Cementificare il sud Italia come il sud della Spagna

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
Per fare quello che fai vedere nella foto ci vogliono investitori e gli investitori non vogliono certo rischiare i soldi quando la mafia potrebbe far saltare in aria chi non paga il pizzo (successo per esempio a XXXXXX Marina in Puglia a proposito di alcuni locali da ballo).

Se non si risolve il problema della criminalita' collusa con la politica non si va da nessuna parte.
Altro che cementificare o no.
 
Per fare quello che fai vedere nella foto ci vogliono investitori e gli investitori non vogliono certo rischiare i soldi quando la mafia potrebbe far saltare in aria chi non paga il pizzo (successo per esempio a XXXXXX Marina in Puglia a proposito di alcuni locali da ballo).

Se non si risolve il problema della criminalita' collusa con la politica non si va da nessuna parte.
Altro che cementificare o no.

Il problema non e' la criminalita'. Quella e' la prima a metterci i soldi perche' sa di guadagnarci.
 
Il problema non e' la criminalita'. Quella e' la prima a metterci i soldi perche' sa di guadagnarci.


Ma infatti.

Il libero mercato ha sempre beneficiato dell'intervento della criminalità, in ogni tempo e ad ogni latitudine.

E poi, la gnocca bendisposta cui mi riferivo prima, la portano loro di certo: per cui prendiamo le proverbiali due piccione con una fava.
 
Ma infatti.

Il libero mercato ha sempre beneficiato dell'intervento della criminalità, in ogni tempo e ad ogni latitudine.

Ma si viva la mafia!!!!!!!! Peccato che la Sicilia, culla della mafia si é fatta "superare" da tutti gli altri paesi del mediterraneo e quindi dove sono questi "benefici"? In Sicilia, in Calabria ed in Campania sono nate e cresciute la Mafia, la N'drangheta e la Camorra e senza dover guardare per forza gli altri paesi del mediterraneo come si spiega che la Mafia é esiste praticamente dalla nascita del regno di'Italia (1861) ed il nord é sempre andato molto ma molto meglio???

Concorrenza e meritocrazia sono sempre stati gli obiettivi primari della criminalità.. come ho fatto a non accorgermene prima.
 
Ma si viva la mafia!!!!!!!! Peccato che la Sicilia, culla della mafia si é fatta "superare" da tutti gli altri paesi del mediterraneo e quindi dove sono questi "benefici"? In Sicilia, in Calabria ed in Campania sono nate e cresciute la Mafia, la N'drangheta e la Camorra e senza dover guardare per forza gli altri paesi del mediterraneo come si spiega che la Mafia é esiste praticamente dalla nascita del regno di'Italia (1861) ed il nord é sempre andato molto ma molto meglio???

Concorrenza e meritocrazia sono sempre stati gli obiettivi primari della criminalità.. come ho fatto a non accorgermene prima.

Ma che dici...lo sanno tutti che la Sicilia e il sud Italia hanno i problemi che hanno solo perchè lo Stato non si fà "i ***** sùi".....

Lascia lavorare in pace gli imprenditori volgarmente detti "crimine organizzato", e vedrai come con una bella colata di cemento, macari con dentro tutti gli oppositori, rilanceremo l'economia....

Chiù pilu pè tutti !!!
 
Ma che dici...lo sanno tutti che la Sicilia e il sud Italia hanno i problemi che hanno solo perchè lo Stato non si fà "i ***** sùi".....

Lascia lavorare in pace gli imprenditori volgarmente detti "crimine organizzato", e vedrai come con una bella colata di cemento, macari con dentro tutti gli oppositori, rilanceremo l'economia....

Chiù pilu pè tutti !!!

Ho vissuto a Palermo e lavorato a Siracusa per un totale di 25 anni.. lascia perdere, conosco bene la Sicilia e abbastanza bene il Nord (esperienze lavorative e nonni a Trieste)..
Riassumento secondo me il modello vincente si trova nel Centro (da Bologna a Roma) ma non parlatemi di costa romagnola, secondo me l'ideale sarebbe la costa toscana con un occhio all'isola d'Elba (che per fortuna assomiglia a tutti gli altri isolotti italiani ovvero paradisi terrestri con turismo sostenibile)..

Chiù pilu pi tutti.. cazzu io :D
 
Scrivo da Marbella. Mi sono fatto un bel giro lungo tutta la costa del sol. L'ultima volta che sono passato di qua era il 1992.

E' incredibile quanto hanno costruito, un paese che fino a 15 anni fa era MOLTO piu' povero del sud Italia (il che e' tutto dire) adesso invece non ha niente da invidiare alle regioni piu' ricche di tutta europa.

C'e' un giro di soldi incredibile, una economia vibrante e il posto e' davvero bello (de gustibus).

Perche' non fare lo stesso con il sud Italia?
In sardegna non puoi costruire sulla spiaggia, sai la bnatura bla bla bla, peccato che i tuiristi vogliono hotel sulla spiaggiam bar negozi ristoranti discteche.
 
In sardegna non puoi costruire sulla spiaggia, sai la bnatura bla bla bla, peccato che i tuiristi vogliono hotel sulla spiaggiam bar negozi ristoranti discteche.

Quel turismo va benissimo nelle zone brutte. Bei carnai di gente, poco danno ambientale.
Peraltro ci sono già aree sufficientemente urbanizzate da poterle devastare serenamente senza andare a toccare quelle zone che mantengono un minimo di conservazione.

E i turisti amano eccome la proposta naturalistica, quello che non amano è l'abbandono e il degrado. Non c'è bisogno di costruire sulla spiaggia dei mega hotel per offrire al turista un'esperienza decente.
 
Quel turismo va benissimo nelle zone brutte. Bei carnai di gente, poco danno ambientale.
Peraltro ci sono già aree sufficientemente urbanizzate da poterle devastare serenamente senza andare a toccare quelle zone che mantengono un minimo di conservazione.

E i turisti amano eccome la proposta naturalistica, quello che non amano è l'abbandono e il degrado. Non c'è bisogno di costruire sulla spiaggia dei mega hotel per offrire al turista un'esperienza decente.
Cominciamo a togliere lo statuto speciale alla sardegna, e se la cavino con il loro PIL
poi vediamo come cambiane le leggi farlocche per non costruire in riva al mare.
Ma quali zone brutte, sei stato a mairca? IBiza grecia? ti sembrano zone brutte?
i turisti non sono piu quelli anni 70 (cui hai tu idea) che partivano con l'auto la famiglia al seguito cane incluso e stavano via 1 mese
oggi partono in aero da mezza europa, chi vuole fitta la macchina chi non vuole o non puo non la fitta vuole hotel 3/4/5 stelle in riva al mare, con accesso diretto alla spiaggia, negozi, centri commerciali, locali per la sera, e centri medici, altro che bale come si dice dalle mie parti.
In sardegna manco porto cervo ha divertimenti per i turisti manco simili alla spagna o grecia,
se poi vuoi far girare l'economia con gli accattoni naturalistici che vanno in camper e fanno tutto li dentro o peggio in auto accomiodati ma togliamogli lo statuto speciale
 
Cominciamo a togliere lo statuto speciale alla sardegna, e se la cavino con il loro PIL

Ma cosa c'entra col modello turistico?

poi vediamo come cambiane le leggi farlocche per non costruire in riva al mare.
Ma quali zone brutte, sei stato a mairca? IBiza grecia? ti sembrano zone brutte?
Ibiza è concentrata eh, mica l'isola è una distesa di palazzoni. "Grecia" cosa vorrebbe dire?
Maiorca, bela roba.

i turisti non sono piu quelli anni 70 (cui hai tu idea) che partivano con l'auto la famiglia al seguito cane incluso e stavano via 1 mese
oggi partono in aero da mezza europa, chi vuole fitta la macchina chi non vuole o non puo non la fitta vuole hotel 3/4/5 stelle in riva al mare, con accesso diretto alla spiaggia, negozi, centri commerciali, locali per la sera, e centri medici, altro che bale come si dice dalle mie parti.

Ti confondi con gli zulu from UK. Basta vedere Formentera.

Il turismo che tanto apprezzi è il turismo bovaro della costa di Alicante, Lloret de Mar e affini. Ripeto, bela roba.

In sardegna manco porto cervo ha divertimenti per i turisti manco simili alla spagna o grecia,
Ma la finiamo di paragonare 2 nazioni con un'isola?

se poi vuoi far girare l'economia con gli accattoni naturalistici che vanno in camper e fanno tutto li dentro o peggio in auto accomiodati ma togliamogli lo statuto speciale

Ovviamente non hai capito il concetto. "Accattoni".

Semplicemente si punta su un paesaggio che rimane selvaggio, su strutture decenti (che mancano spesso) e sui servizi, senza trasformare la costa in un carnaio tipo riviera romagnola o veneta (che infatti svolgono molto bene quel lavoro).

Ma no, meglio dire "Spagna e Grecia", dove abbondano le spiagge libere tanto per dire. Magari pensa pure di fare la guerra ai carnai spagnoli o ai prezzi della Grecia non-Mykonos/Santorini, così i camerieri li paghi 2 euro.

La natura non è solo campeggio e fricchettoni. E' anche lusso di avere spiagge senza diecimila buzzurri attorno, lusso che paghi.
E' anche avere la spiaggia pulita ma non totalmente occupata dalla distesa di stabilimenti.

A me quello ancorato al turismo old school pari proprio tu, con l'idea surreale di devastare una zona riempiendola di cemento, così da passare a quella successiva una volta che la gente non è più disposta a spendere soldi per stare nel carnaio, mentre i costi di manutenzione crescono e le strutture invecchiano malamente.
Quello che tu credi sia moderno è quello che era Alassio negli anni 50-60.
 
A riprova che questo turismo funzioni, abbiamo:
- il Garda, zona di richiamo enorme per i cari teutonici, zona che non mi pare proprio abbia seguito il turismo massivo somaro stile Magaluf, ma anzi abbia sviluppato un'accoglienza di sistema tra diversi tipi di strutture e servizi; Il turismo del Garda è pressoché totalmente straniero;
- TAA-Veneto, Dolomiti: cura del paesaggio, turismo sostenibile e, anche qui, servizi in coerenza col territorio. Ovviamente boom turistico che, nonostante le precauzioni, minaccia la sostenibilità futura;
- Altro esempio, più circostanziato: Ponente Ligure. Liguria in declino perenne con strutture vecchie, popolazione vecchissima e tutto molto desueto, la si conosce. Finale ha saputo ritagliarsi un grande ruolo diventando polo per le MTB con arrivi internazionali SOPRATTUTTO FUORI DALLA STAGIONE CALDA. Quantità crescenti di appassionati vengono appositamente per i percorsi creati, valorizzando mesi tipo Aprile-Maggio Ottobre-Novembre che al mare non hanno nessuno.


Al contrario se la sfida dev'essere un ribasso dei prezzi dell'all inclusive per fare la gara a chi ubriaca gli inglesi, abbiamo perso in partenza.
 
Al contrario se la sfida dev'essere un ribasso dei prezzi dell'all inclusive per fare la gara a chi ubriaca gli inglesi, abbiamo perso in partenza.

dal punto di vista morale, sì. Dal punto di vista finanziario magari no. Finché trovi materia prima a basso costo, lavoro a basso costo, spremi la mucca inglese-polacca-etc fino all'osso e poi lasci le macerie. Qualcuno le pulirà...
 
dal punto di vista morale, sì. Dal punto di vista finanziario magari no. Finché trovi materia prima a basso costo, lavoro a basso costo, spremi la mucca inglese-polacca-etc fino all'osso e poi lasci le macerie. Qualcuno le pulirà...

recentemente sono stato a Santorini e il modello è proprio quello - se il turismo di massa deve essere english breakfast e menu ovunque e negozi acchiappa turisti se lo possono tenere.
 
dal punto di vista morale, sì. Dal punto di vista finanziario magari no. Finché trovi materia prima a basso costo, lavoro a basso costo, spremi la mucca inglese-polacca-etc fino all'osso e poi lasci le macerie. Qualcuno le pulirà...

Ma non funziona così.

Sempre maggiori sono le evidenze che quel turismo è deficitario nel lungo termine, le macerie saranno tue e sulla tua economia, mica le lasci ad altri.

E voglio essere chiaro, non dico di rinunciare in toto, dico di valutare il territorio.
La Puglia è grande, il Salento è una discotecona che vive di quel turismo lì, mica altro. Allora va bene investire, magari recuperando i vari ecomostri disseminati, per sviluppare i servizi di un'area che PUO' anche offrire queste esperienze.

Inoltre l'Adriatico è già lì, più servito e magari da svecchiare, pronto a lavorare con importanti masse di turisti.

La stessa Sicilia è talmente grande che ha certamente spazio per soluzioni di questo tipo, pure qui magari sbattendo giù le abusivate orrende che si vedono ovunque.

Ma la Sardegna (come anche Liguria, costa campana e altre) ha spesso una conformazione selvaggia, tipica dell'isola, con calette e conformazioni rocciose che si prestano ad un turismo meno bovino. Bovino non significa vivere all'aria aperta senza servizi, ma integrare locali e servizi con la tutela del territorio.

E non parlo di etica eh, parlo di margini. Significa vendere meglio e PIU CARO il prodotto, invece di svalutarlo a colpi di shot a 1€ e sboccate in spiaggia.
Se offri l'abbuffata low cost ti impicchi facendo la guerra a chi costa meno di te, ossia svaluti il tuo lavoro.
 
recentemente sono stato a Santorini e il modello è proprio quello - se il turismo di massa deve essere english breakfast e menu ovunque e negozi acchiappa turisti se lo possono tenere.

Santorini però, al netto del modello, screma coi prezzi e non fa numeri enormi.

Per me è sacrosanto offrire english breakfast eh, non sono un integralista e nemmeno mi interessa. Ci sta anche quell'offerta ed è giusto svilupparla.

La roba da evitare è Ios o Magaluf o Lloret de mar: dove la gente viene per risparmiare e fare movida low cost. Zero ritorno sul territorio e megapalazzoni che tra 30 anni saranno vecchie cattedrali da demolire.
Che valore vuoi estrarre? Sta gente viene col pacchetto economico, se va bene mangia qualche paella low cost + sangria, fa movida nei locali economici, ecc. ecc.

Sono gli stessi che turisti che guidarono il "Boom" tunisino anni fa: megavillaggioni con l'all inclusive per bere e mangiare tutto il giorno a un prezzo competitivo. Auguroni.
 
Ma non funziona così.

Sempre maggiori sono le evidenze che quel turismo è deficitario nel lungo termine, le macerie saranno tue e sulla tua economia, mica le lasci ad altri.

guardala dal punto di vista di un operatore del turismo. Le eventuali macerie non sono sue, lui si sposta alla prossima località che va di moda.
 
Indietro