Boom appartamenti invenduti, sono 120 mila

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

antor

Un gioiello è x sempre !
Registrato
2/2/08
Messaggi
5.695
Punti reazioni
315
25 gennaio, 11:21

ROMA - "Tre anni di mercato in flessione hanno prodotto il dato allarmante di uno stock di 'giacenze' che ha ampiamente superato i 100 mila alloggi e oggi si attesta intorno ai 120 mila appartamenti invenduti". E' l'allarme lanciato dalla Commissione ambiente della Camera nel documento conclusivo dell'Indagine conoscitiva sul mercato immobiliare che viene presentato oggi.

Nel corso di varie audizioni, la Commissione spiega di aver raccolto "dati negativi" che sembrano "accentuare gli elementi di preoccupazione per il permanere di una tendenza negativa nel settore delle costruzioni che, a differenza di altri settori industriali, non sembra avere ancora toccato il punto minimo della caduta ciclica, e ha continuato a mostrare segnali che restano sfavorevoli".

Le audizioni condotte, spiega la Commissione, hanno confermato i "dati negativi" relativi al settore delle costruzioni e al mercato immobiliare: dal calo delle compravendite alla diminuzione dell'erogazione di mutui immobiliari, dal peggioramento della qualità del credito erogato al "preoccupante fenomeno di mancato accesso all'abitazione", fino all'aggravarsi del fenomeno degli sfratti. La Commissione evidenzia inoltre che "l'annosa questione dei ritardi dei pagamenti della pubblica amministrazione ha assunto in questa fase di crisi economica una ormai inaccettabile caratteristica di sistematicità, che sottrae liquidità alle imprese, che è causa di un complessivo deterioramento dei rapporti contrattuali, anche fra soggetti privati, che in alcuni casi mette a repentaglio la stessa sopravvivenza delle aziende". C'é poi da fare i conti con una "struttura rigida dei mercati immobiliari, sbilanciati verso la proprietà (le case di proprietà rappresentano in Italia il 72% delle abitazioni), che determina serie difficoltà a dare risposta ai diversi fabbisogni della domanda abitativa in locazione, da quelli delle giovani coppie a quelli di chi deve spostarsi per lavoro, da quelli degli studenti fuori sede, delle persone anziane e dei single a quelli degli immigrati regolari".

Per quanto riguarda in particolare le locazioni, "la situazione appare particolarmente difficile, se è vero che la quota di case in affitto in Italia (attualmente 4,4 milioni, il 18,8% delle abitazioni totali) è nettamente inferiore rispetto agli altri Paesi europei (Germania 57,3%, Olanda 47,3%, Francia 40,7%) e, soprattutto, che l'offerta di edilizia sociale in Italia è nettamente inferiore a quella degli altri Paesi europei (4,5% sul totale, undicesima in Europa)". Inoltre c'é una "inaccettabile quota di affitti 'in nero', che ormai supera le 500 mila abitazioni", sottolinea la Commissione, evidenziando che le proposte avanzate dagli operatori sono accomunate dalla volontà di introdurre una 'cedolare secca' con aliquota del 20%. I deputati mettono infine in evidenza il problema del rapporto fra sistema creditizio e mercato immobiliare, sottolineando "la necessità di una chiara inversione di rotta rispetto ad una fase negativa caratterizzata da una sensibile diminuzione sia dei finanziamenti delle banche alle imprese per gli investimenti sia delle erogazioni di mutui alle famiglie per l'acquisto delle abitazioni".


fonte:Ansa
 
Un paio di commenti a caldo

25 gennaio, 11:21

ROMA - "Tre anni di mercato in flessione hanno prodotto il dato allarmante di uno stock di 'giacenze' che ha ampiamente superato i 100 mila alloggi e oggi si attesta intorno ai 120 mila appartamenti invenduti". E' l'allarme lanciato dalla Commissione ambiente della Camera nel documento conclusivo dell'Indagine conoscitiva sul mercato immobiliare che viene presentato oggi.

