Case prefabbricate in legno: che ne pensate?

liveevil

niente mai sempre
Registrato
22/5/02
Messaggi
2.394
Punti reazioni
143
mi collego a un mio vecchio post (http://www.finanzaonline.com/forum/immobiliare/1349943-costo-demolizione-rustico-fatiscente.html):

Ho notato che (almeno qui in Friuli) ci sono diverse ditte che propongono case prefabbricate, ecologiche, ad alta efficienza energetica, biocompatibili, pronte in pochi mesi.
Addirittura in un caso, una ditta può procurare anche il terreno.
E' facile trovarle, basta googlare "case prefabbricate udine" e la prima pagina contiene tutti link utili (i primi 3/4, escluso il link sponsorizzato da google).
Cosa ne pensate? Sto richiedendo preventivi anche a queste ditte, per vedere cosa si può fare per i miei due rustici in stato di abbandono (+ terreno).
Vista la tipologia di case affiancate, bisognerà vedere se sarà possibile mettere una casa prefabbricata in mezzo a due case in muratura e pietre (di cui una per la verità è quasi del tutto crollata).

Poi, dispongo di una striscia di orto lunga 50metri x 10metri e lì non credo si possa piazzare nulla, giusto??
Qual'è la distanza minima dai confini? Si tratterebbe di una casetta in legno prefabbricata tutta su un piano, però sono quasi certo che 10 metri di larghezza non bastano.

Per il resto, cosa ne pensate delle case biocompatibili prefabbricate?
Guardando i siti mi sembrano proprio belline e attraenti. Non so ancora i costi, ma mi hanno detto che non sono care.
 

liveevil

niente mai sempre
Registrato
22/5/02
Messaggi
2.394
Punti reazioni
143
io credo che questa tipologia di case sia un vero e proprio Uovo di Colombo
 

Wile E. Coyote

...AIUTO...!!!
Registrato
30/6/09
Messaggi
4.162
Punti reazioni
229
Mi sono fatto fare un paio di preventivi.
Una casa di circa 130mq tradizionale, classe B, e la stessa, identica, in bioedilizia, classe A+. 50k in piu' di differenza per la bio. IMHO irrecuperabili con il solo risparmio energetico.
E' un diverso modo di concepire la casa. Se hai i $$$ ci si puo' pensare.
Anche perche' una volta che parti con la bioedilizia seria (e non la ditterella esteuropea che ti butta su pannelli di legno alla bell'e meglio a prezzi stracciati)) oltre ai muri non puoi esimerti dall'installare tutta la "tecnologia" che gli sta dietro, senno' tanto vale farne una in muro che anche il "bepi" ti sa fare senza andare a scomodare austrotedeschi.
E allora vai con pannelli solari e termici a go-go (come far diventare una bella baita di montagna uno Skylab sulla Terra), geotermico, recupero piovana, domotica, ricircolo forzato a recupero, pompe di calore, stufe a pellet o stupende stuBe (no non stufe, proprio stuBe...) per l'inverno.

E' uno stile di vita, non un modo di risparmiare sulle costruzioni. Non e' la versione Ikea della casa, che con una sega, quattro chiodi e 100k euro tiri su casa.
 

liveevil

niente mai sempre
Registrato
22/5/02
Messaggi
2.394
Punti reazioni
143
Mi sono fatto fare un paio di preventivi.
Una casa di circa 130mq tradizionale, classe B, e la stessa, identica, in bioedilizia, classe A+. 50k in piu' di differenza per la bio. IMHO irrecuperabili con il solo risparmio energetico.
E' un diverso modo di concepire la casa. Se hai i $$$ ci si puo' pensare.
Anche perche' una volta che parti con la bioedilizia seria (e non la ditterella esteuropea che ti butta su pannelli di legno alla bell'e meglio a prezzi stracciati)) oltre ai muri non puoi esimerti dall'installare tutta la "tecnologia" che gli sta dietro, senno' tanto vale farne una in muro che anche il "bepi" ti sa fare senza andare a scomodare austrotedeschi.
E allora vai con pannelli solari e termici a go-go (come far diventare una bella baita di montagna uno Skylab sulla Terra), geotermico, recupero piovana, domotica, ricircolo forzato a recupero, pompe di calore, stufe a pellet o stupende stuBe (no non stufe, proprio stuBe...) per l'inverno.

E' uno stile di vita, non un modo di risparmiare sulle costruzioni. Non e' la versione Ikea della casa, che con una sega, quattro chiodi e 100k euro tiri su casa.
ti ringrazio per il tuo parere (come mai su questo post parlano di costi da 240 a 1600 euro/mq?). In settimana verrà un geometra di una di quelle (note) ditte di costruzioni per valutare la fattibilità della cosa. Così sentirò i costi.
A me hanno detto che la casa fatta così costa meno. Poi di tutti quegli accessori tecnologici di cui parli, non sento alcuna necessità.
 

