Calcolo ROI in versione RONA

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

roi roi

Nuovo Utente
Registrato
20/12/02
Messaggi
5
Punti reazioni
0
In merito al calcolo del ROI (RONA), da "analista esterno", dato che la nota integrativa omette ad esempio eventuale patrimonio immobiliare civile od altri elementi dell'attività extra caratteristica o non operativa, concordate che come denominatore "Totale Attività Operative medie" posso considerare il CN (al netto dividendi distribuiti) + tutte le assività finanziarie? E' plausibile che non ci si indebiti per acquistare patrimonio immobiliare civile o attività extra operative, no? Probabilmente ci saranno scostamenti ma secondo me di scarsa entità (considerazione analista esterno). Che ne dite? Voi avete un metodo per identificare il capitale investito nell'attività tipica? Grazie a tutti. Ciao.
roi roi
 
ROI

Ciao spero di riuscire a rispondere alla tua domanda senza crearti ulteriori dubbi, del resto in questa disciplina sono ancora alle prime armi...
Direi che nel calcolo del denominatore del ROI ossia del CAPITALE NETTO non dovresti preoccuparti dell'indebitamento connesso alle attività extracaratteristiche, perchè eviterei di sommare nel capitale investito attività e passività finanziarie.
Solitamente quando procedo al calcolo del CN sommo da un lato il CAPITALE CIRCOLANTE NETTO COMMERCIALE (dove commerciale sta ad indicare che la somma non considera le attività e le passività finanziarie a breve - es. la cassa pittosto che le anticipazioni bancarie ecc -)dall'altro il CAPITALE IMMOBILIZZATO NETTO, ovvero le immobilizzazioni al netto dei fondi. la quadratura di bilancio sta nell'uguaglianza tra la sommatoria del CCN e del C. IMMMOBILIZZATO da una parte e la sommatoria dell'EQUITY (Patrimonio netto) + INDEBITAMENTO NETTO (debiti finanziari a breve e a lungo al netto delle attività finanziarie a breve) + FONDI DEL PASSIVO.

In questo modo il rapporto tra il reddito operativo e il capitale investito non viene ad essere inficiato dalla misura dell'indebitamento. Perchè nè il reddito operativo che utilizzi a numeratore nel rapporto tiene conto degli interessi sull'indebitamento nè il capitale investito somma componenti finanziarie.

Questo tipo di calcolo presuppone che l'attività della società sia tutta caratteristica. Nell'ipotesi in cui volessi estrapolare un indice di attività caratteristica laddove la società per esempio investa in altre attività extra caratteristiche, (affitto di immobili ecc.) ritengo che non solo dovresti scorporare dal capitale investito ad esempi gli immobili che non fossero caratteristici, ma anche depurare i ricavi degli oneri e dei ricavi derivanti da tale attività.

un saluto.

gaja
 
Ciao gaja e grazie della risposta.
Ti spiego le mie perplessità....che tu hai contribuito ad aumentare vertiginosamente!!!...........nella fattispecie, sto considerando la

formula fondamentale del ROE ossia quella che passa per la leva finanziaria ====> ROE= ROI+((PC+PF)/CN))x(ROI-ROD), dove

( PC+PF)/CN rappresenta il debt equity ratio ovvero la leva finanziaria.
La mia versione del ROI è quella che descrivevo nel mio precedente post (RONA o return on net assets), calcolato con un RO

(reddito operativo) che non include le voci A5 e B14 del conto econ., rispettivamente "Altri ricavi e proventi" ed "Oneri diversi di

gestione".
Il problema è il denominatore, perchè i concetti di attività operative o caratteristiche si sprecano: dato che difficilmente le note

integrative comunicano quale parte, ad esempio, della voce "terreni e fabbricati" è operativa e quale è un semplice immobile nel

centro cittadino destinato ad affitto, nasce la necessità di trovare il concetto più fedele; ed allora io proponevo il mio, come

riflesso sulle attività impiegate nel caratteristico, nel senso che ribaltavo il CN e le passività finanziarie (ossia quelle per cui pago

e quindi guai a me se non le faccio "girare bene") nell'attivo di stato patrimoniale (identificando quindi la quota di capitale investito

nell'attività tipica.....probab con un certo scarto, secondo però me esiguo). Purtroppo però in giro c'è anche 1)il concetto di ROA

(RO Plus/ATT TOTALI medie, questo è più complessivo ed anche più immediato da individuare), 2)il RONA ossia RO/ATT

CARATTER medie (quello che preferisco ma che forse calcolo male), 3) il ROI che al denominatore mette il CCN+AF+PC

onerose, 4) denominatore ATT CARATTER medie al netto PC non onerose, 5) ATT CARATTER medie al netto dell PC.
E' chiaro che con la mia versione, nella formula fondamentale utilizzo una leva finanziaria con dati onerosi ed un ROD oneroso.

Il ROE che ne scaturisce, al lordo d'imposte, con la mia versione si scosta (causa i valori medi del CN e delle passività

finanziarie) di poco rispetto al ROE lordo imposte nella sua formula classica RN/CNm, dove per RN si usa il RAI (Reddito ante

imposte).

Dai che ce la facciamo.
Ciao.

roi roi
 
Secondo me non c'è corrispondenza tra il patrimonio netto (quello che tu chiami CN), indebitamento (ovvero la struttura delle fondi di una società) con la struttura per destinazione (caratteristica o extra caratteristica) dell'attivo di bilancio...

e non farei il ribaltamento, piuttosto leggendo la nota integrativa provereia a capira quuanto determinante dato anche il volumi dei ricavi che ne deriva è il valore del business non caratteristico....

ciao gaja
 
Indietro