Cementificare il sud Italia come il sud della Spagna

Perche' te la vedi in quel modo. Basta vederlo con un'altra angolazione. Hai un bel terreno dove e' possibile farci un albergo? Ti do la cubatura per farlo (poi se c'e' sopra una baracca ..... chissene).
Le "centinaia di migliaia di euro" le pagherebbe il mercato, non c'e' nessun obbligo a nessuno di farlo.

In ogni caso questa e' l'UNICA SOLUZIONE praticabile. STOP.


Lo dico solo perchè io ROSIKEREI PARECCHIO... come una certa parte in arena politica per altri motivi :D
 
ma non bisogna dimenticare le agevolazioni fiscali ed i contributi che caratterizzano il comparto.

Ah ecco!!!

Quelli che non falliscono rimangono in attivita' grazie al furto ai danni della collettivita'.

E questo sarebbe il tuo modello di sviluppo?
 
Lo dico solo perchè io ROSIKEREI PARECCHIO... come una certa parte in arena politica per altri motivi :D

Ehhh guarda che il vero motivo per cui non si fa e' proprio quello.


Il risultato? rimanere tutti poveri e rosicare che gli altri paesi stanno diventando sempre piu' ricchi.

Mentre noi sempre piu' poveri ......
 
Non direi che stiano fallendo, solo che visto il boom degli scorsi anni molti si sono improvvisati abbassando notevolmente la qualità media. Ma non sono d'accordo sul fatto che vadano male, chiaramente dipenderà anche dalle zone geografiche; ma non bisogna dimenticare le agevolazioni fiscali ed i contributi che caratterizzano il comparto.

Ok , la riduzione dei margini da concorrenza ci stava tutta dati i prezzi.

Mi interesserebbe sapere le proporzioni tra chi aveva l'azienda e l'ha convertita in agriturismo e chi l'ha comprata appositamente. Sai niente ?

Credo che solo dei secondi si possa , se dal caso, dire che vanno male. O sbaglio ?
 
Ok , la riduzione dei margini da concorrenza ci stava tutta dati i prezzi.

Mi interesserebbe sapere le proporzioni tra chi aveva l'azienda e l'ha convertita in agriturismo e chi l'ha comprata appositamente. Sai niente ?

Credo che solo dei secondi si possa , se dal caso, dire che vanno male. O sbaglio ?

La normativa chiaramente aveva l'intento di far arrotondare le entrate agli agricoltori. Chi ha comprato un'azienda senza essere del mestiere per fare agriturismo sicuramente avrà avuto difficoltà maggiori. L'agricoltore che adibisca alcuni locali all'uopo invece dovrebbe andar bene, nel senso che non avrà sopportato grossi investimenti.
 
Ah ecco!!!

Quelli che non falliscono rimangono in attivita' grazie al furto ai danni della collettivita'.

E questo sarebbe il tuo modello di sviluppo?

Non è il mio modello di sviluppo. E non approvo nemmeno le quote e le sovvenzioni europee. Se non sei capace di star sul mercato... provi a cercare un altro lavoro. Così facendo si potrebbe anzi rilanciare la nostra agricoltura perchè la miriade di fondi di pochi ettari andrebbero ad unirsi nelle mani di aziende medio-grandi che permetterebbero di diffondere a livello nazionale l'industrializzazione in agricoltura, facendola guadagnare in produttività e competitività.
 
Ehhh guarda che il vero motivo per cui non si fa e' proprio quello.


Il risultato? rimanere tutti poveri e rosicare che gli altri paesi stanno diventando sempre piu' ricchi.

Mentre noi sempre piu' poveri ......


Hai ragione, ne sono consapevole. Ma secondo me l'ipotesi dell'esproprio al sud non è da scartare a priori. Ha funzionato per costruire un sacco di capannoni. Certo che molti di sti capannoni son stati costruiti per speculazione, ma la colpa credo che sia della legge 488 e altre menate, non dell'esproprio in sè, anche perchè se entro 5 anni dall'esproprio non si fa nulla, cade la pubblica utilità.
 
