Carte di credito American Express: FAQ al post #1 - Cap.XXXIV

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Secondo me si sta esagerando, andando sul personale….. ognuno può esprimere le sue opinioni. E nessuno ti sta dando del ciarlatano o ti sta venendo a chiedere i numeri quindi non è corretto da parte tua fare questi discorsi ad utenti del forum che stanno esprimendo un parere che è semplicemente diverso dal tuo.
Magari tu sei multi milionario, ma per fortuna in questo paese puoi parlare anche se il tuo conto in banca ha meno di sei zeri.
Forum come questo servono proprio a scambiarsi idee, in maniera civile.
Inoltre questo peso insopportabile del 3-4% mi pare assurdo. Amex non è nelle tasche di tutti, quindi sul 100% di pagamenti con carta anche accettandola difficilmente arriverai a un 30%.
Vuoi venirmi a dire che anche un 4% (commissione massima con transati molto alti) sia un peso insopportabile per una attività che fattura milioni?
Un commerciante “normale” che non fattura milioni avrà quella % diminuita e anche dando per assurdo che rimanga 4% (anche se non è così) non arriviamo di certo ad una cifra da peso insopportabile. Tenendo sempre bene a mente che se con amex fatturi 100k con le altre carte ne fatturi 500
Ma di che stiamo parlando….

Detto ciò stiamo continuando per troppo questo OT a mio avviso, ognuno ha le sue opinioni che possono essere corrette o sbagliate. Non è corretto entrare nel personale come hai fatto tu.
C’è chi ritiene che non accettare amex sia sacrosanto e c’è chi ritiene che quanto meno provare ad accettarla di certo non manderebbe in fallimento nessun’attività esistente in questo stato.
E per me stop.
i fatti mi danno ragione se accettarla desse dei risultati economici accettabili il 100% dei commercianti l'accetterebbe, se il 90% non ne vuole sentire parlare significa che non da risultati economici accettabili anzi peggio.
Oppure dimostratemi che il 90% dei commercianti è stupido a non accettarla.
essa fa comodo a noi per i punti ecc, ma molto scomodo ai commercianti, se no la prenderebbero tutti.
 
Il tuo contributo utilissimo “rafforza” ancora di più la mia idea. Accettare amex non può mandare sotto sopra nessun commerciante italiano.
Poi ovvio che non ci sia l’ansia di accettarla, ma quando si dice che per colpa di amex non si riesce a far quadrare i conti per me non è corretto. Opinione personale
per te perchè non devi farli quadrare, calcola che parlavo con un dentista che fattura centinaia di migliaia di euro, e mi diceva proprio che assolutamente Amex no e se puo evitare evita pure la visa e master card, chiedendo assegni o bonifici 500.000 di fatturato con visa sono ben 3000 euro all'anno (una mostruosità per il dentista ) figurai se dovesse pagarne 20.000 o anche solo 10.000 ad Amex, si sparerebbe in testa,
il commerciante ste cose le vede come una coltellata alla schiena.
idem i professionisti, prendono molto più volentieri assegni e bonifici e non le carte (e non parlo di Amex) ma di quelle molto meno costose
 
per te perchè non devi farli quadrare, calcola che parlavo con un dentista che fattura centinaia di migliaia di euro, e mi diceva proprio che assolutamente Amex no e se puo evitare evita pure la visa e master card, chiedendo assegni o bonifici 500.000 di fatturato con visa sono ben 3000 euro all'anno (una mostruosità per il dentista ) figurai se dovesse pagarne 20.000 o anche solo 10.000 ad Amex, si sparerebbe in testa,
il commerciante ste cose le vede come una coltellata alla schiena.
idem i professionisti, prendono molto più volentieri assegni e bonifici e non le carte (e non parlo di Amex) ma di quelle molto meno costose
Scusami tanto, ma come fanno essere una assurdità 3000€ all’anno per un dentista che fattura mezzo milione all’anno?
So bene la differenza tra fatturato e ricavi netti, al netto di spese e tasse.
Ma comunque per il guadagno netto non sarebbero una assurdità quei 3000€…….
Io ti posso dare ragione se c’è una scelta, se ti dice guarda se mi fai il bonifico o assegno ti faccio risparmiare. E a quel punto non so se gli convenga, perché anche toglierti 50€ su 5000 gli costerebbe più di farti pagare con la carta…..
Ma se a me non cambia niente perché dovrei fare bonifici o assegni per pagare un dentista nel 2024? A me non mi entra 1€, e la cosa più comoda è pagare con carta (visa Mastercard che sia).