Wile E. Coyote

...AIUTO...!!!
Registrato
30/6/09
Messaggi
4.162
Punti reazioni
229
ti ringrazio per il tuo parere (come mai su questo post parlano di costi da 240 a 1600 euro/mq?). In settimana verrà un geometra di una di quelle (note) ditte di costruzioni per valutare la fattibilità della cosa. Così sentirò i costi.
A me hanno detto che la casa fatta così costa meno. Poi di tutti quegli accessori tecnologici di cui parli, non sento alcuna necessità.

240=capannina attrezzi.
1600=casa in bioedilizia con tuttigli accessori che le danno un senso.
E in ogni caso escludono dal prezzo platea (che costa non poco), progettazione in loco e presentazione degli elaborati per i permessi e le recinzioni.

"casa fatta cosi'" non vuol dire nulla. Esistono centinaia di tecnologie per le case in legno (XSLAM, su telaio, a pannelli, a coibentazione in opera...), si puo' dire che ogni costruttore ha una tecnica diversa (basti guardare le complicatissime stratigrafie dei pannelli disponibili, anche per lo stesso costruttore). Puoi affidarti ad aziende austriache e tedesche che hanno decenni di esperienza e risultati certi a prezzi non proprio popolari, oppure affidarti a economici dell'est europa, che lavorano bene, ma che la garanzia non te la danno (ma non vuol dire che lavorino peggio, solo ti assumi il rischio di una eventuale "sòla": il complesso calcolo dei coibenti -materiale e spessore- e delle barriere vapore, se errato per la zona, puo' portare a sgradevoli conseguenze), oppure puo' capitarti il "baitarolo" che ti fa una casa totalmente inadatta la tuo clima (non puoi usare le tecnologie e i materiali di alta montagna in pianura padana. Alcuni costruttori seri si rifiutano di fare case in zone inadatte alla propria tecnologia), insomma, ti devi sbattere un po' tu e il tuo geometra per vedere se e cosa e' adatto e ha prestazioni commisurate al prezzo e alle esigenze.

Permettimi un piccolo appunto: se gli "ammennicoli" di cui ti ho parlato non ne senti la necessita', forse non ce l'hai neppure di una casa "bio": se hai bisogno di una casa che "costi poco" prova a mettere in concorrenza un paio di muratori...OK!
Nella mia (scarsa) esperienza ho visto che una "buona casa" in legno prefabbricata o meno (non chiamiamole "bioedilizia", sono una sottospecie costosa delle prime) costa quanto e a volte piu' di una tradizionale.

Hai il vantaggio di averla in tempi relativamente brevi (in circa 8 mesi ci vai a stare dentro) e una casa che "respira" (un po' come le Geox:D), lo svantaggio che le modifiche in corso d'opera te le scordi e ti costano un patrimonio, oltre a dover essere fatte da tecnici specializzati e non dal "bepi" per evitare seri problemi strutturali ed avere attenzioni su come fissi mobili ed altro per non farti rovinare addosso una parete.
 

paolodivi

No War
Registrato
26/4/10
Messaggi
4.485
Punti reazioni
157
purtroppo da ignorantone totale nn vedo cosa ci sia di ecologico nello spianare la foresta equatoriale....

inoltre c'è da sperare che nn prenda fuoco per sbaglio....o che arrivino le tarme :mmmm::mmmm:

baaah sarò ignorantone e retrogrado, ma la casa con struttura portante in cemento armato e tamponamenti in laterizio mi sà di + duratura nel tempo anzittutto e per certi versi anche + rispettosa dell'ambiente (si parla di inerti per lo +).


Per me è una moda, nata sullo spauracchio del riscaldamento globale, che poi a livello pratico si dice:

c'è troppa CO2 e noi per risposta cosa facciamo?? abbattiamo gli alberi che svolgono la funzione di riassorbire il CO2.....siamo troppo avanti....:mmmm:

di tutto il cinema ecologista fatto in questi anni, in cui tutti la sfruttano dal punto di vista commerciale l'unica cosa intelligente è che i supermarket hanno levato i sacchetti di plastica....ma la strada è ancora lunga (le automobili arriveranno ad euro 36 prima che obblighino la circolazione a quelle elettriche...del resto il petrolio si deve vendere).
 

