Borletti Buitoni: "Uscieri che dicono buongiorno e buonasera? Non si possono spostare

ceck78

Omnis homo mendax
Registrato
18/5/05
Messaggi
26.842
Punti reazioni
1.176
Borletti Buitoni: "Uscieri che dicono buongiorno e buonasera? Non si possono spostare

Borletti Buitoni: "Uscieri che dicono buongiorno e buonasera? Non si possono spostare, motivi sindacali".

Sprechi e inefficienze non mancano nella pubblica amministrazione. E sotto questa voce il sottosegretario ai Beni culturali Ilaria Borletti Buitoni ha rubricato anche quanto avviene nel suo dicastero, senza nascondere la sua «frustrazione». «Fuori dal mio ufficio c'è un tavolo con due persone sedute dietro. Nello stesso corridoio, poco più avanti ce ne è un altro, con altre due persone. Il compito di queste persone è solo quello di darmi il buongiorno al mattino e la buonasera quando lascio l'ufficio», ha raccontato nel suo intervento alla convention di Scelta civica.
«Ho chiesto se fosse possibile spostare queste persone al museo di Palazzo Venezia dove c'è carenza di custodi, ma mi è stato risposto che non sapevo quel che dicevo e che spostarli non è possibile per ragioni sindacali», ha raccontato.

«Al ministero mi sono resa conto che l'Italia dei partiti tradizionali non avrà mai la forza di rompere con il passato, di proporre un paese competitivo e solidale nello stesso tempo, di non usare la Pubblica Amministrazione come ammortizzatore sociale creando un sistema pubblico fermo e inefficiente», ha assicurato Borletti Buitoni.

«Ogni giorno che passo al Mibac è pervaso dalla frustrazione di essere in un sistema che non può, ne’ potrà mai, funzionare a causa della complessità normativa, dell'uso improprio delle risorse umane e della mancanza di visione, se non quella di uno Stato che ha abdicato alla propria funzione».

Borletti Buitoni: inamovibili i commessi del «buongiorno» - Politica - iltempo
 
Borletti Buitoni: "Uscieri che dicono buongiorno e buonasera? Non si possono spostare, motivi sindacali".

Sprechi e inefficienze non mancano nella pubblica amministrazione. E sotto questa voce il sottosegretario ai Beni culturali Ilaria Borletti Buitoni ha rubricato anche quanto avviene nel suo dicastero, senza nascondere la sua «frustrazione». «Fuori dal mio ufficio c'è un tavolo con due persone sedute dietro. Nello stesso corridoio, poco più avanti ce ne è un altro, con altre due persone. Il compito di queste persone è solo quello di darmi il buongiorno al mattino e la buonasera quando lascio l'ufficio», ha raccontato nel suo intervento alla convention di Scelta civica.
«Ho chiesto se fosse possibile spostare queste persone al museo di Palazzo Venezia dove c'è carenza di custodi, ma mi è stato risposto che non sapevo quel che dicevo e che spostarli non è possibile per ragioni sindacali», ha raccontato.

«Al ministero mi sono resa conto che l'Italia dei partiti tradizionali non avrà mai la forza di rompere con il passato, di proporre un paese competitivo e solidale nello stesso tempo, di non usare la Pubblica Amministrazione come ammortizzatore sociale creando un sistema pubblico fermo e inefficiente», ha assicurato Borletti Buitoni.

«Ogni giorno che passo al Mibac è pervaso dalla frustrazione di essere in un sistema che non può, ne’ potrà mai, funzionare a causa della complessità normativa, dell'uso improprio delle risorse umane e della mancanza di visione, se non quella di uno Stato che ha abdicato alla propria funzione».

Borletti Buitoni: inamovibili i commessi del «buongiorno» - Politica - iltempo


haha

l'usciere buongiorno e buonasera al tavolino è diventato folcloristicamente il rappresentante da 30 anni del dna della pubblica amministrazione italiana la' dove ogni singola cellula a sistema prende corpo nel carrozzone pubblico....Io li ricoro al comune , generalmente analfabeti che hanno vinto concorsi pubblici:D, nel distribuire i moduli da compilare dopo aver discusso con ogni persona in coda per le difficoltà di comprendonio...
 
