Cell Therapeutics...solo News, Please...4

Chagans

BRIO...SCHIZZATO
Registrato
7/5/02
Messaggi
35.822
Punti reazioni
2.000
Continuiamo da qui

http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?p=9947239#post9947239

Siete caldamente pregati di lasciare libero questo spazio per le sole notizie e relativi commenti.

Grazie;)


-------------------------------


10 Aprile 2006, Seattle e Bresso
—Cell Therapeutics, Inc. (CTI) (NASDAQ e MTAX: CTIC) ha annunciato oggi che l’Ufficio Americano per i Brevetti e i Marchi (United States Patent and Trademark Office) ha concesso un brevetto per una nuova classe di agenti antitubulinici a basso peso molecolare con potente attività antiproliferativa e antitumorale. CT-45099 è il primo lead ottimizzato di questa classe di composti da avviarsi alla valutazione preclinica. Il brevetto, di proprietà della controllata Europea di CTI, Cell Therapeutics Europe S.r.l. (CTI-Europe), copre analoghi di CT-45099 e scadrà in Aprile 2022. CT-45099 è protetto da un brevetto statunitense e da un brevetto europeo già concessi a CTI-Europe.
A differenza dei farmaci oncologici in commercio a base di tassani, Taxol® (paclitaxel) e Taxotere® (docetaxel), o anche di nuovi farmaci in fase di sperimentazione come gli epotiloni, che uccidono le cellule stabilizzando i microtubuli e prevenendo il loro disassemblaggio, questa classe di composti blocca l’assemblaggio della tubulina e destabilizza i microtubuli durante la mitosi cellulare. Perciò questa classe di agenti ha un’attività antitumorale distinta da quella dei farmaci citati. Inoltre, questa nuova classe di composti antitubulinici non è suscettibile alla multi-resistenza (multi-drug resistance), uno dei più comuni meccanismi attraverso i quali le cellule tumorali sviluppano resistenza alle chemotherapie standard. CT-45099 e suoi analoghi inibiscono in vitro la crescita di linee cellulari tumorali di colon, polmone, stomaco e prostata, comprese cellule tumorali resistenti a trattamenti con paclitaxel o doxorubicina.
10 Aprile 2006, Seattle e Bresso —Cell Therapeutics, Inc. (CTI) (NASDAQ e MTAX: CTIC) ha annunciato oggi che l’Ufficio Americano per i Brevetti e i Marchi (United States Patent and Trademark Office) ha concesso un brevetto per una nuova classe di agenti antitubulinici a basso peso molecolare con potente attività antiproliferativa e antitumorale. CT-45099 è il primo lead ottimizzato di questa classe di composti da avviarsi alla valutazione preclinica. Il brevetto, di proprietà della controllata Europea di CTI, Cell Therapeutics Europe S.r.l. (CTI-Europe), copre analoghi di CT-45099 e scadrà in Aprile 2022. CT-45099 è protetto da un brevetto statunitense e da un brevetto europeo già concessi a CTI-Europe.
A differenza dei farmaci oncologici in commercio a base di tassani, Taxol® (paclitaxel) e Taxotere® (docetaxel), o anche di nuovi farmaci in fase di sperimentazione come gli epotiloni, che uccidono le cellule stabilizzando i microtubuli e prevenendo il loro disassemblaggio, questa classe di composti blocca l’assemblaggio della tubulina e destabilizza i microtubuli durante la mitosi cellulare. Perciò questa classe di agenti ha un’attività antitumorale distinta da quella dei farmaci citati. Inoltre, questa nuova classe di composti antitubulinici non è suscettibile alla multi-resistenza (multi-drug resistance), uno dei più comuni meccanismi attraverso i quali le cellule tumorali sviluppano resistenza alle chemotherapie standard. CT-
45099 e suoi analoghi inibiscono in vitro la crescita di linee cellulari tumorali di colon, polmone, stomaco e prostata, comprese cellule tumorali resistenti a trattamenti con paclitaxel o doxorubicina.
 
Non avevo intenzione di commentare questa notizia in quanto mi pareva chiaro che non avesse alcun effetto finanziario per cti, almeno da qui a numerosi anni.

Vista la reazione in borsa, apparentemente riconducibile all'uscita di questa notizia, non c'è che da rimarcare che con buone probabilità l'ingiustificato rialzo verrà nei prossimi giorni riassorbito.

E se così non fosse, una eventuale ripartenza delle quotazioni non potrebbe in alcun modo essere correlabile a quanto sopra.
 
non puo' essere collegata visto lo stato embrionale del new product....certo
ma se ctic avra' approvati i due farmaci...coi ricavato..sappiamo cosa sponsorizzera' :cool:
 
Chagans ha scritto:
Non avevo intenzione di commentare questa notizia in quanto mi pareva chiaro che non avesse alcun effetto finanziario per cti, almeno da qui a numerosi anni.

Vista la reazione in borsa, apparentemente riconducibile all'uscita di questa notizia, non c'è che da rimarcare che con buone probabilità l'ingiustificato rialzo verrà nei prossimi giorni riassorbito.

E se così non fosse, una eventuale ripartenza delle quotazioni non potrebbe in alcun modo essere correlabile a quanto sopra.


veramente?? nn ce ne si era accorti.. :clap: :clap: noi intanto aspettiamo ancora che ci fai la traduzione del sec filing di Chugai che ti ho postato ben 4 volte.. e da cui hai tagliato la corda

aspettiamo la tua traduzione come opera di grazia x noi plebei ....in modo da discriminare decentemente la mia traduzione di stamattina che hai contestato con le solite chiacchiere.. ...... ringraziando in anticipo..

attendiamo i fatti maestro...


Il maestro dopo 12 giorni non ha purtroppo tradotto C.V.D. ...metto la traduzione io x tutti:


Cell Therapeutics, inc. (in seguito chiamata “the corporation”) e Chugai Ph. (in seguito chiamata Chugai) sono parti di un accordo datato 19/10/01, siglato tra The Corporation e Chugai , come detto nell’accordo di licenza. Sotto l’accordo di licenza, Chugai generalmente ha il diritto di sviluppare XYOTAX nei seguenti territori……………( in seguito chiamati territori). In ott 2002, Chugai si fonde con Roche KK completamente controllata da Roche Ph. BV. Recentemente, la corporazione (cell) ha discusso con Chugai sulla questione della ricessione da parte di Chugay di questi diritti su certi territori, con l’intento di riottenere per la corporazione (Cell) lo sviluppo e i diritti di commercializzazione di Xyotax per alcuni di questi territori Asiatici.. Il 17/10/05, la corporazione riceve cosi' una lettera da Chugay che propone la terminazione dell Contratto di Licenza. Sembra dopo che Chugay si sia fusa con Nippon Roche, Chugay stessa non crede piu' che lo sviluppo di Xyotax per monoterapia nelle sole donne in quei territori combacia con gli obiettivi commerciali per i territori Asiatici. Tuttavia, la corporazione (Cell) crede che, in base agli interessi espressi da terze parti , è nel miglior interesse per la Corporazione (Cell) mantenere lo sviluppo e la commercializzazione dei diritti di Xyotax in certi territori Asiatici . Di conseguenza la corporazione intende continuare negoziazioni con Chugay riguardo una mutualmente accettabile terminazione del contratto di licenza, con l’intento di recuperare i diritti di marketing su certi territori. Ciò non assicura che la corporazione sarà capace di negoziare con successo i risultati.

Cughai ha recesso dal contratto di licenza ( nonostante in precedenza si dovesse trattare x venire ad un accordo di interesse bilaterale) quando Cell ha chiesto di riottenere indietro alcuni territori asiatici x il suo interesse, dato Chugai si e' fusa nel 2003 con Nippon Roche...
 

Allegati

  • Cughai.JPG
    Cughai.JPG
    80,6 KB · Visite: 2.874
Ultima modifica:
peaad ha scritto:
...ma a giugno sui ...3- 4 euro..se va bene il trials
:eek: :eek: :eek: :eek: :eek: :eek: :eek: :mmmm:

Qualcuno potrebbe postare il potenziale fatturato di Pixantrone come agente singolo in una terapia di terza linea su linfoma NHL recidivante di 3 livello , se la interim analysi del trial Pix-301 in terza linea a giugno 2006 fosse decente??.........solo x capire di quanto la borsa potrebbe apprezzare il titolo appunto a fine giugno.

Ricordiamoci che basandosi sui risultati positivi di un trial e relativa interim analysi ,la borsa anticipa un rialzo del titolo in base al potenziale fatturato che il farmaco dara' approvato x una determinata prescrizione..( tipo di tumore e se di prima, seconda o terza linea x il suo trattamento)

I farmaci approvati x uso in prima linea sono molto piu redditizi ,poiche' sono i primi ad essere usati nel trattamento di un tumore...se poi il paziente non risponde a questi allora si passa all'uso di farmaci in seconda linea......e solo se nemmeno questi ultimi danno risultati allora si passa ai farmaci in terza linea...

da questo potete capire la differenza di ipotetico fatturato tra le 3 classi..ed il potenziale rialzo di un titolo in base a questo..

Dato la iterim analysi del trial Pix-301 che aspettiamo a giungo 2006 su Pixantrone e' x un uso e poi eventuale approvazione FDA dello stesso in terza linea ( e non in prima) se qualcuno conosce quale possa essere il fatturato di un farmaco in terza linea x il linfoma NHL recidivante di 3 livello e potesse gentilmente postarlo, potremmo capire quanto in borsa si potrebbe apprezzare anticipatamente il titolo ......(considerando anche l'estrema diluizione di azioni in corso che nn danno vantaggio sicuramente + l'ulteriore nuovo bond a breve fino a 100 M $)

Da non dimenticare mai la differenza di fatturato tra un farmaco approvato in terza linea ed uno in prima linea ...la potenzialita' a livello di $$$$ in entrata di cassa x un'azienda e' notevole x quelli in prima linea e meno notevole x quelli in terza....
 
Ultima modifica:
Lupolupo come volevasi dimostrare le posto la news in pdf della notizia data il 22 marzo 2006 sull'utilizzo di Pixantrone sulle 64 persone in sostituzione della Doxorubicina in un regime di trattamento CHOP combinato con piu farmaci di seconda linea


questo x farle vedere che anche x usare in seconda linea Pixantrone in sostituzione ad altri farmaci piu tossici COME DICEVA LEI PRIMA ,ci vogliono dei trials da completare e da ultimare secondo la normale prassi di fase I fase II e fase III ..
Ed adesso il trial di Pixantrone usato in seconda linea in sostituzione di farmaci tossici in regime combinato x il trattamento di NHL E' SOLO IN FASE I/II e sta facendo il suo iter come da normale procedura registrativa alla FDA ..

Essendo questo trial in fase I/II ove Pixantrone sostituisce la Doxorubicina calcoli lei il tempo che ci vuole ancora x farlo arrivare alla fase III per poi consegnare il dossier d'approvazione alla FDA ( se tutto va bene nel 2009)

Il Pix-203 invece x uso combinato di Pixantrone in terapia di prima linea di regime CHOP Vs. CPOP adesso in fase II.... si concludera' nella sua fase III nel 2008 ( e poi dossier NDA alla FDA x approvazione)
 

Allegati

  • 1.JPG
    1.JPG
    58,7 KB · Visite: 2.414
Ultima modifica:
.
 

Allegati

  • 2.JPG
    2.JPG
    54,6 KB · Visite: 2.380
:
 

Allegati

  • 3.JPG
    3.JPG
    49,2 KB · Visite: 2.344
Su segnalazione di Jollygood posto un pò di materiale riveniente dalla bacheca di yahoo.

