Cancellazione Crif

dalaico

Nuovo Utente
Registrato
16/10/20
Messaggi
184
Punti reazioni
2
Buongiorno, in famiglia ci siamo trovati in una situazione totalmente nuova per noi.
In pratica mio fratello mesi fa ha fatto, come suo solito, le sue spese mensili con la sua carta di credito.
Nel frattempo ha avuto degli imprevisti e come se non bastasse la sua azienda lo ha messo in cassa integrazione.
Per non portarla alla lunga non riuscendo a saldare le rate ha provato a contattare la sua banca per chiedere se fosse possibile la rateizzazione ma gli è stato risposto picche.
Quindi dopo un mese gli è stata bloccata la carta e gli è arrivata una lettera dove la sua pratica veniva gestita da un'azienda di recupero crediti. Ora abbiamo fatto una richiesta in crif per vedere se fosse stato segnalato e ovviamente lo è stato.
E' stato contattato da questa agenzia di recupero e gli hanno fatto una proposta di saldo e stralcio.
Avrei 2 domande da fare tenendo conto che ad oggi non è stato ancora saldato il debito.
1. Ora non mi è chiaro per quanto tempo resterà segnalato.
Ho sentito pareri discordanti, chi dice 24mesi, chi 36 e chi addirittura 60...chi ha ragione?
2. In crif risulta
Data fine: 10.08
Dati aggiornati al 31.09

Per capire effettivamente quando verrà cancellato il suo evento negativo si prenderà in considerazione la data di ultimo aggiornamento dei dati o la data in cui verrà effettivamente pagato il debito?
 

Spurn

Nuovo Utente
Registrato
30/5/12
Messaggi
132
Punti reazioni
7
Se più di due rate insolute sono 36 mesi dalla regolarizzazione, salvo ulteriori ritardi di pagamento
 

dalaico

Nuovo Utente
Registrato
16/10/20
Messaggi
184
Punti reazioni
2
Se più di due rate insolute sono 36 mesi dalla regolarizzazione, salvo ulteriori ritardi di pagamento

Non sono più di 2 rate perchè già al primo non pagamento la carta gli è stata bloccata.
 

ale.90

Nuovo Utente
Registrato
18/12/18
Messaggi
15
Punti reazioni
0
Mi collego a questa discussione in quanto il forum non mi permette di aprirne una mia. Chiedo scusa al proprietario del thread.
Tempo fa mi sono trovato a chiedere un finanziamento per l'acquisto di un'auto. La banca mi ha chiesto come mai, a fronte del valore di circa €10k, chiedessi solo metà della cifra. Ho provato a giustificare la richiesta, inviando prova di detenere liquidità sufficiente per coprire la differenza, ma la banca non si è fidata e mi ha rifiutato la richiesta di prestito.
Immagino che quel rifiuto sia rimasto segnalato per 90? giorni. Vabhè.

Vorrei sapere se il rifiuto potrebbe essere dovuto alla mancanza di pregresso. Non avevo mai chiesto prestiti prima, non ho mutui e di recente ho una carta di credito, null'altro. Come posso fare a migliorare il mio merito creditizio? Avrebbe senso richiedere prestiti per cifre irrisorie (es. acquisto di uno smartphone, di mobili, ecc. a rate)? Oppure devo indagare ulteriormente per capire come mai non sono finanziabile?
 

dalaico

Nuovo Utente
Registrato
16/10/20
Messaggi
184
Punti reazioni
2
Mi collego a questa discussione in quanto il forum non mi permette di aprirne una mia. Chiedo scusa al proprietario del thread.
Tempo fa mi sono trovato a chiedere un finanziamento per l'acquisto di un'auto. La banca mi ha chiesto come mai, a fronte del valore di circa €10k, chiedessi solo metà della cifra. Ho provato a giustificare la richiesta, inviando prova di detenere liquidità sufficiente per coprire la differenza, ma la banca non si è fidata e mi ha rifiutato la richiesta di prestito.
Immagino che quel rifiuto sia rimasto segnalato per 90? giorni. Vabhè.