Ultima modifica:
Come non pensare poi agli utilissi e numerosi messi dei comuni di tutta italia, un piccolo esercito di scalda sedie di professione :yes:
 
ragioni sindakali, comandano i sindakati non i legislatori
 
Mi piacerebbe sentire il parere di Epifani.
 
epifani_ansa-300x300.jpg
 
haha

l'usciere buongiorno e buonasera al tavolino è diventato folcloristicamente il rappresentante da 30 anni del dna della pubblica amministrazione italiana la' dove ogni singola cellula a sistema prende corpo nel carrozzone pubblico....Io li ricoro al comune , generalmente analfabeti che hanno vinto concorsi pubblici:D, nel distribuire i moduli da compilare dopo aver discusso con ogni persona in coda per le difficoltà di comprendonio...

Loro non centrano, sono i sindacati e le loro regole imposte al punto che i loro rappresentanti sono segretari di partito importanti cariche istituzionali ministri etc.. Ogni tanto si sente dire che i partiti facciano i partiti e i sindacalisti i sindacalisti ma qui è proprio un inciucio istituzionalizzato.

Bene il ministro Borletti se con coraggio e per simili motivi tutt'altro che secondari si dimettesse ma non lo fa lei e nessuno altro a sancire che va bene così.
 
Loro non centrano, sono i sindacati e le loro regole imposte al punto che i loro rappresentanti sono segretari di partito importanti cariche istituzionali ministri etc.. Ogni tanto si sente dire che i partiti facciano i partiti e i sindacalisti i sindacalisti ma qui è proprio un inciucio istituzionalizzato.

Bene il ministro Borletti se con coraggio e per simili motivi tutt'altro che secondari si dimettesse ma non lo fa lei e nessuno altro a sancire che va bene così.

i parlamentari possono serenamente fare leggi che cancellino queste porkerie sindakali, lo facciano invece di lamentarsi e di dire che il mondo e' cattivo e non e' colpa loro
 
i parlamentari possono serenamente fare leggi che cancellino queste porkerie sindakali, lo facciano invece di lamentarsi e di dire che il mondo e' cattivo e non e' colpa loro

Quali parlamentari, quelli del pd pdl è impossibile, il segretario è un ex dall'altra parte il coraggio non l'hanno mai avuto e poi è una forma di buonismo inconscio quella che i sindacati meritano rispetto a 400gradi, la Boldrini partita in sesta si è arenata su se stessa ma quella non è da considerare.
 

Pensavo....
che per sfoltire la burocrazia italiana, non sia necessario aspettare l'esito delle elezioni tedesche a settembre.
Penso che sarebbe possibile fare tante cose, se solo lo si volesse veramente, anche senza attendere la riconferma della Merkel.
Penso quindi che semplicemente non le si voglia cambiare e che non si stia aspettando nessuno, semplicemente le si vuole lasciare così come sono.
Ed è qui di fronte a questo millemillesimo caso di stupidità italiota che non si può chiamare traditori chi oggi invoca l'arrivo della Troika o di qualche intervento esterno anche per questo paese.
 
Quali parlamentari, quelli del pd pdl è impossibile, il segretario è un ex dall'altra parte il coraggio non l'hanno mai avuto e poi è una forma di buonismo inconscio quella che i sindacati meritano rispetto a 400gradi, la Boldrini partita in sesta si è arenata su se stessa ma quella non è da considerare.

i sindakati sono in declino da decenni , hanno piu' iscritti che non lavorano rispetto a quelli che lavorano, i partiti si sinistra che li appoggiano vengono massacrati alle elezioni proprio per quel motivo, e' adesso l' ora di dare una bella botta in testa a questi parassiti e cancellarne tutti i privilegi e le put' tanate che sono state messe in piedi per compiacerli, la popolazione e' unanimemente favorevole
 
Adesso, qualcuno sporadicamente comincia a svegliarsi...che ca..so...prima di febbraio dove capzo stava dormendo tutta sta gente? :mmmm::wall:KO!
 
i messi e gli uscieri si spostano con estrema facilità, ragioni sindacali non ce ne possono essere, se qualcuno si fa scudo della scusa delle ragioni sindacali, e qualcun altro gli crede, sono problemi loro.
 
Pensavo....
che per sfoltire la burocrazia italiana, non sia necessario aspettare l'esito delle elezioni tedesche a settembre.
Penso che sarebbe possibile fare tante cose, se solo lo si volesse veramente, anche senza attendere la riconferma della Merkel.
Penso quindi che semplicemente non le si voglia cambiare e che non si stia aspettando nessuno, semplicemente le si vuole lasciare così come sono.
Ed è qui di fronte a questo millemillesimo caso di stupidità italiota che non si può chiamare traditori chi oggi invoca l'arrivo della Troika o di qualche intervento esterno anche per questo paese.

già.
Alla fine però cercheranno di farla pagare ai privati e mantenere i loro privilegi.
 
