KOENIGREICH NK-ANL. 2008(19) - Snapshot


altrimenti puoi andare sul sito della banca centrale norvegese e ne trovi quanti ne vuoi sempre in valuta NOK a questo link

Outstanding government debt (benchmark loans) - Norges Bank
 
Non ti posso aiutare non ne capisco io so che in norvegia si mangia il merluzzo. Ma perche' sei fissato con questi bond? Trova qualcosa di piu' liquido nel mercato.

MR INGSILVIO
 
:confused: Qualcuno puo' aiutarmi indicandomi bond Norvegesi e Svedesi presenti sul mercato ?!


OK! Grazie a tutti ...

Perchè comperare quel che costa caro e rende poco ... !? :mmmm: :confused:

Se si pensa che per la quasi sicurezza assoluta valga la pena strapagare i titoli a fronte di un magro rendimento ... beh, allora tanto vale fare dei pct o tenere i denari su c/c ben remunerati ... ?! :rolleyes:

In finanza, bisogna saper azzardare un poco, diversificando, diversificando e ancora diversificando ... ossia, comprando di tutto, ma soprattutto nelle fasi di pessimismo nevrotico del mercato ... ! :cool:

Pertanto, ripartire il capitale in 30-40 tipologie differenti di titoli (azioni, bond, TdS, ETF, ETC, cw, etc...), settori, aree geografiche, valute, etc... senza eccedere oltre il 2,5% max su ogni strumento ... è davvero l'unico modo per garantirsi un'adeguata remunerazione ... e probabilmente qualcosa di più ... ! ;)
 
Perchè comperare quel che costa caro e rende poco ... !? :mmmm: :confused:

ma tu in Norvegia ci sei mai stato ?

e a Caltagirone ti è mai capitato di andarci ?

vacci, e poi come direbbe Marzullo rifatti la domanda e datti una risposta
 
ma tu in Norvegia ci sei mai stato ?

e a Caltagirone ti è mai capitato di andarci ?

vacci, e poi come direbbe Marzullo rifatti la domanda e datti una risposta

La Norvegia ha forti entrate dal petrolio, e ha un fondo sovrano creato per quando il pretrolio declinerà.
Il suo debito sovrano è basso. meno del 50% del PIL, è un paese fortemente organizzato e dai fondamentali economici molto solidi.
Per contro non ha la Scala, la basilica di San Giacomo e non si trovano le paste di mandorle e gli arancini che ci sono a Caltagirone. :D
 
Io in norvegia ci ho abitato un anno...paese ricco sfondato e di fatto economia monoreddito da paese arabo: petrolio: 3 milioni di barili al giorni di produzione per 4 milioni di abitanti...circa un reddito di 70$ al giorno per abitante; di fatto non esiste industria, anche perche' con il costo del lavoro che hanno e le tasse (fino al 71% per le societa') non sarebbero competitivi su niente.
Il problema e' che la produzione di olio sta crollando e nuovi giacimenti non ne trovano...certo hanno fatto questo fondo statale che gli permettera' di vivere bene altri 30 anni circa dopo la fine dell'avventura oil. Dopo sara' notte fonda. In un paese di fatto comunista, stato sociale totale, tasse altissime, orari di lavoro super ridotti, tonnellate di ferie per tutti, sussidi di disoccupazione da 2000 eur/mese, mutui a tasso zero per chi si compra la prima casa e via cosi'. Prima del petrolio (1971) la norvegia era forse il paese piu' povero d'europa, tanto per fare un esempio avevano pochissime strade asfaltate!
 
Perchè comperare quel che costa caro e rende poco ... !? :mmmm: :confused:

Se si pensa che per la quasi sicurezza assoluta valga la pena strapagare i titoli a fronte di un magro rendimento ... beh, allora tanto vale fare dei pct o tenere i denari su c/c ben remunerati ... ?! :rolleyes:

In finanza, bisogna saper azzardare un poco, diversificando, diversificando e ancora diversificando ... ossia, comprando di tutto, ma soprattutto nelle fasi di pessimismo nevrotico del mercato ... ! :cool:

Pertanto, ripartire il capitale in 30-40 tipologie differenti di titoli (azioni, bond, TdS, ETF, ETC, cw, etc...), settori, aree geografiche, valute, etc... senza eccedere oltre il 2,5% max su ogni strumento ... è davvero l'unico modo per garantirsi un'adeguata remunerazione ... e probabilmente qualcosa di più ... ! ;)

