Buoni Fruttiferi Postali - Cap. III - [Leggere primo post]

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

TestaQ

Utente pluri-bacchettato
Registrato
7/12/19
Messaggi
10.707
Punti reazioni
3.710
Si proviene da qua

Fogli informativi in vigore

Su segnalazione di @cloanto riportiamo il link alla pagina di CDP dove sono disponibili i fogli informativi dei Buoni attualmente in emissione: Fogli informativi Buoni fruttiferi postali

Modalità calcolo interessi composti

Nel caso dei buoni postali gli interessi maturati ogni anno diventano capitale che matura altri interessi. Quindi va usata la formula dell'interesse composto, ovvero ((capitale+interessi)/capitale)^(1/anni), ovvero utilizzando come esempio il buono 4x4 sottoscritto per 10.000 Euro e portato a scadenza: ((10.000+5.291,18)/10.000)^(1/16)-1=2.7%.
Questo insegna la matematica finanziaria (^ significa elevato a). Infatti qui i buoni in oggetto vengono pubblicizzati (correttamente) con un tasso lordo del 3%. E siccome le tasse vanno detratte, capisci bene che l'interesse netto non può superare il lordo.
L'uso erroneo della formula dell'interesse semplice, anche se effettuato in buona fede per ignoranza, gonfia il tasso netto rendendo erroneamente più attrattivo del reale il prodotto di fronte a chi legge. Potrebbe essere tollerato, ai tassi attuali, per brevi periodi (per esempio, 3 anni), visto che la differenza sarebbe trascurabile, ma certo non per 16 anni, perché più è lunga la durata, e più i risultati dati dalle formule dell'interesse semplice e di quello composto divergono.

(spiegazione a cura di @JohannesBrahms - inserita il 08/09/2022)


Assoggettamento a imposta di bollo

Su suggerimento di @Vinc8080 riportiamo un estratto della FAQ completa di CDP che si può leggere a questo indirizzo


- L’imposta di bollo è calcolata sul valore nominale di tutti i buoni con la medesima intestazione, se il loro valore effettivo di rimborso, al netto degli oneri fiscali, supera complessivamente 5.000 Euro;
- L’imposta viene applicata solo a partire dal 2012, nella misura proporzionale dello 0,10% per il 2012, dello 0,15% per il 2013 e dello 0,20% dal 2014, con un minimo di 34,20 Euro per gli anni 2012 e 2013 (e un massimo di 1.200,00 Euro solo per il 2012);
- Al “31 dicembre” di ogni anno viene calcolato il valore di rimborso del patrimonio in BFP. Se tale valore risulti superiore a 5.000 Euro, l’imposta viene calcolata, per ciascun anno, sul valore nominale di ciascun BFP che risulti in essere ed è “accantonata” e dovuta all’atto del rimborso del BFP. L’imposta è dovuta nella misura minima di 1 Euro.
- Se al “31 dicembre” il valore di rimborso del patrimonio in BFP risulta inferiore a 5.000 Euro, l’imposta per quell’anno non è dovuta.

Per i BFP emessi in forma cartacea prima del 1° gennaio 2009 l'imposta è calcolata proporzionalmente sul valore nominale del singolo titolo ed è in ogni caso dovuta nella misura minima di euro 2,00, ma non è prevista la soglia di esenzione per quei buoni il cui valore di rimborso sia complessivamente non superiore a euro 5.000,00.

Garanzia del capitale investito

Tutte le tipologie di Buoni fruttiferi postali garantiscono il rimborso del 100% del capitale sottoscritto, pertanto non esiste la possibilità che il valore di rimborso del Buono risulti inferiore al valore nominale del Buono stesso in qualunque momento venga richiesto il rimborso. Si ritiene opportuno segnalare che l'applicazione dell'imposta di bollo, ove dovuta, potrebbe determinare in alcuni casi un valore di rimborso netto inferiore al valore nominale sottoscritto. In tali casi, su iniziativa di Cassa depositi e prestiti e Poste Italiane, in caso di rimborso anticipato, viene rimborsato l'importo pari alla porzione dell'imposta di bollo applicata che abbia determinato un valore netto di rimborso inferiore al capitale investito.
 
