💚🤍❤️ BTP TASSO FISSO - News, AT, View, Trading & Cassetto - Vol. 37 💚🤍❤️

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Il disallineamento è tra i btp e il bund che si traduce in riduzione dello spread, per quanto riguarda il bund e il Tnote non noto uno scostamento tale da definirlo significativo per avanzare ipotesi di trend divergenti.
 
Ultima modifica:
Oggi con gli americani chiusi il mercato può essere distorto, vediamo domani se il nostro 4% regge perchè dall'inizio dell'anno si rimbalza sempre lì. Anche io sono pronto a sparare le ultime cartucce e già con il ciuchino sotto 100 comincio ad eccitarmi :D
Scusa per curiosità il ciuchino quale sarebbe?
 
Il disallineamento è tra i btp e il bund che si traduce in riduzione dello dello spread, per quanto riguarda il bund e il Tnote non noto uno scostamento tale da definirlo significativo per avanzare ipotesi di trend divergenti.
C’è comunque un 2% di scostamento anche col Bund che non è pochissimo.
Se si riallinea e se si rialza un pelo lo spread eccoci a 56 di BTP ‘72, a parità di T-Note… se poi il T-Note va a 4,5 come penso…
 
amici (ararara😀😀😀) oggi ho fatto un investimento... nientepopodimeno che... la palla di vetro! (scusate non so che dimensioni in pixel sia venuta sul forum 😔
 

Allegati

  • 20240219_211031.jpg
    20240219_211031.jpg
    1,1 MB · Visite: 47
Siamo tornati sui massimi registrati il 14 febbraio 4,328 se non viene respinto questo livello è assai probabile che arrivi a 4,50. Mentre la forza relativa dei btp non penso sia casuale, forse qualche acquisto bce oppure gli investitori ci premiano con un ribilanciamento, difficile trovare un motivo di fondo vista l'entità del nostro debito.
 
Ultima modifica:
Per carità Diablo non sia mai. Se il debito andasse in mano delle famiglie italiane non avrebbero problemi, qualunque sia il governo Dx o Sx, in caso di problematiche serie tipo amato negli anni '90, ad uccidere il nostro risparmio. Fino a quando sarà in percentuale molto alta in mano straniera si vedranno costretti a trovare i soldi in altra maniera non potendo fare a meno dell'aiuto della componente straniera. Cosi' almeno la penso io.

Screenshot 2024-02-19 at 22-32-01 Debito Pubblico Italia ecco da chi è detenuto Investire.biz.png


Dunque, vediamo... Bankitalia, banche, fondi italiani e famiglie detengono in tutto il 73% del nostro gigantesco debito, gli stranieri il rimanente 27%, quindi non poco.

Ma il risparmiatore-investitore italico - notoriamente lungimirante e furbo - non assomiglia a quello nipponico che comprende la necessità di dirottare i risparmi nel proprio debito: se il rendimento non è ai massimi e il rischio-paese ai minimi, non li compra e li parcheggia da chi più offre.

Quindi cala la domanda patriottica, i prezzi dei tds salgono più di quanto dovrebbero e il Tesoro va in sofferenza con quasi 100 mld di interessi/anno il 27% dei quali se ne vola all'estero.

Ogni giorno tante bellissime parole in libertà, assemblate da specialisti della retorica e della propaganda, ma il debito continua a crescere e di invertire la rotta e di riforme incisive per attrarre nuovi investimenti, non se ne parla
e i risultati sono quelli descritti nel post #25. :rolleyes::cool:
 
Vedi l'allegato 2986647

Dunque, vediamo... Bankitalia, banche, fondi italiani e famiglie detengono in tutto il 73% del nostro gigantesco debito, gli stranieri il rimanente 27%, quindi non poco.

Ma il risparmiatore-investitore italico - notoriamente lungimirante e furbo - non assomiglia a quello nipponico che comprende la necessità di dirottare i risparmi nel proprio debito: se il rendimento non è ai massimi e il rischio-paese ai minimi, non li compra e li parcheggia da chi più offre.

Quindi cala la domanda patriottica, i prezzi dei tds salgono più di quanto dovrebbero e il Tesoro va in sofferenza con quasi 100 mld di interessi/anno il 27% dei quali se ne vola all'estero.

