Casa, non si vende più nuovo crollo del 30%

  • ANNUNCIO: Segui le NewsLetter di Borse.it.

    Al via la Newsletter di Borse, con tutte le notizie quotidiane sui mercati finanziari. Iscriviti per rimanere aggiornato con le ultime News di settore, quotazioni e titoli del momento.
    Per iscriverti visita questo link.

Ma il problema è da ricercarsi nel mercato del lavoro sempre più depresso...
Non ha senso adeguare il valore delle case a stipendi sempre più bassi ed incerti , ma cercare di stabilizzare e rendere più remunerativo il lavoro.
Altrimenti è una corsa al ribasso...

Cioè il prezzo delle case può solo salire? In base a quale teorema?
 
comunicato stampa dell'abi

"Le famiglie italiane sono finanziariamente solide e sostengono il peso dei mutui senza particolari problemi. Al contrario di quanto indicato da uno studio della Commissione sulla situazione occupazionale e sociale Eu, riportato il 27 giugno da alcuni organi di informazioni.
​L’analisi della Commissione è palesemente errata rispetto alla realtà italiana. Le famiglie che hanno chiesto di sospendere il pagamento del mutuo con la moratoria a marzo 2012 sono circa 65mila, a fronte di 3,5 milioni di mutui. Si tratta di un dato ben diverso rispetto a quello riportato oggi. Gli ultimi dati della Banca d’Italia riferiti al primo trimestre 2012 evidenziano che le nuove sofferenze in rapporto ai prestiti si attestano sull’1,2%, in diminuzione rispetto ai valori registrati nel 2011 e nel 2010. La quota dei prestiti su cui sono state registrate temporanee difficoltà di rimborso si è attestata sul 2,3%. Le modalità di erogazione del credito in Italia hanno consentito alle famiglie di accedere all’acquisto dell’abitazione. In particolare, per quanto concerne i mutui nel nostro Paese il rapporto tra la rata e il reddito della famiglia è sempre stato fortemente equilibrato, come ricordato dalla Banca d’Italia il 31 maggio.
Identico equilibrio è stato mantenuto nel rapporto tra la somma mutuata e il valore dell’immobile, circa il 65%. Queste due buone pratiche hanno evitato che potesse insorgere una bolla speculativa sulla proprietà immobiliare."
 
Quindi niente salvataggio banche? :eek:
 
Cioè il prezzo delle case può solo salire? In base a quale teorema?

Non ho detto questo...
A me pare che con gli stipendi che ci sono oggi , il problema non sia solo l'acquisto della casa , ma anche la scuola dei figli , l'abbigliamento, l'acquisto e il mantenimento dell'automobile , ecc.
Possiamo lamentarci quanto vogliamo , ma andare a mangiare una pizza fuori costa 15/20 euro a persona...Se si guadagnano 800/1000/1200 euro al mese , anche la pizza una volta al mese è costosa...
Ragazzi , non dobbiamo impoverirci tutti ma spingere verso un miglioramento ed un "arricchimento"!
Per il resto , per quanto mi riguarda , ribadisco il concetto che il prezzo è fatto dal mercato , e di qui son si scappa.
 
Non ho detto questo...
A me pare che con gli stipendi che ci sono oggi , il problema non sia solo l'acquisto della casa , ma anche la scuola dei figli , l'abbigliamento, l'acquisto e il mantenimento dell'automobile , ecc.
Possiamo lamentarci quanto vogliamo , ma andare a mangiare una pizza fuori costa 15/20 euro a persona...Se si guadagnano 800/1000/1200 euro al mese , anche la pizza una volta al mese è costosa...
Ragazzi , non dobbiamo impoverirci tutti ma spingere verso un miglioramento ed un "arricchimento"!
Per il resto , per quanto mi riguarda , ribadisco il concetto che il prezzo è fatto dal mercato , e di qui son si scappa.

Pensa che 10/12 euro vanno allo stato in tasse....ed il resto sono divisi fra dipendenti proprietario del locale proprietario delle mura e decine di fornitori..... questa é l'Italia.
 
Pensa che 10/12 euro vanno allo stato in tasse....ed il resto sono divisi fra dipendenti proprietario del locale proprietario delle mura e decine di fornitori..... questa é l'Italia.

...e su questo hai ragione...proprio per questo molte attività chiudono...
Oramai è un circolo vizioso al ribasso , dal quale bisogna uscire se vogliamo salvarci! Il problema dell' Italia NON è l'immobiliare!
 
Conosco gente che per vendere ha abbassato il prezzo del 66% rispetto alla stima fatta da una banca poche settimane prima.....

