BTP ITALIA, tutte le emissioni, caratteristiche, pregi e difetti Vol.17

Encadenado

Freedom!
Registrato
30/5/06
Messaggi
25.725
Punti reazioni
2.374
Si prosegue da qui: BTP ITALIA, tutte le emissioni, caratteristiche, pregi e difetti Vol.16

Il Titolo di Stato indicizzato all'inflazione italiana

Comunicazione emissioni BTP Italia - Dipartimento del Tesoro

Coefficienti di indicizzazione BTP Italia - Dipartimento del Tesoro

Tabella ISTAT pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana

FAQ BTP ITALIA

Cos’è il BTP Italia?
E' un titolo di stato italiano che fornisce all’investitore una protezione contro l’aumento del livello dei prezzi italiani.
Il BTP Italia garantisce un interesse costante in termini reali, ovvero in termini di potere di acquisto, fissato al momento dell’emissione (il cosiddetto tasso cedolare reale annuo).
Sia le cedole, pagate semestralmente, che il capitale, la cui rivalutazione viene anch’essa corrisposta semestralmente, sono rivalutati in base all’inflazione italiana, misurata dall’Istat attraverso l’indice nazionale dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati (FOI) con esclusione dei tabacchi.

Come funziona il meccanismo d'indicizzazione?
Ogni 6 mesi è riconosciuto al detentore il recupero della perdita del potere di acquisto realizzatasi in quel periodo, attraverso il pagamento della rivalutazione semestrale del capitale sottoscritto. Inoltre, le cedole, anch’esse pagate semestralmente, garantiscono un rendimento minimo costante in termini reali. Infatti, l’ammontare di ciascuna cedola è calcolato moltiplicando la metà del tasso di interesse reale cedolare annuale fisso, stabilito all’emissione, per il capitale sottoscritto rivalutato sulla base dell’inflazione verificatasi su base semestrale. Alla scadenza finale, il BTP Italia garantisce la restituzione del valore nominale sottoscritto.
Il meccanismo di indicizzazione si basa sul Coefficiente d'Indicizzazione.

Cos'è il Coefficiente d'Indicizzazione?
La rivalutazione del capitale nominale sottoscritto e delle cedole avviene attraverso il Coefficiente di Indicizzazione (CI). In particolare, CI è calcolato sulla base dell’inflazione rilevata dall’indice FOI, con esclusione del tabacco, elaborato e pubblicato mensilmente dall’Istat. Tale coefficiente permette di conoscere ad una generica data (giorno “d” del mese “m”), il valore del capitale nominale rivalutato sulla base dell’andamento dei prezzi.
Il CI è calcolato mediante la seguente formula: CId,m = numero indiced,m/numero indice based,m
dove il numero indice si intente al giorno d del mese m di pagamento della cedola, mentre per il numero indice base, si intende il numero indice alla data di pagamento della cedola precedente (6 mesi prima). Il valore del Coefficiente di Indicizzazione così ottenuto è troncato alla sesta cifra decimale e arrotondato alla quinta. Nel caso di pagamento della prima cedola, quando la data di godimento della cedola coincide con la data di godimento del titolo, allora si prende come numero indice base del CI quello alla data di godimento del titolo.
I valori valori giornalieri dei Coefficienti di Indicizzazione sono pubblicati mensilmente sul sito Internet del Debito Pubblico (MEF Dipartimento del Tesoro), nella sezione BTP Italia.