Ogni giorno tante bellissime parole in libertà, assemblate da specialisti della retorica e della propaganda, ma il debito continua a crescere e di invertire la rotta e di riforme incisive per attrarre nuovi investimenti, non se ne parla. :rolleyes::cool:
se l'investitore italiano prendesse il restante 27% questi politicanti sarebbero capaci di aumentare di equivalente percentuale il debito....pazzi scatenati altrimenti mica eravamo combinati così.
 
Screenshot 2024-02-20 at 01-21-19 Future Dutch Ttf Natural Gas Future - Grafico Interattivo (N...png

Dal novembre scorso il prezzo del gas è crollato del 50% a 23€/MWh
e del 93% rispetto all'agosto 2022.

Non può essere solo per le temperature miti dell'inverno...:no:
Le sanzioni alla Russia di Putin si sono dimostrate poco efficaci,
addomesticare il prezzo della sua principale fonte di introiti
potrebbe essere un modo più convincente...:yes:

Buon per i consumatori, le industrie, in definitiva per i prezzi
che non potranno che scendere.
 
... ho il BTP ereditato dal nonno nel '96 e cedolo il 7 lordo, abbiamo ancora la foto del giorno della sottoscrizione, nonna lo insegue con il mattarello perché per comprare le quote si è venduto la fiat ritmo, unica macchina di famiglia, ti lovvo nonno


Nel '96 di una Ritmo se prendevi 700 mila lire già ti era andata di lusso ... ti tiravano già dietro le Tipo ...
 
Vedi l'allegato 2986647

Dunque, vediamo... Bankitalia, banche, fondi italiani e famiglie detengono in tutto il 73% del nostro gigantesco debito, gli stranieri il rimanente 27%, quindi non poco.

Ma il risparmiatore-investitore italico - notoriamente lungimirante e furbo - non assomiglia a quello nipponico che comprende la necessità di dirottare i risparmi nel proprio debito: se il rendimento non è ai massimi e il rischio-paese ai minimi, non li compra e li parcheggia da chi più offre.

Quindi cala la domanda patriottica, i prezzi dei tds salgono più di quanto dovrebbero e il Tesoro va in sofferenza con quasi 100 mld di interessi/anno il 27% dei quali se ne vola all'estero.

Ogni giorno tante bellissime parole in libertà, assemblate da specialisti della retorica e della propaganda, ma il debito continua a crescere e di invertire la rotta e di riforme incisive per attrarre nuovi investimenti, non se ne parla
e i risultati sono quelli descritti nel post #25. :rolleyes::cool:
Però 27 sul totale non è nemmeno troppissimo, cioè , praticamente 2/3 in mano a noi.... forse una minima garanzia circa una possibile ristrutturazione no?
 
Curioso come continuiamo a scannarci per il prelievo una tantum dello 0,6% di Amato (peraltro riferito ai soli conti correnti), dimenticando spesso la patrimoniale annuale dello 0,2% su titoli e CD. Provate a sommare i bolli pagati dal 2012 in poi...
Senza voler per questo difendere il prelievo di Amato, eh (peraltro, se non ricordo male mi sembra che creò l'effetto paradosso dei BOT al 15%, "restituendo" con gli interessi ai sottoscrittori di BOT quanto prelevato dai conti correnti: quindi non fu una mossa molto felice anche come efficacia).
 
Vedi l'allegato 2986647

Dunque, vediamo... Bankitalia, banche, fondi italiani e famiglie detengono in tutto il 73% del nostro gigantesco debito, gli stranieri il rimanente 27%, quindi non poco.

Ma il risparmiatore-investitore italico - notoriamente lungimirante e furbo - non assomiglia a quello nipponico che comprende la necessità di dirottare i risparmi nel proprio debito: se il rendimento non è ai massimi e il rischio-paese ai minimi, non li compra e li parcheggia da chi più offre.

Quindi cala la domanda patriottica, i prezzi dei tds salgono più di quanto dovrebbero e il Tesoro va in sofferenza con quasi 100 mld di interessi/anno il 27% dei quali se ne vola all'estero.