Borletti Buitoni: "Uscieri che dicono buongiorno e buonasera? Non si possono spostare, motivi sindacali".

Sprechi e inefficienze non mancano nella pubblica amministrazione. E sotto questa voce il sottosegretario ai Beni culturali Ilaria Borletti Buitoni ha rubricato anche quanto avviene nel suo dicastero, senza nascondere la sua «frustrazione». «Fuori dal mio ufficio c'è un tavolo con due persone sedute dietro. Nello stesso corridoio, poco più avanti ce ne è un altro, con altre due persone. Il compito di queste persone è solo quello di darmi il buongiorno al mattino e la buonasera quando lascio l'ufficio», ha raccontato nel suo intervento alla convention di Scelta civica.
«Ho chiesto se fosse possibile spostare queste persone al museo di Palazzo Venezia dove c'è carenza di custodi, ma mi è stato risposto che non sapevo quel che dicevo e che spostarli non è possibile per ragioni sindacali», ha raccontato.

«Al ministero mi sono resa conto che l'Italia dei partiti tradizionali non avrà mai la forza di rompere con il passato, di proporre un paese competitivo e solidale nello stesso tempo, di non usare la Pubblica Amministrazione come ammortizzatore sociale creando un sistema pubblico fermo e inefficiente», ha assicurato Borletti Buitoni.

«Ogni giorno che passo al Mibac è pervaso dalla frustrazione di essere in un sistema che non può, ne’ potrà mai, funzionare a causa della complessità normativa, dell'uso improprio delle risorse umane e della mancanza di visione, se non quella di uno Stato che ha abdicato alla propria funzione».

Borletti Buitoni: inamovibili i commessi del «buongiorno» - Politica - iltempo

meno male qualcuno se ne accorge....

non si possono spostare per motivi sindacali....

capite sindacali

quelli che dovrebbero difendere i lavoratori...
difendono qualche parassita messo su una seggiola a dire buongiorno :wall::wall:

i rassicuranti ed esperti partiti tradizionali :wall::wall::wall:
 
Pensavo....
che per sfoltire la burocrazia italiana, non sia necessario aspettare l'esito delle elezioni tedesche a settembre.
Penso che sarebbe possibile fare tante cose, se solo lo si volesse veramente, anche senza attendere la riconferma della Merkel.
Penso quindi che semplicemente non le si voglia cambiare e che non si stia aspettando nessuno, semplicemente le si vuole lasciare così come sono.
Ed è qui di fronte a questo millemillesimo caso di stupidità italiota che non si può chiamare traditori chi oggi invoca l'arrivo della Troika o di qualche intervento esterno anche per questo paese.

.
 
Pensavo....
che per sfoltire la burocrazia italiana, non sia necessario aspettare l'esito delle elezioni tedesche a settembre.
Penso che sarebbe possibile fare tante cose, se solo lo si volesse veramente, anche senza attendere la riconferma della Merkel.
Penso quindi che semplicemente non le si voglia cambiare e che non si stia aspettando nessuno, semplicemente le si vuole lasciare così come sono.
Ed è qui di fronte a questo millemillesimo caso di stupidità italiota che non si può chiamare traditori chi oggi invoca l'arrivo della Troika o di qualche intervento esterno anche per questo paese.

Ma infatti non è necessario aspettare settembre. E non cambierà nulla neppure dopo settembre, il cambiamento lo si vedrà quando questa gente se ne va a casa. Non ci sono altre vie purtroppo.
 
Si presume che cambiare da uscieri a custodi sia necessario una modifica contrattuale per cui vi sono motivi sindacali.
 
haha

l'usciere buongiorno e buonasera al tavolino è diventato folcloristicamente il rappresentante da 30 anni del dna della pubblica amministrazione italiana la' dove ogni singola cellula a sistema prende corpo nel carrozzone pubblico....Io li ricoro al comune , generalmente analfabeti che hanno vinto concorsi pubblici:D, nel distribuire i moduli da compilare dopo aver discusso con ogni persona in coda per le difficoltà di comprendonio...


i sindacati sono l'emblema del magna magna pubblico....


inutili e dannosi
 
Indietro