Capital Gains Sulle Valute

FaGal

Nuovo Utente
Registrato
21/7/02
Messaggi
17.980
Punti reazioni
231
Sono giunti (pubblicamente ed in via privara) domande su tassazione finanziaria delle operazioni su valute estere, più in particolare sulle operazioni di compravendita di valuta e di deposito e prelievo su conti correnti esteri (in particolare rapporto dollaro / euro).
1 Operazioni di cessione di valuta estera (a pronti o a termine)sono equiparate alle operazioni di prelievo e deposito sui conti correnti esteri a patto che il deposito ecceda i 51645,69 euro e la somma vi permanga per almeno 7 giorni.
2 calcolo della base imponibile
a)nel caso di cessioni a termine di valuta, il costo è dato dalla valuta a pronti vigente alla stipula della cessione, salvo conversioni da rapportare alle date specificate;
b) nei restanti casi si rapporta il corrispettivo (eventualmente convertito) o il cambio al momento dell' operazione il cambio storico, cioé il cambio più risalente secondo una metodologia del LIFO (che premia in mercati ascendenti) che però può essere applicata in presenza di certificazione rilasciata dall' intermediario. In assenza di documentazione, ci si può riferire al minore dei cambi mensili, stabiliti con decreto ministeriale, nel periodo di imposta in cui la plusvalenza è realizzata
 
refuso

..al cambio storico anzichè il:p
 
non è come bersi un caffè

insomma
 
precisazioni

1) il tasso di cambio di riferimento per le attività valutarie depositate o prelevate che non deve eccedere i 100 milioni di vecchie lire o corrispondente in euro per 7 giorni, va rinvenuto nel tasso di cambio vigente all' inizio del periodo di imposta considerato (comma aggiunto dall'art. 3, comma 1, lettera b), D.L.gs 21-11-1997, n. 461)
2) il tasso di riferimento, mi pare di non averlo specificato, per il cambio da effettuarsi ai fini del monitoraggio valutario (non eccedenza dei 12500 euro) è individuato da una media dei tassi di cambio mensili, prevista annualmente con decreto.
Per quest' anno si veda link
http://gazzette.comune.jesi.an.it/2004/40/7.htm
 
che casino capire questi articoli


vorrei sapere se muovo cifre inferiori a 51k € comprando e vedendo $ devo qualche cosa al fisco?
 
No, perché la condizione è che il deposito ecceda i 51645,69 euro e la somma vi permanga per almeno 7 giorni.
 
ma il fatto che sia in leva c'entra?


immaginiamo che uno apre un conto in € di 10000 presso un broker

Questo permette di operare in leva 20 cioè con 10000 € posso acquistare 200000 € e vendere il correspettivo in $

In questo caso supero quel livello o no? Il capitale effettivo è sempre 10k € quindi teoricamente sono sotto quella soglia

Inoltre se si supera la tassazione è al 12.5%?
 
Scritto da Wild Weasel
ma il fatto che sia in leva c'entra?


immaginiamo che uno apre un conto in € di 10000 presso un broker

Questo permette di operare in leva 20 cioè con 10000 € posso acquistare 200000 € e vendere il correspettivo in $

In questo caso supero quel livello o no? Il capitale effettivo è sempre 10k € quindi teoricamente sono sotto quella soglia

Inoltre se si supera la tassazione è al 12.5%?

anche a me piacerebbe saperlo....
 
no

quello che conta è l'investimento effettivo, nn l'effetto leverage. Cosa riesci a muovere è un effetto finanziario, ciò che rileva fiscalmente è la movimentazione valutaria. A tal fine, i 12,500€ hanno rilievo solo a fine fiscale-valutario, di monitoraggio. Non rigurda il problema del capital gain, che ci può essere anche se moviemnti 10 euro e ne ritrai 11 dall'investimento
 
Indietro