Diversificare su 30/40 titoli ha senso su capitali considerevoli (direi oltre i 300/400 mila euro). Viceversa la diversificazione è associata a costi non compensabili da una migliore efficienza del ptf. Per capitali ridotti esistono fondi ed ETF intrinsecamente diversificati. E comunque la diversificazione riduce la volatilità mentre non è affatto detto che migliori il rendimento.
 
ma tu in Norvegia ci sei mai stato ?

e a Caltagirone ti è mai capitato di andarci ?

vacci, e poi come direbbe Marzullo rifatti la domanda e datti una risposta

La Norvegia deve il suo status esclusivamente al petrolio ... e finchè dureranno le riserve durerà il benessere ed il welfarestate attali ... :cool:

Probabilmente, per le prox 1-2 generazioni continuerà la pacchia ... ma non credo che i bond sovrani della Norvegia, a parte la sicurezza, possano dare un rendimento elevato ... E se ci si interessa di finanza (quella vera) vuol dire che si ricercano anche e soprattutto degli ottimi affari ... mentre i BOT, i pct, i "buoni postali" e simili possiamo sottoscriverli quando vogliamo ...

:cool:
 
Diversificare su 30/40 titoli ha senso su capitali considerevoli (direi oltre i 300/400 mila euro). Viceversa la diversificazione è associata a costi non compensabili da una migliore efficienza del ptf. Per capitali ridotti esistono fondi ed ETF intrinsecamente diversificati. E comunque la diversificazione riduce la volatilità mentre non è affatto detto che migliori il rendimento.

Ma quali costi ... ?! Le commissioni, i bolli ... !? ... :cool:

Non sto parlando di trading stretto intraday e nemmeno di trading multiday ... bensì di investimenti diversificati e strategici di medio-lungo termine ... :o
 
La danimarca riesce ad avere uno stato sociale non troppo inveriore alla norvegia anche senza petrolio

La realtà é che se non c'é coruzione e tutti pagano le tasse ed i politici somo capaci si sta bene anche senza risorse

I giafagni del petrolio la norvegia li accantons per la maggior parte...
 
Ma quali costi ... ?! Le commissioni, i bolli ... !? ... :cool:

Non sto parlando di trading stretto intraday e nemmeno di trading multiday ... bensì di investimenti diversificati e strategici di medio-lungo termine ... :o

Mettila come vuoi ma, su qualsiasi piattaforma tu operi, a tranche di 1000 € alla volte le commissioni non sono trascurabili. Soprattutto se ci si rivolge ad investimenti a basso rischio. E non è un'opinione.
 
La danimarca riesce ad avere uno stato sociale non troppo inveriore alla norvegia anche senza petrolio

La realtà é che se non c'é coruzione e tutti pagano le tasse ed i politici somo capaci si sta bene anche senza risorse

I giafagni del petrolio la norvegia li accantons per la maggior parte...

Il petrolio (meno) c'e' anche in danimarca. E poi e' uno stato completamente diverso, membro dell EU mentre la Norvegia (giustamente) non ci vuole entrare neanche se la trascinano
 
Perchè comperare quel che costa caro e rende poco ... !? :mmmm: :confused:

Se si pensa che per la quasi sicurezza assoluta valga la pena strapagare i titoli a fronte di un magro rendimento ... beh, allora tanto vale fare dei pct o tenere i denari su c/c ben remunerati ... ?! :rolleyes:

In finanza, bisogna saper azzardare un poco, diversificando, diversificando e ancora diversificando ... ossia, comprando di tutto, ma soprattutto nelle fasi di pessimismo nevrotico del mercato ... ! :cool:

Pertanto, ripartire il capitale in 30-40 tipologie differenti di titoli (azioni, bond, TdS, ETF, ETC, cw, etc...), settori, aree geografiche, valute, etc... senza eccedere oltre il 2,5% max su ogni strumento ... è davvero l'unico modo per garantirsi un'adeguata remunerazione ... e probabilmente qualcosa di più ... ! ;)

Il tuo ragionamento non sarebbe sbagliato in una fase economica normale, ma questa è particolare, per cui la sicurezza di una valuta forte è molto più importante del rendimento atteso, almeno per i prossimi 6/8 mesi. Dopo si puo' tornare a ragionare nell'ottica che dici tu.

Cmq aggiungo un altro set di obbligazioni norvegesi.

Oslo Børs - Norwegian government bonds

P.s qualcuno mi aiuta a capire quanto rende questo?
Oslo Børs - Quotes - NST470

http://www.soldionline.it/files/zip/20111028/confronto-obbligazioni_2.zip

p.s. 2 ho trovato questo file excel che aiuta a calcolare i rendimenti , che per la cronaca è l'1,6%
 
Ultima modifica:
Indietro