Ultima modifica:
Il buono Rinnova mi pare interessante sul medio periodo.

Investendo 10K oggi, tra sei anni l’ordinario ne renderà 10639, il 3X4 10677 ed il nuovo Rinnova 11249.

Il 25 settembre me ne scade giusto uno da 10K. Quasi quasi, per diversificare un po’ ;)
 
Il buono Rinnova mi pare interessante sul medio periodo.

Investendo 10K oggi, tra sei anni l’ordinario ne renderà 10639, il 3X4 10677 ed il nuovo Rinnova 11249.

Il 25 settembre me ne scade giusto uno da 10K. Quasi quasi, per diversificare un po’ ;)

Ne ho uno in scadenza questo mese. Sei riuscito a capire se accetta nuova liquidità o l'importo per il "buono rinnova" è corrispettivo al rimborso del buono scaduto?
Direi non male, difatti è un -0,40% in meno all'attuale Cherry.
 
Ne ho uno in scadenza questo mese. Sei riuscito a capire se accetta nuova liquidità o l'importo per il "buono rinnova" è corrispettivo al rimborso del buono scaduto?
Direi non male, difatti è un -0,40% in meno all'attuale Cherry.

Sono solo per re-investire buoni scaduti dopo il 20 settembre. NON sono per nuova liquidità.
Questo il foglio informativo
https://www.poste.it/files/1476569444849/fi-TF206A220920.pdf
Per la nuova liquidità è appena uscita un offerta sul libretto postale smart
 
Ne ho uno in scadenza questo mese. Sei riuscito a capire se accetta nuova liquidità o l'importo per il "buono rinnova" è corrispettivo al rimborso del buono scaduto?
Direi non male, difatti è un -0,40% in meno all'attuale Cherry.

In passato (mi pare nel 2020) emettevano un buono Rinnova che poteva essere sottoscritto per qualsiasi importo. Cioè, se il vecchio buono scaduto era ad esempio di 50K, potevi sottoscrivere il nuovo anche per 100K...

Questo non lo so se ha la stessa "flessibilità" (o lo stesso bug :D )
 
In passato (mi pare nel 2020) emettevano un buono Rinnova che poteva essere sottoscritto per qualsiasi importo. Cioè, se il vecchio buono scaduto era ad esempio di 50K, potevi sottoscrivere il nuovo anche per 100K...

Questo non lo so se ha la stessa "flessibilità" (o lo stesso bug :D )

Chissà se disinvestendone uno ti fa sottoscrivere un Rinnova, magari doppio bug :D
 
Ne ho uno in scadenza questo mese. Sei riuscito a capire se accetta nuova liquidità o l'importo per il "buono rinnova" è corrispettivo al rimborso del buono scaduto?
Direi non male, difatti è un -0,40% in meno all'attuale Cherry.

Solo vecchia liquidità ;)
 
Se ci provi fai sapere :D che non ne ho nessuno a scadenza ma l'avrei sottoscritto se avessi potuto

Purtroppo non ho nulla da "sacrificare" nel senso che ho 4x4 che però hanno già qualche mese, ce ne vorrebbe uno sottoscritto da pochi giorni
 
Niente, il 26 faccio un altro 4X4 visto che sono soldi che comunque cassetterò e porterò a scadenza.
Tanto vale assicurarmi il tasso più alto e via ;)
 
Non è necessario inviare questi messaggi per seguire la discussione. Basta andare nel menù Strumenti Discussione in alto e selezionare Sottoscrivi questa discussione.
mi vien più comodo così, grazie
 
Se ci provi fai sapere :D che non ne ho nessuno a scadenza ma l'avrei sottoscritto se avessi potuto