Come si calcola il numero indice di riferimento?
Poiché l’indice dei prezzi FOI ex tabacchi viene pubblicato dall’Istat nella seconda metà del mese successivo a quello di riferimento, per calcolare il numero indice dei prezzi ad una generica data (giorno d del mese m) si procede con la seguente modalità di calcolo per interpolazione: Numero Indiced,m = NIfoim-3 + (d-1)/gg * (NIfoim-2 - NIfoim-3)
dove:
il numero indice è riferito del giorno d del mese m;
NIfoim-3 è l’indice FOI ex tabacchi che precede di 3 mesi quello per il quale viene effettuato il calcolo;
NIfoim-2 è l’indice FOI ex tabacchi che precede di 2 mesi quello per il quale viene effettuato il calcolo;
d è il giorno del mese per cui si sta effettuando il calcolo;
gg è il numero di giorni effettivi del mese m.
Il numero indice alla data di pagamento della cedola è quindi calcolato a partire dagli Indici Istat FOI ex tabacchi relativi a tre mesi e due mesi precedenti il mese per cui si effettua il calcolo. Il valore così ottenuto è troncato alla sesta cifra decimale e arrotondato alla quinta.
Qualora l’indice dei prezzi dovesse subire revisioni successivamente alla sua iniziale pubblicazione, per i calcoli si continuerà ad utilizzare l’indice pubblicato prima della revisione.
Qualora l’indice dei prezzi per il mese “m” non dovesse essere pubblicato in tempo utile, si utilizzerà il numero indice sostitutivo (NIS), calcolato mediante la seguente formula:
NISm = NIfoim-1 * (NIfoim-1 / NIfoim-13)^1/12
Il Numero Indice Sostitutivo è applicato per la determinazione dei pagamenti per interessi e per il calcolo della rivalutazione del capitale effettuati precedentemente alla pubblicazione dell’indice definitivo. Eventuali pagamenti effettuati sulla base dell’indice sostitutivo non sono rettificati.

Come vengono calcolate le cedole semestrali e la rivalutazione del capitale su base semestrale?
L’importo variabile delle cedole semestrali è calcolato moltiplicando il tasso annuo di interesse cedolare reale, diviso due, per il capitale nominale rivalutato alla data di pagamento della cedola (pari al capitale nominale sottoscritto moltiplicato per il Coefficiente di Indicizzazione modificato alla data di pagamento della cedola).
Cedolat= Tasso cedolare reale annuo /2 * Capitale nominale * Max(CIt, 1)
dove CIt rappresenta il Coefficiente di Indicizzazione riferito alla data di stacco cedolare, mentre Max(CIt, 1) rappresenta il Coefficiente di Indicizzazione modificato a 1 nel caso in cui il Coefficiente di Indicizzazione semestrale risultasse inferiore all’unità, ovvero nel caso in cui si verifica una riduzione dei prezzi su base semestrale, a cui corrisponderebbe in teoria una svalutazione del capitale, si assume che il numero indice dei prezzi sia uguale a quello del periodo precedente (meccanismo cosiddetto del floor sulla cedola). Di conseguenza, il Coefficiente di Indicizzazione diventa uguale a uno (Coefficiente di Indicizzazione modificato), e quindi viene corrisposto il tasso cedolare reale, che costituisce il rendimento minimo garantito. Nel periodo successivo, qualora il Coefficiente di Indicizzazione su base semestrale ritorni superiore all’unità, si prende come base il numero indice dei prezzi del semestre precedente, purché quest’ultimo sia superiore all’ultimo valore massimo rilevato nei semestri precedenti. Altrimenti la base continuerà ad essere costituita dall’ultimo valore massimo.
Oltre al pagamento della cedola semestrale, è prevista anche la corresponsione della quota di rivalutazione del capitale nominale sottoscritto, maturata nel semestre di riferimento:
Rivalutazione Capitaler= Capitale Nominale * Max(CIt-1, 0)
Nel caso in cui il Coefficiente di Indicizzazione semestrale sia inferiore all’unità, non viene corrisposta alcuna rivalutazione (meccanismo cosiddetto del floor sul capitale). Nel periodo successivo, qualora il Coefficiente di Indicizzazione su base semestrale ritorni superiore all’unità, si prende come base il numero indice dei prezzi del semestre precedente, purché quest’ultimo sia superiore all’ultimo valore massimo rilevato nei semestri precedenti. Altrimenti la base continuerà ad essere costituita dall’ultimo valore massimo.
Ai fini del pagamento, il risultato ottenuto da ciascuna delle predette operazioni (calcolo cedola e calcolo rivalutazione del capitale), comprensivo di un numero di cifre decimali non inferiore a dieci, è arrotondato al secondo decimale.
La remunerazione totale semestrale è data quindi dalla somma della cedola più la quota di rivalutazione del capitale del periodo di riferimento:
Remunerazione semestralet=Cedolat+ Rivalutazione capitalet

Come vengono calcolati i ratei di compravendita?
La quotazione dei prezzi dei BTP Italia sul mercato secondario è effettuata in termini “reali”: il prezzo di quotazione, e quindi potenzialmente di scambio, non tiene conto della componente di indicizzazione. Il controvalore a cui lo scambio viene regolato è invece ottenuto moltiplicando il prezzo di quotazione/scambio per il Coefficiente di Indicizzazione relativo alla data di regolamento della transazione a cui vanno aggiunti i dietimi di interesse anch’essi rivalutati per il Coefficiente di Indicizzazione (senza modifiche per tenere conto di una potenziale deflazione nel semestre). La somma del controvalore indicizzato e dei dietimi rivalutati corrisponde alla somma del prezzo “reale” (clean real price) e dei ratei di rivalutazione del capitale (valutato al prezzo “reale” di quotazione sul mercato) e degli interessi cedolari, che vengono illustrati qui di seguito. Per il calcolo dei ratei negoziati sul mercato secondario si segue la convenzione di mercato giorni effettivi/giorni effettivi.
Il calcolo del rateo cedolare è effettuato in due passi successivi:
1. Si calcola la quota percentuale della cedola maturata fino alla data di regolamento (AC%):
AC%=Tasso cedolare reale annuo/2 * giorni competenza/giorni del semestre di godimento
dove per giorni di competenza si intende il numero di giorni tra la data di pagamento dell’ultima cedola e il giorno di regolamento dell’operazione (giorno “d” del mese “m”).
2. Si moltiplica il valore ottenuto per il capitale nominale sottoscritto rivalutato alla data di regolamento (pari al Capitale Nominale Sottoscritto moltiplicato per il Coefficiente di Indicizzazione):
RCd,m = AC% * Capitale nominale * CId,m
Il rateo della rivalutazione del capitale nel giorno di regolamento dell’operazione (giorno “d” del mese “m”) si calcola nel seguente modo:
RRCd,m= Capitale Nominale * Pr/100 * (CId,m -1)
dove Pr indica il prezzo di quotazione sul mercato al momento dello scambio.

Che cos'è il premio fedeltà CUM?
Agli investitori retail che sottoscrivono il BtpItalia al collocamento per conservarlo fino a scadenza, viene riconosciuto un premio a scadenza, detto anche bonus CUM, del 4 per mille lordo oppure 8 per mille lordo, calcolato sul capitale nominale.
Il BtpItalia dotato di premio fedeltà viene identificato con un codice isin CUM differente dal codice isin standard attribuito al medesimo Btp Italia non dotato di premio fedeltà.
Alla sottoscrizione retail, gli investitori privati ottengono l'assegnazione del titolo dotato di premio fedeltà. Se successivamente si decide di vendere il titolo, totalmente o parzialmente, decade il premio fedeltà sulla sola quantità venduta, alla quale viene automaticamente riassegnato il codice isin standard al momento del passaggio di proprietà a terzi.

Quali sono i BtpItalia attualmente in circolazione?
Ecco l'elenco in ordine di scadenza. Tra parentesi l'isin del CUM ossia del titolo dotato di bonus a scadenza.
BTP ITALIA 2018/2022 26/11 1,45% IND IT0005351678 (CUM IT0005351660)
BTP ITALIA 2015/2023 20/04 0,5% IND IT0005105843 (CUM IT0005105835)
BTP ITALIA 2017/2023 22/05 0,45% IND IT0005253676 (CUM IT0005253668)
BTP ITALIA 2017/2023 20/11 0,25% IND IT0005312142 (CUM IT0005312134)
BTP ITALIA 2016/2024 11/04 0,4% IND IT0005174906 (CUM IT0005174898)
BTP ITALIA 2016/2024 24/10 0,35% IND IT0005217770 (CUM IT0005217762)
BTP ITALIA 2020/2025 26/05 1,40% IND IT0005410912 (CUM IT0005410904)
BTP ITALIA 2018/2026 21/05 0,55% IND IT0005332835 (CUM IT0005332827)
BTP ITALIA 2019/2027 28/10 0,65% IND IT0005388175 (CUM IT0005388167)
 
Ultima modifica:

Encadenado

Freedom!
Registrato
30/5/06
Messaggi
25.725
Punti reazioni
2.374
Ciao Enca e grazie per questi tuoi interventi.
Già vedo la cedola del mag 25 in liquidità, anche se disponibile dal 26 in poi per eventuale bonifico in uscita.Devo dire che directa è davvero efficiente.PEccato averne sottoscritti solo 4k a suo tempo :wall:, cedola staccata circa 204€.
Tornando a noi ed al fatto che quasi tutti i CI sono ad 1, i tre che hai menzionato che rendimento reale hanno ad oggi al netto dell'inflazione, ai valori attuali?
Apr24 IT0005174906 @ 103,77 rendimento super reale -2,21%
Mag25 IT0005410912 @ 105,47 rendimento super reale -0,90%
Mag26 IT0005332835 @ 102,31 rendimento super reale -0,44%

E ti senti di consigliarmi o meno di dividere eventualmente i 15k in due ingressi per mediare il pmc qual'ora dovessero scendere troppo per motivi X (guerra,elezioni anticipate,ecc ecc)?
Si, non è mai sbagliato scaglionare l'ingresso, monitorando la quotazione e soprattutto l'evoluzione futura già nota del CI :yes:
 

frank8

In Relax
Registrato
17/7/11
Messaggi
1.853
Punti reazioni
430
Continuate a scrivere molto , così passiamo in fretta al Vol.18 (per i superstiziosi)
 

Encadenado

Freedom!
Registrato
30/5/06
Messaggi
25.725
Punti reazioni
2.374
Continuate a scrivere molto , così passiamo in fretta al Vol.18 (per i superstiziosi)
Solo su grande richiesta potrei rinominare in Vol. 16bis :D
Così appureremo chi siano i superstiziosi, così da poterli invitare a spostarsi sui thread a loro più consoni, dove impazza l'AT :rotfl:
 

pravir

Nuovo Utente
Registrato
17/4/08
Messaggi
856
Punti reazioni
70
Solo su grande richiesta potrei rinominare in Vol. 16bis :D
Così appureremo chi siano i superstiziosi, così da poterli invitare a spostarsi sui thread a loro più consoni, dove impazza l'AT :rotfl:

primi guai col 17 : "Devi votare altri utenti prima di poter votare Encadenado ancora." cosa che avevo già fatto :):):)
 

fras04

Lurente Frasun
Registrato
14/9/04
Messaggi
23.311
Punti reazioni
456
presente. Enca my president
 

mm1

Nuovo Utente
Registrato
25/6/15
Messaggi
548
Punti reazioni
37
Solo su grande richiesta potrei rinominare in Vol. 16bis :D
Così appureremo chi siano i superstiziosi, così da poterli invitare a spostarsi sui thread a loro più consoni, dove impazza l'AT :rotfl:

Eccolo ! Lo dico perché la soddisfazione delle cedole già neutralizzata dalla svalorizzazione del capitale, insomma +/-=0.

Va bene. L'importante è salute.

Al contesto più generale, come si diceva, se sei salito 16 mila piedi in 10 anni, non ne perdi 5 mila in 2 mesi. Alla larga da tutto il resto che non siano questi prodotti, per me.
 

Angi-oletto

Nuovo Utente
Registrato
16/7/21
Messaggi
13
Punti reazioni
0
Vorrei mettere un 10k sul BTP IT0005274805 con scadenza 01/08/2027, non ho necessità di liquidità prima della scadenza, cercavo un prodotto tranquillo.
Consigli?

Btp a tasso fisso 2,05%, scadenza a 5 anni, comprato a 99 rende circa 1,9% netto (meno l'imposta patrimoniale di bollo 0,2% annuo).
Se l'inflazione tiene dovrebbe rendere di più il BtpItalia ott27, la scelta dipende dal tuo concetto di tranquillità: preferisci una rendita certa oppure preferisci salvaguardare maggiormente il potere d'acquisto dei tuoi 10k?

Be, cosi su due piedi direi una rendita certa, il BtpItalia ott27 sta a 102, che resa avrebbe?
 

south87

Nuovo Utente
Registrato
8/5/10
Messaggi
358
Punti reazioni
14
Intanto cedola netta di 632€ per 15k di nov23 presi a Dicembre (primo tds acquistato in vita mia).
Grazie Enca :bow:
 

fras04

Lurente Frasun
Registrato
14/9/04
Messaggi
23.311
Punti reazioni
456
Ministero dell'Economia e delle Finanze
Ufficio Stampa
Comunicato stampa
BTP ITALIA: nuova emissione dal 20 giugno con un doppio premio fedeltà
Il Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) annuncia che da lunedì 20 a giovedì 23 giugno 2022 si
terrà una nuova emissione del BTP Italia, il titolo di Stato indicizzato al tasso di inflazione nazionale
pensato per il risparmiatore individuale.
Le caratteristiche del Titolo restano per lo più le stesse delle precedenti emissioni. La novità più rilevante
riguarda il fatto che per la prima volta verrà previsto, per il risparmiatore retail che acquista nei giorni di
emissione, un doppio premio fedeltà: uno che verrà corrisposto durante la vita del titolo e uno alla
scadenza finale per coloro che lo avranno detenuto continuativamente fino alle corrispondenti date.
Il nuovo BTP Italia potrà avere una durata compresa tra 6 e 10 anni e come di consueto, sarà collocato sul
mercato due fasi: la Prima Fase si svolgerà da lunedì 20 a mercoledì 22 giugno, salvo chiusura anticipata,
e sarà riservata esclusivamente ai risparmiatori individuali e affini (il cosiddetto mercato retail); la
Seconda Fase avrà luogo il giorno 23 giugno e sarà riservata solo agli investitori istituzionali.
La durata del titolo sarà resa nota nei prossimi giorni. I tassi minimi garantiti saranno comunicati venerdì
17 giugno.
Come per le precedenti emissioni, i risparmiatori retail potranno sottoscrivere BTP Italia in banca, presso
gli uffici postali o utilizzando i canali di acquisto online, tramite il proprio home banking se abilitato alle
funzioni di trading.
Il collocamento avverrà sulla piattaforma elettronica MOT (il mercato telematico delle obbligazioni e
titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso le seguenti banche dealers: Intesa Sanpaolo S.p.A. e Unicredit
S.p.A.
Tutte le comunicazioni ufficiali sul BTP Italia, le FAQ, la Scheda Informativa e la Nota tecnica per gli
operatori saranno resi disponibili sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze e sul sito del
Dipartimento del Tesoro alla sezione Debito Pubblico (Debito Pubblico - MEF Dipartimento del Tesoro). Sarà inoltre
possibile chiedere supporto e informazioni direttamente agli uffici del Dipartimento del Tesoro (MEF)
via email all’indirizzo btpitalia@mef.gov.it.
Roma, 25 maggio 202
 

Sa10

investi con sapienza
Registrato
15/6/14
Messaggi
6.945
Punti reazioni
686
Ministero dell'Economia e delle Finanze
Ufficio Stampa
Comunicato stampa
BTP ITALIA: nuova emissione dal 20 giugno con un doppio premio fedeltà
Il Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) annuncia che da lunedì 20 a giovedì 23 giugno 2022 si
terrà una nuova emissione del BTP Italia, il titolo di Stato indicizzato al tasso di inflazione nazionale
pensato per il risparmiatore individuale.
Le caratteristiche del Titolo restano per lo più le stesse delle precedenti emissioni. La novità più rilevante
riguarda il fatto che per la prima volta verrà previsto, per il risparmiatore retail che acquista nei giorni di
emissione, un doppio premio fedeltà: uno che verrà corrisposto durante la vita del titolo e uno alla
scadenza finale per coloro che lo avranno detenuto continuativamente fino alle corrispondenti date.
Il nuovo BTP Italia potrà avere una durata compresa tra 6 e 10 anni e come di consueto, sarà collocato sul
mercato due fasi: la Prima Fase si svolgerà da lunedì 20 a mercoledì 22 giugno, salvo chiusura anticipata,
e sarà riservata esclusivamente ai risparmiatori individuali e affini (il cosiddetto mercato retail); la
Seconda Fase avrà luogo il giorno 23 giugno e sarà riservata solo agli investitori istituzionali.
La durata del titolo sarà resa nota nei prossimi giorni. I tassi minimi garantiti saranno comunicati venerdì
17 giugno.
Come per le precedenti emissioni, i risparmiatori retail potranno sottoscrivere BTP Italia in banca, presso
gli uffici postali o utilizzando i canali di acquisto online, tramite il proprio home banking se abilitato alle
funzioni di trading.
Il collocamento avverrà sulla piattaforma elettronica MOT (il mercato telematico delle obbligazioni e
titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso le seguenti banche dealers: Intesa Sanpaolo S.p.A. e Unicredit
S.p.A.
Tutte le comunicazioni ufficiali sul BTP Italia, le FAQ, la Scheda Informativa e la Nota tecnica per gli
operatori saranno resi disponibili sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze e sul sito del
Dipartimento del Tesoro alla sezione Debito Pubblico (Debito Pubblico - MEF Dipartimento del Tesoro). Sarà inoltre
possibile chiedere supporto e informazioni direttamente agli uffici del Dipartimento del Tesoro (MEF)
via email all’indirizzo btpitalia@mef.gov.it.
Roma, 25 maggio 202

