carraro

  • ANNUNCIO: Segui le NewsLetter di Borse.it.

    Al via la Newsletter di Borse, con tutte le notizie quotidiane sui mercati finanziari. Iscriviti per rimanere aggiornato con le ultime News di settore, quotazioni e titoli del momento.
    Per iscriverti visita questo link.

Mi è sempre sembrata sottovalutata ma gli ultimi dati non erano piaciuti e l'indebitamento è addirittura aumentato.
Però secondo me dopo gli investimenti consistenti in India è il momento di aumentare la redditività.
Sul lungo termine sono abbastanza fiducioso.
E il tuo target mi sembra tutto sommato raggiungibile.
 
Carraro: utili 2005 salgono a 21 mil., cedola a 0,125 euro

Finanzaonline.com - 29/03/2006 17:16 - Il Consiglio di Amministrazione di Carraro S.p.A., leader mondiale nei sistemi per l’autotrazione, si è riunito oggi sotto la presidenza di Mario Carraro per esaminare il progetto di Bilancio relativo all’esercizio 2005.
L’esercizio 2005 è stato caratterizzato per il Gruppo Carraro da un andamento positivo delle vendite in tutti i principali settori di riferimento.
In dettaglio, il fatturato consolidato ha raggiunto 617 milioni di Euro, in crescita del 21,2% rispetto ai 508,9 milioni di Euro registrati a fine esercizio 2004.
Per quanto riguarda i margini reddituali, l’EBITDA è pari a 41,6 milioni di Euro, in lieve flessione rispetto ai 42,4 milioni di Euro al 31/12/2004, mentre l’utile operativo è pari a 21,5 milioni di Euro, rispetto ai 7,3 milioni di Euro al 31/12/2004.
Il Gruppo Carraro ha scelto di avvalersi della facoltà prevista dalla legge n° 266/2005 operando il riallineamento dei valori civilistici fiscali delle immobilizzazioni tecniche rivalutate ai fini IAS, beneficiando di un’imposta sostitutiva del 12%. La scelta ha generato un impatto rilevante sull’utile netto di Gruppo nell’esercizio 2005, che sale a 21 milioni di Euro, rispetto ai 2,9 milioni di Euro raggiunti a fine 2004.
Il cash flow è pari a 41,1 milioni di Euro, rispetto ai 37 milioni di Euro al 31/12/2004.
Gli investimenti effettuati nel corso dell’esercizio hanno raggiunto 34,3 milioni di Euro, in forte crescita rispetto ai 22 milioni di Euro al 31 dicembre 2004. In particolare sono stati destinati all’incremento della capacità produttiva, anche attraverso l’apertura del nuovo stabilimento di ingranaggi in India, e all’acquisto di attrezzature necessarie per l’avvio della produzione di nuovi prodotti.
Nel 2005 sono aumentati in maniera significativa i costi di R&D, a sostegno della progettazione e dello sviluppo di nuovi prodotti. In dettaglio, le spese hanno raggiunto 12,8 milioni di Euro, con un incremento del 38,2% rispetto ai 9,2 milioni di Euro al 31/12/2004.
Grazie ad un’attenta politica di contenimento del circolante, la posizione finanziaria netta risulta in miglioramento, a debito per 72,8 milioni di Euro al 31/12/2005, rispetto agli 81,3 milioni di Euro al 30/06/2005 (76,5 milioni di Euro a fine esercizio 2004).
Il gearing (rapporto tra mezzi di terzi e mezzi propri) al 31 dicembre 2005 si attesta al 62,7%.
Il Bilancio sarà sottoposto all’approvazione dell’Assemblea dei Soci che si terrà in prima convocazione il giorno 10 maggio 2006 e in seconda convocazione il giorno 11 maggio 2006. Il Consiglio proporrà all’Assemblea di deliberare la distribuzione di un dividendo di 0,125 Euro per azione, con data stacco il 15 maggio 2006 in pagamento dal 19 maggio 2006.
 
Tutto sommato non mi sembrano brutti dati.
L'utile è aumentato forse solamente per la rivalutazione delle immbobilizzazioni però è aumentato anche il cash flow e diminuito l'indebitamento(di poco) anche a fronte di consistenti investimenti.
Non male.
 
Indietro