Così pochi? Io pensavo molti di più: a quando risalgono gli ultimi dati? :cool:

Nel corso di varie audizioni, la Commissione spiega di aver raccolto "dati negativi" che sembrano "accentuare gli elementi di preoccupazione per il permanere di una tendenza negativa nel settore delle costruzioni che, a differenza di altri settori industriali, non sembra avere ancora toccato il punto minimo della caduta ciclica, e ha continuato a mostrare segnali che restano sfavorevoli".

Le audizioni condotte, spiega la Commissione, hanno confermato i "dati negativi" relativi al settore delle costruzioni e al mercato immobiliare: dal calo delle compravendite alla diminuzione dell'erogazione di mutui immobiliari, dal peggioramento della qualità del credito erogato al "preoccupante fenomeno di mancato accesso all'abitazione", fino all'aggravarsi del fenomeno degli sfratti. La Commissione evidenzia inoltre che "l'annosa questione dei ritardi dei pagamenti della pubblica amministrazione ha assunto in questa fase di crisi economica una ormai inaccettabile caratteristica di sistematicità, che sottrae liquidità alle imprese, che è causa di un complessivo deterioramento dei rapporti contrattuali, anche fra soggetti privati, che in alcuni casi mette a repentaglio la stessa sopravvivenza delle aziende". C'é poi da fare i conti con una "struttura rigida dei mercati immobiliari, sbilanciati verso la proprietà (le case di proprietà rappresentano in Italia il 72% delle abitazioni), che determina serie difficoltà a dare risposta ai diversi fabbisogni della domanda abitativa in locazione, da quelli delle giovani coppie a quelli di chi deve spostarsi per lavoro, da quelli degli studenti fuori sede, delle persone anziane e dei single a quelli degli immigrati regolari".

Sarò ripetitivo.

Così pochi? Non erano l'86%? :mmmm:

Per quanto riguarda in particolare le locazioni, "la situazione appare particolarmente difficile, se è vero che la quota di case in affitto in Italia (attualmente 4,4 milioni, il 18,8% delle abitazioni totali) è nettamente inferiore rispetto agli altri Paesi europei (Germania 57,3%, Olanda 47,3%, Francia 40,7%) e, soprattutto, che l'offerta di edilizia sociale in Italia è nettamente inferiore a quella degli altri Paesi europei (4,5% sul totale, undicesima in Europa)". Inoltre c'é una "inaccettabile quota di affitti 'in nero', che ormai supera le 500 mila abitazioni", sottolinea la Commissione, evidenziando che le proposte avanzate dagli operatori sono accomunate dalla volontà di introdurre una 'cedolare secca' con aliquota del 20%. I deputati mettono infine in evidenza il problema del rapporto fra sistema creditizio e mercato immobiliare, sottolineando "la necessità di una chiara inversione di rotta rispetto ad una fase negativa caratterizzata da una sensibile diminuzione sia dei finanziamenti delle banche alle imprese per gli investimenti sia delle erogazioni di mutui alle famiglie per l'acquisto delle abitazioni".


fonte:Ansa

Lo sanno tutti che c'è il nero, anche in Parlamento. Bene. Allora che agissero. Quando poi ce ne sarà poco si taglieranno le tasse a tutti. Per adesso la priorità è ridurre i furbetti che SPECULANO in maniera BIECA (non so definire altrimenti uno che investe per EVADERE) su un bene di primaria necessità KO!
 
25 gennaio, 11:21

ROMA - "Tre anni di mercato in flessione hanno prodotto il dato allarmante di uno stock di 'giacenze' che ha ampiamente superato i 100 mila alloggi e oggi si attesta intorno ai 120 mila appartamenti invenduti". E' l'allarme lanciato dalla Commissione ambiente della Camera nel documento conclusivo dell'Indagine conoscitiva sul mercato immobiliare che viene presentato oggi.