Vorrei sapere se il rifiuto potrebbe essere dovuto alla mancanza di pregresso. Non avevo mai chiesto prestiti prima, non ho mutui e di recente ho una carta di credito, null'altro. Come posso fare a migliorare il mio merito creditizio? Avrebbe senso richiedere prestiti per cifre irrisorie (es. acquisto di uno smartphone, di mobili, ecc. a rate)? Oppure devo indagare ulteriormente per capire come mai non sono finanziabile?

Ti rispondo direttamente io tanto penso che non avrò più risposte inerenti alla mia domanda.

Non sempre i rifiuti vengono segnalati dalle banche, alcune sì altre segnano come se tu ci avessi ripensato.
Per avere una certezza ti consiglio di chiedere la visura in crif direttamente dal loro sito (è gratuita ma la risposta può avvenire entro massimo un mese).
Se hai un contratto fisso e buone garanzie non dovrebbero esserci problemi a chiedere un prestito però sì per assurdo non avendo chiesto mai niente e non avendo uno storico alcune banche potrebbero bollarti la richiesta già in partenza.
Quindi sì, in alcuni casi, fare un piccolo finanziamento, magari a tasso 0, per crearsi uno storico positivo può servire.
Però già il fatto che hai una carta di credito mi fa strano che non ti passano il finanziamento.
 

beowulf56

Nuovo Utente
Registrato
24/1/21
Messaggi
1.069
Punti reazioni
67
Mi collego a questa discussione in quanto il forum non mi permette di aprirne una mia. Chiedo scusa al proprietario del thread.
Tempo fa mi sono trovato a chiedere un finanziamento per l'acquisto di un'auto. La banca mi ha chiesto come mai, a fronte del valore di circa €10k, chiedessi solo metà della cifra. Ho provato a giustificare la richiesta, inviando prova di detenere liquidità sufficiente per coprire la differenza, ma la banca non si è fidata e mi ha rifiutato la richiesta di prestito.
Immagino che quel rifiuto sia rimasto segnalato per 90? giorni. Vabhè.

Vorrei sapere se il rifiuto potrebbe essere dovuto alla mancanza di pregresso. Non avevo mai chiesto prestiti prima, non ho mutui e di recente ho una carta di credito, null'altro. Come posso fare a migliorare il mio merito creditizio? Avrebbe senso richiedere prestiti per cifre irrisorie (es. acquisto di uno smartphone, di mobili, ecc. a rate)? Oppure devo indagare ulteriormente per capire come mai non sono finanziabile?

Puoi migliorare il tuo merito creditizio richiedendo alla banca le motivazioni del rifiuto del prestito. Ad. es. la rata è troppo alta rispetto al tuo reddito? Quello che ti hanno detto è totalmente illogico.
 

dalaico

Nuovo Utente
Registrato
16/10/20
Messaggi
184
Punti reazioni
2
Puoi migliorare il tuo merito creditizio richiedendo alla banca le motivazioni del rifiuto del prestito. Ad. es. la rata è troppo alta rispetto al tuo reddito? Quello che ti hanno detto è totalmente illogico.

Ci sono banche, però, che fanno solo prestiti finalizzati quindi la cosa risulterebbe più logica.
Ovvero chiedo 10K per l'acquisto di un'auto, porto in banca il preventivo del concessionario e in caso di accettazione loro fanno direttamente bonifico alla concessionaria.
 

Pred_01

compro i sogni
Registrato
21/10/14
Messaggi
25.679
Punti reazioni
616
Forse così ti precludi di avvalerti di chi ti presterebbe i soldi ad un tasso a te più conveniente.
 

beowulf56

Nuovo Utente
Registrato
24/1/21
Messaggi
1.069
Punti reazioni
67
Ci sono banche, però, che fanno solo prestiti finalizzati quindi la cosa risulterebbe più logica.
Ovvero chiedo 10K per l'acquisto di un'auto, porto in banca il preventivo del concessionario e in caso di accettazione loro fanno direttamente bonifico alla concessionaria.