Mi interesserebbe sapere le proporzioni tra chi aveva l'azienda e l'ha convertita in agriturismo e chi l'ha comprata appositamente. Sai niente ?

X % contro Y%

X e Y = ?
 
Mi interesserebbe sapere le proporzioni tra chi aveva l'azienda e l'ha convertita in agriturismo e chi l'ha comprata appositamente. Sai niente ?

X % contro Y%

X e Y = ?

prova a fare un semplice business plan per un agriturismo, ci arrivi da solo.
 
p.s.

mister formaggio che fine ha fatto...ancora a rimirar le terre:D:D:D;):bye:
 
E invece la colpa e' proprio dello stato con la legge galasso e le leggi demaniali.

Nessuno investe piu' sulle coste italiane, che infatti si stanno degradando tutte.

La voglia di fare c'e', eccome se c'e'.

Tu devi essere uno fuori di testa.

L'Italia detiene il record di consumo procapite di cemento..

il record di abusivismo edilizio con relativi "condoni" (parola sconosciuta all'estero)...

basta una qualsiasi serie storica di rilevamenti aerei per dimostrare a occhio nudo come le coste del sud siano state letteralmente divorate (non parliamo ad esempio della Sardegna, dove tra Aga Khan, Berlusconi, Ligresti e chi più ne ha più ne metta buona parte della Costa Smeralda è diventata irriconiscibile)...

e tu ancora incredibilmente parli di "cementificare" ???? :eek::eek:KO!:mmmm:

il (falso) mito delle costruzioni=sviluppo è ormai un mito, poteva andar bene negli anni '60...
ma ora cosa e per chi si deve costruire? La popolazione non cresce più, e allora? Seconde case? Terze? Quarte? Quindicesime?
Coste che ormai sembrano tal quali periferie urbane?

Ci sono INTERE CITTA' abusive (Gela) e tu mi parli di permessi che sono laboriosi?
E vorrei vedere! O non condoni per niente l'abusivismo (e lo BUTTI GIU'), oppure se lo sani non puoi far finta che non esista e pianificare l'edilizia come se avessi davanti una tabula rasa (che invece è già piena di case).

Poi la frase che "le coste italiane si stanno degradando tutte" è semplicemente comica. Ma guarda un po' la natura lasciata sola senza le amorevoli "cure" dell'uomo a suon di palazzoni si degrada... :rolleyes:

quando vedi gli atolli tropicali, o le scogliere di Portofino, o le isolette dell'arcipalago toscano...uh, che degrado...meglio Capri o Ischia (sulle quali parlo con cognizione di causa: ho una casa ereditata dai nonni e son 5 anni che non ci metto piede. Mi sembra di stare in città KO!).
 
Tu devi essere uno fuori di testa.

L'Italia detiene il record di consumo procapite di cemento.. KO!).

si perche' il cemento si mangia ........

ecco la coscienza finto verde ambientalista distruttrice di ricchezza dove ci porta. A sconclusionati ragionamenti e a piu' poverta' per tutti.

Facciamo come dici te, blocchiamo tutta l'attivita' edilizia ....... e poi emigra perche' qua morirari di fame.
 
(non parliamo ad esempio della Sardegna, dove tra Aga Khan, Berlusconi, Ligresti e chi più ne ha più ne metta buona parte della Costa Smeralda è diventata irriconiscibile)...

o poverino te vuoi la natura incontaminata ... magari andare in spiaggia e prendersi un bel morso di una bella vipera velenosa.

La costa smeralda ci e' invidiata in tutto il mondo e a voi PAZZI finti ambientalisti non vi va manco bene quella.

Fosse per me vi metterei in galera tutti ... anzi no, lavoro forzato in cantiere: a tutti voi verdi farei fare i muratori a pane ed acqua.
 