La commissione ambiente della Camera rende noti i risultati dell'Indagine sul mercato degli immobili. 3 anni di crisi hanno prodotto un dato allarmante che si innesta in un mercato già anomalo. Mutui in diminuzione, moltissimi gli affitti in nero


Boom di case invendute
Il mattone resta l'investimento preferito dagli italiani, ma la crisi economica si è abbattuta pesantemente sul mercato immobiliare, lasciando sul campo decine di migliaia di appartamenti invenduti. Questo dato inedito, tra l'altro, si innesta in un mercato già anomalo rispetto agli altri mercati europei. E' quanto si desume dai dati forniti dalla Commissione ambiente della Camera nel documento conclusivo dell'Indagine conoscitiva sul mercato immobiliare del Belpaese.
http://www.rassegna.it/articoli/2011/01/25/70649/boom-di-case-invendute-sono-120mila
 
La Repubblica - Affari&Finanza

LA CRISI ECONOMICA

Mercato immobiliare ancora nel tunnel in tre anni oltre 120 mila case invendute

L'allarme nell'indagine svolta dalla Commissione ambiente della Camera: "Situazione grave per compravendite, accesso al mutuo, sfratti e offerta di abitazioni in affitto"

ROMA - "Tre anni di mercato in flessione hanno prodotto il dato allarmante di uno stock di 'giacenze' che ha ampiamente superato i 100 mila alloggi e oggi si attesta intorno ai 120 mila appartamenti invenduti". E' l'allarme lanciato dalla Commissione ambiente della Camera nel documento conclusivo dell'Indagine conoscitiva sul mercato immobiliare, presentato oggi.

...........
...........
 
Questa cosa del nero è davvero brutta, devono provvedere al più presto e spellarli vivi. Se non si interviene mai,diventa una barzelletta e ti senti un pir...una perla quando vai a pagare il registro, quando ti massacrano perchè la marca da bollo è successiva etc etc etc...Se non ci sono mai controlli come si fa a ottenere che certi sciacalli non prosperino? In questo paese si premiano i peggiori.:angry: Veramente l'anno scorso hanno fatto un giro anche dai miei studenti, suonando i campanelli e dopo un po' abbiamo letto sui giornaliOK!...ma è ancora poco.
 
qualcuno conosce la percentuali delle NTN relative alle compravendite vere e proprie? escludendo i passaggi tra familiari...

si trattava di una stima approssimativa...
 
Questa cosa del nero è davvero brutta, devono provvedere al più presto e spellarli vivi. Se non si interviene mai,diventa una barzelletta e ti senti un pir...una perla quando vai a pagare il registro, quando ti massacrano perchè la marca da bollo è successiva etc etc etc...Se non ci sono mai controlli come si fa a ottenere che certi sciacalli non prosperino? In questo paese si premiano i peggiori.:angry: Veramente l'anno scorso hanno fatto un giro anche dai miei studenti, suonando i campanelli e dopo un po' abbiamo letto sui giornaliOK!...ma è ancora poco.

si, in Emilia, dove c'è gia l'evasione più bassa sugli affitti in Italia.....
 
No no, non è un discorso personale...Io amo molto guadagnare, ma nel rispetto delle leggi. Un po' come gli scacchi, mi piace vincere pulito. Io ho molti edifici vincolati e anche qualche canone concordato. Non pago molto di tasse. Mi incazxxxo specialmente per gli affittuari.
 
No no, non è un discorso personale...Io amo molto guadagnare, ma nel rispetto delle leggi. Un po' come gli scacchi, mi piace vincere pulito. Io ho molti edifici vincolati e anche qualche canone concordato. Non pago molto di tasse. Mi incazxxxo specialmente per gli affittuari.

si, ma il discorso diventa brutto quando tu giochi correttamente ma gli altri vincono imbrogliando....ergo tu ti fiacchi la schiena lavorando e vai in vacanza all'idroscalo con una buzzicona e le pantegane, e chi imbroglia fa la bella vita, va in vacanza a Poro Cervo con la modella e lo yacht:D:D....ed usufruisce dei servizi pubblici che tu paghi con le tue tasse....

A parte le battute..."l'imbroglio" è contro il mercato ed il merito in quanto finisce per rendere più competitivo chi evade.
 