In termini di rischio non è logico rifiutare un prestito di € 5.000 solo perchè l'auto costa € 10.000 ed io ho già la differenza. Il bonifico la banca può farlo anche solo per € 5.000. Tu dai come acconto al concessionario i primi € 5.000 ed il saldo lo bonifica la banca con il ricavato del prestito. Se in banca ti raccontano una cosa illogica vuol dire che i motivi sono altri.
 

ale.90

Nuovo Utente
Registrato
18/12/18
Messaggi
15
Punti reazioni
0
Grazie a tutti delle risposte. Parto dalla visura in CRIF. Vediamo.
 

Richsimo

Nuovo Utente
Registrato
8/7/18
Messaggi
27
Punti reazioni
0
Ciao, tempo fa mi sono trovato anche io in una situazione simile e ti consiglio di fare una visura anche in centrale rischi della banca d'Italia. Guarda qui una mia discussione del 2019 Mutuo ex segnalato crif

In ogni caso ne sono uscito facendo tesoro dei miei errori.
 

James79

Nuovo Utente
Registrato
10/8/21
Messaggi
7
Punti reazioni
0
Grazie a tutti delle risposte. Parto dalla visura in CRIF. Vediamo.

Ciao, ho letto questo tuo topic e mi permetto di raccontarti la mia esperienza perché ci sono passato anch'io per un paio di rate insolute del finanziamento del cellulare a causa di cambio IBAN in seguito a separazione, cambio conti, ecc.

Se sei segnalato è una rottura di scatole perché ti rimane lo storico, se il debito è stato saldato chiedi alla banca di mandarti una lettera di liberatoria che poi girerai a CRIF. Io ti consiglio vivamente di iscriverti a Mister Credit, servizio di CRIF che serve per fare visura ed eventualmente cancellare segnalazioni. Io ho "tribolato" un paio di settimane ma poi era tutto pulito.
 

Sa10

investi con sapienza
Registrato
15/6/14
Messaggi
6.976
Punti reazioni
710
Salve, a sua sorpresa mia sorella ha scoperto di essere segnalata a crif ed experia-italia (non gli hanno accettato la richiesta di carta di credito amex).
Non ha la più pallida idea di cosa possa essere anche perchè ha solamente fatto un prestito/finanziamento con findomestic per il cellulare (pagato regolarmente, l'unica cosa solo un bollettino dopo 3gg rispetto alla data che era il 6 di ogni mese, ma comunque aveva ricevuto mail di pagarlo entro il 20 del mese e lei lo ha pagato il 9 del mese!!)...si farebbe uccidere che non ha più nulla, ne fatto altro!!

Mi ha chiesto aiuto, ho fatto la proceduta per iscrizione a crif a pagamento (35€) per avere in 24 ore chiarezza su cosa possa essere successo e chi l'abbia segnalata (abbiamo chiamato findomestic che ci ha confermato che la segnalazione non è partita da loro).
Abbiamo anche scritto erd inviato pec ad experia per la stessa storia.
Adesso due domande :
1)E' possibile di uno scambio di persona?
2)Cosa dobbiamo fare successivamente alla risposta di crif/experia se in effetti ha fatto/avuto qualche insoluto che non ricorda?
Grazie a tutti per la mano
 

giovanni1888

Nuovo Utente
Registrato
3/9/22
Messaggi
321
Punti reazioni
28
Salve, a sua sorpresa mia sorella ha scoperto di essere segnalata a crif ed experia-italia (non gli hanno accettato la richiesta di carta di credito amex).
Non ha la più pallida idea di cosa possa essere anche perchè ha solamente fatto un prestito/finanziamento con findomestic per il cellulare (pagato regolarmente, l'unica cosa solo un bollettino dopo 3gg rispetto alla data che era il 6 di ogni mese, ma comunque aveva ricevuto mail di pagarlo entro il 20 del mese e lei lo ha pagato il 9 del mese!!)...si farebbe uccidere che non ha più nulla, ne fatto altro!!

