chi mi spiega

Chyna1980

Nuovo Utente
Registrato
21/9/02
Messaggi
760
Punti reazioni
30
Berlusconi dice che l'euro doveva essere quotato 1500
Ma ne berlusca ne tremonti spiegano i benefici.
C'è qualcuno che me lo spiega?
Perchè i giornalisti non fanno questa domanda?
:'( :wall:
 
Chyna1980 ha scritto:
Berlusconi dice che l'euro doveva essere quotato 1500
Ma ne berlusca ne tremonti spiegano i benefici.
C'è qualcuno che me lo spiega?
Perchè i giornalisti non fanno questa domanda?
:'( :wall:


perchè è caxxata: ecco perchè nessuno lo spiega.(neanche tremonti o quel genio di brunetta possono avallare una cosa simile :D )
se fosse andata così avremmo avuto una moneta molto rivalutata quindi le nostre esportazioni sarebbero crollate
 
sono assolutamente pro berlusconi

ma è ovvio che è una provocazione :)

diciamo che poteva strappare 1800 penso sia ragionevole e ovvio l'euro ci costava di meno , ma 1500 proprio no :)
 
ivan100 ha scritto:
perchè è caxxata: ecco perchè nessuno lo spiega.(neanche tremonti o quel genio di brunetta possono avallare una cosa simile :D )
se fosse andata così avremmo avuto una moneta molto rivalutata quindi le nostre esportazioni sarebbero crollate


non solo......una cosa simile avrebbe implicato anche la modifica dei tassi di cambio di tutte le altre monete.....marco, franco, scellino ecc :rolleyes:
 
http://www.lavoce.info/news/view.php?cms_pk=2053&from=index

Segnalazione di un lettore: Molti italiani hanno ricevuto a casa un rotocalco propagandistico del Presidente del Consiglio. Fra le tante affermazioni, vi sottoponiamo quella di pagina 4 in cui si sostiene quanto segue:


"Addio alla lira: il grave errore di Prodi. L'euro quotato a 1936 lire ha, di fatto, dimezzato stipendi e pensioni: secondo gli italiani, il cambiogiusto da applicare era a 1500 lire"

Commento: Al momento della conversione in euro, il cambio lira marco era intorno alle mille lire per marco; il marco venne convertito a 1.995 marchi per euro e quindi, dato il cambio del marco con l'euro e quello della lira con il marco fissato dal mercato, la conversione della lira con l'euro doveva avvenire intorno a 2000 lire per un euro
- anche volendo un cambio a 1500 lire non sarebbe stato praticabile proprio perché troppo lontano dal cambio di mercato;
- qualunque fosse il livello del cambio di conversione, nel momento del changeover sono stati ridefiniti in euro usando lo stesso cambio sia i salari e i redditi che i prezzi dei beni commerciati in Italia. Il potere d'acquisto in beni nazionali è quindi (a meno degli arrotondamenti, qualche abuso etc.) sostanzialmente indipendente dal cambio usato per il changeover.
Ad esempio, un lavoratore con un salario di 2 milioni di lire, che compra, poniamo solo pizze che costano 4000 lire l'una, prima del chnageover può comprare 500 pizze al mese; se il changeover avviene a 2000 lire per euro il suo salario diventa di 1000 euro e il prezzo della pizza 2 euro: come prima può comprare 500 pizze. Se la conversione avviene a 1500 euro il suo salario diventa 1333 euro e il prezzo della pizza 2.67 euro: potere d'acquisto 500 pizze, sempre lo stesso. Ma con un cambio rivalutato a 1500 lire si vede subito che un tedesco deve pagare 2.67 euro (anziché 2 euro)per comprare le pizze italiane. Di conseguenza ne acquista meno e i produttori italiani perdono competitività, producono di meno, assumono meno lavoratori etc. D'altro canto, gli italiani con 1333 euro ottenuti con il cambio a 1500, anziché comprare solo prodotti nazionali possono anche comprare beni tedeschi e ottenerne di più. Un cambio rivalutato della lira deve corrispondere a un cambio svalutato del marco.
Insomma, il livello del cambio di conversione non altera il potere di acquistare beni nazionali; ha un effetto sulla nostra capacità di acquistare beni esteri e sulla nostra possibilità di vendere all'estero beni nazionali: ma un cambio che ci rende meno caro comprare beni all'estero rende più cari i nostri beni all'estero e riduce l'export.