Si parla di recenti sviluppi promettenti per la molecola Lisofyllina che CTI ha ceduto alla Diakine per il trattamento del diabete.
CTI mantiene il diritto a royalties e detiene ancora il brevetto per eventuali utilizzi oncologici.

--------------------------------------

Diakine
by: gila_munster1 04/18/06 06:35 pm
Msg: 179119 of 179202

Virginia startup eyes $13 billion diabetes market
March 20, 2006
By Muphen Whitney
TechJournal South

What do diabetes, organ transplant rejections, and laryngitis have in common? The answer is inflammation. Inflammation, in fact, is the cause of many physical ills in the human body. DiaKine, Inc., of Charlottesville, Virginia, may not provide solutions to every problem caused by inflammation, but this development-stage company is successfully taking on the problems of inflammation's role in diabetes and organ transplants.

The economic and social implications of diabetes are staggering. According to the American Diabetes Association 20.8 million people in the United States, approximately 7 percent of the population, have diabetes. Of these, 14.6 have been diagnosed while another 6.2 million remain undiagnosed; 1.5 million new cases of diabetes were diagnosed in people over 20 years of age last year. Another staggering statistic: 41 million Americans are in a pre-diabetic condition.

All of this adds up to a potential market opportunity in excess of $13 billion annually for DiaKine's therapies, whose unique anti-inflammatory and immune modulating properties address Type 1 and Type 2 diabetes as well as many diabetes-related complications.

Jerry L. Nadler, MD, who is Chief of Endocrinology and Metabolism at the University of Virginia and Director of the Diabetes and Hormone Center of Excellence, founded DiaKine in February 2004. Dr. Nadler, who serves as DiaKine's Chairman of the Board and Chief Scientific Officer, is an expert in the field of diabetes pathogenesis. Financier James B. Farinholt, Jr., of Tall Oaks Capital and Mary Anne Latona Nadler are the other two founders of the company. Mrs. Nadler currently is a Company Director and Vice President of Regulatory Affairs and Product Development; Mr. Farinholt is a Company Director. Keith Ignotz, a senior corporate executive with more than 25 years experience in the global healthcare market and 15 years experience in diabetes, serves as a Company Director and as DiaKine's President and Chief Executive Officer.

DiaKine's lead compound Lisofylline (LSF) originally was developed by Cell Therapeutics (CTI) as a cancer treatment drug. Dr. Nadler researched the anti-inflammatory properties of LSF and related compounds as agents that potentially could cure the root cause of insulin-dependent diabetes. In December 2004 DiaKine obtained an exclusive, worldwide license from CTI to develop and market products based on discoveries associated with LSF that will provide improved treatments for Type 1 and Type 2 diabetes, metabolic syndrome, and other complications of diabetes.

The license agreement with CTI provides DiaKine with the Investigational New Drug Application (IND) for LSF and the chemistry, manufacturing, and controls information; non-clinical
pharmacology and toxicology data; and clinical trial data for DiaKine to use in its product development. The ownership of this technology has given DiaKine a savings of 4-years in time and development costs.

Lisofylline (LSF) is a small-molecule drug that has been shown to block the inflammatory and destructive actions of immune agents called cytokines. Cytokines are components in the inflammation pathway that destroys insulin-producing cells. Because diabetes is an autoimmune disease, this action is important in Type 1 diabetes and in Latent Autoimmune Diabetes of Adults (LADA).


Posted as a reply to: Msg 179114 by amlnlover100


Re: Diakine 2
by: gila_munster1 04/18/06 06:36 pm
Msg: 179120 of 179205

Studies have demonstrated LSF’s immune modulating effects 1) on the cytokine network and 2) in protecting pancreatic beta cells from immune attack. Preclinical studies have shown that LSF enhances beta cell function and insulin production. LSF has been well tolerated and has shown no major toxicity in the animal toxicology and clinical studies in which it has been studied.

So far DiaKine has synthesized more than 2,000 chemical variants of LSF. Analysis has shown that two of the compounds, DT 22669 and DT 23552, demonstrated oral bioavailability in
primates and showed no significant toxicity in pharma screens. These two compounds are lead candidates for further development by DiaKine.

In addition to its use in diabetes, LSF may have a significant impact on organ transplants. So far it has been shown that LSF improves the functional yield of donor cells and protects against rejection that is due to inflammatory response. This opens up an additional market worth approximately $150 million annually.

In the near future DiaKine will continue to establish the Company as a fully-integrated global product development operation by meeting its milestones for research and development, contract manufacturing, marketing and sales, forming strategic partnerships and joint venture collaborations.

Company at a Glance:
Company profile: Diakine Therapeutics
Company: Targeting diabetes.
Website: www.diakine.com
Number of Employees: 2 full-time.
Location: Charlottesville, Virginia
Investment: $1.5 million in financing. Currently seeking high single digit Series A venture capital financing.
Investors: Angel investors with investments ranging from $100K to more than $200K.


Posted as a reply to: Msg 179119 by gila_munster1

----------------

http://www.dailyprogress.com/servlet/Satellite?pagename=CDP%2FMGArticle%2FCDP_BasicArticle&c=MGArticle&cid=1137835411543&path=!news

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif] UVa lab creates possible diabetes treatment [/font] [font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]
[/font][font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]By Sarah Barry
/ Daily Progress staff writer
[/font]
[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif][/font][font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]April 17, 2006[/font]
[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]
[/font][font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]
[/font][font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]The mice in Dr. Jerry Nadler’s laboratory look thin and skittish inside their clear cages. They have the mouse equivalent of type 1 diabetes.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]But they won’t suffer much longer. After almost two years of work, Nadler and his fellow researchers have successfully reversed the course of the disease in mice.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]Nadler, who is chief of the University of Virginia Division of Endocrinology and Metabolism, has combined two drugs, which have already been tested on humans separately. One, lisofylline, is an experimental drug that stops the body from killing its own insulin-producing cells in the pancreas. The other drug, exendin-4, promotes the growth of new pancreatic cells.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]“We had the idea that if you put the two together, something that stops the destruction of the cells and something that causes the growth of the cells, they would work better together than they would alone,” Nadler said.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]It is the body’s destruction of insulin producing cells in type 1 diabetes that makes a person’s body unable to regulate blood sugar, potentially resulting in complications such as blindness, nerve damage, kidney failure or heart disease.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]Nadler’s combination of drugs not only stopped pancreatic cells from being destroyed, but even allowed for new growth.Type 1 diabetes accounts for about 5 to 10 percent of all diabetes diagnoses but its targeted victims make the disease particularly tragic.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]Formerly known as juvenile diabetes, the disease most often occurs in children and young adults, although adults can be diagnosed with it as well. According to the Centers for Disease Control and Prevention, it affects one out of every 400 to 500 children younger than 20.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]Type 1 diabetes is an autoimmune disease with no single known cause or trigger.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]“The body recognizes the cells in the pancreas as being foreign, basically kills them and renders them unable to produce insulin,” explained Tim Robertson, a diabetes educator with the American Diabetes Association. “Its kind of a freak occurrence as far as we know.”[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]What makes Nadler’s treatment potentially so effective is that the two drugs he combined have very specific targets. While other general immunosuppressants can stop the immune system from destroying healthy tissue, they also leave the body vulnerable to other infections. Lisofylline, so far, has been shown to target only that specific pathway that leads to the destruction of cells in the pancreas.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]Exendin-4 is equally specific. While it induces cell growth in the pancreas, Nadler said it has not been shown to cause uncontrolled cell growth, which could lead to tumors. “That’s always a concern with anything,” Nadler said. “But exendin-4 only causes very slow growth of the insulin producing cells.”[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]Another benefit of both drugs already being tested separately on people is that the process of switching over from using the drugs on animals to humans can be streamlined. While it normally takes a project five to 10 years to move from animal tests to human clinical trials, Nadler estimates that his drug combination could go to trial in as little as a year or two.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]“That’s why we are so excited to see results with it,” he said.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]There was another positive in Nadler’s tests. After the treatment of the mice was stopped, the critters continued to produce insulin through the end of the experiment, up to 145 days after the medications were ceased. “That’s quite a long time in an animal to have diabetes reversed,” Nadler said. “It’s exciting because the patients may not have to be on the medications very long.”[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]The next part of the project will be determining the duration of treatment and how much of each drug needs to be administered. “The minimum amount of medication you need, the better,” Nadler said.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]He and his researchers will also be trying to determine how the treatment stops the body from destroying cells even after the medications are no longer used.[/font]

[font=verdana,arial,helvetica,sans-serif]There are thousands of people who could potentially benefit from this treatment if it proves effective in humans, Nadler said. “It affects everyone, from little children to older people.”[/font]




------------------------------


News Release

Tuesday 4 January 2005, 12:00 GMT

Cell Therapeutics, Inc. (CTI) Licenses Lisofylline and Related Patent Portfolio to DiaKine Therapeutics, Inc. for Development in Diabetes

SEATTLE, January 4 /PRNewswire/ -- Cell Therapeutics, Inc. (CTI) (Nasdaq: CTIC; Nuovo Mercato) has entered into an agreement with DiaKine Therapeutics, Inc. to license the patent and other intellectual property rights related to Lisofylline (LSF) for development in diabetes and related complications. Under the terms of the agreement, CTI will receive license fees, together with milestone payments on the achievement of predetermined development goals, royalties on sales of the product, as well as a minority ownership in DiaKine. DiaKine will assume responsibility for all costs related to the development of LSF in diabetes, as well as costs associated with maintaining the licensed patents. CTI retains all rights to develop LSF for non-diabetes applications, including applications in oncology.

"This agreement allows DiaKine to maximize the potential of LSF in diabetes while CTI maintains its focus on developing and commercializing cancer products, an area where we have a lot of expertise," stated James A. Bianco, M.D., President and CEO of CTI. "We're pleased that DiaKine is pursuing the development of LSF in diabetes and look forward to seeing the results of its work in this area."

DiaKine's CEO, Jim Farinholt, said, "Discussions have been initiated with venture capital firms to fund phase II trials in indications associated with type 1 diabetes and to develop additional applications for LSF and select analogs. We welcome CTI's co-founder and director, Jack W. Singer, M.D., Chief Medical Officer, to represent CTI on DiaKine's Board of Directors. Dr. Singer knows LSF well and has supported the research of Dr. Jerry Nadler, DiaKine's Founder, for over a decade. Dr. Nadler is a recognized expert in the field of diabetes and associated complications. The signing of this agreement is a watershed event for our new company."

About Lisofylline and Diabetes

LSF is a synthetic small molecule with novel anti-inflammatory properties. LSF can effectively prevent type 1 diabetes in preclinical models and improves the function and viability of isolated or transplanted pancreatic islets. LSF improves cellular mitochondrial function and blocks interleukin 12 (IL-12) signaling and STAT-4 activation in target cells and tissues. IL-12 and STAT 4 activation are important pathways linked to inflammation and autoimmune damage to insulin producing cells. Therefore, LSF and related analogs could provide a new therapeutic approach to prevent or reverse type 1 diabetes. LSF also directly reduces glucose-induced changes in human kidney cells suggesting that LSF and analogs have the potential to treat the complications associated with diabetes.

About DiaKine Therapeutics, Inc.

DiaKine was formed early this year by Dr. Jerry L. Nadler, Chief of Endocrinology and Metabolism at the University of Virginia School of Medicine, to develop and commercialize novel discoveries for the treatment of unmet medical needs in diabetes and related complications. Initially, DiaKine was funded by resources from its founders and recently received support from the National Institute of Diabetes & Digestive & Kidney Diseases National Institutes of Health (NIDDK/NIH).

About Cell Therapeutics, Inc.

Headquartered in Seattle, CTI is a biopharmaceutical company committed to developing an integrated portfolio of oncology products aimed at making cancer more treatable. For additional information, please visit www.cticseattle.com.

This press release includes forward-looking statements that involve a number of risks and uncertainties, the outcome of which could materially and/or adversely affect actual future results. Specifically, the risks and uncertainties that could affect our agreement with DiaKine Therapeutics Inc. and/or the development of Lisofylline include risks associated with preclinical and clinical developments in the biopharmaceutical industry in general and with CTI's products under development in particular including, without limitation, the potential failure of all compounds to prove safe and effective for treatment of disease, determinations by regulatory, patent and administrative governmental authorities, competitive factors, technological developments, costs of developing, producing and selling CTI's products under development, and the risk factors listed or described from time to time in the Company's filings with the Securities and Exchange Commission including, without limitation, the Company's most recent filings on Forms 10-K, 8-K, and 10-Q. CTI is under no obligation to (and expressly disclaims any such obligation to) update or alter its forward-looking statements whether as a result of new information, future events, or otherwise.

Web site: http://www.cticseattle.com

Distributed by PR Newswire on behalf of Cell Therapeutics, Inc.
 
Ultima modifica:
Buona questa news.......provo la traduzione ;)

.La partenza della Virginia eyes il mercato 20 marzo 2006 del diabete $13 miliardo da Muphen Whitney TechJournal del sud Che cosa il diabete, i rifiuti del transplant dell'organo ed il laryngitis hanno il in comune? La risposta è infiammazione. L'infiammazione, infatti, è la causa di molti ills fisici nel corpo umano. DiaKine, Inc., di Charlottesville, la Virginia, non può fornire le soluzioni ad ogni problema causato tramite infiammazione, ma questa azienda della sviluppo-fase sta intraprendendo con successo i problemi del ruolo dell'infiammazione nei transplants dell'organo e del diabete. Le implicazioni economiche e sociali del diabete stanno vacillando. Secondo l'associazione che americana del diabete 20.8 milione di persone in unito Dichiarano, circa 7 per cento della popolazione, abbia diabete. Di questi, 14.6 sono stati diagnosticati mentre altri 6.2 milioni rimangono undiagnosed; 1.5 milione nuovi casi del diabete sono stati diagnosticati l'anno scorso nella gente in 20 anni. Un'altra statistica di vacillamento: 41 milione Americani sono in uno stato pre-diabetico. Tutto il questo aggiunge annualmente fino ad un'occasione del mercato potenziale al di sopra di $13 miliardo per le terapie del DiaKine, di cui le proprietà di modulazione antinfiammatorie ed immuni uniche richiamano il tipo 1 ed il tipo 2 il diabete così come molte complicazioni diabetes-related. L. Nadler jerry, MD, che è capo dell'endocrinologia e del metabolismo all'università di Virginia e direttore del centro dell'ormone e del diabete di merito, ha fondato DiaKine nel mese di febbraio del 2004. Il Dott. Nadler, che serve da presidente del DiaKine del Bordo e dell'ufficiale scientifico principale, è un esperto in materia della patogenesi del diabete. Il finanziere James B. Farinholt, Jr., del capitale alto delle quercie e Mary Anne Latona Nadler è gli altri due fondatori dell'azienda. La sig.ra Nadler attualmente è un direttore dell'azienda e un vice presidente degli affari e dello sviluppo di prodotto regolatori; Il sig. Farinholt è un direttore dell'azienda. Keith Ignotz, un esecutivo corporativo maggiore con più di 25 anni di esperienza di mercato globale del healthcare e 15 anni di esperienza in diabete, serv come direttore dell'azienda e da presidente del DiaKine e di direttore generale. Il residuo di cavo del DiaKine Lisofylline (LSF) originalmente è stato sviluppato da Cell Therapeutics (CTI) come droga di trattamento del cancro. Il Dott. Nadler ha ricercato le proprietà antinfiammatorie di LSF ed ha riferito i residui come agenti che potenzialmente potrebbero curare la causa della radice del diabete insulina-dipendente. Nel mese di dicembre 2004 DiaKine ottenuto un esclusivo, l'autorizzazione in tutto il mondo da CTI sviluppare ed introdurre i prodotti sul mercato basati sulle scoperte si è associata con LSF che fornirà i trattamenti migliorati per il tipo 1 ed il tipo 2 il diabete, sindrome metabolica ed altre complicazioni del diabete. L'accordo di autorizzazione con CTI fornisce DiaKine la nuova applicazione d'investigazione della droga (IND) per LSF e la chimica, il manufacturing e le informazioni di comandi; dati non-clinici di tossicologia e di farmacologia; e dati di prova clinici affinchè DiaKine usino nel relativo sviluppo di prodotto. La proprietà di questa tecnologia ha dato a DiaKine il risparmio di 4-years nei costi di sviluppo e di tempo. Lisofylline (LSF) è una droga della piccolo-molecola che è stata indicata al blocco le azioni infiammatorie e distruttive degli agenti immuni denominati cytokines. Cytokines è componenti nella via di infiammazione che distrugge insulina-produrre le cellule. Poiché il diabete è una malattia autoimmune, questa azione è importante in diabete di tipo 1 ed in diabete autoimmune latente degli adulti (LADA).

