chi compra l'euro ?

gucciok

Nuovo Utente
Registrato
27/9/02
Messaggi
11.081
Punti reazioni
541
Come mai sta corsa all'euro?

sono 5 sedute che e' in buy forte.

motivi?...avete letto qualcosa al riguardo?
 

Allegati

  • 1a.JPG
    1a.JPG
    71,7 KB · Visite: 131
gli americani.
stanno cambiando le riserve da $ a € ;)

tra poco il $ è andato.
http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=654833&page=26&pp=10

Dal 20 marzo, l'Europa può comprare greggio iraniano in euro; non avrà più bisogno dei dollari.
E il bisogno di dollari calerà - più o meno drammaticamente - in tutto il mondo.
Il Paese più indebitato del pianeta non vedrà più richiedere la sua moneta (dissestata) come prima.
 
Ultima modifica:
gucciok ha scritto:
Come mai sta corsa all'euro?

sono 5 sedute che e' in buy forte.

motivi?...avete letto qualcosa al riguardo?
ciao gucciok....

hai letto per caso del fatto che lunedi' dovrebbe aprire la borsa del petrolio..in iran..e le contrattazioni saranno in euro?? mi pare di avere letto questo....su qualche forum qui....da luneid' potremmo vedere cose strane....ma vedremo....
 
C'è in giro la storia della borsa in euro del petrolio iraniano.
Oggi l'america ha diffuso un comunicato con cui dice:

ADN Kronos -

Washington, 16 mar . - (Adnkronos/Ign) - ''Lo sforzo diplomatico in corso con l'Iran deve avere esito positivo se si vuole evitare il confronto''. Gli Stati Uniti precisano così la loro posizione nei confronti di Teheran nel nuovo documento strategico di sicurezza nazionale. Un documento di 49 pagine che ribadisce che l'Iran ''pone la sfida maggiore (agli Usa, ndr) rispetto a ogni altra singola nazione'' e riafferma tra l'altro la linea dell'amministrazione Bush, ovvero la possibilità di ricorrere ad attacchi preventivi contro i Paesi ostili: ''Se necessario non escludiamo l'uso della forza prima che un attacco nemico possa avvenire, anche se ci fosse incertezza sulla data e il luogo dell'attacco stesso''. Nel rapporto aggiornato trasmesso al Congresso (che verrà presentato dal consigliere per la Sicurezza nazionale Stephen Hadley) si legge ancora: ''Quando le conseguenze di un attacco con armi di distruzione di massa sono potenzialmente così devastanti, non possiamo permetterci di restare fermi mentre gravi pericoli si materializzano. Per sventare o impedire tali atti ostili da parte dei nostri avversari, gli Stati Uniti, se necessario, agiranno in modo preventivo nell'esercitare il proprio diritto all'autodifesa''. Non è solo il programma nucleare portato avanti dall'Iran a porre problemi a Washington. Ci sono poi il sostegno al terrorismo, la minaccia a Israele e gli sforzi contro la pace in Medio Oriente e contro la democrazia in Iraq. Una situazione che può cambiare solamente se Teheran prende la decisione strategica di modificare le sue politiche, aprire il suo sistema politico e consentire la libertà, ''obiettivo finale della politica degli Usa''.

''Nel frattempo - si legge nel documento - continueremo ad adottare tutte le misure necessarie per proteggere la nostra sicurezza nazionale ed economica contro gli effetti sfavorevoli della loro condotta negativa''. ''La nostra strategia - prosegue il testo, in cui si sottolinea la differenza fra la leadership iraniana e gli iraniani - è quella di bloccare le minacce poste dal regime e di espandere nel frattempo il nostro impegno nei confronti dei cittadini che il regime opprime''. E oggi il Parlamento iraniano si è riunito a porte chiuse per discutere degli ultimi sviluppi della crisi sul programma nucleare. La sessione si è aperta con un'audizione del segretario del Consiglio supremo della sicurezza nazionale iraniano, il capo dei negoziatori Ali Larijani, ed è stato appunto quest'ultimo, parlando con i giornalisti al termine dell'incontro, a dar notizia dell'''assenso'' di Teheran a colloqui diretti fra Stati Uniti e Iran per discutere della situazione in Iraq: una richiesta che sarebbe partita da Washington. ''Entro breve nominerermo una delegazione di negoziatori'', ha aggiunto Larijani. A sollecitare i colloqui sull'Iraq fra Iran e Stati Uniti era stato il leader sciiita iracheno Abdul Aziz al-Hakim, alla guida dello Sciri, ma in un primo momento Teheran aveva risposto negativamente, precisando la sua disponibilità a partecipare a colloqui con gli Usa solo dopo la fine della missione militare americana in Iraq.

(Adnkronos)
 
già
questo giro nn sembra essere la debolezza del dollaro il tema, ma la forza dell'euro
che sta facendo numeri contro le principali valute.
 
oggi sta crescendo per l'inflazione usa che è cresicuta oltre le attese..
io sto vendendo lire :D
 
Ciao Braccus :) ..cia Gainsicuro..ciao a tutti e grazie...

Vero...mi ero dimenticato di sta storia...

e' che leggo sempre cosi' poco :wall:

.......e quindi.........target ambizioooooooosi.... :o
 
la vera arma di distruzione di massa per l'america e' l'euro
 
io ho girato parte di euro in dollari OK!
 
mi pare che sia coerente con quello che hai postato tu ;)
 
..... su quello australiano la discesa di oggi sembra senza fine .......
 
Marcobruno ha scritto:
mi pare che sia coerente con quello che hai postato tu ;)

Furbetto!!!11 :no: :p :no: :p
Ti ho visto che la parolina america l'hai postata dopo :p :p :p
 
lallax ha scritto:
Furbetto!!!11 :no: :p :no: :p
Ti ho visto che la parolina america l'hai postata dopo :p :p :p


credimi
mi ero dimenticato :wall: la parola "arma" poi ho messo pure ammerika :yes:
 
Vittorio's ha scritto:
io ho girato parte di euro in dollari OK!


non dirmi niente io sono dentro intel e stò lasciandoci sia sulla valuta che sul titolo :(
 
ma come fai a perder sulla valuta???

sei dentro da poco immagino...
 
Indietro