Oggi ha fatto 22 anni un buono ordinario serie Z, che non ho liquidato 2 anni fa, perchè si era in periodo Covid; e comunque poteva restare per altri 10 anni seppure allo 0,50%.
Stamattina ho pensato di riscuoterlo, per reinvestirlo nel Rinnova. Ebbene il pc dell'impiegata non ha permesso la sottoscrizione del Rinnova. Benchè si trattava di un buono rimborsato dopo 22 anni esatti.
Figurarsi voi che vorreste sacrificare un buono sottoscritto pochi mesi fa per trasformarlo in Rinnova:no:
 
Questa mattina ho provato a sottoscrivere un buono Rinnova, da app. Ho ricevuto messaggio di conferma dell'acquisto del buono ma ancora, a distanza di 5-6 ore, l'importo del buono non mi viene scalato dal saldo nè ricevo il messaggio di conferma in bacheca.
Come faccio a monitorare l'iter di acquisto del buono?
 
Buonasera a tutti, qui per chiedere un consiglio a chi è più esperto di me, questa la situazione:
Mio padre è unico intestatario di 3 buoni fruttiferi postali per un totale di circa 30.000€.
Purtroppo dire che non gode di buona salute è un eufemismo, e vorremmo trovare un modo per evitare che vadano in successione.
Ora considerato che non conviene scambiarli e versarli su un conto corrente cointestato a mia madre ed a mio padre, stavo pensando di scambiarli e fare altri buoni cointestati ad entrambi i miei genitori. Così se non vado errato potrebbero essere scambiati in qualsiasi momento anche da uno solo dei cointestatari, corretto?
Oppure, avete altri consigli?
Grazie mille a chi risponderà
 
Buonasera a tutti, qui per chiedere un consiglio a chi è più esperto di me, questa la situazione:
Mio padre è unico intestatario di 3 buoni fruttiferi postali per un totale di circa 30.000€.
Purtroppo dire che non gode di buona salute è un eufemismo, e vorremmo trovare un modo per evitare che vadano in successione.
Ora considerato che non conviene scambiarli e versarli su un conto corrente cointestato a mia madre ed a mio padre, stavo pensando di scambiarli e fare altri buoni cointestati ad entrambi i miei genitori. Così se non vado errato potrebbero essere scambiati in qualsiasi momento anche da uno solo dei cointestatari, corretto?
Oppure, avete altri consigli?
Grazie mille a chi risponderà
Ma guarda che non c’è nessun problema se andranno in successione…
 
Buonasera a tutti, qui per chiedere un consiglio a chi è più esperto di me, questa la situazione:
Mio padre è unico intestatario di 3 buoni fruttiferi postali per un totale di circa 30.000€.
Purtroppo dire che non gode di buona salute è un eufemismo, e vorremmo trovare un modo per evitare che vadano in successione.
Ora considerato che non conviene scambiarli e versarli su un conto corrente cointestato a mia madre ed a mio padre, stavo pensando di scambiarli e fare altri buoni cointestati ad entrambi i miei genitori. Così se non vado errato potrebbero essere scambiati in qualsiasi momento anche da uno solo dei cointestatari, corretto?
Oppure, avete altri consigli?
Grazie mille a chi risponderà


Rimborsa il tutto e sottoscrivi altri buoni postali, questa volta cointestati ai tuoi o meglio ancora anche a te (si possono cointestare fino a 4 persone diverse) con la clausola "pari facoltà di rimborso".

In questo modo uno solo dei cointestatari potrà chiederne il rimborso in qualsiasi momento senza rogne.

La successione è una rogna, ci sono delle pratiche e le poste non sono velocissime in queste cose.
 
La successione è una rogna, ci sono delle pratiche e le poste non sono velocissime in queste cose.

Il problema si pone se i buoni sono vicini alla scadenza e/o si vuole il rimborso immediato; se si intende lasciarli fino alla scadenza naturale, la pratica di successione richiede un paio di mesi, dopo di che i buoni sono disponibili in qualunque momento per gli eredi.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Indietro