E infatti è così che funziona:
se uno vuole assolutamente vendere abbassa finchè trova, anche del 66%.
Se uno vuole assolutamente comprare (un particolare immobile) alza anche del 66% rispetto al prezzo medio (se il venditore ha messo un prezzo eccessivamente alto).
Nessuno obbliga a comprare o a vendere. Chi vuole farlo si adegua. Oppure aspetta che qualcosa cambi (se cambia).
 
Perchè c'era chi comprava...semplice...è il mercato...
Io ho caricato ben più del 100% sul mio immobile quando l'ho venduto...ma non ho messo la pistola alla tempia di nessuno...

c'è anche chi compra la droga, è mercato anche quello? oppure ci devono essere delle regole?
chissà perchè tanti palazzinari hanno avuto anche cariche politiche, ed è vero che per tanti anni c'è stato parecchio nero?
 
Pensa che 10/12 euro vanno allo stato in tasse....ed il resto sono divisi fra dipendenti proprietario del locale proprietario delle mura e decine di fornitori..... questa é l'Italia.

inzomma:cool:
sabato sera ristorante: 130€ barrato 120€.....scontrino non fiscale:D
nulla è cambiato e nulla cambierà mai;)
 
E infatti è così che funziona:
se uno vuole assolutamente vendere abbassa finchè trova, anche del 66%.
Se uno vuole assolutamente comprare (un particolare immobile) alza anche del 66% rispetto al prezzo medio (se il venditore ha messo un prezzo eccessivamente alto).
Nessuno obbliga a comprare o a vendere. Chi vuole farlo si adegua. Oppure aspetta che qualcosa cambi (se cambia).

Ci sono casi in cui gli immobili vengono regalati (vendita tipo ad 1 euro) perché non si riesce a mantenerlo.
 
Chi ha necessità di vendere dovrà abbassare , chi ha necessità di acquistare si adeguerà.
te!

il problema è che tanti che hanno necessita di comprare non hanno più possibilità di farlo, sono andati persi tanti posti di lavoro parallelamente le banche nopn scuciono più 1 euro
 
Casa, non si vende più
nuovo crollo del 30%



(20 giugno 2013)

il meno 30 mi pare pure poco :mmmm: , vedremo nei prossimi mesi chi avrà voglia di farsi incaprettare di tasse


Ps: il - 30 invece mi torna se le varie cessioni in famiglia per ottimizzare i balzelli figurano come transazioni
 
Pensa che 10/12 euro vanno allo stato in tasse....ed il resto sono divisi fra dipendenti proprietario del locale proprietario delle mura e decine di fornitori..... questa é l'Italia.

Non credo proprio visto che i ristoratori dichiarano meno del dipendente.
 
il problema è che tanti che hanno necessita di comprare non hanno più possibilità di farlo, sono andati persi tanti posti di lavoro parallelamente le banche nopn scuciono più 1 euro[/QUOTE

Hai ragione, ma questo non può ricadere su chi vuole vendere senza avere la necessità impellente di farlo... Non trovi?
Normalmente dovrebbe essere la classe politica di una nazione a gestire queste dinamiche...
 
c'è anche chi compra la droga, è mercato anche quello? oppure ci devono essere delle regole?
chissà perchè tanti palazzinari hanno avuto anche cariche politiche, ed è vero che per tanti anni c'è stato parecchio nero?

Chi compra droga e' fuori legge così come chi vende, non ci devono essere regole ma pene severe.
Il mercato degli immobili e' legale e si basa sulla legge della domanda e dell'offerta.
Mi dispiace ma è così ...
 
... Il problema dell' Italia NON è l'immobiliare!

e quale è il problema dell'Italia?

che i produttori di ricchezza netta ( cioè non sussidiata ) sono pochi rispetto ai distruttori della medesima

e quei pochi vengono randellati fino a che smettono

infatti il paese sta dissipando i risparmi , facendo debito e si sta impoverendo a vista d'occhio

Immagina la cucina quando eri militare , in 20 si cucinava per 800
Poi i 20 sono diventati 10 e gli altri 810 .
Ora stanno stangando quei 10 rimasti

Alla fine tutti gli 820 resteranno a digiuno

:bye:
 
che i produttori di ricchezza netta ( cioè non sussidiata ) sono pochi rispetto ai distruttori della medesima

e quei pochi vengono randellati fino a che smettono

infatti il paese sta dissipando i risparmi , facendo debito e si sta impoverendo a vista d'occhio

Immagina la cucina quando eri militare , in 20 si cucinava per 800
Poi i 20 sono diventati 10 e gli altri 810 .
Ora stanno stangando quei 10 rimasti

Alla fine tutti gli 820 resteranno a digiuno

:bye:

Il problema è che da militare si mangiava da cani. Succedeva quindi che chi se lo poteva permettere fuggiva dalla cucina dei 20 e la sera andava al ristorante.
La fuga dei capitali.
 
Indietro