Che schifo l'economia Argentina: cresce solo del 9%.

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

San Siro

Utente Registrato
Registrato
28/3/08
Messaggi
7.103
Punti reazioni
217
Hanno ragione quelli che continuano a postare dicendo che sono alla canna del gas.

Il fine dell'economia, infatti, non è produrre di più, troppo facile.

E' aumentare la ricchezza di pochi, meglio se contemporaneamente si riduce quella dei molti.

Come potrete vedere dai dati sotto riportati (Fonte WDI, Banca Mondiale) fra il 1999 e il 2002 l'economia argentina aveva imboccato la strada giusta, un bel - 22% di Pil, ma soprattutto un bell'incremento dell'indice di Gini, che aveva toccato quota 54.

Poi, il disastro. Una banda di populisti si impadronisce del paese, si svincola dal dollaro, l'economia comincia a crescere a tassi del 9% e, orrore!, le disuguaglianze calano, riportando le lancette dell'orologio all'86.

Hanno proprio ragione i terroristi che frequentano questa sezione. Ma Obama sti argentini del menga non ce la fa proprio a bombardarli?
 

Allegati

  • Argentina.png
    Argentina.png
    39,6 KB · Visite: 103
I dati dell'inflazione sono taroccati verso il basso, dunque quelli del PIL verso l'alto.
 
è proprio l'inflazione che può far decollare il pil
 
Hanno ragione quelli che continuano a postare dicendo che sono alla canna del gas.

Il fine dell'economia, infatti, non è produrre di più, troppo facile.

E' aumentare la ricchezza di pochi, meglio se contemporaneamente si riduce quella dei molti.

Come potrete vedere dai dati sotto riportati (Fonte WDI, Banca Mondiale) fra il 1999 e il 2002 l'economia argentina aveva imboccato la strada giusta, un bel - 22% di Pil, ma soprattutto un bell'incremento dell'indice di Gini, che aveva toccato quota 54.

Poi, il disastro. Una banda di populisti si impadronisce del paese, si svincola dal dollaro, l'economia comincia a crescere a tassi del 9% e, orrore!, le disuguaglianze calano, riportando le lancette dell'orologio all'86.

Hanno proprio ragione i terroristi che frequentano questa sezione. Ma Obama sti argentini del menga non ce la fa proprio a bombardarli?


Il dato più insulso è il pil pro-capite a parità di potere d'acquisto... è il doppio di prima della crisi... dai su... :rolleyes:
 
Piccolo siparietto su Wall Street Italia

Sandor

L'Argentina al default l'hanno portata l'Fmi e Cavallo, il loro Monti, messo lì dagli stessi che hanno voluto Monti da noi.
Io prenderei con le pinze notizie di questo genere, che sembrano funzionali agli interessi dei "soliti noti". Ho amici in Argentina e mi dicono che, pur non essendo tutte rose e fiori, se sono ancora in piedi è solo perché si sono ribellati alla grande finanza.

Brazof

Daccordo con sandor. Quando un articolo e' pieno di "molti analisti dicono" oppure "alcuni economisti sostengono" etc..., senza citare le fonti, e' il solito articolo di propaganda per influenzare la percezione dei lettori.
Chi sono questi economisti e analisti? Gli stessi che davano AAA a Lehman Brothers?
O gli stessi che danno AAA alla UK che e' messa peggio della Grecia?


Wall Street Italia

brazof, quando su WSI scriviamo un articolo, non facciamo propaganda, ma facciamo il nostro mestiere, cioe' informare i nostri lettori. La sua insinuazione ci offende e significa che lei non ha capito nulla di WSI e della sua missione di sito indipendente, in un panorama di media asserviti ai poteri forti e di siti di finanza inaffidabili perche' supportano solo decisioni di trading del gestore. Perche' non va su altri siti, invece di insultare il nostro lavoro, il 13 agosto? Speriamo di essere stati chiari. Aspettiamo le scuse.
 
Non l'ho trovato.

In compenso ho trovato questo.

http://www.finanzaonline.com/forum/...-camfin-argentina-news-economia-politica.html

Solita roba. L'estrema destra che organizza manifestazioni contro il Governo, le agenzie di rating che parlano di default in presenza di dati macroeconomici in continuo miglioramento... niente di nuovo sotto il sole.

L'Argentina ha recentemente (questa estate) licenziato vari funzionari del suo equivalente dell'ISTAT perchè avevano presentato delle stime di inflazione troppo alte rispetto a quanto è considerato "ragionevole" dalla grande capa...
 
Mah, con 'sti Paesi tipo l'Argentina l'unica per capirci qualcosa e' andarci di persona.

L'inflazione dell'INDEC e' probabilmente farlocca, d'altronde guardare dati tipo BoP o similari e' parimenti inutile perche' ci sono restrizioni a gogo.
 
Interessanti i commenti. Sembrerebbe che negli ultimi il Peso si sia svalutato del 30%-40% rispetto al cambio ufficiale.

Non si capisce però a che pro non venga riallineato.

C'è chi parla di un meccanismo simile alla scala mobile, per cui conviene appunto tenere molto più bassa l'inflazione ufficiale. Questo spiegherebbe la cosa.

Se l'inflazione venisse aggiornata al vero, il +9% del PIL probabilmente diventerebbe -5 o -9%.

:o
 
Anche io penso che la crescita del PIL sia spinta dall'inflazione che è ben più alta di quella ufficiale. Ma è inutile continuare a parlarne qui visto che ci si divide tra chi considera le statistiche nazionali sull'inflazione veritiere (e nella maggior parte dei Paesi è così che si ragiona...), e quindi vede quel 9% di crescita come dato veritiero, e chi invece le considera false (tra questi c'è il FMI) e quindi falso lo è anche il dato del PIL.
Una considerazione però fatemela fare. Io non scambierei mai, e ripeto mai, una crescita del PIL del 9% con in cambio fatti, questi si non falsificabili in quanto sono leggi/regolamenti emanati dal Governo, che sono successi in Argentina e che vado ad elencare in ordine sparso: restrizioni monetarie per chi si reca all'estero, nazionalizzazioni (vedi YPF-Repsol) che portano ad una inevitabile fuga di capitali, tasse sugli acquisti all'estero (vedasi la questione Ebay-Paypal).

E ho tralasciato gli aspetti monetari (proprio perchè riconosco che sono meno forti delle leggi/regolamenti scritti nero su bianco dal Governo) come l'aumento spaventoso dell'M2 o la condotta della Banca Centrale che va ben oltre il semplice quantitative easing tanto di moda oggi...
 
Se l'inflazione venisse aggiornata al vero, il +9% del PIL probabilmente diventerebbe -5 o -9%.

:o

Infatti.

I cialtroni in Argentina truccano grossolanamente i conti.
L'inflazione, il pil a cascata. Il cambio ufficiale lo truccano per far tornare i conti con l'inflazione credo.

Quindi San, hai preso proprio un bel granchio di quelli succosi. :D
 
Infatti.

I cialtroni in Argentina truccano grossolanamente i conti.
L'inflazione, il pil a cascata. Il cambio ufficiale lo truccano per far tornare i conti con l'inflazione credo.

Quindi San, hai preso proprio un bel granchio di quelli succosi. :D

Metà argentini sono emigranti italiani... :rolleyes:
Noi abbiamo qui (in piccolo) il medesimo problema, temo... :o
 
Indietro