Chi ha sabotato i gasdotti?

andrea64

Nuovo Utente
Registrato
10/2/06
Messaggi
13.029
Punti reazioni
193
Grande Mazzucco, gran bel servizio.
Il resto dei servi di sistema che si spacciano per giornalisti vorrebbero farci credere altro.
Ci prendono in giro come fossimo mammolette.
E la gente ci casca, ci crede... lo dice la Tv
Pazzesco!!

Bellissimo servizio che spiega chiaramente che sono stati gli Usa a distruggere il Nord Stream.Si sta avverando quanto diceva la Nuland durante il colpo di stato del 2014 in Ucraina .La Nuland aveva detto f.u.c.k Europe ed è quello che stanno facendo gli Usa adesso con la distruzione del Nord Stream.
 
Ultima modifica:

wbatman

GainMatic developer
Registrato
22/10/03
Messaggi
11.253
Punti reazioni
507
oramai non ne parlano più da nessuna parte e nessuno ha le @@ di accusare gli usa pubblicamente
andrà tutto nel dimenticatoio
 

wbatman

GainMatic developer
Registrato
22/10/03
Messaggi
11.253
Punti reazioni
507
Oppure penso più prosaicamente che potrebbe essere un bell'accordone di sottobanco USA neoURSS, ovvero:

Si mettono d'accordo sul fermare la guerra e cristallizzare la cosa così com'è in altre parole putin ha qualcosa, tanto nn può continuare pena il disfacimento economico perchè NON può sostenere il costo di questa guerra - Zelenskj non ha tutto ma salva buona parte dell'ucraina -

E quindi:

1)Russia fa saltare il gasdotto e molla germania ed UE (germania down e russia out) tiene il gas aperto onde evitare l'immediato riconoscimento di chi e cosa -

2)In cambio si tiene il Donbass (fare velocemnte quindi la annessione)

3) USA si ritrovano una NATO molto più forte ed economie più deboli - affamate - che inizieranno a frsi meno scrupoli in giro per il mondo ..

4) putin ha il tempo di "mollare" la presa e non incrementare le stragi di soldati russi dato che ogni giorno che passa sono sempre più insostenibili

5) USA ottengono il controllo di 6500 nuke ...

6) L'errore strategico di putin ha comunque sia fortemente indebolito la parte mondiale che avversa gli USA e l'Occidente...ma putin se salva un poco della sua economia ha la possibilità nel tempo di rafforzarsi ..

7) I tedeschi lo hanno saputo e si stanno muovendo velocemente per rafforzare le loro industrie sulle spalle altrui.


Infatti iniziano dichiarazioni leggerissamente ammorbidite di Zelenskj ed una certa "richiesta" di trattativa di putin ...

Vedremo nei prossimi giorni ...

mi sembra la tesi più sensata fino ad ora
 

terenzio's

bunga bunga man
Registrato
5/8/11
Messaggi
6.881
Punti reazioni
325
comunque riguardo al gas in fuoriuscita, dovrebbe terminare nei prossimi 2/3 giorni
 

wbatman

GainMatic developer
Registrato
22/10/03
Messaggi
11.253
Punti reazioni
507
comunque riguardo al gas in fuoriuscita, dovrebbe terminare nei prossimi 2/3 giorni

hanno previsto per domenica, poi possono immergersi e verificare le cause, ma immagino già che non scopriranno nulla
 

Pred_01

compro i sogni
Registrato
21/10/14
Messaggi
25.626
Punti reazioni
594
oramai non ne parlano più da nessuna parte e nessuno ha le @@ di accusare gli usa pubblicamente
andrà tutto nel dimenticatoio

A me risulta che giovedì su Radio 24, nel programma "Nessun luogo è lontano", si è parlato solo di due argomenti : la faccenda della ragazza iraniana uccisa dagli sgherri del regime teocratico iraniano e prima di questo proprio dei tubi fatti saltare in aria nel Baltico.
Argomento, ripreso anche ieri, e sempre su Radio 24 ma stavolta nel programma di Barisoni.

