Buoni Fruttiferi Postali - Cap. VI - Info al primo post

No tranquillo, è abbastanza rapida la cosa, fatto a sportello.
 
Ottimo, grazie :cool:
Un altra differenza non di poco conto dei buoni postali rispetto ai titoli di stato è la modalità di calcolo degli interessi con tasso composto.
Con i buoni postali gli interessi una volta maturati diventano capitale e generano altri interessi e così via fino alle fine.
Quindi se io confronto il tasso di un BFP (tasso composto)con TDS(tasso semplice) devo tener conto anche di questo fattore.
 
Un altra differenza non di poco conto dei buoni postali rispetto ai titoli di stato è la modalità di calcolo degli interessi con tasso composto.
Con i buoni postali gli interessi una volta maturati diventano capitale e generano altri interessi e così via fino alle fine.
Quindi se io confronto il tasso di un BFP (tasso composto)con TDS(tasso semplice) devo tener conto anche di questo fattore.
È una cosa importante e spesso sottovalutata.
 
È una cosa importante e spesso sottovalutata.
Molto direi, già il fatto che non ti devi preoccupare di andare ogni volta a reinvestire le cedole che scadano.
Esempio:
BFP 100K a 3,5% tasso composto al netto di ritenuta fiscale e bolli a scadenza porta 182,5K equivale per me a un rendimento netto semplice di 4,125% annuo se portato a scadenza.

Anche se economisti e matematici non soranno mai d'accordo su questo calcolo a me poco importa perché alla fine quello che conta è quello ti entra saccoccia.
 
Molto direi, già il fatto che non ti devi preoccupare di andare ogni volta a reinvestire le cedole che scadano.
Esempio:
BFP 100K a 3,5% tasso composto al netto di ritenuta fiscale e bolli a scadenza porta 182,5K equivale per me a un rendimento netto semplice di 4,125% annuo se portato a scadenza.

Anche se economisti e matematici non soranno mai d'accordo su questo calcolo a me poco importa perché alla fine quello che conta è quello ti entra saccoccia.
Non solo quello, anche per il fatto che il rendimento composto dei BFP permette di tenere il tasso di reinvestimento costante, invece qui è probabile che a breve i tassi scenderanno, quindi anche poter ipotizzare il reinvestimento delle cedole con i tassi di partenza è solo teoria.. Discorso diverso invece in caso di tassi in salita, ma in quel caso si può fare uno switch dai vecchi ai nuovi buoni con tassi migliori.
 
Molto direi, già il fatto che non ti devi preoccupare di andare ogni volta a reinvestire le cedole che scadano.
Esempio:
BFP 100K a 3,5% tasso composto al netto di ritenuta fiscale e bolli a scadenza porta 182,5K equivale per me a un rendimento netto semplice di 4,125% annuo se portato a scadenza.

Anche se economisti e matematici non soranno mai d'accordo su questo calcolo a me poco importa perché alla fine quello che conta è quello ti entra saccoccia.
riflessione interessante, per fare un confronto più "preciso" servirebbe un btp di pari durata con cedole micragnose (ammesso di trovarlo) l'aprile45 Btpgreen 1,5%Ap45eur quotazioni in tempo reale | IT0005438004 - Borsa Italiana potrebbe essere utile ;)
 
riflessione interessante, per fare un confronto più "preciso" servirebbe un btp di pari durata con cedole micragnose (ammesso di trovarlo) l'aprile45 Btpgreen 1,5%Ap45eur quotazioni in tempo reale | IT0005438004 - Borsa Italiana potrebbe essere utile ;)
Allora, supponiamo di acquistare 10k del btp a 64,55 (ultima chiusura).
Assimiliamo per quanto possibile gli investimenti, supponendo di incassare le cedole del btp tutte alla fine dopo 20 anni.
Con il btp spendi 6455, incassi 40 cedole da 65,6 pari a 2624 e il capitale finale e paghi 443 di capital gain
Rendimento con tir.x pari a 3,224
Con il bpf ordinario 3,5% spendi 10k e incassi alla fine 18655 puliti. Rend. 3,165
Con il bpf ordinario attuale 2,75% spendi 10k e incassi 16312 Rend. 2,475
Escluso bolli e salvo E&O.
Spiace per i sostenitori del bpf, ma attualmente, se fossi giovane, sceglierei il btp.
 
Allora, supponiamo di acquistare 10k del btp a 64,55 (ultima chiusura).
Assimiliamo per quanto possibile gli investimenti, supponendo di incassare le cedole del btp tutte alla fine dopo 20 anni.
Con il btp spendi 6455, incassi 40 cedole da 65,6 pari a 2624 e il capitale finale e paghi 443 di capital gain
Rendimento con tir.x pari a 3,224
Con il bpf ordinario 3,5% spendi 10k e incassi alla fine 18655 puliti. Rend. 3,165
Con il bpf ordinario attuale 2,75% spendi 10k e incassi 16312 Rend. 2,475
Escluso bolli e salvo E&O.
Spiace per i sostenitori del bpf, ma attualmente, se fossi giovane, sceglierei il btp.
E' ovvio che sia cosi', paghi sempre qualcosa in termini di rendimenti tra i BTP ed i BFP, quelli di CDP non stanno li' a fare "beneficenza" e sono calcoli che loro hanno fatto a monte.. Nel tuo esempio questo costo ( prendiamo a riferimento i "vecchi" BFP ordinari al 3,5% ) mi pare di capire e' uno 0,06% annuo di differenza: ne vale la pena ? Opinioni molto personali. Condivido pero' il tuo commento finale, per un giovane il costo ( in questo caso lo 0,06% ) e' molto piu' elevato rispetto ad una persona anziana. Paradossalmente i BFP danno il loro meglio quando i tassi sono prossimi allo zero ( lo abbiamo visto di recente ), perche' quando poi iniziano a salire e' possibile svincolare e reinvestire su qualcosa che rende di piu'.. Quanto "rende" questa possibilita' ? Tutto dipende da quanto salgono i tassi..
Poi come sempre non mettere mai tutte le uova nello stesso paniere.
 