Mi ha chiesto aiuto, ho fatto la proceduta per iscrizione a crif a pagamento (35€) per avere in 24 ore chiarezza su cosa possa essere successo e chi l'abbia segnalata (abbiamo chiamato findomestic che ci ha confermato che la segnalazione non è partita da loro).
Abbiamo anche scritto erd inviato pec ad experia per la stessa storia.
Adesso due domande :
1)E' possibile di uno scambio di persona?
2)Cosa dobbiamo fare successivamente alla risposta di crif/experia se in effetti ha fatto/avuto qualche insoluto che non ricorda?
Grazie a tutti per la mano

Come l'ha scoperto se non aveva le visure in mano?
per sentito dire?
 

Sa10

investi con sapienza
Registrato
15/6/14
Messaggi
6.976
Punti reazioni
710
Come l'ha scoperto se non aveva le visure in mano?
per sentito dire?

No. Semplicemente amex gli ha rifiutato la cdc e nella lettera che mandano con le motivazioni era scritto che in base ai dati raccolti su crif ed experia-italy non era idonea.
Quindi si è allarmata ed ha fatto la procedura a pagamento(35€) per ottenere in 24h la sua visura al crif.
E, come diceva lei in effetti non ha alcuna segnalazione di cattiva pagatrice. Anzi dal report di crif risulta 82% più affidabile della media. Insomma è tutto apposto... L'unica spiegazione che ci diamo sul rifiuto della cdc, è che avendo fatto un solo finanziamento da 50€ mese per 18 mesi (regolarmente estinto, scritto anche nel report crif) , forse amex non si"fida". Bu non saprei...
Cmq aspettiamo anche il report da experia-italy magari spunta qualcosa di anomalo lì (ma non credo, sarebbe spuntato anche in crif).
 

ricucci90

Nuovo Utente
Registrato
7/11/12
Messaggi
448
Punti reazioni
21
No. Semplicemente amex gli ha rifiutato la cdc e nella lettera che mandano con le motivazioni era scritto che in base ai dati raccolti su crif ed experia-italy non era idonea.
Quindi si è allarmata ed ha fatto la procedura a pagamento(35€) per ottenere in 24h la sua visura al crif.
E, come diceva lei in effetti non ha alcuna segnalazione di cattiva pagatrice. Anzi dal report di crif risulta 82% più affidabile della media. Insomma è tutto apposto... L'unica spiegazione che ci diamo sul rifiuto della cdc, è che avendo fatto un solo finanziamento da 50€ mese per 18 mesi (regolarmente estinto, scritto anche nel report crif) , forse amex non si"fida". Bu non saprei...
Cmq aspettiamo anche il report da experia-italy magari spunta qualcosa di anomalo lì (ma non credo, sarebbe spuntato anche in crif).

per non idonea magari intendono che non ha uno storico per loro adeguato, non per forza che sia cattiva pagatrice.
Strano però in quanto AMEX concede le carta con facilità, è per caso autonoma/libera professionista?
 

Sa10

investi con sapienza
Registrato
15/6/14
Messaggi
6.976
Punti reazioni
710
per non idonea magari intendono che non ha uno storico per loro adeguato, non per forza che sia cattiva pagatrice.
Strano però in quanto AMEX concede le carta con facilità, è per caso autonoma/libera professionista?

Si, ho pensato anch'io la stessa cosa.
No, dipendente tempo ind.
Vabbè è andata.. Pazienza.. Ho fatto richiesta io di carta supplementare a sto nome.. (gli serve per andare negli Usa ed in hotel vogliono una cdc a garanzia)... Un casino x nulla :wall: