****** che hanno la presunzione di salvare l'italia

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

NuovaEra2012

Utente Registrato
Registrato
28/7/11
Messaggi
6.168
Punti reazioni
228
Non so come altro definire coloro che hanno partorito' questa mostruosità . «Macché Tobin Tax, è un balzello sulle transazioni al dettaglio»
Stefano Sardelli, direttore generale di Invest Banca, ricorda che il presupposto impositivo è il trasferimento della proprietà di azioni emesse da soggetti residenti, quindi nn si paga la tassa se si investe in azioni estere anche se quotate su Borsa Italiana, come quelle del segmento MTA International. Inoltre sono esclusi gli Etf, sebbene le transazioni sui titoli soggetti alla nuova normativa effettuate dagli stessi emittenti ricadranno nel perimetro dell'imposta, con un prevedibile incremento del costo dei singoli prodotti. «In definitiva sembra di trovarsi di fronte ad un nuovo balzello sulle transazioni finanziarie al dettaglio - riflette Sardelli - più assimilabile sicuramente alla "vecchia" tassa sui contratti di Borsa, ...
 
Chi compra società italiane deve pagare tassa a Fassina e boccia chi compra società straniere no. Poi datemi del complottista quando dico che certi politici lavorano per danneggiare l'Italia a vantaggio delle altre nazioni.
 
più assimilabile sicuramente alla "vecchia" tassa sui contratti di Borsa, ...
 
Indietro