Occorre far passare un modello diverso. Io spesso sono frainteso. Non esiste solo stronzxxx o coglixxxx. Io mi tutelo sempre molto bene, ragiono da giocatore che conosce le regole. Osservo le leggi e le utilizzo a mio vantaggio.:o
 
si, ma il discorso diventa brutto quando tu giochi correttamente ma gli altri vincono imbrogliando....ergo tu ti fiacchi la schiena lavorando e vai in vacanza all'idroscalo con una buzzicona e le pantegane, e chi imbroglia fa la bella vita, va in vacanza a Poro Cervo con la modella e lo yacht:D:D....ed usufruisce dei servizi pubblici che tu paghi con le tue tasse....

Non esageriamo nel descrivere un ignobile "segmento" e farlo passare come realta' assoluta.

Questo segmento c'e sempre stato, c'e' tuttora in forma minore, speriamo che in futuro sia debellato.

Io come la stragrande maggioranza dei cittadini paga le tasse.....e questo non mi impedisce di fare le vacanze dove voglio.

Ci sono persone che scelgono il proprio commercialista e consulente........solo se gli consente/suggerisce strade per pagare meno tasse.

Gli studi di un certo calibro e serieta' solo se ti permetti di intavolare una simile richiesta ti fanno accomodare alla porta.

Io proporrei di castigare non solo l'evasore......ma anche il suo consulente/commercialista....poiche' non poteva non sapere
 
Non esageriamo nel descrivere un ignobile "segmento" e farlo passare come realta' assoluta.

Questo segmento c'e sempre stato, c'e' tuttora in forma minore, speriamo che in futuro sia debellato.

Io come la stragrande maggioranza dei cittadini paga le tasse.....e questo non mi impedisce di fare le vacanze dove voglio.

Ci sono persone che scelgono il proprio commercialista e consulente........solo se gli consente/suggerisce strade per pagare meno tasse.

Gli studi di un certo calibro e serieta' solo se ti permetti di intavolare una simile richiesta ti fanno accomodare alla porta.

Io proporrei di castigare non solo l'evasore......ma anche il suo consulente/commercialista....poiche' non poteva non sapere


non è assolutamente così......il bravo consulente è quello che ti consiglia come pagare meno tasse legalmente.
Così come il buon avvocato è quello che ti fa assolvere, il buon divorzista quello che tutela meglio il tuo patrimonio ecc ecc.
Tremonti faceva e fa il fiscalista. A Milano era ed è famoso proprio perchè suggerisce strade per pagare meno tasse.
I migliori e più rinomati consulenti spalancano la porta a chi cerca di ottimizzare, sempre legalmente, la propria esposizione fiscale. In fondo è il loro lavoro.Tutto legale.
Quello che dici tu riguarda quelli che si rivolgono al CAF CIGL.

Se poi volevi cogliere l'occasione per la tua solita polemica su cose che non conosci...fai come credi.
 
Se poi volevi cogliere l'occasione per la tua solita polemica su cose che non conosci...fai come credi.

Se volevo fare polemica avrei scritto cose diverse.

Quella frase "ottimizzare legalmente" suona molto in modo "discrezionale".

Sappiamo benissimo tutti che tra l'elusione e l'evasione .....corre un sottile filo discrezionale.
 
Se volevo fare polemica avrei scritto cose diverse.

Quella frase "ottimizzare legalmente" suona molto in modo "discrezionale".

Sappiamo benissimo tutti che tra l'elusione e l'evasione .....corre un sottile filo discrezionale.

:no::no:

il discrezionale "elusivo" è pericoloso .....esiste la finalità elusiva...vedi art. 37- bis del dpr n 600/1973 poi modificato dal Dlgl. n 344/2003
 
Perchè per la commissione ambiente si dovrebbe trattare di un allarme????
 
Perchè per la commissione ambiente si dovrebbe trattare di un allarme????

Come, non sai chi e' il presidente della Commissione Ambiente della Regione Lazio? :confused:

Se fossi al suo posto saresti allarmato, eccome.
 
io non riesco a capire come si possa affittare a nero senza essere beccati. basta incrociare i dati degli appartamenti sfitti con quelli dei consumi di acqua/elettricità e li becchi tutti. non mi sembra una cosa così complicata. evidentemente finora non c'è stata la volontà di colpire veramente questo tipo di evasione, finora...
 
Indietro