Casa, 2018 boom con quasi 580mila compravendite. Record dal 2010

reganam

Nuovo Utente
Registrato
19/11/09
Messaggi
25.099
Punti reazioni
1.268
Continua a crescere il mercato immobiliare residenziale in Italia. Nel 2018, per il quinto anno consecutivo, chiude in rialzo del 6,5% rispetto all’anno precedente per un totale di quasi 580mila transazioni e un fatturato di oltre 94 miliardi di euro. Si tratta del dato più altro dal 2010 a oggi.

Sono i dati che emergono dal Rapporto immobiliare residenziale realizzato dall’Osservatorio Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con l'ABI.

Tra le grandi città i maggiori rialzi si osservano a Bologna (+10,5%), seguita da Palermo (+7,7%), Napoli (+5,9%) e Torino (+4,3%). Bene anche Roma (+3%), Milano (+3,4%), Genova (+3,6%) e Firenze (+3,9%).

Nel dettaglio, nel 2018 il mercato residenziale ha registrato 578.647 transazioni. L’incremento delle compravendite è stato più elevato nel Nord-Est (+10,2%), seguono le Isole (+7,7%), il Centro (+6,4%), il Nord-Ovest (+5,6%) e il Sud (+3,8%). La stima complessiva del fatturato 2018 è pari a 94,3 miliardi, 53 dei quali (oltre il 56%) riferiti al Nord. La superficie media dell’abitazione acquistata nel 2018 è circa 106 metri quadri.

Casa, 2018 boom con quasi 580mila compravendite. Record dal 2010 - Economia e Finanza - Repubblica.it
 
Continua a crescere il mercato immobiliare residenziale in Italia. Nel 2018, per il quinto anno consecutivo, chiude in rialzo del 6,5% rispetto all’anno precedente per un totale di quasi 580mila transazioni e un fatturato di oltre 94 miliardi di euro. Si tratta del dato più altro dal 2010 a oggi.

Sono i dati che emergono dal Rapporto immobiliare residenziale realizzato dall’Osservatorio Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con l'ABI.

Tra le grandi città i maggiori rialzi si osservano a Bologna (+10,5%), seguita da Palermo (+7,7%), Napoli (+5,9%) e Torino (+4,3%). Bene anche Roma (+3%), Milano (+3,4%), Genova (+3,6%) e Firenze (+3,9%).

Nel dettaglio, nel 2018 il mercato residenziale ha registrato 578.647 transazioni. L’incremento delle compravendite è stato più elevato nel Nord-Est (+10,2%), seguono le Isole (+7,7%), il Centro (+6,4%), il Nord-Ovest (+5,6%) e il Sud (+3,8%). La stima complessiva del fatturato 2018 è pari a 94,3 miliardi, 53 dei quali (oltre il 56%) riferiti al Nord. La superficie media dell’abitazione acquistata nel 2018 è circa 106 metri quadri.

Casa, 2018 boom con quasi 580mila compravendite. Record dal 2010 - Economia e Finanza - Repubblica.it

Qualcuno diceva che facevo male a investire a bologna e a Catania mentre i dati dicono che sono i posti dove c,con location giuste le vendite sono i forte aumento.I miei attici vsanno alla grande sia x aumento in conto capitale che x affitto studenti turisti case vacanze...
 
Qualcuno diceva che facevo male a investire a bologna e a Catania mentre i dati dicono che sono i posti dove c,con location giuste le vendite sono i forte aumento.I miei attici vsanno alla grande sia x aumento in conto capitale che x affitto studenti turisti case vacanze...


Ma quale attici, che se negli ultimi 10 anni avessi investito in azionario USA o crypto valute altro che +3% dopo un -30%.....ahahaha...avresti decuplicato i tuo soldi....e di appartamenti te ne comperavi 5 senza intaccare il capitale....
 