Poi la frase che "le coste italiane si stanno degradando tutte" è semplicemente comica. Ma guarda un po' la natura lasciata sola senza le amorevoli "cure" dell'uomo a suon di palazzoni si degrada... :rolleyes:

tu e gli amici tuoi siete fuori di testa. Volere la "natura lasciata sola" E' PURA FOLLIA.

Perche' non distruggi la tua casa e te ne vai a dormire in una caverna (se la trovi senno all'addiaccio)?
Perche' non ti colleghi da internet sotto la pioggia in campagna (anziche da casa/lavoro/scuola)?
Perche' non ti fai curare dallo stregone africano sotto una rocca anziche in un ospedale?
Perche' non te ne vai in vacanza nel deserto del gobi?

Parlate sempre male della modernita' poi quando vi manca uno stecchino vi mettete ad urlare e lo pretendete come diritto.


A pane ed acqua ... anzi manco il pane: per farlo serve un panificio che sta in una struttura di cemento :no: ... quindi mangiatevi il grano puro.


Parlate, parlate, parlate e scrivete una marea di fesserie, per poi comportarvi completamente ALL'OPPOSTO DEL VOSTRO PENSIERO.

Siete una nullita' totale.
 
si perche' il cemento si mangia ........

ecco la coscienza finto verde ambientalista distruttrice di ricchezza dove ci porta. A sconclusionati ragionamenti e a piu' poverta' per tutti.

Facciamo come dici te, blocchiamo tutta l'attivita' edilizia ....... e poi emigra perche' qua morirari di fame.

Ripeto e ribadisco: tu sei fuori di testa e scrivi senza sapere neppure cosa.

Quando parlo di "consumo di cemento" intendo appunto la quantità di cemento consumata IN TOTALE, NEGLI ANNI, e divisa per il numero di abitanti (procapite).

Bene: l'Italia ha i seguenti RECORD MONDIALI:
numero di metri quadri medio di abitazioni procapite (e questo perchè le seconde case "di massa" esistono solo da noi; per non parlare delle terze, quarte, ecc.);
numero di km. di strade per chilometro quadrato (sembra strano a dirsi, vero? abbiamo il maggior fitticchiume di asfalto, anche se sembra che le strade non bastino mai: ma questo semplicemente perchè, a nostra volta, abbiamo anche il record di vetture per abitante)!

Abbiamo quindi GIA' più case, più strade e più macchine di tutti! Ossia un concentrato soffocante di cemento e di lamiere!

SONO NUMERI, non fantasie di quelli che tu chiami i "finti ambientalisti"! Numeri oggettivi!!!!

Ma lo sai che vent'anni fa a Roma quello che oggi è il Parco dell'Appia Antica (parliamo cioè di una lingua di terra zeppa di ruderi romani) che arriva dai Castelli fin quasi al Circo Massimo ha rischiato di essere sepolta sotto un mare di palazzoni previsti da un vecchio scellerato Piano Regolatore?
Oggi mezzo mondo viene a Roma solo per visitare quell'area (e nel far questo APPORTA ALLA CITTA' SOLDI CONTANTI E SONANTI: spendendo in alberghi, ristoranti, servizi, ecc.). Se ci fossero solo palazzi credi che verrebbe a visistare quelli????
Vogliamo parlare di parchi? Ci sono fior di studi che dimostrano quanto siano mediamente lievitati i c/c dei residenti in Abruzzo per effetto del traino all'economia indotto dal Parco nell'intero dopoguerra. A tal punto che la regione è uscita dalla lista delle aree povere (cioè con un reddito procapite almeno del 15% sotto la media) che avevano diritto a ricevere gli aiuti europei. In qull'elenco invece è rimasto tutto il Sud Italia, dove (al contrario di quanto affermi) si è costruito a più non posso.

Tu attribuisci agli altri etichette integraliste a tuto totale comodo e piacimento.
Nessuno si sogna di dire che le case, SE SERVONO, non debbano essere costruite; che un ospedale, SE SERVE, non debba essere costruito; che una scuola o un carcere, se SERVONO, non debbano essere costruiti; che il panificio di cui straparli, SE SERVE, non debba essere costruito. Ben vengano!!!
Il punto è semplicemente che in realtà TUTTO CIO' CHE SERVE è GIA' stato fatto, e da parecchio tempo (tranne le carceri: e infatti NON MI SOGNO NEPPURE di dire che non debbano costruirne di nuovi piuttosto che vedere altri indulti).
Altrimenti come mai sentiamo parlare, ad esempio, di bolla immobiliare se non fosse che l'offerta (effettiva e potenziale) è già di gran lunga superiore alla domanda? Come può essere che servano sempre nuove case se la popolazione è sempre la stessa e semmai diminuisce? Come mai solo in Italia c'è questa specie di cultura della seconda casa di massa che non esiste altrove? e proprio da noi dove la densità abitativa è tra le maggiori e la struttura del territorio tra le più sfavorevoli (poca pianura)?
La coperta è stata tirata per anni tutta da una parte. E ormai si avvertono drammaticamente tutte le carenze, tutta la SCARSITA' di quelle cose a cui finora non si è mai dato peso: lo spazio; il verde; l'acqua.

A proposito di acqua: ormai la siccità estiva è una costante e l'acqua vale oro; i villaggi turistici ne divorano una marea per usi superflui (piscine, ecc.) e tu hai ancora il coraggio di indicarmeli come motore di sviluppo?

Io non sono affato un estremista, ripero. Ciò che serve va fatto. Mi parli di blocco dell'edilizia e ignori che per 50 anni l'Italia è campata sull'edilizia.
E' nel TUO modo di ragionare che c'è l'estremismo perchè non si ravvisa alcun equilibrio tra esigenze opposte. Perchè in realtà fare il palazzinaro significa campare di rendita: un terreno acquista valore per il solo fatto di diventare edificabile. Ma acquista valore per chi? Solo per il palazzinaro. E porta soldi solo nelle sue tasche! Tutte le conseguenze negative invece pesano sulla collettività, altro che sviluppo per tutti! Il risultato è che dopo 50 anni di questo andazzo siamo in coda a tutti i Paesi industrializzati...e ti credo! L'edilizia è il motore dell'economia all'inizio, roba da Paesi emergenti, poi è nella logica delle cose che debba lasciare il passo. Gli unici che non vogliono ammetterlo (per i propri interessi) sono ovviamenete solo quelli che ci hanno guadagnato e che vogliono contnuare a farlo inventandosi un'equazione con lo sviluppo che in realtà non da un certo punto in poi non esiste più!

D'altro canto, me lo spieghi perchè tanti italiani vanno al mare negli atolli anzichè ad Ostia o a Rimini all'ombra dei tuoi ammirati palazzoni?
Me lo spieghi perchè palazzinari o ex palazzinari come ad esempio il nostro prossimo capo del Governo poi le loro residenze private sono quanto di più isolato e inaccessibile possa esserci? La Villa Certosa di Berlusca in Sardegna non ha una sola casa vicino nel raggio di chilometri! Ha intorno un parco gigantesco! Il mare e la costa davanti sono integri! ma com'è cha costruiscono i villaggi e poi, anzichè andarci ad abitare loro per primi, hanno dimore che sono l'ESATTO CONTRARIO rispetto a questo che viene contrabbandato per scintillante modello di sivluppo? Perchè Berlusca vuole godere di quel panorama (e conservarlo con tutta cura) mentre invece lo nega a tutti gli altri distruggendolo in altri posti?
 
Ultima modifica:
Ripeto e ribadisco: tu sei fuori di testa e scrivi senza sapere neppure cosa.

Quando parlo di "consumo di cemento" intendo appunto la quantità di cemento consumata IN TOTALE, NEGLI ANNI, e divisa per il numero di abitanti (procapite).

Bene: l'Italia ha i seguenti RECORD MONDIALI:
numero di metri quadri medio di abitazioni procapite (e questo perchè le seconde case "di massa" esistono solo da noi; per non parlare delle terze, quarte, ecc.);
numero di km. di strade per chilometro quadrato (sembra strano a dirsi, vero? abbiamo il maggior fitticchiume di asfalto, anche se sembra che le strade non bastino mai: ma questo semplicemente perchè, a nostra volta, abbiamo anche il record di vetture per abitante)!

Abbiamo quindi GIA' più case, più strade e più macchine di tutti! Ossia un concentrato soffocante di cemento e di lamiere!

SONO NUMERI, non fantasie di quelli che tu chiami i "finti ambientalisti"! Numeri oggettivi!!!!

Ma lo sai che vent'anni fa a Roma quello che oggi è il Parco dell'Appia Antica (parliamo cioè di una lingua di terra zeppa di ruderi romani) che arriva dai Castelli fin quasi al Circo Massimo ha rischiato di essere sepolta sotto un mare di palazzoni previsti da un vecchio scellerato Piano Regolatore?
Oggi mezzo mondo viene a Roma solo per visitare quell'area (e nel far questo APPORTA ALLA CITTA' SOLDI CONTANTI E SONANTI: spendendo in alberghi, ristoranti, servizi, ecc.). Se ci fossero solo palazzi credi che verrebbe a visistare quelli????
Vogliamo parlare di parchi? Ci sono fior di studi che dimostrano quanto siano mediamente lievitati i c/c dei residenti in Abruzzo per effetto del traino all'economia indotto dal Parco nell'intero dopoguerra. A tal punto che la regione è uscita dalla lista delle aree povere (cioè con un reddito procapite almeno del 15% sotto la media) che avevano diritto a ricevere gli aiuti europei. In qull'elenco invece è rimasto tutto il Sud Italia, dove (al contrario di quanto affermi) si è costruito a più non posso.

Tu attribuisci agli altri etichette integraliste a tuto totale comodo e piacimento.
Nessuno si sogna di dire che le case, SE SERVONO, non debbano essere costruite; che un ospedale, SE SERVE, non debba essere costruito; che una scuola o un carcere, se SERVONO, non debbano essere costruiti; che il panificio di cui straparli, SE SERVE, non debba essere costruito. Ben vengano!!!
Il punto è semplicemente che in realtà TUTTO CIO' CHE SERVE è GIA' stato fatto, e da parecchio tempo (tranne le carceri: e infatti NON MI SOGNO NEPPURE di dire che non debbano costruirne di nuovi piuttosto che vedere altri indulti).
Altrimenti come mai sentiamo parlare, ad esempio, di bolla immobiliare se non fosse che l'offerta (effettiva e potenziale) è già di gran lunga superiore alla domanda? Come può essere che servano sempre nuove case se la popolazione è sempre la stessa e semmai diminuisce? Come mai solo in Italia c'è questa specie di cultura della seconda casa di massa che non esiste altrove? e proprio da noi dove la densità abitativa è tra le maggiori e la struttura del territorio tra le più sfavorevoli (poca pianura)?
La coperta è stata tirata per anni tutta da una parte. E ormai si avvertono drammaticamente tutte le carenze, tutta la SCARSITA' di quelle cose a cui finora non si è mai dato peso: lo spazio; il verde; l'acqua.

A proposito di acqua: ormai la siccità estiva è una costante e l'acqua vale oro; i villaggi turistici ne divorano una marea per usi superflui (piscine, ecc.) e tu hai ancora il coraggio di indicarmeli come motore di sviluppo?

Io non sono affato un estremista, ripero. Ciò che serve va fatto. Mi parli di blocco dell'edilizia e ignori che per 50 anni l'Italia è campata sull'edilizia.
E' nel TUO modo di ragionare che c'è l'estremismo perchè non si ravvisa alcun equilibrio tra esigenze opposte. Perchè in realtà fare il palazzinaro significa campare di rendita: un terreno acquista valore per il solo fatto di diventare edificabile. Ma acquista valore per chi? Solo per il palazzinaro. E porta soldi solo nelle sue tasche! Tutte le conseguenze negative invece pesano sulla collettività, altro che sviluppo per tutti!

D'altro canto, me lo spieghi perchè tanti italiani vanno al mare negli atolli anzichè ad Ostia o a Rimini all'ombra dei tuoi ammirati palazzoni?
Me lo spieghi perchè palazzinari o ex palazzinari come ad esempio il nostro prossimo capo del Governo poi le loro residenze private sono quanto di più isolato e inaccessibile possa esserci? La Villa Certosa di Berlusca in Sardegna non ha una sola casa vicino nel raggio di chilometri! Ha intorno un parco gigantesco! Il mare e la costa davanti sono integri! ma com'è cha costruiscono i villaggi e poi, anzichè andarci ad abitare loro per primi, hanno dimore che sono l'ESATTO CONTRARIO rispetto a questo che viene contrabbandato per scintillante modello di sivluppo? Perchè Berlusca vuole godere di quel panorama (e conservarlo con tutta cura) mentre invece lo nega a tutti gli altri distruggendolo in altri posti?

Lascia perdere. Lui é solo uno dei tanto venditori di fumo che tempestano l'Italia.. non scrive per discutere, scrive per imporre o scrive per vendere, non sò cosa sia peggio..

Buona giornata :)
 
Nessuno si sogna di dire che le case, SE SERVONO, non debbano essere costruite; che un ospedale, SE SERVE, non debba essere costruito; che una scuola o un carcere, se SERVONO, non debbano essere costruiti; che il panificio di cui straparli, SE SERVE, non debba essere costruito. Ben vengano!!!
Il punto è semplicemente che in realtà TUTTO CIO' CHE SERVE è GIA' stato fatto, e da parecchio tempo (tranne le carceri: e infatti NON MI SOGNO NEPPURE di dire che non debbano costruirne di nuovi piuttosto che vedere altri indulti).

e COSA SERVE chi lo decide, tu?

Se c'e' gente che spende MILIONI E MILIONI di EURO stai tranquillo che lo fa perche' lo richiede il MERCATO ... cioe' i CONSUMATORI ... e cioe' SERVE

Cosi' difficile da capire?

Evidentemente non ci arrivi e non lo capisci.
 
Ma lo sai che vent'anni fa a Roma quello che oggi è il Parco dell'Appia Antica (parliamo cioè di una lingua di terra zeppa di ruderi romani) che arriva dai Castelli fin quasi al Circo Massimo ha rischiato di essere sepolta sotto un mare di palazzoni previsti da un vecchio scellerato Piano Regolatore?
Oggi mezzo mondo viene a Roma solo per visitare quell'area (e nel far questo APPORTA ALLA CITTA' SOLDI CONTANTI E SONANTI: spendendo in alberghi, ristoranti, servizi, ecc.). Se ci fossero solo palazzi credi che verrebbe a visistare quelli????

Bell'esempio che hai preso il PARCO del''appia antica che non e' un PARCO bensi' desolata campagna abbandonata a se stessa.
Vacci a fare un picnic e' un miracolo se non ti ammazza una vipera oppure un branco di cani randagi, oppure che ti prendi una coltellata dai rumeni clandestini.

MEZZO MONDO VIENE A ROMA SOLO PER VISITARE QUELL'AREA?

Una ******* simile non la leggevo da una decina d'anni. Non c'e' nulla di nulla di nulla diu nulla in quel "PARCO" DOVE STANNO GLI ALBERGHI I RISTORANTI E I SERVIZI?????????????

FORZA FAI L'ELENCO .....

Quel "parco" e' l'esempio LAMPANTE della stu.pidita' verde romana e del fatto che abbiamo la SINISTRA RADICALE al potere a Roma da 15 anni.
La stessa che ha bloccato l'Italia negli ultimi anni.

Grazie mille hai fatto proprio l'esempio giusto, i lettori romani che conoscono la zona adesso sanno che tipo sei e che hai credibilita' pari a zero.
 
Indietro