Paradossalmente i BFP danno il loro meglio quando i tassi sono prossimi allo zero ( lo abbiamo visto di recente ), perche' quando poi iniziano a salire e' possibile svincolare e reinvestire su qualcosa che rende di piu'.. Quanto "rende" questa possibilita' ?

Al di la' di quanto rende, e' una marcia in piu' che il BTP non ha.
I BFP sono sterilizzati rispetto ai tassi e rispetto al mercato, non mi pare poca cosa. Ovviamente questo "hedging" si paga, appunto in termini di rendimento mancato. Oltre al fatto che hanno zero costi, sia come commissioni, che come necessita' di conto titoli.
Dico sempre che non ha senso paragonare i BFP con i BTP, semmai sarebbe piu' congruo paragonarli ai CD non vincolati.
 
Al di la' di quanto rende, e' una marcia in piu' che il BTP non ha.
I BFP sono sterilizzati rispetto ai tassi e rispetto al mercato, non mi pare poca cosa. Ovviamente questo "hedging" si paga, appunto in termini di rendimento mancato. Oltre al fatto che hanno zero costi, sia come commissioni, che come necessita' di conto titoli.
Dico sempre che non ha senso paragonare i BFP con i BTP, semmai sarebbe piu' congruo paragonarli ai CD non vincolati.
Confermo👍
È consiglio vivamente tutti i 40enni di sottoscrivere il buono soluzione futura finché sarà disponibile per garantirsi un integrazione ai fini previdenziali.
Nessun fondo pensione di nessun genere e tipo ti potrà mai garantire un rendimento certo del 3,5% oltre l'indicizzazione del capitale.
 
Che poi, tutti fingono di non sapere che il rendimento dei BFP è dato da un interesse composto, per cui, bollo escluso:

Buoni al 3,5 %: in 20 anni rendimento netto effettivo annuo a scadenza 4,32%

Buoni al 2,75%: in 20 anni rendimento netto effettivo annuo a scadenza 3,15%

:cool:


Altro che storie
 
Ultima modifica:
Confermo👍
È consiglio vivamente tutti i 40enni di sottoscrivere il buono soluzione futura finché sarà disponibile per garantirsi un integrazione ai fini previdenziali.
Nessun fondo pensione di nessun genere e tipo ti potrà mai garantire un rendimento certo del 3,5% oltre l'indicizzazione del capitale.
Dimenticate sempre che col fondo pensione si recupera immediatamente in 730 una parte del versato (ovviamente fino a 5164€) in base alla tua aliquota irpef. Dimmi te che buono da una rendita che può arrivare al 45% :D
 
Dimenticate sempre che col fondo pensione si recupera immediatamente in 730 una parte del versato (ovviamente fino a 5164€) in base alla tua aliquota irpef. Dimmi te che buono da una rendita che può arrivare al 45% :D
Nessun Fondi pensione ti dà?
- garanzia statale 100% del capitale+ interessi.
- rendimento certo garantito
- Indicizzazione e protezione del capitale.
-svincolo totale e parziale del capitale

-certezza dei tempi di erogazione della rendita a 65 fino agli 80 anni.(il Fondo segue l' età pensionabile pro-tempore vigente)

Si hai ragione l'unico vantaggio del fondo pensione è l'agevolazione fiscale.
Ah dimenticavo la fatura rendita che sarà erogata dal fondo sarà tassata...
 
Dimenticate sempre che col fondo pensione si recupera immediatamente in 730 una parte del versato (ovviamente fino a 5164€) in base alla tua aliquota irpef. Dimmi te che buono da una rendita che può arrivare al 45% :D
Certo, però devi poter scaricare dalle tasse.. io da un paio di anni non posso scaricare niente, sono già "pieno".. casomai affiancherei i due strumenti. Il FP ha vantaggi e svantaggi, come questo buono.
 
Ciao!
Questo è da ieri:

Buono fruttifero postale indicizzato all'inflazione - Poste Italiane

si ricomincia con i Buoni Postali indicizzati all'Inflazione... però i tassi di questa new entry non mi sembrano allettanti...
Finiti i tempi della J19....

ciao
LvtD
C'è già da qualche giorno. Eh, già, ormai quei tempi sono finiti 😅

I buoni legati all'inflazione sono sempre un po' una scommessa. Io nel dubbio qualcosa ce lo metterò quando mi si libererà un po' di liquidità.
 
Indietro