E per il discorso che abbiamo fatto prima, non potrai mai avere quelle cifre di % con amex perché non tutti ce l’hanno nel portafoglio. Ma come fa un dentista a transare su amex 500 mila euro all’anno? Sarebbe una assurdità anche solo la metà.
 
Ultima modifica:
Solo sugli esercenti che, per scarsa cultura imprenditoriale, come ripeto sempre non si rendono conto che fare il commerciante significa anche doversi preoccupare di come incassare il valore, non solo di come generarlo.
Ci sono proposte che permettono di stare sotto l’1% anche con Amex (anche per commercianti che non possono far leva su fatturati elevati per avere lo “sconto quantità”).

P.S.: Sono stato più volte in Sicilia in vacanza e, in media, ho pagato con Amex tanto quanto se non di più che a casa mia, nell’industrializzato nord-est.
Dicesi turismo estero, probabilmente.
Nell’industrializzato nord-est (parlavamo di Alì a suo tempo, mesi fa, quindi deduco che ci troviamo abbastanza vicini di zona) finalmente anche i piccoli commercianti stanno iniziando ad accettare AMEX. Da dicembre anche la nostra pizzeria di fiducia, ormai avendo confidenza da due lustri ho chiesto come mai avessero iniziato ad accettare AMEX e mi hanno risposto che pagano 7€ di commissioni sui primi 3000€ di transato, poi 0,7% sull’eccedenza. Il POS BCC Patavina ora BCC Veneta era ben oltre il 2% con Visa e MC.
PS: se Alì iniziasse ad accettare AMEX sarebbe un Win-Win.
 
Nell’industrializzato nord-est (parlavamo di Alì a suo tempo, mesi fa, quindi deduco che ci troviamo abbastanza vicini di zona) finalmente anche i piccoli commercianti stanno iniziando ad accettare AMEX. Da dicembre anche la nostra pizzeria di fiducia, ormai avendo confidenza da due lustri ho chiesto come mai avessero iniziato ad accettare AMEX e mi hanno risposto che pagano 7€ di commissioni sui primi 3000€ di transato, poi 0,7% sull’eccedenza. Il POS BCC Patavina ora BCC Veneta era ben oltre il 2% con Visa e MC.
PS: se Alì iniziasse ad accettare AMEX sarebbe un Win-Win.
Dai tempo al tempo e vedrai la proposta di modifica unilaterale arriva. I benefit che vengono dati all'utente della carta, qualcuno li deve pagare. Se vuoi dare i benefit, i metodi sono 3:
1 - Fai pagare un canone all'utente
2 - Fai pagare commissioni più alte all'esercente
3 - Fai delle offerte finte

Altri modi, non li vedo.

Anche negli Stati Uniti gli esercenti pagano normalmente il 2 - 3% di commissioni sulle carte, che poi indirettamente sono caricati sui prezzi. Però, io preferisco un ecosistema dove le commissioni sono basse e non incidono sensibilmente sui costi generali. La carta di credito, per me, deve servire a pagare, non ad avere accesso alle lounge :) Se poi mi da i benefit, li prendo ed anche io ho una AmEx, ma credo che come sistema sia più sano quello dove le carte svolgono solo la funzione base di carta di pagamento.

Nel mio ultimo EC amex, i 276 euro netti (311 - 35) che mi hanno dato per San Valentino (🥰🥰🥰🥰🥰 ) chi li ha pagati?
 

Allegati

  • AmEx.png
    AmEx.png
    43,8 KB · Visite: 52
Ultima modifica:
Non ho capito tu scegli di andare a mangiare una pizza in base se al pos accettano amex o meno?
va bene tutto, ma qui siamo oltre il feticismo...

E dire che ho scritto "a parità di offerta". Ovviamente vado dove mi conviene, tanto più per i peccati di gola, ma tra due esercenti che vendono pantaloni o profumi o biscotti o quel che ti pare sceglierò quello che accetta Amex a parità di offerta e "sbattimento" (distanza, comfort, ecc.)

Per AmEx, questo non è nella media sostenibile; possono farlo per alcune categorie di esercenti, possono dare lo 0% per le transazioni sotto i 10 euro, ma mediamente non possono attestarsi sotto all' 1,5%, perché altrimenti ci rimetterebbero (almeno con la Blu).

Non conosco, ed immagino nemmeno tu, i bilanci di Amex, ma non credo che il calcolo sia così lineare, considerato che le grosse catene pagano commissioni considerevolmente inferiori all'1% pur facendo volumi molto elevati.
Esempio pratico: DHL Italia ha negoziato con Amex lo 0.3% per il 2024, che è quanto un esercente attento potrebbe negoziare per Pagobancomat. Immagina quanto ci vuole di transazioni da privati verso esercenti con tariffe Amex care per bilanciare loro, oltre a tanti altri come la citata Ikea, Esselunga, ecc ecc, che fatturano quanto n-mila piccoli esercenti.