Lolio

Nuovo Utente
Registrato
16/9/08
Messaggi
743
Punti reazioni
15
Io in una casa prefabbricata in legno ci vivo da sei anni. La struttura portante è in legno lamellare e massello. Le pareti sono a sandwich composte di pannelli OSB (legno a fibre incrociate), che racchiudono 18 cm di fibra di cellulosa (carta sfibrata), internamente 6 cm di intercapedine per gli impianti, pannello di fibra di gesso (Farmacell) poi rasatura. All'esterno ulteriore cappotto di 6 cm di fibra di legno, reticella porta intonaco, intonaco ai silicati. Nel soffitto, 20 cm di fibra di cellulosa. Montaggio della struttura grezza: 3 giorni. Poi impianti, intonacatura, rivestimenti, pavimenti. L'ha fatta la ditta Kager Hisa (Slovenia): Kager Italia | Case ecologiche, Bioedilizia, Bioarchitettura
 

davdem

Nuovo Utente
Registrato
26/9/07
Messaggi
260
Punti reazioni
14
Io in una casa prefabbricata in legno ci vivo da sei anni. La struttura portante è in legno lamellare e massello. Le pareti sono a sandwich composte di pannelli OSB (legno a fibre incrociate), che racchiudono 18 cm di fibra di cellulosa (carta sfibrata), internamente 6 cm di intercapedine per gli impianti, pannello di fibra di gesso (Farmacell) poi rasatura. All'esterno ulteriore cappotto di 6 cm di fibra di legno, reticella porta intonaco, intonaco ai silicati. Nel soffitto, 20 cm di fibra di cellulosa. Montaggio della struttura grezza: 3 giorni. Poi impianti, intonacatura, rivestimenti, pavimenti. L'ha fatta la ditta Kager Hisa (Slovenia): Kager Italia | Case ecologiche, Bioedilizia, Bioarchitettura

ok, dicci però qualcosa di più! Pregi e (se possibile) difetti...
 

Lolio

Nuovo Utente
Registrato
16/9/08
Messaggi
743
Punti reazioni
15
L'isolamento della casa è altissimo (k della parete = 0,18), forse irraggiungibile per una casa in muratura, ma ovviamente sono strutture con poca massa di accumulo e dunque poca inerzia termica.
 

rottodellacuffia

Nuovo Utente
Registrato
3/3/10
Messaggi
488
Punti reazioni
17
se un domani dovessi porla in vendita non la vuole nessuno...Salvo svenderla.
 

Sirswatch

Under Investigation
Registrato
24/9/08
Messaggi
8.395
Punti reazioni
385
purtroppo da ignorantone totale nn vedo cosa ci sia di ecologico nello spianare la foresta equatoriale....

inoltre c'è da sperare che nn prenda fuoco per sbaglio....o che arrivino le tarme :mmmm::mmmm:

baaah sarò ignorantone e retrogrado, ma la casa con struttura portante in cemento armato e tamponamenti in laterizio mi sà di + duratura nel tempo anzittutto e per certi versi anche + rispettosa dell'ambiente (si parla di inerti per lo +).


Per me è una moda, nata sullo spauracchio del riscaldamento globale, che poi a livello pratico si dice:

c'è troppa CO2 e noi per risposta cosa facciamo?? abbattiamo gli alberi che svolgono la funzione di riassorbire il CO2.....siamo troppo avanti....:mmmm:

di tutto il cinema ecologista fatto in questi anni, in cui tutti la sfruttano dal punto di vista commerciale l'unica cosa intelligente è che i supermarket hanno levato i sacchetti di plastica....ma la strada è ancora lunga (le automobili arriveranno ad euro 36 prima che obblighino la circolazione a quelle elettriche...del resto il petrolio si deve vendere).
Senza polemica, ma il tuo è il classico atteggiamento dell'italiano che IGNORA completamente l'argomento

1) Il legno lamellare usato dalle ditte serie tipo Rench ha una resistenza al fuoco SUPERIORE al cemento e ai mattoni. Idem per quanto riguarda la resistenza sismica
2) una struttura SERIA in legno lamellare fa sì che tu NON abbia MAI crepe sugli intonaci interni ed esterni perchè la casa è elastica
3) Rench ti dà una fidejussione bancaria sulla struttura per 30 anni. Trovami un costruttore tradizionale che ti fa la stessa cosa (e invece ti fanno la srl per costruire la casa, ti danno una schifezza, chiudono la srl e tu ti tieni il tuo bel loculo costruito a cavolo)
4) la CO2 la producono anche (e TANTA) le vinificazioni degli spumanti e gli allevamenti. Ma quella va bene, solo quella delle auto è dannosa
5) Con una casa in classe A+ (a parte il costo superiore) io spendevo praticamente ZERO di riscaladamento. E questo significa ZERO EMISSIONI di CO2


PS, pensi che i laterizi e il cemento si producono con la bacchetta magica ?
 

bignola

Nuovo Utente
Registrato
30/4/00
Messaggi
10.737
Punti reazioni
651
Senza polemica, ma il tuo è il classico atteggiamento dell'italiano che IGNORA completamente l'argomento