In tutti I casi, discutere delle 1500 lire è un non senso. Un cambio intorno alle 1500 lire per euro sarebbe potuto avvenire prima dellasvalutazione del 1992, quando occorrevano "solo" 760 lire per un marco. Tenendo il cambio marco/euro a 1.995 marchi per euro, la lira si sarebbe potuta convertire a 1500 lire per euro. Ma quella era storia lontana e pregressa al momento della adozione dell'euro e del changeover: allora il cambio di mercato era intorno a quello a cui è avvenuta la conversione.
 
http://italy.indymedia.org/news/2006/03/1021320_comment.php

In una trasmissione in cui erano presenti Berlusconi e Rutelli, forse a Ballarò, ed in un momento in cui l'Euro valeva circa 1,3 dollari, Berlusconi lamentava che la forza dell'Euro penalizzava gli esportatori italiani nella misura del 30 % in quanto a modo su, ma senza dirlo, il valore corretto doveva essere un Euro un dollaro e che a suo tempo Prodi non si era battuto per un cambio pù favorevole magari a 2500 lire per Euro. Io credo che di queste cose non capisca assolutamente nulla.

Grazie per l'opportuità,
Nick
 
Chyna1980 ha scritto:
Berlusconi dice che l'euro doveva essere quotato 1500
Ma ne berlusca ne tremonti spiegano i benefici.
C'è qualcuno che me lo spiega?
Perchè i giornalisti non fanno questa domanda?
:'( :wall:

semplice, l'Italia sarebbe stata più ricca e quindi anche le famiglie, o se vuoi meno povera del 22,75%.
 
nicolaso ha scritto:
semplice, l'Italia sarebbe stata più ricca e quindi anche le famiglie, o se vuoi meno povera del 22,75%.


E chi esporta Chiudeva?
Che fine la fiat se le auto estere ci costavano il 22% in meno?
 
Chyna1980 ha scritto:
E chi esporta Chiudeva?
Che fine la fiat se le auto estere ci costavano il 22% in meno?

Quindi non ti lamenti del tuo potere di acquisto, se così è allora perchè dite che parecchie persone non arrivano a fine mese.

In base a quello che dici sarebbe stato meglio fare il cambio a 3800 contro euro cosi si esportava di più e le macchine estere costavano molto di più e sareste stati utti felici.

L'Italia è stata svenduta che che se ne dica, guardatevi tutti i cambi degli altri paesi.
 
nicolaso ha scritto:
semplice, l'Italia sarebbe stata più ricca e quindi anche le famiglie, o se vuoi meno povera del 22,75%.


lassa sta' nic......e' 'na minqiata galattica KO!
 
nicolaso ha scritto:
Quindi non ti lamenti del tuo potere di acquisto, se così è allora perchè dite che parecchie persone non arrivano a fine mese.

In base a quello che dici sarebbe stato meglio fare il cambio a 3800 contro euro cosi si esportava di più e le macchine estere costavano molto di più e sareste stati utti felici.

L'Italia è stata svenduta che che se ne dica, guardatevi tutti i cambi degli altri paesi.
concordo...e dovevamo pagare pegno per le magagne nei nostri conti
 
Scusa se qualche tempo fa ha detto 2500
Adesso dice 1500
Sono scemo IO
Ma a chi vuole prendere per il c..o!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
Lira italiana 1936,27
Franco francese 6,55957
Marco Tedesco 1,95583
Dollaro 1,16675

Cambio dicembre 1998
Franco 295,182
Marco 990,00
Dollaro 1664,172

Quardate e fate calcoli
 
Indietro