Ogni giorno tante bellissime parole in libertà, assemblate da specialisti della retorica e della propaganda, ma il debito continua a crescere e di invertire la rotta e di riforme incisive per attrarre nuovi investimenti, non se ne parla
e i risultati sono quelli descritti nel post #25. :rolleyes::cool:
Scrivi che gli italiani detengono il 73%, ma nell'immagine si parla di sottoscrittori del 2023....mi sembrano due cose differenti
 
Curioso come continuiamo a scannarci per il prelievo una tantum dello 0,6% di Amato (peraltro riferito ai soli conti correnti), dimenticando spesso la patrimoniale annuale dello 0,2% su titoli e CD. Provate a sommare i bolli pagati dal 2012 in poi...
Senza voler per questo difendere il prelievo di Amato, eh (peraltro, se non ricordo male mi sembra che creò l'effetto paradosso dei BOT al 15%, "restituendo" con gli interessi ai sottoscrittori di BOT quanto prelevato dai conti correnti: quindi non fu una mossa molto felice anche come efficacia).
Il bollo dello 0,2 annuo è proprio una ladrata
 
Banca centrale cinese che questa mattina ha tagliato il tasso primario sui prestiti a 5 anni (Lpr) di 25 punti base, portandolo al 3,95% dal 4,20 per cento. Si tratta del primo taglio dallo scorso agosto e il piu' alto mai registrato sul tasso benchmark applicato ai mutui immobiliari, che tuttavia non sembra essersi tradotto in un impatto positivo sull'azionario cinese e asiatico.
 
Curioso come continuiamo a scannarci per il prelievo una tantum dello 0,6% di Amato (peraltro riferito ai soli conti correnti)
Il problema non fu tanto lo 0,6 per cento, ma il fatto che fu retroattivo, cosa che terrorizzò e distrusse le certezze dei risparmiatori.
Lo 0,2 di bollo puoi considerarlo anche una ladrata, ma ne siamo consapevoli (o almeno dovremmo esserlo) quando acquistiamo un Btp.
 
Curioso come continuiamo a scannarci per il prelievo una tantum dello 0,6% di Amato (peraltro riferito ai soli conti correnti), dimenticando spesso la patrimoniale annuale dello 0,2% su titoli e CD. Provate a sommare i bolli pagati dal 2012 in poi...
Senza voler per questo difendere il prelievo di Amato, eh (peraltro, se non ricordo male mi sembra che creò l'effetto paradosso dei BOT al 15%, "restituendo" con gli interessi ai sottoscrittori di BOT quanto prelevato dai conti correnti: quindi non fu una mossa molto felice anche come efficacia).
Comprendo il tuo punto di vista , ma tra le due tasse non si può fare paragone : lo 0,2 posso decidere se pagarlo o meno a seconda dell'investimento che faccio , posso tranquillamente decidere di tenere i soldi sul C/C e non pagarlo. Lo 0,6 fu preso sui depositi già esistenti e retroattivo , cioè senza via di scampo , scorrettezza unica nei confronti dei risparmiatori .
Personalmente fui penalizzato il doppio perchè pagai sul saldo retroattivo e non su quello reale dove avevo emesso pagamenti a favore di fornitori per XX milioni di lire !!
Detto questo lo 0,20 se rimane tale e non iniziano a metterci mano , si può anche sopportare , non che sia felice di pagarlo ma lo considero come le spese di condominio , che ci vivi o meno sempre le paghi.
 
Lettura precedente 4,7% attuale (Q4) 4,5%

Vedi l'allegato 2986745
Vedi l'allegato 2986756

...ovviamente la signora è angosciata dall'aumento degli stipendi...altrui. :D

La Bce annuncia il dato sui salari negoziati nell’area euro del IV trim 2023​

Il fatto che la crescita dei salari negoziati dell’area euro si sia indebolita nell’ultimo trimestre del 2023 al ritmo su base annua pari a +4,5%, rispetto a +4,7% del terzo trimestre del 2023, è una buona notizia per i mercati che attendono con ansia il momento in cui Lagarde riterrà opportuno iniziare a tagliare i tassi.


lagard stipendi.jpg
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Indietro