.Oggetto: Diakine 2 vicino: msg di gila_munster1 04/18/06 06:36 pm: 179120 di 179205 Gli studi hanno dimostrato gli effetti di modulazione immuni del LSF 1) sulla rete di cytokine e 2) nella protezione delle cellule beta pancreatiche dall'attacco immune. Gli studi di Preclinical hanno indicato che LSF aumenta la beta funzione delle cellule e produzione dell'insulina. LSF bene è stato tollerato e non ha indicato la tossicità principale nella tossicologia animale e negli studi clinici in cui è stata studiata. Finora DiaKine ha sintetizzato più di 2.000 varianti chimiche di LSF. L'analisi ha indicato che due dei residui, distacco 22669 e distacco 23552, hanno dimostrato la biodisponibilità orale in primati e non hanno mostrato la tossicità significativa in schermi di pharma. Questi due residui sono candidati del cavo per ulteriore sviluppo da DiaKine. Oltre che il relativo uso in diabete, LSF può avere un effetto significativo sui transplants dell'organo. Finora è stato indicato che LSF migliora il rendimento funzionale delle cellule erogarici e protegge dal rifiuto che è dovuto la risposta infiammatoria. Ciò apre annualmente un mercato supplementare degno circa $150 milioni. Nell'immediato futuro il DiaKine continuerà ad istituire l'azienda come intervento di sviluppo globale pieno-integrato del prodotto venendo a contatto delle relative pietre per ricerca e sviluppo, manufacturing, l'introduzione sul mercato e le vendite di contratto, formando le associazioni strategiche ed i collaborations di impresa unita. Azienda con un'occhiata: Profilo di azienda: Diakine Therapeutics Company: Ottimizzazione del diabete come bersaglio. Web site: numero di www.diakine.com di impiegati: 2 a tempo pieno. Posizione: Charlottesville, Investimento Della Virginia: $1.5 milioni nel finanziamento. Finanziamento di capitali di rischio singolo alto attualmente di ricerca di serie A della cifra. Investitori: Investitori di angelo con gli investimenti che variano da $100K a più di $200K

.
Il laboratorio di UVa genera il trattamento possibile del diabete da Sarah Barry/produttore quotidiano 17 aprile 2006 del personale di progresso I mouse nel laboratorio del Dott. Jerry Nadler sembrano sottili e skittish all'interno delle loro gabbie libere. Hanno l'equivalente del mouse del diabete di tipo 1. Ma non soffriranno molto più lungamente. Dopo che quasi due anni di lavoro, di Nadler e dei suoi ricercatori del collega invertano con successo il corso della malattia in mouse. Nadler, che è capo dell'università di divisione della Virginia dell'endocrinologia e del metabolismo, ha unito due droghe, che già sono state esaminate esclusivamente sugli esseri umani. Uno, lisofylline, è una droga sperimentale che arresta il corpo dall'uccisione delle relative proprie cellule insulina-producenti nel pancreas. L'altra droga, exendin-4, promuove lo sviluppo di nuove cellule pancreatiche. "abbiamo avuti l'idea che se uniste i due, qualcosa che arrestasse la distruzione delle cellule e di qualcosa che causasse lo sviluppo delle cellule, lavorerebbe più meglio insieme che da solo," Nadler detto. È la distruzione del corpo di insulina producendo le cellule in diabete di tipo 1 che rende il corpo della persona incapace regolare lo zucchero di anima, potenzialmente con conseguente complicazioni quali cecità, danni del nervo, guasto del rene o la malattia di cuore. La combinazione del Nadler delle cellule pancreatiche interrotte delle droghe non soltanto dal essere distrutto, ma persino essere tenuto conto i nuovi clienti del diabete di growth.Type 1 per circa 5 - 10 per cento di tutte le diagnosi del diabete ma delle relative vittime designate rende la malattia particolarmente tragica. Precedentemente conosciuto come diabete giovanile, la malattia si presenta il più spesso in bambini ed in adulti giovani, anche se gli adulti possono essere diagnosticati con esso pure. Secondo i centri per controllo e la prevenzione di malattia, interessa uno su ogni 400 - 500 bambini più giovane di 20. Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune senza singola causa o innesco conosciuta. "il corpo riconosce le cellule nel pancreas come essendo straniero, basicamente le uccide e le rende incapaci produrre l'insulina," Tim spiegato Robertson, un educatore del diabete con l'associazione americana del diabete. "il relativo genere di caso strano per quanto sappiamo." Che cosa fa il trattamento del Nadler potenzialmente così efficace è che le due droghe che ha unito hanno obiettivi molto specifici. Mentre altri immunosoppressori generali possono arrestare il sistema immune dal distruggere il tessuto sano, inoltre lasciano il corpo vulnerabile ad altre infezioni. Lisofylline, finora, è stato indicato all'obiettivo soltanto che via che specifica quello conduce alla distruzione delle cellule nel pancreas. Exendin-4 è ugualmente specifico. Mentre induce lo sviluppo delle cellule nel pancreas, Nadler ha detto che non è stato indicato per causare lo sviluppo incontrollato delle cellule, in grado di condurre ai tumori. "che è sempre una preoccupazione per qualche cosa," Nadler ha detto. "ma exendin-4 causa soltanto lo sviluppo molto lento dell'insulina producendo le cellule." Un altro beneficio di entrambe le droghe già che sono esaminate esclusivamente sulla gente è che il processo di passare sopra dal usando le droghe sugli animali agli esseri umani può essere streamlined. Mentre prende normalmente i progetti cinque - 10 anni al movimento dalle prove sugli animali alle prove cliniche umane, Nadler valuta che la sua combinazione della droga potrebbe andare alla prova dentro poco quanto un anno o due. "ecco perchè siamo in modo da eccitato per vedergli i risultati con," ha detto. Ci era un altro positive nelle prove del Nadler. Dopo che il trattamento dei mouse sia interrotto, i critters hanno continuato a produrre l'insulina attraverso la conclusione dell'esperimento, fino a 145 giorni dopo che i farmaci fossero cessati. "che è abbastanza un molto tempo in un animale fare invertire il diabete," Nadler ha detto. "è emozionante perché i pazienti non possono dovere essere sui farmaci molto lungamente." La parte seguente del progetto determinerà la durata del trattamento e quanto di ogni droga deve essere amministrato. "la quantità minima di farmaco che avete bisogno di, il migliore," Nadler detto. Lui ed i suoi ricercatori inoltre proveranno a determinare come il trattamento arresta il corpo dal distruggere le cellule anche dopo che i farmaci più non sono usati. Ci sono migliaia della gente che potrebbe potenzialmente trarre beneficio da questo trattamento se dimostra efficace in esseri umani, Nadler detto. "interessa tutto, dai bambini piccoli alla gente più anziana."
.
 