Eccolo... Finalmente..
Adesso attendiamo..
A sto punto tengo la liquidità eventualmente per questo..
 

sarto66

pdvsa forever
Registrato
7/8/10
Messaggi
5.536
Punti reazioni
361
ottimo.....vediamo i tassi minimi garantiti...previsioni?OK!
 

fras04

Lurente Frasun
Registrato
14/9/04
Messaggi
23.311
Punti reazioni
456
ottimo.....vediamo i tassi minimi garantiti...previsioni?OK!

non si può dire nulla finchè non inseriscono la durata, solo allora si può fare una comparazione con i rendimenti dei titoli in corso e quindi trovare quello che è il tasso minimo garantito a base 100. Di norma è poco sotto a quello che dovrebbe essere.
 

sarto66

pdvsa forever
Registrato
7/8/10
Messaggi
5.536
Punti reazioni
361
non si può dire nulla finchè non inseriscono la durata, solo allora si può fare una comparazione con i rendimenti dei titoli in corso e quindi trovare quello che è il tasso minimo garantito a base 100. Di norma è poco sotto a quello che dovrebbe essere.
ipotizzando un decennale? a quanto secondo te?
 

fras04

Lurente Frasun
Registrato
14/9/04
Messaggi
23.311
Punti reazioni
456
ipotizzando un decennale? a quanto secondo te?

siccome è sotto di una frazione rispetto al btp fisso decennale che ora ha un rendimento di 2,9, credo che per gli italia un 2,5-2,6 lordo sia abbastanza in conformità. Ma credo che sia a durata sei anni il prossimo, per cui si aggirerebbe sul 2 scarso, sempre sotto a quelli a tasso fisso che sono leggermente sopra due, chiaramente il discorso fatto sopra vale per un calcolo a 100, cmq Enca potrà essere più preciso ed esaustivo
 

mskup

Nuovo Utente
Registrato
10/11/20
Messaggi
792
Punti reazioni
56
che coincidenza!
e già una cosa buona che non hanno rifilato ai risparmiatori un'altra serie del FUTURA
 

zioGalli

Nuovo Utente
Registrato
29/6/16
Messaggi
1.266
Punti reazioni
88
Il futura a 100....se lo prendevano..... loro....domanda a tutti quelli che l' hanno preso....se sono contenti....:rolleyes:
 

mskup

Nuovo Utente
Registrato
10/11/20
Messaggi
792
Punti reazioni
56
Il futura a 100....se lo prendevano..... loro....domanda a tutti quelli che l' hanno preso....se sono contenti....:rolleyes:

ne conservo 2k del 30 dall'emissione:censored:
il più bello resta però il 37:censored::censored: per fortuna mai sottoscritto.
 

gaiospino

della RAGAZZA unicredit
Registrato
4/6/12
Messaggi
105.117
Punti reazioni
1.543
siccome è sotto di una frazione rispetto al btp fisso decennale che ora ha un rendimento di 2,9, credo che per gli italia un 2,5-2,6 lordo sia abbastanza in conformità. Ma credo che sia a durata sei anni il prossimo, per cui si aggirerebbe sul 2 scarso, sempre sotto a quelli a tasso fisso che sono leggermente sopra due, chiaramente il discorso fatto sopra vale per un calcolo a 100, cmq Enca potrà essere più preciso ed esaustivo

Hai rotto il salvadenaio FRAS?io sono pronto :D