Se poi ci vogliamo dire che i nostri TG come da prassi consolidata danno più importanza ai problemi della coppia Totti, piuttosto che alla politica estera, non credo che lo scopriamo oggi.
 

gianni marco

Nuovo Utente
Registrato
1/6/17
Messaggi
10.523
Punti reazioni
355
https://www.ansa.it/sito/notizie/mo...one_ce387057-413e-466e-9b49-ff500b50d9ae.html



"A piazzare le bombe che hanno provocato quattro falle nel gasdotto Nord Stream 1 e 2, a circa 80 metri di profondità nelle zone economiche esclusive di Svezia e Danimarca, potrebbero essere stati i robot di manutenzione che operano all'interno della struttura del gasdotto durante lavori di riparazione": è l'opinione degli esperti riferita dal Guardian.

"Se questa teoria si rivela corretta, la natura sofisticata dell'attacco e la potenza dell'esplosione aggiungerebbero peso ai sospetti che gli attacchi siano stati effettuati da un potere statale, con il dito puntato contro la Russia".

Fonti di intelligence citate dalla rivista tedesca Spiegel ritengono che gli oleodotti Nord Stream 1 e 2, nelle zone economiche esclusive di Svezia e Danimarca, siano stati colpiti in quattro punti da esplosioni con 500 chili di tritolo, l'equivalente della potenza esplosiva di una bomba di aereo.

Gli investigatori tedeschi hanno effettuato letture sismiche per calcolare la potenza delle esplosioni. E hanno detto ai media che subacquei o robot telecomandati potrebbero essere in grado di visitare i siti delle perdite già questo fine settimana.
 

captain sparrow

Nuovo Utente
Registrato
5/12/14
Messaggi
550
Punti reazioni
46
oramai non ne parlano più da nessuna parte e nessuno ha le @@ di accusare gli usa pubblicamente
andrà tutto nel dimenticatoio

per quante indagini si faranno, resterà sempre il dubbio o al massimo diranno che più probabilmente è stata la Russia. sai che pandemonio se una indagine di un paese NATO, Danimarca, Svezia, Germania, scoprisse e dichiarasse la responsabilità USA/UK? impossibile una cosa del genere. che poi sappiamo tutti che gli USA non ci pensano due volte a entrare in un paese anche alleato per compiere raid aerei o incursori per colpire obiettivi
vari.
 

Pred_01

compro i sogni
Registrato
21/10/14
Messaggi
25.626
Punti reazioni
594
Dal sito di RID di ieri.
Ucraina, la guerra senza limiti di Putin e la (concreta) minaccia nucleare
30/09/2022 | PIETRO BATACCHI
Dopo un’inerzia favorevole ai Russi nei mesi di maggio e giugno, e lo stallo di luglio e agosto, sul finire proprio di agosto la Guerra in Ucraina ha visto invertirsi il trend dei mesi in questione ed è giunta ad una svolta con le controffensive delle forze di Kiev a Kharkiv e Kherson. Due azioni che hanno messo in crisi pesantemente i Russi, alle prese con il grave problema della mancanza di truppe, ed hanno aperto scenari nuovi per il futuro svolgimento del conflitto, con una minaccia da parte degli Ucraini ormai portata al cuore del Lugansk.

La risposta russa, dopo uno sbandamento durato una decina di giorni, è stata da manuale di “guerra senza limiti” o ibrida che dir si voglia. Putin ha dichiarato la mobilitazione di 300.000 riservisti (ma secondo nostre fonti i numeri sono più alti), e ha indetto nei territori occupati in Ucraina un referendum (farsa) per l’annessione, annunciata ufficialmente in queste ore. E poi, quanto accaduto ai gasdotti NORD STREAM nel Baltico, con perdite notevoli dovute probabilmente al sabotaggio operato da un drone subacqueo. Nessuna responsabilità è stata al momento accertata, ma chi pensa male..., senza dimenticare l'immediato innesco nelll'opione pubblica europea del meccanismo cognitivo del cui prodest. Insomma, in grande difficoltà sul campo di battaglia convenzionale, il Presidente russo ha spostato il conflitto su un piano non convenzionale, in una zona grigia che tradizionalmente i Russi maneggiano meglio: una zona dove, appunto, può esserci la grande operazione bagnata, ovvero il sabotaggio, e dove la minaccia nucleare assume in maniera drammatica maggiore concretezza, e credibilità, visto che i territori occupati in Ucraina diventano territoriale federale russo, la cui integrità è in ultima istanza garantita proprio dall’arma atomica. Molti hanno parlato e parlano di bluff, ma è sempre rischioso andare a vedere le carte, e così Putin sta non solo manipolando il calcolo strategico di Kiev, quanto avanti spingere l’attacco per ricatturare i territori persi, ma pure quello di USA e NATO, quanto avanti portare il sostegno all’Ucraina. Un doppio dilemma dal quale diventa complicato uscire e che consente al Presidente russo di guadagnare tempo, in attesa che gli effetti sul campo della mobilitazione inizino a farsi sentire. Speciale e approfondimenti su RID 11/22.