Ma quale attici, che se negli ultimi 10 anni avessi investito in azionario USA o crypto valute altro che +3% dopo un -30%.....ahahaha...avresti decuplicato i tuo soldi....e di appartamenti te ne comperavi 5 senza intaccare il capitale....
parlare a distanza di 10 anni e col senno di poi non serve a nulla, è chiaro che l'azionario in generale negli ultimi anni ha avuto un incredibile boom (mai avuto prima e fondamentalmente drogato dall'immissione di moneta delle banche centrali); trovamene però uno che abbia investito 10 anni fa e non abbia mai venduto il proprio etf o fondo. Anche Apple ha fatto +20000% dal 1990..........
Bisogna inoltre raccontare i tonfi che ci sono stati e che probabilmente prima o poi torneranno; i migliori fondi nel 2008 avevo performato -50/-60% nel giro di qualche mese.
 
parlare a distanza di 10 anni e col senno di poi non serve a nulla, è chiaro che l'azionario in generale negli ultimi anni ha avuto un incredibile boom (mai avuto prima e fondamentalmente drogato dall'immissione di moneta delle banche centrali); trovamene però uno che abbia investito 10 anni fa e non abbia mai venduto il proprio etf o fondo. Anche Apple ha fatto +20000% dal 1990..........
Bisogna inoltre raccontare i tonfi che ci sono stati e che probabilmente prima o poi torneranno; i migliori fondi nel 2008 avevo performato -50/-60% nel giro di qualche mese.

Non si parla col senno di poi, qui è piu di un decennio che si discute e si difendono posizioni.

Posizioni che dopo 10 anni possono essere giudicate.

Quindi chi ha speso un capitale come caparra x acquisto casa in italia negli ultimi 15/10 anni ha fatto pessimo investimento, rispetto a chi quel capitale lo ha investito in azionariato o crypto ed è rimasto in affitto.
 
Non si parla col senno di poi, qui è piu di un decennio che si discute e si difendono posizioni.

Posizioni che dopo 10 anni possono essere giudicate.

Quindi chi ha speso un capitale come caparra x acquisto casa in italia negli ultimi 15/10 anni ha fatto pessimo investimento, rispetto a chi quel capitale lo ha investito in azionariato o crypto ed è rimasto in affitto.
certo come no, parli adesso dopo 10 anni di bolle azionarie e di crash immobiliare; ti ripeto, trovamene uno che non ha switchato in borsa e che ha mantenuto lo stesso etf dal 2008 ad oggi. Poi tirare in ballo le crypto che sono speculazione pura….pensa che c'è gente che con 2 euro ha vinto milioni di euro alla lotteria :D
 
Peccato che questa ottima analisi non metta in rilievo un aspetto importante: i prezzi!!! Aumento di compravendite a fronte di calo costante dei prezzi medi!!!
 
certo come no, parli adesso dopo 10 anni di bolle azionarie e di crash immobiliare; ti ripeto, trovamene uno che non ha switchato in borsa e che ha mantenuto lo stesso etf dal 2008 ad oggi. Poi tirare in ballo le crypto che sono speculazione pura….pensa che c'è gente che con 2 euro ha vinto milioni di euro alla lotteria :D

Zio, come ti ho detto sono decenni che si dibatte su questi temi e il sottoscritto e da più di un decennio contrario all'acquisto immobiliare, anzi già dal 2005 anno in cui mi sono posto il problema. E favorevole nello stesso periodo e in particolare dal 2010 in poi, sempre anno in cui mi sono posto il problema di investire, al mercato azionario e speculazioni per investimenti.

Questo fatto e' ben documentato sul FOL.

Pertanto chi come me e' stato pessimista sul mercato immobiliare e positivo su altri tipi di investimento negli ultimi 10 anni ha avuto paurosamente ragione. I soldi che non ho messo a caparra per una casa li ho investiti in USA e crypto e mi si sono moltiplicati.

E' un dato di fatto, mettiti l'anima in pace.

Era paurosamente chiaro che il mercato immobiliare avrebbe fatto crash e non si sarebbe più ripreso, cosa che sostengo ancora adesso per minimo i prossimi 10 anni. E' l'alternativa era chiaramente azionariato non italiota (un Paese fallito anche se ho comperato BION che mi ha regalato soddisfazioni) e quindi USA.
 
Non a caso il maggiore balzo nominale delle compravendite si registra in posti ove il gap tra offerte e domanda è così abissale che il mercato è stato morto per molti anni e chi vuole vendere, oggi, deve accettare ribassi dell'ordine del 50% rispetto al 2008.

Ogni tanto apro qualche pagina di annunci... dove 10 anni si vendeva a 3000 (anche 3200) al mq, oggi si vende sui 1500-1600 al mq... -50%
 
Non a caso il maggiore balzo nominale delle compravendite si registra in posti ove il gap tra offerte e domanda è così abissale che il mercato è stato morto per molti anni e chi vuole vendere, oggi, deve accettare ribassi dell'ordine del 50% rispetto al 2008.