Ultima modifica:
Artes ha scritto:
Buona questa news.......provo la traduzione ;)

.La partenza ...
.

scusa Artes, ma se la postavi in aramaico antico forse sarebbe stata piú comprensibile :p ;)
 
Earth Simulator ha scritto:
scusa Artes, ma se la postavi in aramaico antico forse sarebbe stata piú comprensibile :p ;)

:D Lo sò, ma comunque qualcosa si capisce :rolleyes: ;)
 
Pre-effective amendment to an S-3 filing
 

Allegati

  • CELLTHERAPEUTICS.pdf
    164,6 KB · Visite: 133
ecco qua

ecco il file
 

Allegati

  • CELLTHERAPEUTIC4.pdf
    25,3 KB · Visite: 106
momitrader ha scritto:
http://www.cticseattle.com/investors_financial.htm

avete letto quello del 19-04 sembrerebbe che la conversione era a 1,80 $ o non ho capito nulla io

Non ho molta voglia di approfondire, ma credo che si riferisca al nuovo piano di compensazione dei membri del CDA.
Lo puoi trovare nell'8-K del 27 febbraio.
Una cosa che non torna e' che il prezzo di esecizio delle stock-option dovrebbe essere 1,97 e non 1,8 $.
 
Cell Therapeutics, Inc. Announces Issuance of $33.2 Million in Convertible Senior Notes in Exchange for $40.7 Million of Existing Subordinated Debt
SEATTLE, April 25, 2006 /PRNewswire-FirstCall via COMTEX News Network/ -- Cell Therapeutics, Inc. (CTI) (Nasdaq: CTIC; MTAX) today announced that it has entered into an agreement to issue approximately $33.2 million of its 7.5% convertible senior notes (the "Notes") due 2011 in exchange for approximately $39.5 million of its outstanding 5.75% Convertible Senior Subordinated Notes due 2008 (the "Senior Subordinated Notes") and approximately $1.2 million of its outstanding 5.75% Convertible Subordinated Notes due 2008 (the "Subordinated Notes") in a private placement exempt from the registration requirements of the Securities Act of 1933, as amended (the "Securities Act").

The Notes will bear interest at a rate of 7.5% per annum and will be convertible for shares of CTI common stock at the rate of 478.519 shares per $1,000 principal amount of Notes, which is equivalent to an initial conversion price of approximately $2.09 per share, or 115% of the trailing five-day volume weighted average trading price of CTI common stock on April 20, 2006. The Notes will rank pari passu in right of payment with all existing and future senior indebtedness of CTI, including Notes that may be outstanding now and in the future and CTI's currently outstanding 6.75% Convertible Senior Notes due 2010, and will rank senior in right of payment to CTI's currently outstanding Senior Subordinated Notes, Subordinated Notes, and 4% Convertible Senior Subordinated Notes due 2010.

The exchange is expected to close on or about April 27, 2006, subject to certain closing conditions. CTI cannot provide any assurance regarding the amount of Notes to be issued pursuant to the exchange agreement, if any, until the exchange is closed.

The Notes to be issued pursuant to the exchange agreement have not been registered under the Securities Act or any state securities laws. The Notes to be issued pursuant to the exchange agreement and the common stock issuable upon conversion of the Notes to be issued pursuant to the exchange agreement may not be offered or sold in the United States absent registration or an applicable exemption from the registration requirements of the Securities Act and any applicable state laws.

This announcement is neither an offer to sell nor a solicitation of an offer to buy any of these securities. No offer, solicitation or sale will be made in any jurisdiction in which such offer, solicitation or sale is unlawful.

This press release includes forward-looking statements that involve a number of risks and uncertainties, the outcome of which could materially and/or adversely affect actual future results. The risks and uncertainties include the risk that the above described transaction will not close as a result of the failure to meet closing conditions, investors may breach or withdraw their commitment, and until closed there is no assurance that it will close or what the total amount may be, and other risk factors listed or described from time to time in the Company's filings with the Securities and Exchange Commission including, without limitation, the Company's most recent filings on Forms 10-K and 8-K. CTI is under no obligation to (and expressly disclaims any such obligation to) update or alter its forward-looking statements whether as a result of new information, future events, or otherwise.

SOURCE Cell Therapeutics, Inc.
 
Cell Therapeutics, Inc. Announces Public Offering of $33.2 Million in Convertible Senior Notes
SEATTLE, April 25 /PRNewswire-FirstCall/ -- Cell Therapeutics, Inc. (CTI) (Nasdaq: CTIC; MTAX) today announced that it has entered into an agreement to issue approximately $33.2 million aggregate principal amount of its 7.5% convertible senior notes (the "Notes") due 2011 in an underwritten public offering. CTI has also granted the underwriter a 30-day option to purchase up to an additional $5 million of notes to cover over-allotments.

The Notes will bear interest at a rate of 7.5% per annum and will be convertible for shares of CTI common stock at the rate of 478.519 shares per $1,000 principal amount of Notes, which is equivalent to an initial conversion price of approximately $2.09 per share, or 115% of the trailing five-day volume weighted average trading price of CTI common stock on April 20, 2006. The Notes will rank pari passu in right of payment with all existing and future senior indebtedness of CTI, including Notes being issued in a concurrent exchange for certain of CTI's existing subordinated debt and CTI's currently outstanding 6.75% Convertible Senior Notes due 2010, and will rank senior in right of payment to CTI's outstanding 5.75% Convertible Senior Subordinated Notes due 2008, 5.75% Convertible Subordinated Notes due 2008, and 4% Convertible Senior Subordinated Notes due 2010.

The offering is expected to close on or about April 27, 2006, subject to certain closing conditions, including the condition that the prospective investors have not withdrawn their commitment to purchase the Notes. CTI cannot provide any assurance regarding the amount of Notes to be issued, if any, until the offering has been completed.

CRT Capital Group, LLC is acting as book-running manager of the offering. Information about the offering is available in the prospectus supplement and the accompanying prospectus for the offering filed with the Securities and Exchange Commission. Copies of the prospectus supplement can be obtained from CRT Capital Group, LLC at 262 Harbor Drive, Stamford, CT 06902, 203-569-6800.

