Caro Bisio ti scrivo...

Maffy

Comfortably numb
Registrato
12/3/02
Messaggi
3.004
Punti reazioni
143
Caro Claudio, siamo gli operatori del call center che rispondono all’ 892424 che tu così simpaticamente pubblicizzi. Volevamo farti conoscere le nostre condizioni di lavoro, un po’ meno simpatiche dei tuoi spot. Recentemente ci è stato comunicato che la schiavitù è abolita, ma noi non ci sentiamo di confermare la notizia. Siamo 200 collaboratori, facciamo parte della massa dei lavoratori atipici o, se ti piace di più, flessibili. Rispetto a un normale contratto di lavoro dipendente, il nostro non prevede qualche “irrilevante” diritto: ferie, mutua, tredicesima, liquidazione e tutela sul licenziamento. Tanto per capirci (visto che ci vengono pagate solo le ore che lavoriamo) un periodo di malattia di 15 giorni ci costa la metà del compenso: per chi vive da solo, questo significa avere qualche problema a fine mese. A fronte di queste “piccole” rinunce, dovrebbe esserci garantita la più totale autonomia nella gestione del lavoro. Infatti ci viene chiesta la disponibilità più alta possibile nella fascia oraria 7- 24, per 365 giorni all’anno: condizione necessaria per entrare nel fantastico mondo di Pronto Pagine Gialle. Varcata la porta, ci si trova a lavorare in turni che fino a qualche mese fa erano di 8 ore giornaliere e ora possono variare dalle 3 alle 6 ore. Il numero di ore di lavoro di ogni mese è un mistero così come il compenso. Sempre all’insegna dell’autonomia, subiamo continui controlli interni ed esterni che attualmente non hanno più veste ufficiale. Fino a poco tempo fa, l’assenza dal lavoro non comunicata con almeno 15 giorni di anticipo (sfidiamo chiunque a comunicare una malattia o un incidente) scatenava le ire dell’amministrazione, che per placare gli istinti ribelli di chi,osava assentarsi più di 2 volte in un mese, sospendeva il lavoratore per 15 giorni. Il risultato è ancora una volta la metà del compenso. Anche questa pratica è ufficialmente soppressa: è stata sostituita ultimamente con il non rinnovo del contratto.

La nostra giornata lavorativa è scandita da pause (10 minuti ogni ora). La pausa è cronometrata e non sono mancati casi di persone richiamate per aver sforato di 30 secondi. Al di fuori della pausa è vietato parlare con il vicino e, ancor più, leggere qualsiasi cosa, anche in assenza di chiamate: il comportamento corretto, se non arriva la telefonata, dovrebbe essere quello di fissare il monitor. Ovviamente non esiste un regolamento: devi sperare che qualcuno più anziano te le spieghi prima di dovertene rendere conto da solo. Il rinnovo di questo splendido contratto (la cui durata varia da 1 a 3 mesi in base a criteri a noi oscuri) è usato come mezzo di persuasione alla fedeltà. Recentemente è anche stata creata una lista nera di operatori sovversivi che si sono macchiati dell’imperdonabile colpa di aver creduto di avere una dignità come lavoratori. L’operatore sovversivo è iscritto al sindacato, ha interessi personali al di fuori dell’azienda, ha almeno una volta osato rivendicare un diritto. Gli iscritti alla lista nera godono di un trattamento privilegiato: lavorano in media 9 ore settimanali distribuite in modo casuale nei vari giorni. Queste, caro Claudio, sono le condizioni che l’azienda per la quale anche tu lavori, ci impone. Grazie dall’892424.

Wilson, Daniel e gli altri

http://www.rassegna.it/2003/vertenze/articoli/paginegialle.htm
 
Bisio 2

Sono stupito. Non credevo che esistessero oggi,in Italia,
condizioni di lavoro come quelle descritte. Hanno
ragione le mie figlie: sono un ingenuo.
 
ci sono, ci sono, e non solo nei call center...
parlo per esperienza!!!

Civ.
 
mi piacerebbe leggere la risposta di Bisio.
Probabilmente se la caverà facendo due battute contro il governo.
Così salverà la faccia e potrà continuare ad intascare i soldi che,si sa,non puzzano mai.
 
Scritto da watson
mi piacerebbe leggere la risposta di Bisio.
Probabilmente se la caverà facendo due battute contro il governo.
Così salverà la faccia e potrà continuare ad intascare i soldi che,si sa,non puzzano mai.

Domanderò ai miei amici se ci sia stata risposta e ti farò sapere.

A proposito di soldi: nella lettera non si parla del compenso orario che, almeno fino all'anno scorso, era di 4,5 € lordi.

Messico e nuvoleeee, la faccia triste dell'America...

Ciao :)
 
Scritto da Mafaldita
Domanderò ai miei amici se ci sia stata risposta e ti farò sapere.

A proposito di soldi: nella lettera non si parla del compenso orario che, almeno fino all'anno scorso, era di 4,5 € lordi.

Messico e nuvoleeee, la faccia triste dell'America...

Ciao :)

La mia solidarietà morale. Uppo il 3d perché lo leggano in tanti.
 
Indietro