Ogni tanto apro qualche pagina di annunci... dove 10 anni si vendeva a 3000 (anche 3200) al mq, oggi si vende sui 1500-1600 al mq... -50%

il calo dei prezzi anche del 50% ha fatto partire le compravendite
altrimenti nessun incrocio domanda offerta,c'erano prezzi folli al di fuori di ogni lavoratore con una busta paga media , chi ha comprato in piena bolla si è indebitato per 20 30 anni pura follia e adesso si ritrova un immobile svalutato, alcuni li hanno in vendita ancora ai prezzi del 2007 ,pura fantasia.............
tutto cio' perche nella mente dell'italiano medio le case salgono sempre
 
il calo dei prezzi anche del 50% ha fatto partire le compravendite
Si.

Dalle mie parti io inizio a vedere gente che sta acquistando casa perchè chi vende è molto motivato a farlo... e non caso c'è il balzo delle compravendite...

A 1500, massimo 1800 al mq, la gente si butta... ha un pò di risparmi... fa un piccolo mutuo... i genitori danno una mano... ci si prova... c'è anche da dire che spesso si parla di "vendere per acquistare" quindi è un pò un gioco dell'oca...
 
a Torino a fine anno si sarà tornati allo stesso
punto del 1997... (prezzi in termini reali)
 

Allegati

  • Screenshot_2019-06-01_23-49-37.png
    Screenshot_2019-06-01_23-49-37.png
    160 KB · Visite: 98
a Torino a fine anno si sarà tornati allo stesso
punto del 1997... (prezzi in termini reali)

Con più o meno lo stesso salario di 20 anni fa in termini reali.
Ma con il grandissimo vantaggio che il costo del mutuo attualmente sarà di 1/3 credo rispetto al 1997.
 
E' un mio abbaglio o a Milano (centro e semicentro) siamo tornati sui livelli di prezzo massimi del 2008?
 
E' un mio abbaglio o a Milano (centro e semicentro) siamo tornati sui livelli di prezzo massimi del 2008?

In centro ci siamo quasi, ma devi considerare 10 anni di inflazione.

Parlando di inflazione i prezzi a milano sono iper inflazionati dai tassi bassi dovuti dal QE. Secondo voi a cui piace fare mutui da 20/30 anni il QE ci sara’ ancora tra 10 anni?
 
In centro ci siamo quasi, ma devi considerare 10 anni di inflazione.

Parlando di inflazione i prezzi a milano sono iper inflazionati dai tassi bassi dovuti dal QE. Secondo voi a cui piace fare mutui da 20/30 anni il QE ci sara’ ancora tra 10 anni?

Un'inflazione molto bassa però; in compenso l'immobile ha reso in termini di affitto attivo o ancora meglio di mancato affitto passivo
 
a Torino a fine anno si sarà tornati allo stesso
punto del 1997... (prezzi in termini reali)

Ciao, qual è la fonte del grafico?

Come prezzi (più o meno) mi ci ritrovo con i dati dell'OMI (anche se secondo questa fonte il massimo dovrebbe essere datato 2011 invece di 2008 ma questo potrebbe essere dato dalla diversa impostazione prezzi reali-prezzi nominali dei due grafici), ma nelle quantità di transazioni no.
A partire dal massimo del 2004, dovrebbero prima essersi dimezzate per poi rimbalzare del 50/60%, quindi partendo dal numero indice di circa 175 del tuo grafico dovrebbero essere andate prima a 85/90 (e non a 110 come indicato) per poi risalire intorno a 140, poco sopra i valori del 2011.

D'altro canto, come dice anche il titolo della notizia (anche se quello è un valore nazionale) siamo tornati ai volumi del 2010, quindi i numeri corretti ci stanno.

Mi permetto di modificare il tuo grafico, il 2018 dovrebbe essere più o meno qui, decisamente più a destra per quanto riguarda le transazioni (punto blu).

Visto corretto da una visione parecchio meno pessimistica sul mercato, perchè se dopo un calo dei prezzi notevole non si muoveva la domanda (come potrebbe sembrare dal tuo grafico) allora era molto peggio.

Invece a questi prezzi la domanda è tornata ad essere importante (anche non ancora a livelli di bolla, per fortuna direi).

Screenshot_2019-06-01_23-49-37.png

NTN Torino.JPG

Prezzi nominali Torino.JPG
 
Ultima modifica:
Indietro