P.S.: E non dimentichiamoci che i primi 3600€ di transato escono da una parte ed entrano dall'altra con la Blu, non ci si guadagna nulla.

quindi tu che sei educato finanziariamente, cosa hai creato? Qual'è il tuo patrimonio netto?
No perchè alla fine contano i numeri e non i capricci di "mocciosi" con 2000 euro sul c/c... (fossero 200 mila cambia nulla)
prima di dare del finanziariamente ineducato a 20 milioni di persone... io ci penserei su, salvo tu mi sbatta in faccia che hai un fatturato di miliardi e non milioni di euro.
La reaòtà è ben diversa, per i commercianti "normali" Amex è un peso insopportabile per le commissioni, chiaro che i commercianti "normali" in zona turistica dovranno accettarla in quanto in tal caso si lavora con turisti oltre ai locali, per il resto la accettano anche per forza chi vende prodotti di nicchia costosi...
Vai in tribunale (ci sono stato stamane) in mediazione civile obbligatoria (obbligo di pagamento con pos le tariffe) e chiedi di pagare con Amex vedi cosa ti rispondono...

Una verità è una verità, che la dica un mendicante o che la dica Elon Musk. Se tu hai bisogno di sentirti dire ciò che non ti piace dal Presidente della Repubblica per riuscire ad accettarlo, beh, forse è il caso che allarghi un po' la tua mentalità. Un po' tanto, aggiungerei.
E come tu stesso dici, girandoti nel tuo stesso ragionamento, alla fine contano i numeri: i numeri ci dicono che l'educazione finanziaria in Italia è sotto la soglia della sufficienza. Ora, ti prego, scrivi ai signori ricercatori dell'Ocse ed a Banca d'Italia e chiedi loro come si permettono di affermare ciò visto che nessuno di loro è CEO di LMVH.
Poi posta la risposta, almeno ci scappa una risata.

i fatti mi danno ragione se accettarla desse dei risultati economici accettabili il 100% dei commercianti l'accetterebbe, se il 90% non ne vuole sentire parlare significa che non da risultati economici accettabili anzi peggio.
Oppure dimostratemi che il 90% dei commercianti è stupido a non accettarla.
essa fa comodo a noi per i punti ecc, ma molto scomodo ai commercianti, se no la prenderebbero tutti.

Altro ragionamento che non sta in piedi: i clienti Amex, salvo qualcuno col pepe sulla lingua, non andranno a rinfacciare all'esercente la mancata accettazione della carta. Semplicemente, la volta successiva andranno altrove, come confermato da qualcuno anche pochi post fa. E' un guadagno mancato, scarsamente percepito perché la clientela Amex è numericamente di molto inferiore e perché non salta all'occhio in maniera evidente.
L'esercente che non vuole sentire parlare a priori di un nuovo metodo di pagamento è miope: vanno fatte delle valutazioni e, perché no, anche una prova sul campo. Ma di cosa stiamo parlando?

Nell’industrializzato nord-est (parlavamo di Alì a suo tempo, mesi fa, quindi deduco che ci troviamo abbastanza vicini di zona) finalmente anche i piccoli commercianti stanno iniziando ad accettare AMEX. Da dicembre anche la nostra pizzeria di fiducia, ormai avendo confidenza da due lustri ho chiesto come mai avessero iniziato ad accettare AMEX e mi hanno risposto che pagano 7€ di commissioni sui primi 3000€ di transato, poi 0,7% sull’eccedenza. Il POS BCC Patavina ora BCC Veneta era ben oltre il 2% con Visa e MC.
PS: se Alì iniziasse ad accettare AMEX sarebbe un Win-Win.

E questa è la dimostrazione di quanto detto sopra.

P.S.: Qualche mese fa ho dovuto chiamare il servizio clienti per non ricordo cosa e m'hanno riferito che è possibile segnalare esercenti d'interesse fornendo (se non ricordo male) la partita IVA, ma non mi sono mai ricordato di tenere uno scontrino e richiamare. Lo chiedevo proprio in relazione ad Alì, che con la diffusione che ha ci caschi per forza qui.
 
i fatti mi danno ragione se accettarla desse dei risultati economici accettabili il 100% dei commercianti l'accetterebbe, se il 90% non ne vuole sentire parlare significa che non da risultati economici accettabili anzi peggio.
Oppure dimostratemi che il 90% dei commercianti è stupido a non accettarla.
essa fa comodo a noi per i punti ecc, ma molto scomodo ai commercianti, se no la prenderebbero tutti.