1) Il legno lamellare usato dalle ditte serie tipo Rench ha una resistenza al fuoco SUPERIORE al cemento e ai mattoni. Idem per quanto riguarda la resistenza sismica
2) una struttura SERIA in legno lamellare fa sì che tu NON abbia MAI crepe sugli intonaci interni ed esterni perchè la casa è elastica
3) Rench ti dà una fidejussione bancaria sulla struttura per 30 anni. Trovami un costruttore tradizionale che ti fa la stessa cosa (e invece ti fanno la srl per costruire la casa, ti danno una schifezza, chiudono la srl e tu ti tieni il tuo bel loculo costruito a cavolo)
4) la CO2 la producono anche (e TANTA) le vinificazioni degli spumanti e gli allevamenti. Ma quella va bene, solo quella delle auto è dannosa
5) Con una casa in classe A+ (a parte il costo superiore) io spendevo praticamente ZERO di riscaladamento. E questo significa ZERO EMISSIONI di CO2


PS, pensi che i laterizi e il cemento si producono con la bacchetta magica ?


:D Quoto

E vorrei aggiungere che sono molto più belle di quelle m*erde di loculi che si ta costruendo negli ultimi anni.
L'unico difetto è il prezzo che è abbastanza elevato.
 

liveevil

niente mai sempre
Registrato
22/5/02
Messaggi
2.394
Punti reazioni
143
purtroppo da ignorantone totale nn vedo cosa ci sia di ecologico nello spianare la foresta equatoriale....

inoltre c'è da sperare che nn prenda fuoco per sbaglio....o che arrivino le tarme :mmmm::mmmm:
su vari siti di costruttori si parla di alta resistenza al fuoco (es.: La casa con il Cuore - Homepage )

(forse volevi dire i tarli, visto che non si sta parlando di un maglione di lana..)

la casa con struttura portante in cemento armato e tamponamenti in laterizio mi sà di + duratura nel tempo anzittutto e per certi versi anche + rispettosa dell'ambiente (si parla di inerti per lo +).

Per me è una moda, nata sullo spauracchio del riscaldamento globale
non mi sento di obiettare con dei dati alla mano, comunque anche il cemento ha il suo impatto sul riscaldamento globale e dipende penso in toto dal petrolio (abitavo non lontano da una cementifera e so cosa dico: altoforno acceso tutto l'anno 24ore al giorno); a meno che non brucino rifiuti speciali dentro gli altoforni, ma questa è altra storia; per il cemento ci vuole la ghiaia (qui in Friuli abbiamo sottomano il saccheggio devastante delle ghiaie del letto di grandi torrenti); per ricavare il cemento bisogna scavarele montagne (nei pressi della cementifera di cui sopra -per inciso marchio Lafarge- metà montagna era stata mangiata via..oopps.. mezza montagna in meno, chi se ne frega! forse ricresce...)
 

liveevil

niente mai sempre
Registrato
22/5/02
Messaggi
2.394
Punti reazioni
143
se un domani dovessi porla in vendita non la vuole nessuno...Salvo svenderla.
vero anche questo.. hai ragione, in effetti uno non pensa a cosa potrebbe succedere da qui a dieci o a vent'anni. Quello che hai detto è molto importante e potrebbe essere la ragione per cui queste case dovrebbero costare di meno.
 

MrBadGuy1981

Freddie Mercury l'ultimo immortale
Registrato
4/1/10
Messaggi
1.021
Punti reazioni
75

fdg86

eugenio forever
Registrato
8/5/10
Messaggi
23.529
Punti reazioni
582
Ripeto quel che ho detto nell'altro thread, le case nuove in provincia di Belluno sembrano essere ormai fatte tutte in legno...forse perchè essendo lì le temperature annuali abb. simili alla Germania Ovest, si può traslare direttamente la tecnologia senza grandi modifiche...
 

Sirswatch

Under Investigation
Registrato
24/9/08
Messaggi
8.395
Punti reazioni
385
Quali prove hai di un'affermazione del genere?
Ho elementi abbondanti per sostenere il contrario di quanto afferrmi.
Ti garantisco che rottodellacuffia ha ragione !
Io ho faticato parecchio a venderla perchè per gli italiani era una casa "prefabbricata" e pertanto di "scarsa qualità". Quanto vedevano che invece era costata circa un 10% più di una robaccia in cemento e mattoni mi prendevano per matto.
L'ho venduta per fortuna a un tedesco che quando ha visto la certificazione Rench non ha nemmeno trattato sul prezzo

L'unico grande inconveniente di una casa in legno lamelalre è che praticamente NON puoi fare modifiche al costruito. Spostare una parete è praticamente impossibile

Invito comunque quelli che "pontificano" dicendo che una casa in legno rischia i tarli, di prendere fuoco e altre amenità, di viverci anche solo 2 giorni. Quando uscirete da lì e tornerete nel vostro bell'appartamento in cemento con il radon incorporato il vostro organismo percepirà al volo la differenza di benessere