A shelf registration statement relating to the Notes to be issued pursuant to the offering has been filed with the Securities and Exchange Commission and has become effective. This announcement is neither an offer to sell nor a solicitation of an offer to buy any of these securities. No offer, solicitation or sale will be made in any jurisdiction in which such offer, solicitation or sale is unlawful.

This press release includes forward-looking statements that involve a number of risks and uncertainties, the outcome of which could materially and/or adversely affect actual future results. The risks and uncertainties include the risk that the above described transaction will not close as a result of the failure to meet closing conditions, investors may breach or withdraw their commitment, and until closed there is no assurance that it will close or what the total amount may be, and other risk factors listed or described from time to time in the Company's filings with the Securities and Exchange Commission including, without limitation, the Company's most recent filings on Forms 10-K and 8-K. CTI is under no obligation to (and expressly disclaims any such obligation to) update or alter its forward-looking statements whether as a result of new information, future events, or otherwise.

SOURCE Cell Therapeutics, Inc.
-0- 04/25/2006
/CONTACT: investors, Leah Grant, +1-206-282-7100, or fax,
+1-206-272-4434, or invest@ctiseattle.com, or media, Susan Callahan,
+1-206-272-4472, or fax, +1-206-272-4434, or media@ctiseattle.com, both of
Cell Therapeutics, Inc./
/Web site: http://www.cticseattle.com/
(CTIC)

CO: Cell Therapeutics, Inc.; CRT Capital Group, LLC
ST: Washington
IN: BIO MTC
SU: OFR

JB-EB
-- SFTU098 --
5010 04/25/2006 11:35 EDT http://www.prnewswire.com
 
ell Therapeutics, Inc. annuncia l'emissione di $33.2 milioni nelle note maggiori convertibili in cambio di $40.7 milioni di debito subordinato esistente
SEATTLE, 25 aprile 2006 /PRNewswire-FirstCall via la rete di notizie di COMTEX -- Cell Therapeutics, Inc. (CTI) (Nasdaq: CTIC; MTAX) oggi annunciato che ha preso parte ad un accordo pubblicare circa $33.2 milioni di relativo debito maggiore convertibile 2011 delle 7.5% note (“nota„) in cambio di circa $39.5 milioni di relativi 5.75% milioni subordinati maggiori convertibili eccezionali delle note 2008 dovuto (“le note subordinate maggiori„) e circa $1.2 di relative 5.75% note subordinate convertibili eccezionali 2008 dovuto (“le note subordinate„) in una disposizione riservata esente dai requisiti di registro della Legge di sicurezze di 1933, come emendato (“la Legge di sicurezze„).

Le note sopporteranno l'interesse ad un tasso di 7.5% all'anno e saranno convertibili per le parti dei titoli ordinari di CTI al tasso di 478.519 parti per una quantità dei $1.000 principali di note, che è equivalente ad un prezzo di conversione iniziale di circa $2.09 per la parte, o 115% del volume di cinque giorni strascicante ha appesantito il prezzo di commercio medio dei titoli ordinari di CTI il 20 aprile 2006. Le note allineeranno il passu di pari nella destra del pagamento con tutto l'esistere e nel indebitamento maggiore futuro di CTI, compreso le note che possono essere eccezionali ora ed in avvenire e note maggiori convertibili eccezionali 2010 dovuto di CTI attualmente 6.75% ed allineeranno l'anziano nella destra del pagamento alle note subordinate maggiori eccezionali di CTI attualmente, alle note subordinate ed alle note subordinate maggiori convertibili 2010 dovuto di 4%.

Lo scambio si pensa che si chiuda su o circa il 27 aprile 2006 salvo determinate circostanze di chiusura. CTI non può fornire alcun'assicurazione per quanto riguarda la quantità di note da pubblicarsi conforme all'accordo di scambio, all'occorrenza, fino a che lo scambio non sia chiuso.

Le note da pubblicarsi conforme all'accordo di scambio non sono state registrate sotto le sicurezze Legge o affatto per dichiarare le leggi di sicurezze. Le note da pubblicarsi conforme all'accordo di scambio ed ai titoli ordinari issuable sulla conversione delle note pubblicarsi conforme all'accordo di scambio non possono essere offerte o venduto nel registro assente degli Stati Uniti o in un'esenzione applicabile dai requisiti di registro della Legge di sicurezze e di tutto l'applicabile dichiari le leggi.

Questo annuncio è nè un'offerta da vendere nè una sollecitazione di un'offerta per comprare qualcuno di questi sicurezze. Nessun'offerta, sollecitazione o vendita saranno fatte in tutta la giurisdizione in cui tale offerta, sollecitazione o vendita è illegale.

Questo comunicato stampa include di andata-osservare le dichiarazione che coinvolgono un certo numero di rischi e di incertezze, il risultato di cui potrebbe interessare materialmente e/o avversamente i risultati futuri reali. I rischi e le incertezze includono il rischio che la transazione precedentemente descritta non chiuderà come conseguenza dell'omissione di riempire le circostanze di chiusura, investitori possono aprire un varco o ritirare il loro impegno e fino a chiuso non ci sono assicurazione che si chiuderà o che cosa l'importo totale può essere ed altri fattori di rischio elencati o descritti di tanto in tanto nelle limature dell'azienda con la Commissione di scambio e di sicurezze compreso, senza limitazione, le limature più recenti dell'azienda sulle forme 10-K e 8-K. CTI è sotto nessun obbligo (ed espressamente smentisce qualsiasi obbligo) di aggiornare o alterare le relative dichiarazione di andata-osservanti se come conseguenza di nuove informazioni, eventi futuri, o al contrario.

SOURCE Cell Therapeutics, Inc.
 
AZIONI SHORTS AL 15 aprile: 8,821,553
Aumentate di 2.300.000 dal mese precedente.
 
Indietro