Non parlo per "sentito dire" ma porto un esempio diretto: Nella mia azienda ho attivato l'anno scorso il pos di Sumup abbinato alla cassa gestita dal loro software. Con un transato annuo di circa 100.000 € ho una commissione "traversale" pari a 0,95 % qualsiasi sia il circuito ed un canone mensile pari ad € 60,00 per il servizio cassa. Unica eccezione il circuito Union pay che addebita 1,95% di commissione.
 
Non parlo per "sentito dire" ma porto un esempio diretto: Nella mia azienda ho attivato l'anno scorso il pos di Sumup abbinato alla cassa gestita dal loro software. Con un transato annuo di circa 100.000 € ho una commissione "traversale" pari a 0,95 % qualsiasi sia il circuito ed un canone mensile pari ad € 60,00 per il servizio cassa. Unica eccezione il circuito Union pay che addebita 1,95% di commissione.
Questo porta ad un altro fattore importante, che è la politica di chi fornisce il POS, cioè degli acquirer.

La maggior parte dei POS gestiti da acquirer non bancari (SumUp, ecc.) hanno una commissione flat indipendente dal circuito della carta. Evidentemente, fanno una media e se anche ci vanno in pari o in leggero deficit con AmEx, che però usa una ristretta minoranza di persone, lo recuperano ampiamente con gli altri circuiti, oltre che con eventuali canoni. Questo discorso, però, regge finché effettivamente AmEx è minoritario. Se AmEx o carte con modelli similari acquisissero quote di mercato consistenti, anche gli acquirer si adeguerebbero: o con commissioni diverse in base al circuito, oppure anche mantenendo un modello flat ma alzando le tariffe al rialzo (come negli USA dove prendono il 2/3% ).
 
Quanto ci mettono a fare cambio conto corrente d’appoggio con amex?
Basta chiamare?
 
Dai tempo al tempo e vedrai la proposta di modifica unilaterale arriva. I benefit che vengono dati all'utente della carta, qualcuno li deve pagare. Se vuoi dare i benefit, i metodi sono 3:
1 - Fai pagare un canone all'utente
2 - Fai pagare commissioni più alte all'esercente
3 - Fai delle offerte finte

Altri modi, non li vedo.

Anche negli Stati Uniti gli esercenti pagano normalmente il 2 - 3% di commissioni sulle carte, che poi indirettamente sono caricati sui prezzi. Però, io preferisco un ecosistema dove le commissioni sono basse e non incidono sensibilmente sui costi generali. La carta di credito, per me, deve servire a pagare, non ad avere accesso alle lounge :) Se poi mi da i benefit, li prendo ed anche io ho una AmEx, ma credo che come sistema sia più sano quello dove le carte svolgono solo la funzione base di carta di pagamento.

Nel mio ultimo EC amex, i 276 euro netti (311 - 35) che mi hanno dato per San Valentino (🥰🥰🥰🥰🥰 ) chi li ha pagati?
san Valentino? Spiega sto benefit prego
 
Ciao ho preso con una Oro una vivacard per usare la promo vivaticket. Mi è arrivata la card via email. Ma sapete come si usa? Si deve applicare all account? La si usa al momento del pagamento?
Dopo l' acquisto della gift sul sito hai avuto lo storno di 50 € su estratto Amex? grazie
 
Questo porta ad un altro fattore importante, che è la politica di chi fornisce il POS, cioè degli acquirer.

La maggior parte dei POS gestiti da acquirer non bancari (SumUp, ecc.) hanno una commissione flat indipendente dal circuito della carta. Evidentemente, fanno una media e se anche ci vanno in pari o in leggero deficit con AmEx, che però usa una ristretta minoranza di persone, lo recuperano ampiamente con gli altri circuiti, oltre che con eventuali canoni. Questo discorso, però, regge finché effettivamente AmEx è minoritario. Se AmEx o carte con modelli similari acquisissero quote di mercato consistenti, anche gli acquirer si adeguerebbero: o con commissioni diverse in base al circuito, oppure anche mantenendo un modello flat ma alzando le tariffe al rialzo (come negli USA dove prendono il 2/3% ).

Tieni conto che le commissioni pos "standard" per visa e mastercard lato azienda/esercente sono tranquillamente 1,4% a salire (con i pos tradizionali forniti dall'istituto di credito). Ovvio, tutto è trattabile in base al volume di transazioni annue. La vera pigrizia dell'esercente medio italico è non darsi da fare per curare i propri interessi contrattuali credendo che sia più redditizio dire: "Qui non accetto Amex"
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Indietro