Ora ci vogliamo dire che anche Batacchi, ha abbandonato la sua "equidistanza" per divenire uno "sporco occidentale anti-putin" ?
 

Aargh!

Nuovo Utente
Registrato
12/10/19
Messaggi
2.677
Punti reazioni
209
possono essere stati solo i russi.
perchè?
perchè sono disperati.
sono ridotti a minacciare l' uso dell' atomica, figurati se non sabotano i 2 gasdotti.
è una mossa stupida, ma quando si è disperati si fanno cose stupide.

Questo dovrebbe quindi anche insegnarci che è estremamente stupido portare qualcuno alla disperazione.

E dovrebbe anche insegnarci che colpiti due gasdotti, se ne può poi colpire un terzo.
 

Pred_01

compro i sogni
Registrato
21/10/14
Messaggi
25.626
Punti reazioni
594
Questo dovrebbe quindi anche insegnarci che è estremamente stupido portare qualcuno alla disperazione.

E dovrebbe anche insegnarci che colpiti due gasdotti, se ne può poi colpire un terzo.

E' questo è un atteggiamento mafioso, tipico di quello di Mosca.
 

franz.old

Nuovo Utente
Registrato
30/10/05
Messaggi
75.089
Punti reazioni
1.646
Questo dovrebbe quindi anche insegnarci che è estremamente stupido portare qualcuno alla disperazione.

E dovrebbe anche insegnarci che colpiti due gasdotti, se ne può poi colpire un terzo.

vabbe' ora staranno piu' acccorti, in fondo ha schancherato robba sua come i gasdotti, il prossimo non e' robba sua ma della nato se intendi quello norvegia polonia e non so se verra' accettato come niente fosse...

piuttosto il putinino dovra' rendere ora conto di cio' che ha combinato ai tuboni, alla gazprom.
saranno disposti ad accettare tutto quanto?
 

e_lm_70

Don't follow me !
Registrato
8/2/07
Messaggi
35.658
Punti reazioni
1.157
Questo dovrebbe quindi anche insegnarci che è estremamente stupido portare qualcuno alla disperazione.

E dovrebbe anche insegnarci che colpiti due gasdotti, se ne può poi colpire un terzo.

Il terzo gasdotto dalla scandinavia alla polonia invece e' stato inaugurato mente i due ns saltavano per aria

che strana coincidenza :eek:
 

Loryred

Nuovo Utente
Registrato
18/9/15
Messaggi
9.170
Punti reazioni
552
per quante indagini si faranno, resterà sempre il dubbio o al massimo diranno che più probabilmente è stata la Russia. sai che pandemonio se una indagine di un paese NATO, Danimarca, Svezia, Germania, scoprisse e dichiarasse la responsabilità USA/UK? impossibile una cosa del genere. che poi sappiamo tutti che gli USA non ci pensano due volte a entrare in un paese anche alleato per compiere raid aerei o incursori per colpire obiettivi
vari.

Esistono comunque anche i soci privati del gasdotto tedeschi e francesi ad es. che ci rimettono parecchio e vorranno avere risposte sull'accaduto.
 

totore8

Nuovo Utente
Registrato
12/9/10
Messaggi
24.807
Punti reazioni
690
Chi sia stato materialmente ha poca importanza, moralmente e politicamente per i danni provocati al pianeta e alle generazioni future sono tutti responsabili.......

Fatico a credere che tutti i governanti siano disposti a sacrificare il pianeta per le loro ambizioni....

Speriamo ci sia un Dio che li fulmini tutti
Elamado', il pianeta addirittura per un buco in un tubo.